Trasporti, Falcone: “Sconti per collegamenti con le Eolie”

Per leggere la notizia clicca qui

Riceviamo e pubblichiamo – Liberty Express : la protesta dei docenti pendolari


Fonte: Il Giornale di Lipari

COMUNICATO stampa dei docenti pendolari in servizio alle Isole Eolie

Nel nostro Paese si parla spesso di diritti e doveri, soprattutto in un momento difficile di portata storica come quello che stiamo vivendo. Un momento in cui spesso ci sentiamo privati di libertà che in realtà non avremmo mai pensato di dover difendere, per le quali non abbiamo mai dovuto lottare perché acquisite sin dalla nostra nascita e per le quali in passato hanno lottato “altri” al nostro posto.

Quante volte abbiamo evocato o citato in un nostro post sui social media innumerevoli articoli della nostra Costituzione? Eh si, mai come ora l’abbiamo liberata dalla polvere della dimenticanza, la sentiamo “nostra” e la difendiamo! Tra i banchi di scuola, a dire il vero, non l’abbiamo mai snobbata né abbandonata;  anzi abbiamo sempre letto, analizzato e dibattuto su quegli articoli che nutrono ogni giorno le nostre menti, che ci ricordano da dove proveniamo e soprattutto quanta strada abbiamo ancora da percorrere. Di strada ne abbiamo davvero ancora tanta da percorrere.

Dice l’art. 4 della Nostra amata Costituzione “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”. Quanti lavoratori sentendo riecheggiare queste parole staranno facendo un sorriso beffardo? Probabilmente tanti, troppi. Tra questi ci siamo noi, i docenti pendolari delle Isole Eolie. Proveniamo da tutta la provincia e ogni mattina, con un carico non indifferente di idee, passione, ansie e parole, ci ritroviamo al molo del porto di Milazzo pronti alla traversata verso le Nostre scuole, dislocate lungo tutto l’arcipelago eoliano.

Siamo in possesso di una card che dall’inizio dell’anno scolastico ci permette di acquistare i biglietti del viaggio con qualche agevolazione fiscale. Nessuna scontistica eccezionale, ma per noi è pur sempre un valido aiuto in relazione alle spese esose da affrontare. Eppure la compagnia di navigazione “Liberty Lines S.p.A” ha così a cuore la condizione di noi, lavoratori pendolari, che ha ben pensato di sostituire la precedente card con i nuovi abbonamenti, che di vantaggioso hanno ben poco. La Compagnia ha dato l’avvio ad una nuova politica commerciale, a nostro parere, non solo scellerata ma anche profondamente ingiusta nei confronti di lavoratori che con miseri stipendi esercitano ogni giorno il diritto/dovere allo studio. Sembrerebbe così profilarsi una illegittimità che apparirebbe ancor più inammissibile se rapportata al fatto che la Liberty Lines S.p.A., nell’adempimento di un servizio essenziale, opera in regime contrattuale con la Regione Siciliana, fornendo di fatto un servizio pubblico.

Regime contrattuale, a quanto è dato sapere, a causa della crisi epidemiologica COVID – 19 è stato prorogato di un altro anno rispetto alla prevista scadenza del 31.12.2020, ed in virtù del quale la Liberty Lines S.p.A. continua a percepire annualmente altre ingenti sovvenzioni pubbliche dal Ministero dei Trasporti.

Fa specie dunque che una compagnia che svolge un servizio pubblico in forza di contratti stipulati con la Regione e grazie a cui percepisce sovvenzioni statali sembrerebbe operare in maniera illegittima nei riguardi degli utenti, soprattutto quelli pendolari, che nell’esercizio di un loro diritto costituzionalmente tutelato contribuiscono a garantire il corretto funzionamento della macchina amministrativa pubblica nelle Isole.

Diritto che oggi più che mai rischierebbe di essere negato da tali comportamenti, a discapito del singolo lavoratore e di riflesso della comunità.

