Nave Antonello da Messina rientra a Palermo per avaria


Antonello Da  Messina  in avaria
Antonello Da Messina in avaria

Teresa Nicoletti nominata “Moschettiere” da Aymeri de Montesquiou d’Artagnan, Duca di Fezensac.


principaleAncora un prestigioso riconoscimento alla musicista Teresa Nicoletti che il 1 ottobre è stata Intronizzata “Moschettiere” della Compagnie des Mousquetaires d’Armagnac su decisione del Capitano dello Stato Maggiore Aymeri de Montesquiou d’Artagnan, Duca di Fezensac.

Teresa Nicoletti, compositrice, mezzosoprano lirico drammatico di fama mondiale, medico specialista in Audiologia, Cavaliere della Repubblica Italiana, Cittadina Onoraria di Lodi nel New Jersey (USA), Cittadina Onoraria di Torretta, Cavaliere Templare dell’Ordine al Merito del Gran Priorato d’Italia, Membru de Onorae “Ad vitam” Ordinul Cavalerii Romaniei (O.S.M.T.H. – Knights Templar International), insignita a Roma, in Campidoglio, del titolo di Accademico Onorario dell’Accademia Nazionale Giuseppe Gioachino Belli e di Ambasciatrice della Romanità, Cittadina Onoraria di Ustica ed Ambasciatrice di Ustica nel mondo, autrice dell’Inno Ufficiale Istituzionale dell’Isola di Ustica, “Mia Ustica”, eseguito in tutti i continenti del mondo e in diverse lingue (cinese, arabo, russo, inglese, etc.), quest’estate ha presentato il libro: “L’Isola di Ustica, il racconto della Bellezza attraverso le parole, le immagini e le note musicali”, di cui è co-autrice assieme a Vito Ailara, Sandro de Vita e Franco Foresta Martin e nel quale è stato pubblicato per la prima volta lo spartito musicale dell’Inno Ufficiale di Ustica con abbinato il cd audio dell’inno.

Intervistata dalla nostra Redazione Teresa Nicoletti racconta: “Lo scorso anno sono stata invitata a tenere un concerto di Arie d’Opera per la Cerimonia di Gala del “II Chapitre de l’Escadron Mediterranée de la Compagnie des Mousquetaires d’Armagnac”, nella splendida sala del Castello dei Principi Lanza Branciforte di Trabia. All’evento era presente una ristretta elitè di alte personalità della politica e della società italiana, francese, belga, maltese, turca e lussemburghese. Dopo un anno fui contattata dal Capitaine Lieutenant de l’Escadron Mediterranée che mi comunicò ufficialmente che lo Stato Maggiore della Compagnie des Mousquetaires aveva deciso di reclutarmi. Ricevere quest’onore mi emozionò ed accettai! Pochi giorni fa la cerimonia solenne di Intronizzazione di fronte a Moschettieri provenienti da molti paesi d’Europa. La pergamena che mi è stata consegnata porta la firma di Aymeri de Montesquiou d’Artagnan, Duca di Fezensac, diretto discendente di Charles de Batz- Castelmore d’Artagnan, nato intorno al 1611 in Guascogna, alla cui figura si ispirò lo scrittore Alexandre Dumas nel suo capolavoro “I tre moschettieri”.

La Compagnie des Mousquetaires nasce in Francia nei primi anni del 1600 su volere di Luigi XIII e ne troviamo traccia fino al 1815. Corpo militare entrato ormai nella leggenda è stato ricostituito nel secolo scorso ed è oggi diffuso in molti paesi del mondo. Di questa Compagnia esclusiva possono fregiasi di appartenere solo personalità rigorosamente selezionate, in virtù di grande rinomanza e qualità personali, dal Capitano dello Stato Maggiore Aymeri de Montesquiou d’Artagnan.

Alla fine della cena di gala, tutti i Moschettieri riuniti hanno alzato i calici riempiti con cognac d’Armagnac in un brindisi finale al grido: “Tous pour Un, Un pour Tous”.

