Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022


DESTINATI AD USTICA 66.915 EURO.

È stato istituito con il Dpcm del 24 settembre 2020 il “Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022”.

Nella Gazzetta Ufficiale del 4 dicembre 2020 è stato pubblicato il decreto attuativo con la ripartizione per i singoli comuni.

Ad Ustica andranno:

2020: 28.678 euro
2021: 19.118 euro
2022: 19.118 euro
Per un totale di 66.915 euro.

COME POSSONO ESSERE SPESI I SOLDI?

I comuni possono utilizzare il contributo per la realizzazione di AZIONI DI SOSTEGNO ECONOMICO IN FAVORE DI PICCOLE E MICRO IMPRESE anche al fine di contenere  l’impatto  dell’epidemia da COVID-19.

QUALI SONO LE AZIONI DI SOSTEGNO ECONOMICO?

Le azioni di sostegno  economico possono ricomprendere:

a) EREROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER SPESE DI GESTIONE;

b) INIZIATIVE che agevolino la RISTRUTTURAZIONE, L’AMMODERNAMENTO,

l’ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, incluse le  IINNOVAZIONI TECNOLOGICHE indotte dalla digitalizzazione dei processi di marketing on-line e di vendita a distanza, attraverso  l’attribuzione alle imprese di contributi in conto capitale ovvero L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO per l’acquisto di  macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, per investimenti immateriali, per opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento  dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti.

Per le annualità successive alla prima,  l’erogazione e’ subordinata al completo utilizzo delle risorse erogate in riferimento alle precedenti annualità.

Il Fondo è stato istituito dal Ministro Provenzano ministro per il Sud e la coesione territoriale.

In allegato il dettaglio della ripartizione per Ustica.

Come consiglieri comunali vigileremo affinché tali contributi vengano erogati secondo quanto previsto.

Renato Mancuso
Tania Licciardi
Vittoria Salerno

 

“Ristrettezze” economiche di quei tempi… secondo voi perché?


“Ristrettezze” economiche di quei tempi… secondo voi perché
“Ristrettezze” economiche di quei tempi… secondo voi perché

Isole Sicilia: Trovate risorse economiche trasporti rifiuti e merci pericolose


[ id=13812 w=320 h=240 float=left]  COMUNICATO STAMPA 

Palermo li 4 agosto

“Si e’ appena concluso il vertice in Prefettura di Palermo, presieduto dal sottosegretario di Stato alla Salute Elio Cardinale per affrontare lo stato di emergenza delle Isole minori siciliane per la interruzione dei collegamenti per i trasporti dei rifiuti e delle merci pericolose.

Alla riunione erano presenti tra gli altri il Prefetto di Palermo Umberto Postiglione, il vice prefetto di Agrigento, dr. Nicola Diomede, il vice prefetto di Trapani Dr. Baldassare Ingoglia, i Parlamentari regionali Salvino Caputo e Toni Scilla, l’Assessore regionale ai Trasporti Andrea Vecchio, i Sindaci di Ustica Aldo Messina, di Pantelleria Giuseppe Piazza , di Favignana Lucio Antinoro, Massimo lo Schiavo , di Santa Marina Salina (nella qualità di coordinatore regionale ANCIM) e i Dirigenti generali dei Dipartimenti Acque e Rifiuti, Trasporti e Protezione civile.

Il Direttore della Siremar Giuseppe Prestigiacomo ha assicurato la disponibilità della compagnia al trasporto dei rifiuti e gasolio, alla luce della disponibilità economica rappresentata dal Dirigente Generale della Protezione civile Pietro Lo Monaco che ha messo a disposizione circa 4 milioni di euro.

Il Dipartimento dei rifiuti ha comunicato che entro pochi giorni verranno fornite alle isole cassoni stagni e nuovi contenitori per la raccolta rifiuti a garanzia totale dei passeggeri e turisti con la completa mancanza di segni di disagio ambientale e organolettico.