Firmato

I docenti pendolari in servizio alle Isole Eolie

Fonte: il Giornale di Lipari

Isole Minori: a Ustica Lines collegamenti con Egadi ed Eolie


Compagnia navigazione si aggiudica gara Regione per 120 mln

Giovanni Pistorio

L'aliscafo Ettore Majorana della compagnia Ustica-Lines ha urtato degli scogli dell'isola di Linosa e ha iniziato ad imbarcare acqua, 24 agosto 2011. ANSA/ELIO DESIDERIO
Foto ANSA

(ANSA) – PALERMO, 19 LUG – La Ustica Lines si è aggiudicata questa mattina la gara per l’affidamento del servizio di collegamento marittimo per passeggeri verso le isole Egadi ed Eolie. Il contratto avrà la durata di 53 mesi ed un costo per la Regione Siciliana per complessivi 120 milioni di euro, 41 per le Egadi e 79 per le Eolie.
“Con la definizione della gara abbiamo eliminato i timori per la cessazione del servizio che si sarebbe interrotto il prossimo 21 luglio – ha affermato l’assessore alle Infrastrutture, Giovanni Pistorio – dal 22 infatti la società, la stessa che in atto gestisce i collegamenti, proseguirà il servizio in forza dell’aggiudicazione odierna. Il nuovo contratto prevede l’impiego di 5 navi per le isole Eolie e di 3 per le Egadi”. “In più – prosegue Pistorio – in ognuna delle due destinazioni è prevista una nave di riserva in caso di necessità”.
Il collegamento, per il quale la Regione interviene finanziariamente in misura compensativa come previsto dalla normativa vigente, verrà effettuato con navi veloci e moderne, tra cui alcune del 2013, e verrà potenziato nel periodo estivo.
Per le isole Egadi si partirà da Trapani mentre per le Eolie da Milazzo e Messina e, nel periodo estivo, anche da Palermo.
(ANSA).

L’Ustica Lines, a partire dal 22 Dicembre, riduce le corse per le Isole Egadi ed Eolie

L’Ustica Lines comunica che a partire dal 22 Dicembre le corse per le Isole Egadi ed Eolie subiranno una riduzione, in esecuzione del bando – manifestazione d’interesse emesso dalla Regione Siciliana, nelle more della definizione e pubblicazione dei nuovi bandi di gara.

(comunicato stampa Ustica Lines

L'Ustica Lines riduce le corse

 

Eolie, trasporti marittimi a rischio in estate


 

Ustica-Lines-535x300L’Ustica Lines ha sospeso i collegamenti dal 12 aprile scorso e accusa la Regione di «continue e gravissime inadempienze»

LIPARI. «Arriva l’estate trasporti marittimi a rischio». Questo il commento dei consiglieri comunali di maggioranza del centro sinistra e di minoranza del centro destra – una volta tanto – d’accordo. Per la Compagnia delle Isole, ex Siremar, il Tar ha ritenuto illegittima la gara che si è aggiudicata e potrebbe subentrare la seconda in graduatoria, «Navigazione siciliana spa», costituita da «Ustica Lines» e «Caronte&Tourist».

L’Ustica Lines di Vittorio Morace, ha sospeso i collegamenti il 12 aprile scorso e accusa la Regione per le «continue e gravissime inadempienze della Regione, non solo a livello economico», che stando all’azienda «pur di non pagare quanto dovuto, ha deciso illegittimamente di avviare le procedure di annullamento del bando di gara emanato un anno fa, ha un contenzioso in corso». Il dibattito in consiglio. Antonio Casilli, Gruppo misto: «Per le questioni dell’Ustica Lines e della Compagnia delle Isole c’è grande preoccupazione tra gli operatori turistici. La stagione turistica potrebbe essere a rischio». Pietro Lo Cascio, La Sinistra: «La preoccupazione dei cittadini è confermata anche dalla nascita di un comitato che ha già raccolto circa 500 firme. Sarebbe bene anche un incontro con l’amministrazione». Mariano Bruno, Gruppo misto: «Già nel 2013 sui trasporti lanciai l’allarme su società che non erano in grado di garantire i collegamenti marittimi. Ci sono marinai anche eoliani che non avranno più posti di lavoro.