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

Brava a Teresa Nicoletti !!!! wow, what a woman !!!!!  I noticed that she is an honorary citizen of Lodi, New Jersey in the U.S.  Interesting,  my great grandpa, Placido Marchese lived in Lodi after coming to America. He had a vegetable and fruit stand on the main street in Lodi, and he is buried in the old cemetery there.

Years ago I went there and found his grave. With no stone marker. So I had the family all help buy a marker. On the marker I have   “Born in Palermo.” Placido Marchese born 1838, died 1909.   Many Italians in Lodi !!!!!!

Dio ti benedica,  Marilena

dsc_0759dsc_0787dsc_0876dsc_0772dsc_0753dsc_0866dsc_0907

 

Due libri per due viaggi agli antipodi


[ id=19751 w=320 h=240 float=left]MER 2 OTT ore 18.30 (presentazione) | LA SPARTENZA (premio Pieve Santo Stefano) | di TOMMASO BORDONARO | Ottavio Navarra ed. | l’autobiografia di un emigrato di Bolognetta, divenuto un classico dell’italiano popolare regionale | Libreria Feltrinelli Via Cavour 133 Palermo

[ id=19752 w=320 h=240 float=right]SAB 5 OTT ore 18.00 (presentazione) | TRISTAN DA CUNHA – Storia e vicissitudini della più remota comunità umana | di ANNAMARIA “Lilla” MARIOTTI | Addictions-Magenes Editoriale | Libreria del Mare Via Cala 50

 

Ustica: “L’E’ TUTTO DA RIFARE”


angelo-longo (3) AMMICCIAREDDA (AMMUCCIATEDDA) – Antico giuoco  dei ragazzi di Ustica.

A leggere la cronaca puntuale che USTICA-SAPE pubblica con grande impegno e, certamente, con molta fatica, delle ultime due sedute del consiglio comunale, nasce spontanea una domanda: ma questi signori, sindaco, assessori, consiglieri, funzionari, addetti vari, ritengono di svolgere correttamente i compiti di loro competenza? Compiti per altro adeguatamente retribuiti e che (correttamente) dovrebbero svolgere! A me non pare e la sensazione e’ che buona parte di questi signori giuochino, irresponsabilmente, sulla pelle della nostra comunita’… irresponsabilmente, ripeto.

Ammucciaredda giuoco che negli anni 40-50 ( per i miei ricordi) ci vedeva all’imbrunire ai quattro canti della piazza impegnatissimi a non farci scoprire da un giocatore che si appoggiava ad un muro con il capo chino e gli occhi ben chiusi in modo da non vedere contando lentamente sino a dieci, mentre gli altri nel frattempo, si nascondevano…

Io penso che questi signori, oltre a peccare di assoluta mancanza di senso civico, mi pare che vadano oltre … e forse chi di competenza dovrebbe valutare se non siamo di fronte a omissioni che vanno oltre l’ignavia!

Mentre i cittadini tirano la cinghia, disoccupazione, tasse di ogni genere, sprechi inauditi, TARSU alle stelle con immondizia dappertutto, IMU, carburanti a prezzi record grazie alla svendita della pompa, unico servizio che poteva e doveva dare utili al comune!, beni culturali abbandonati ai topi e ai gabbiani (vedi cacatoio per gabbiani alla Torre dello Spalmatore), vecchio comune bloccato… Per questo occorre con immediatezza risolvere la “farsa” del finto sfratto decidendo quale uso si debba e si possa farne stante che, di fatto, dovrebbe essere nella disponibilità dell’AMP. Necessita dare certezze al Centro Studi che nel disastro generale e’ l’unica cosa che dà oggi lustro all’Isola grazie, in particolare, alla rilevante figura di alto profilo scientifico del suo Presidente Dottor Franco Foresta Martin. Rimandare una ferma decisione con “arzigogoli” di palazzo (soluzione del passaggio finanziario della contabilita’ e relativi fondi dalla Capitaneria al Comune) è indice di totale incapacità amministrativa…