Con apposita ordinanza commissariale verrà disposta priorità per il trasporto rifiuti nelle navi e modifiche agli orari di apertura e chiusura delle discariche di Palermo, Trapani e Campobello di Mazara.

Intanto e’ emersa la assenza di problematiche di carattere sanitario e di salubrità ecologica.I dati acquisiti comunque verranno continuamente monitorati dalle autorità sanitarie.

Il Prof. Cardinale ringrazia il Prefetto di Palermo Umberto Postiglione per i preziosi suggerimenti e da’ ampio merito ai rappresentanti delle Istituzioni regionali e del parlamento e ai direttori e tecnici regionali presenti per la grande disponibilità, competenza ed equilibrio con i quali hanno contribuito alla risoluzione della delicatissima emergenza.

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO Sindaco di Ustica  

“Appare evidente che senza l’intervento del sottosegretario alla Sanità, Prof Adelfio Cardinale e di Sua Eccellenza il Prefetto di Palermo, Umberto Postiglione, il problema del trasporto nelle isole di gasolio e merci pericolose oggi , diversamente da quanto si leggeva in comunicato stampa di ieri, sarebbe ben lontano dall’essere concretamente risolto.

Grazie ad un finanziamento della Protezione Civile regionale di 4 .800.000 euro, sino a dicembre, il servizio trasporto rifiuti proseguirà regolarmente con le motonavi della Compagnia dell Isole (ex Siremar), indicata in quanto con essa sussiste già un contratto di servizio. Per il viaggio ci si avvarrà dei nuovissimi cassonetti, a perfetta tenuta, che saranno forniti ai Comuni dalla Regione e che garantiranno igienicità ed assenza di cattivi odori ai passeggeri.La protezione Civile imporrà alle discariche di riferimento dei comuni isolani di non chiudere in attesa dei carichi il cui arrivo sarà spesso a pomeriggio inoltrato.Per il trasporto delle altre merci che non possono viaggiare sulle motonavi ex SiReMar, questa compagnia dovrà , entro lunedì alle 10.00, chiarire se intende provvedere essa stessa al servizio, anche dotandosi di altri mezzi o se rifiuterà l’offerta ed in questo caso si dovrà pocedere ad ulteriore trattativa privata che richiederebbe circa una settimana. Se a un lato vi è la soddisfazione di avere affrontato con determinazone un problema, senza creare disagi ai cittadini, dall’altro vi è l’amarezza che un’amministrazione regionale più attenta ai problemi delle isole avrebbe potuto risolvere tutto anche prima( si pensi che la mia richiesta d’intervento della Protezione Civile è del 23 giugno) magari recuperando le somme necessarie impinguando prima il capitolo della protezione civile (che è bene si sappia sino a dicembre non ha più un euro in cassa per ogni emegenza in tutta la regione, mentre resta intatta ,per esempio, la tabella H!).

Relativamente all’approvigionamento di benzina ad Ustica ho già predisposto un doppio approvigionamento di carburante per domani. L’autobotte, nonostante il giono festivo è pronta. il Ministero, in pieno sabato pomeriggio di agosto,ha dato un primo via libera alla corsa straordinaria della motonave Isola di Vulcano che partirebbe domani da Palermo alle 8.00 con il suo carico di passeggeri, arriverenbbe ad Ustica alle 10.00. potrebbe quindi giungere a Palermo, caricare le autobotti , senza passeggeri, arrivare ad Ustica per 12.30 circa e ripartire nel pomeriggio al normale orario di linea con il suo carico di passeggeri. Attendiamo però le ultime necessarie ed obbligatorie autorizzazioni di sicurezza.L’incontro stamane è iniziato alle 10.00 ed è terminbato alle 16.00.

Desidero ringraziare l’On Salvino Caputo (PDL), Pino Apprendi(PD) e Tony Scilla (Grande sud).”

Aldo Messina