Fonte Giornale di Sicilia
di Bartolino Leone
Consiglio Comunale

La Regione annulla il bando, Ustica Lines taglia collegamenti per Egadi ed Eolie


 

Ustica LinesLa compagnia marittima fa sapere che dal 12 aprile non garantirà più traghetti e aliscafi

Dal 12 aprile Ustica Lines sospenderà i collegamenti via mare con le isole Egadi ed Eolie. Lo fa sapere la stessa compagnia, motivando la scelta con “continue e gravissime inadempienze della Regione Siciliana, che non solo da oltre un anno non onora gli impegni economici assunti, ma, pur di non pagare quanto dovuto, ha addirittura deciso illegittimamente di avviare le procedure di annullamento del bando di gara emanato un anno fa ed aggiudicato definitivamente all’Ustica Lines”.

La società, che da 21 anni garantisce il collegamento con le isole minori, dice di essere “consapevole dei gravi disagi che subiranno le comunità isolane” e parla di “pesantissime ripercussioni sul piano occupazionale”. E in una nota sottolinea che “da oltre un anno assicura i servizi di collegamento con le Egadi e le Eolie su richiesta della Regione Siciliana, che, a seguito dell’indizione di bando di gara, ha affidato il servizio con ordinanze di esecuzione anticipata, nelle more della stipula del contratto”.

Ma “la Regione, anziché onorare gli impegni assunti, ha comunicato di voler annullare la gara esperita nel 2014 per i servizi in questione, aggiudicata in via definitiva all’Ustica

Lines”. In poche parole, continua la nota, “la Regione ha per un anno usufruito dei servizi dell’Ustica Lines a costo zero, non sostenendo spese e, nel momento in cui la società ha avanzato le proprie legittime richieste, non potendo più accumulare debiti a causa dei mancati pagamenti, pur di non assolvere ai propri impegni ha deciso, in maniera del tutto illegittima, di annullare il bando con cui aveva affidato i servizi”.

Fonte: R.it  Palermo

Aggiudicati i servizi di collegamento con Egadi, Eolie, Pantelleria e Ustica


siciliaI servizi di collegamento via mare, mediante traghetti, con le isole Egadi, Eolie, Pantelleria e Ustica, sono stati aggiudicati per i prossimi due anni. L’assessorato regionale alle Infrastrutture e Mobilità ha espletato le gare d’appalto, articolate in quattro lotti, con il relativo impegno di spesa.

Le società che si sono aggiudicate gli appalti hanno partecipato “in solitudine” a ciascuno dei quattro lotti, come uniche concorrenti e sono le due uscenti che attualmente gestiscono il servizio.

Per le isole Egadi, la “Traghetti delle isole” Spa di Trapani si è aggiudicata l’appalto. Alle isole Eolie, l’appalto è stato vinto dalla società “Navigazione generale italiana” del gruppo Caronte &Tourist di Messina mentre per l’isola di Pantelleria, è stato aggiudicato alla “Traghetti delle isole”. Infine, il quarto lotto per il collegamento con l’ isola di Ustica, è stato vinto dalla società “Navigazione generale italiana”.