Si potrebbe continuare per ore ma richiamando alla memoria il grande Gino Bartali possiamo solo auspicare che ” L’E’ TUTTO DA RIFARE”, e ,purtroppo, all’orizzonte si e’ vista solo una nuvoletta bianca, mirabilmente fotografata da Giacomo, ma… IL VENTO L’HA PORTATA VIA

Angelo Longo

 

Arrivo Nave in ritardo…


[ id=14810 w=320 h=240 float=center]

Ustica: Viaggio addizionale M/TV Antonello Da Messina per trasporto carburante


L’agenzia Prestifilippo di Palermo informa che domani 17 settembre la M/TV Antonello da Messina effettuerà un viaggio addizionale A/R sul collegamento Palermo – Ustica in esecuzione del servizio di trasporto merci e merci pericolose affidato alla Compagnia delle Isole dal dipartimento della protezione civile a seguito di relativa gara.

La nave partirà da:

Palermo alle 05,00 con arrivo ad Ustica alle ore 08,00

Ustica alle 08,30 con arrivo a Palermo alle ore 11,30

Palermo alle 11,40 con arrivo ad Ustica alle ore 13,40

Ustica alle 16,00 con arrivo a Palermo alle ore 19,00

Si precisa che il collegamento sarà effettuato con la limitazione di trasporto connessa alla tipologia di merce.

NdR – Noi, forti dell’esperienza di mezzi di comunicazione marittimi, maturata negli anni di permanenza sull’Isola, consigliamo, a coloro che hanno le coincidenze con il centro – nord, di imbarcare o fare imbarcare la sola macchina alle 08,30 ad Ustica, l’autista con eventuali familiari raggiungere Palermo con uno dei mezzi veloci.

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Domenico Bracco

Normative internazionali e nazionali

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Fabio Ailara

oggi in biglietteria qui ad Ustica appena raggiunti i 25 posti passeggeri in nave non hanno piu emesso biglietti, costringendo le persone a prendere l’aliscafo…..qualcuno sa dirmi il perchè????

Ustica: Ritorna l’Antonello da Messina


[ id=10957 w=320 h=240 float=left] Venerdì 30/Dicembre 2011 il M/T  Antonello da Messina rientrerà il linea sulla tratta Palermo – Ustica

“Curiosità” da appagare


Il 22 Maggio 2011 avevamo ricevuto dal Sig. Angelo Tranchina la seguente segnalazione con allegate due foto”

“Un pullman del Comune di Ustica sosta da molti mesi, in cattivo stato, dietro l’ospedale Buccheri La Ferla dando un’immagine negativa della nostra Isola. Si chiede al Sindaco e/o all’ufficio competente, se erano a conoscenza di ciò ed in caso negativo come pensano di ovviare a questa incresciosa situazione”.

[nggallery id=326]

A distanza di circa cinque mesi il pullman si trova abbandonato  nello stesso posto con il seguente avviso:

“POLIZIA MUNICIPALE DI PALERMO

Nucleo veicoli Abbandonati Via Dogali 29 Tl. 0916954219

VEICOLO SOTTOPOSTO AD ACCERTAMENTI AMMINISTRATIVI AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL CODICE DELLA STRADA (COPERTURA ASSICURATIVA) E CONTESTUALMENTE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D.M. n° 460 DEI 22 OTTOBRE 1999 IN MATERIA DI VEICOLI AbBANDONATI SU AREE PUBBLICHE DEL COMUNE DO PALERMO
GLI ACCERTATORI (Seguono due firme)”

———-

DOMANDA: E’ ammissibile continuare a dare  una immagine così negativa della nostra Isola?

 

 

 

 

 

 

 

 

^^^^^^^

COMMENTO:

Dalla Germania Giovanni Picone

Vedere queste foto da Usticese che ama la sua terra è proprio una vergognia !!!!

foto con asino da carico e campione


[ id=9836 w=320 h=240 float=center]

 

Famiglia Palmisano da Washington ad Ustica


[ id=9745 w=320 h=240 float=center]

Un sogno che dura da 51 anni (2^ parte) – Angelo e… Gabriella


Perché tanto “afflato” tra Angelo e Gabriella, tra Gabriella e Angelo? Perché questo pensiero cosi uniforme e omogeneo tra i due – la giovane e bella mamma e il giovane e “bel” nonno, cosi secondo la vulgata , hanno qualche segreto in comune?… Segreto limpido come l’acqua cristallina del nostro Mare. Gabriella ha una bellissima bimba tanto cara al mio nipotino Alessio. Anch’egli assai bello e affettuoso. I Nonni, assai impiccioni per vocazione tipica del ruolo, sognano ad occhi aperti!

