Ustica Parrocchia San Ferdinando Re, adorazione e culto eucaristico


“La Civiltà dei Popoli si riconosce dal culto dei Morti”


[ id=19929 w=320 h=240 float=left] Il Cimitero in questo momento è il problema più importante che una attenta amministrazione dovrebbe portare avanti con determinazione. L’amministrazione Messina ha fatto solamente qualcosa a seguito dell’insistenza di alcuni consiglieri comunali come Badagliacco, Taranto ed in particolar modo mia e del Presidente del consiglio Vito Natale, da qualche anno deceduto. Siamo riusciti solamente a sfruttare i pochissimi spazi rimasti, all’interno dell’area cimiteriale, di proprietà comunale e creare tre blocchi per loculi e cellette in previsione dello spurgo dei vecchi loculi.

Problemi burocratici e disfunzioni varie dell’amministrazione Messina hanno portato ritardi notevoli ed oggi ci troviamo, a distanza di quattro mesi dalle ultime elezioni, con un morto depositato da dieci giorni nella pseudo sala mortuaria. Ho detto pseudo sala mortuaria in quanto mancano molte caratteristiche igienico sanitarie e tecniche per essere chiamata tale.

In passato vi erano 120.000 Euro a disposizione, da parte dell’assessorato alla famiglia, per l’ampliamento cimiteriale che l’amministrazione Messina e gli uffici hanno fatto perdere e sono ritornati indietro.

Con quei soldi avremmo potuto lasciare un cimitero con maggiore decoro e più accogliente con una sala mortuaria a norma, una sala d’attesa , sevizi igienici e altri spazi per loculi e tombe gentilizie e terreno libero per chi voleva essere tumulato a terra come esiste in altri cimiteri d’Italia.

Ora siamo invece in un mare di guai.

Io invito tutti a ricordare quanto scritto su una lapide all’ingresso del nostro cimitero: “La civiltà dei popoli si riconosce dal culto dei morti”.

Oggi mi chiedo se abbiamo interesse di prestare “culto” ai nostri cari morti?

Alla nuova amministrazione chiedo di attivarsi nel disbrigo di tutte quelle pratiche atte a rendere possibile lo spurgo dei vecchi loculi e trasferire le spoglie nelle cellette. I loculi liberati eviterebbero di lasciare i cadaveri in posti non idonei e non consentiti, come attualmente accade.

Dopo 120 giorni dall’insediamento (con ritardo secondo me) questa nuova amministrazione ha inserito all’O.d.G. la problematica cimiteriale. Il sindaco Licciardi, così come avevamo parlato privatamente, ha riferito in consiglio la mia disponibilità a collaborare con la chiara intenzione di un mio inserimento nella commissione cimiteriale.

Purtroppo, per quanto mi è stato detto, la commissione cimiteriale è stata nominata e vi faranno parte Caserta, Ailara e Mancuso . A questo punto non capisco che tipo di collaborazione si aspettano da me.

Doveva essere un provvedimento tempestivo ed invece, sono passati molti giorni ed io sono all’oscuro di tutto e tutto va a rilento a fronte delle urgenze, emergenze ed esigenze attuali considerato l’alto numero degli anziani e degli ammalati ai quali auguro pronta guarigione e lunga vita.

Giovanni Palmisano (Talebano)