Nessuna bugia dura per sempre!


Gruppo, Consiliare di Minoranza

Siamo arrivati al dunque e come dice il Sindaco Attilio Licciardi: “il mosaico è completo”.

Naturalmente, il mosaico è quello relativo ai trasporti che, finalmente, svela l’inganno perpetrato ai danni  di noi cittadini Usticesi.

Per mesi abbiamo chiesto di rimettere in discussione il piano trasporti Ailara-Licciardi, proprio perché sapevamo che per l’isola era una penalizzazione insopportabile.

Inutile dire che la risposta è stata, come sempre, quella di chi, presuntuoso ed incapace, crede di potere prendere in giro tutti, raccontando bugie con l’arroganza tipica dei mediocri.

Oggi, versare lacrime di coccodrillo, chiamando in causa la Regione, non è più accettabile.

Sindaco Licciardi il tempo è scaduto ed il danno che hai arrecato alla economia dell’isola ed alle famiglie usticesi merita molto di più di una assemblea cittadina:  MERITA LE DIMISSIONI TUE E DELLA TUA GIUNTA di incapaci.  

Tue, perché sei responsabile, in prima persona, delle scelte scellerate in tema di politica dei trasporti insieme al Consigliere delegato Clelia Ailara con la quale, da prime donne, avete ritenuto di affrontare il problema senza sentire il bisogno di confrontarvi con la cittadinanza, con gli operatori turistici e, men che meno, con noi consiglieri di minoranza.

Per pietà lasciamo perdere l’assessore ai trasporti, “Miss 50.000,00 euro”, che è troppo impegnata a “vuscarisi u pani”, come ebbe a dire il magnifico sindaco difendendola da chi gli rimproverava, e gli rimprovera, di non onorare l’impegno di assessore.

E’ arrivato il momento delle scelte coraggiose, è arrivato il momento che con un sussulto di dignità chiedi scusa ai Tuoi elettori e Ti dimetti, perché nessuna bugia dura per sempre e tu sei la più grossa bugia raccontata ai cittadini usticesi.

Ustica, 01/04/2017

Gruppo di minoranza “ L’ Isola “

 

Un sogno che dura da 51 anni (2^ parte) – Angelo e… Gabriella


Perché tanto “afflato” tra Angelo e Gabriella, tra Gabriella e Angelo? Perché questo pensiero cosi uniforme e omogeneo tra i due – la giovane e bella mamma e il giovane e “bel” nonno, cosi secondo la vulgata , hanno qualche segreto in comune?… Segreto limpido come l’acqua cristallina del nostro Mare. Gabriella ha una bellissima bimba tanto cara al mio nipotino Alessio. Anch’egli assai bello e affettuoso. I Nonni, assai impiccioni per vocazione tipica del ruolo, sognano ad occhi aperti!

Ma c’e qualcosa d’altro che mi lega a Gabriella: ha frequentato il LICEO di USTICA, conseguendo quella maturità non solo scolastica ma anche di vita, del sapere scrivere, avere idee e soprattutto volerle e saperle mettere per iscritto. In un mondo di conigli a due zampe, assolutamente incommestibili, comunque li cucini. Almeno quelli a 4 zampe sono ottimi, comunque li prepari. Del resto si nutrono di buoni prodotti della campagna usticese. Certo arrecano un certo danno, ma voglio sperare, ma sarà difficile, che i contributi che la provincia e la regione elargiscono possano compensare i danni subiti. Va chiarito comunque che quei contributi vengono pagati con i proventi delle tasse che i cittadini paghiamo . Io, per inciso, pago sino all’ultima lira sui miei modesti redditi, e per l’ultimo raccolto di lenticchie mi sono stati chiesti euro 3.50 per una confezione di 250 grammi, con precisazione che andava esclusa immediatamente ogni sconto. Buon appetito miei cari coniglietti che scorazzate al PALMO. Proverò a seminarne un po’ anch’io di lenticchie se ne sarò capace, a vostro uso e consumo. Ma che c’entra GABRIELLA con tutto ciò. C’entra, c’entra! Ella infatti reclama diritti negati, per esempio una Scuola dove i diritti degli studenti siano al primo posto, una scuola che assolva innanzitutto ad un servizio fondamentale e costituzionalmente rilevante.

Tuttavia va detto che un’intesa segreta tra Gabriella e me c’e’! E’ un’intesa limpida e cristallina come le acque del nostro MARE, dicevo. Svelo un patto privato solo perché esso fa onore ai due contraenti. Ormai sono passati molti anni da quando Gabriella ha contratto con me un debito di L.50.000 per un libro di preparazione al concorso di vigile urbano che io ho acquistato a Palermo. Gabriella, a dire il vero, voleva estinguerlo subito tramite papà Alfredo che del resto percepiva gli assegni familiari per la figlia! Ma io, credo correttamente, volli lanciare una sfida alla cara Gabriella: – me lo rimborserai tu con il primo stipendio che percepirai, come dire studia e vinci il concorso. Il mio ragionare, me ne resi conto dopo, fu da perfetto imbecille che non capì in quale ambiente ci trovavamo. Da noi i concorsi non sono altro che “chiffon de papier” (carta straccia), delle formalità per sancire quanti posti spettano ad ogni figlio d’”ARTE” componente le varie commissioni. Non so se ad Ustica mai qualcuno abbia vinto un concorso “correttamente”…

La dimostrazione è palese: i nostri amministratori, posizionati nel loro “livello di incompetenza”, fanno più danno dei conigli – Vendita distributore di carburante DOCET – anche se qualcuno, forse in buona fede, cerca di arrampicarsi sugli specchi…

Sono con te Gabriella e in futuro non facciamoci più prendere per i “fondelli” come accadde tre anni fa’ in casa dell’amico Massimo Maggiore..

Angelo Longo