Ma c’e qualcosa d’altro che mi lega a Gabriella: ha frequentato il LICEO di USTICA, conseguendo quella maturità non solo scolastica ma anche di vita, del sapere scrivere, avere idee e soprattutto volerle e saperle mettere per iscritto. In un mondo di conigli a due zampe, assolutamente incommestibili, comunque li cucini. Almeno quelli a 4 zampe sono ottimi, comunque li prepari. Del resto si nutrono di buoni prodotti della campagna usticese. Certo arrecano un certo danno, ma voglio sperare, ma sarà difficile, che i contributi che la provincia e la regione elargiscono possano compensare i danni subiti. Va chiarito comunque che quei contributi vengono pagati con i proventi delle tasse che i cittadini paghiamo . Io, per inciso, pago sino all’ultima lira sui miei modesti redditi, e per l’ultimo raccolto di lenticchie mi sono stati chiesti euro 3.50 per una confezione di 250 grammi, con precisazione che andava esclusa immediatamente ogni sconto. Buon appetito miei cari coniglietti che scorazzate al PALMO. Proverò a seminarne un po’ anch’io di lenticchie se ne sarò capace, a vostro uso e consumo. Ma che c’entra GABRIELLA con tutto ciò. C’entra, c’entra! Ella infatti reclama diritti negati, per esempio una Scuola dove i diritti degli studenti siano al primo posto, una scuola che assolva innanzitutto ad un servizio fondamentale e costituzionalmente rilevante.

Tuttavia va detto che un’intesa segreta tra Gabriella e me c’e’! E’ un’intesa limpida e cristallina come le acque del nostro MARE, dicevo. Svelo un patto privato solo perché esso fa onore ai due contraenti. Ormai sono passati molti anni da quando Gabriella ha contratto con me un debito di L.50.000 per un libro di preparazione al concorso di vigile urbano che io ho acquistato a Palermo. Gabriella, a dire il vero, voleva estinguerlo subito tramite papà Alfredo che del resto percepiva gli assegni familiari per la figlia! Ma io, credo correttamente, volli lanciare una sfida alla cara Gabriella: – me lo rimborserai tu con il primo stipendio che percepirai, come dire studia e vinci il concorso. Il mio ragionare, me ne resi conto dopo, fu da perfetto imbecille che non capì in quale ambiente ci trovavamo. Da noi i concorsi non sono altro che “chiffon de papier” (carta straccia), delle formalità per sancire quanti posti spettano ad ogni figlio d’”ARTE” componente le varie commissioni. Non so se ad Ustica mai qualcuno abbia vinto un concorso “correttamente”…

La dimostrazione è palese: i nostri amministratori, posizionati nel loro “livello di incompetenza”, fanno più danno dei conigli – Vendita distributore di carburante DOCET – anche se qualcuno, forse in buona fede, cerca di arrampicarsi sugli specchi…

Sono con te Gabriella e in futuro non facciamoci più prendere per i “fondelli” come accadde tre anni fa’ in casa dell’amico Massimo Maggiore..

Angelo Longo

 

 

Apprezzamento ma anche incoraggiamento per Luigi da parte di Josè

Ciao Luigi, pur apprezzando le belle parole spese per me, mi sento di dirti che io non mi sento migliore di chi viceversa ha scelto di vivere ad Ustica, anzi……!!! La cosa, semmai, in cui mi sento “diverso” da molti miei compaesani e’ il fatto che io riesca ad INDIGNARMI e a dire la mia! Dire la verita’ e nello stesso tempo rimanere indipendenti, ha un costo che non tutti vogliono pagare in prima persona; e’ piu’ facile delegare che esporsi in prima persona. Tu per esempio sei un ragazzo che potresti essere d’esempio per molti tuoi coetanei. Rimani te stesso, trova sempre la forza di indignarti e dire sempre la tua!!! Grazie al Sig. Pietro anche NOI che viviamo (ma dimentichiamo ) fuori da Ustica possiamo esprimere le nostre idee; Un caro saluto dalla Germania,

Jose’ Zagame

 

Festeggiamenti San Bartolomeo Visti da Salvatore Calderone


[nggallery id=380]

Chiacchiere da pensionati dal giornalaio “Punto e Virgola”


[ id=9213 w=320 h=240 float=center]

Voglia di risentirsi – Da Mimmo Errante a Maurizio Gisonna

Per Maurizio Gisonna,
Caro Maurizio, non so se leggerai questo messaggio, ma sono certo che leggendolo ti ricorderai di me.
Prima di tutto invio (con molto ritardo, ma l’ho saputo da Mimmo Mesiti da poco tempo) a te e famiglia le condoglianze per la scomparsa di tuo padre.
Mi piacerebbe sentirti e sapere come stai, anche se ho avuto modo di domandarlo a Mimmo Mesiti. Ti lascio il mio indirizzo domenicoerrante@libero.it se hai voglia di contattarmi.

 

Partenza da Ustica


[ id=8996 w=320 h=240 float=center]

Storiella da Salina: – Una Micia e sei micini…


Durante un breve ma intenso soggiorno a Santa Marina Salina, l’Isola VERDE delle EOLIE, ho vissuto in diretta quella che potraà sembrare un favola mentre si tratta di fatti realmente accaduti. Ai lettori di Ustica-sape e a tutti coloro che amano gli animali appuntamento a…pressto!

Angelo Longo

 

Mario Oddo relativamente ai “discorsi di piazza o da caffè”


Dopo le lettere aperte e le cartoline ecco una mia “Raccomandata con (spero) ricevuta di ritorno”. Caro Sindaco. testimoniata dai resoconti che puntualmente porti alla nostra conoscenza attraverso Usticasape. Ho giorno per giorno modo di constatare ed apprezzare la tua iperattività portata avanti quasi sempre in forma di “one man band” non ho mai capito se per vocazione o necessità. Non entro nel merito del giudizio sui risultati; è compito questo degli usticesi che sono vicini a te più di quanto non lo sia io. Con la calma e serenità da te invocata sinceramente ti confesso che la tua “uscita” sulle voci provenienti dalla piazza e/o dai bar (hai dimenticato, dal barbiere) bollate come “chiacchiere” non mi è piaciuta; l’ho catalogata come una inattesa caduta di stile, un predicare bene democrazia e poi razzolare male; la fretta di esprimere riserve su taluni interventi a tuo giudizio prive della necessaria competenza ti ha forse fatto perdere di vista, nella circostanza, quel rispetto che nonostante tutto è comunque dovuto verso chi recita un ruolo partecipativo. Quanto ai problemi di liquidità, mal comune a tutti i Comuni (gioco di parole inevitabile), sono perfettamente dalla tua parte, è il famoso esempio della coperta corta: se la tiri da un lato non puoi non lasciare scoperta un’altra parte. Non ci sono soldi ? Perché allora non cominciare a promuovere qualche piccola iniziativa a costo zero quale la costituzione di un gruppo locale di volontariato; avresti così risparmiato, tra l’altro, l’ultima brutta “cartolina per il Sindaco” … oppure spazio alla fantasia. Io non ho letto Aristotele sono andato più terra-terra; ho letto Marcello Marchesi, il famoso e graffiante umorista, anche noto come “il signore di mezza età” da un suo spettacolo televisivo della metà degli anni ’60; in una storiella raccontò “lupus in fabula” di una Amministrazione che in paese doveva provvedere alla sistemazione urgente di un manto stradale; nelle casse comunali (eterno

problema) non c’era una lira; ma ecco qui la levata d’ingegno ! te la giro nel caso in futuro volessi trarre ispirazione. “Decisione di un Consiglio comunale”: La Via Marsala era in cattivo stato; decisero di rinforzarla con un sistema nuovo, la chiamarono …”Via Marsala all’uovo”.

 

 

 

Il Sindaco risponde: Discorsi da piazza o da caffè


Credo che il lavoro svolto dagli aggiornamenti notizie in Web rappresentino un momento di crescita della vita democratica dell’isola.

Mi sembra però che recentemente ( e non per volontà dei responsabili dei siti)le pagine si siano trasformate in Agorà con lunghi Botta e Risposta(leggasi “discorsi da piazza o da caffè”). Devo evidenziare infatti che spesso le note sono prive di competenza delle norme amministrative, altre volte si basano sull’analisi di problemi veri e reali che però andrebbero analizzati non dimenticando il contesto di partenza (ad esempio di tipo economico) altre volte ancora con frasi di dubbio gusto.

Comprendo non si abbia il tempo di leggere il saggio ” La politica” di Aristotele, ma brevemente il politico oggi è chiamato a fare scelte, atti d’indirizzo e gli amministrativi(impiegati) portano avanti le scelte amministrative.

Se ho 100 euro( perché quella è la somma disponibile) a mio figlio compro un vestito o i libri per l’università? La scelta è politica perché d’indirizzo. Se gli compro un vestito e gli precludo la frequenza all’università faccio una scelta. e non mi si dica 50 e 50 perché non avrò né un figlio vestito bene né uno che frequenta una buona università. Che libri o che vestito comprare è un problema amministrativo e non più ( dal 2000 legge Bassanini) politico.

Allora. Tutto bello e tutto vero ” mancano molte cose”. Ma quale spesa eliminare per raggiungere quel risultato?

Per carità, anche la Piazza è democrazia e va bene così. Ma è democratico anche che io dica quello che penso: calmi e sereni.

Aldo Messina

^^^^^^^^^

COMMENTI:

I dibattiti in piazza, al caffe’, in spiaggia sul bus ( ma ‘ ndo’ stanno ? direbbe Aldo Fabbrizzi : io nun li vedo ! ) e oggi specialmente online fanno bene alla salute, allo spirito e alla democrazia.

L’ordinanza della CP di cui si parla ancora tanto, per esempio, senza la scintilla scoccata dall’Ing. Daricello su usticasape online a cui hanno seguito molti altri interventi sia online che in piazza ecc…interventi tutti fruttiferi, quasi sicuramente sarebbe rimasta tale e quale. Invece oggi sappiamo che la CP soddisfacendo le richieste-proteste dei cittadini ( cominciate online ) e dietro la minaccia del Comune di ricorrere al Tar ha un po’ cambiato corso ed e’ disposta a cambiare l’ordinanza per renderla piu’ consona ai bisogni e piu’ mite. Ci sono altri esempi di dibattiti online recenti, uno e’ stato per sollecitare lo ” Svincolo ” come rimedio perpetuo al traffico caotico, rumore e gas nel centro abitato e gia’ si comincia a parlare “ufficialmente” di Svincolo, lo stesso e’ successo per creare piu’ posti “parcheggio barche” nel porto dove si era suggerito di eliminare la banchina barresi e subito e’ venuta fuori la notizia del nuovo progetto per il Porto. Come si vede ultimamente anche per merito in parte del Comune ad ogni azione c’e’ stata quasi subito una reazione. Ognuno e’ libero di pensare come vuole ma personalmente penso non sia errato dire, per il bene della comunita’, che i dibattiti virtuali o reali non fanno male, anzi….sono fruttiferi sia che vengano dal basso che dall’alto.

Compensazione socio economica per la gestione della flotta da pesca comunitaria


[ id=8325 w=320 h=240 float=left]Sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n.24 del 03.06.2011, è stato pubblicato dall’Assessorato delle Risorse Agricole e Alimentari il bando di attuazione della misura 1.5 – Decreto Dirigente Generale del Dipartimento Regionale degli interventi per la pesca n.320 del 16.05.2011. “Compensazione socio economica per la gestione della flotta da pesca comunitaria “.