Fonte: BlogSicilia.it

Eolie: Protesta per collegamenti ex Siremar: il Ministero risponde

Eolie. Protesta per collegamenti ex Siremar: la risposta del Ministero

Il dott. Enrico Maria Pujia, direttore generale per il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne ( Ministero infrastrutture e Trasporti) ha inviato una lettera al presidente della Circoscrizione di Stromboli , Carlo Lanza per rispondere alla nota degli eoliani che protestavano contro i disservizi nei collegamenti. Ecco il testo della missiva: “Si fa riferimento alla nota prot.187 del 31 ottobre u.s. con la quale vengono lamentati disservizi nell’esercizio dei collegamenti marittimi gestiti dalla società Compagnia delle Isole, con particolare riferimento alle esigenze di mobilità dei cittadini delle isole di Stromboli e Panarea. In proposito si comunica che il competente Ufficio di questa Direzione Generale, a far data dal 1 agosto u.s., ovvero all’ indomani dell’entrata in vigore della convenzione sottoscritta con la suddetta società di navigazione, ha in corso con quest’ultima e con i competenti uffici dell’Autorità marittima una serrata interlocuzione e raccolta di elementi per la verifica del rispetto degli obblighi contrattuali. Si precisa che, per alcuni aspetti quali la definizione del quadro orario dei collegamenti, le funzioni di programmazione ed amministrazione dei collegamenti marittimi di cabotaggio regionale sono demandati alle singole Regioni, ai sensi della Legge166/2009. Per quanto riguarda, invece, il rispetto degli obblighi convenzionali in merito al corretto esercizio delle tratte, così come lamentato nella nota che si riscontra quest’Amministrazione ha già proceduto alla contestazione a Compagnia delle Isole, dei predetti disservizi.”

Fonte: laprovinciamessina.it

 

Tirrenia e Siremar. Federalberghi Isole Eolie chiede riunione urgente ANCIM Sicilia


[ id=5607 w=250 h=190 float=left] Federalberghi Isole Eolie, nella considerazione che ad oggi, nonostante le numerose richieste avanzate alla Regione Sicilia (Assessorato ai Trasporti e Presidenza della Regione) e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, non è stata fornita alcuna reale garanzia sul futuro dei collegamenti marittimi per le isole minori della Sicilia, attualmente operati da Siremar SpA, e che il processo di privatizzazione della Tirrenia e della stessa Siremar continua a presentare contorni poco chiari sia in termini di tempistica sia in relazione all’effettivo contenuto delle convenzioni che dovranno garantire tali servizi.

Nonostante le rassicurazioni fornite dal Ministro dei Trasporti, On. Altero Matteoli, circa il mantenimento dei servizi di collegamento marittimo per le isole minori, di fatto questi hanno presentato (nel 2009 e nel 2010) e continuano a presentare evidenti carenze, presumibilmente dovute ad una ormai cronica insufficienza dei fondi trasferiti dallo Stato alla Siremar per l’erogazione di tali servizi e le allarmanti dichiarazioni del Commissario D’Andrea che (dal suo canto) legittimamente, si impegna a garantire il rispetto degli obblighi convenzionali solo in considerazione della disponibilità e dell’efficienza dei mezzi operativi, dalla continuità di impiego del personale marittimo e amministrativo e dall’agibilità finanziaria consentita dalla procedura di amministrazione straordinaria.

Considerato che a tutt’oggi la Siremar non è ancora stata in grado di pubblicare gli itinerari orari per l’anno 2011, creando non pochi problemi di programmazione agli operatori del settore turistico e deteriorando ulteriormente il grado di fiducia che gli stessi nutrivano nei confronti della compagnia di Stato e nella considerazione degli evidenti danni subiti dalle economie insulari a causa delle carenze dei servizi di collegamento Siremar (troppe le corse saltate negli ultimi anni) e della continua incertezza che avvolge costantemente tali servizi da almeno tre anni a questa parte, federalberghi Isole Eolie chiede che venga convocata una riunione urgente chiedere :

1. un impegno affinché la qualità dei servizi venga immediatamente ripristinata e garantita, a prescindere dalla procedura di amministrazione straordinaria posta in essere;

2. chiarezza sull’effettivo livello di qualità (tratte, frequenze, naviglio ecc.) dei servizi di collegamento marittimo che lo Stato intende garantire;

3. garanzie sul trasferimento duraturo dei fondi necessari a garantire un livello soddisfacente dei servizi di collegamento marittimo nel tempo;

4. l’immediata definizione e successiva adozione di una convenzione che stabilisca impegni precisi, da parte

del soggetto aggiudicatario della gara, con riferimento ai criteri di qualità ed efficienza da rispettare nella gestione e nell’erogazione dei servizi di collegamento. Ciò, affinché il mancato rispetto di tali criteri non debba poi ricadere – come purtroppo ormai avviene da troppo tempo a questa parte – sull’economia degli abitanti e degli operatori turistici delle isole siciliane.

Fonte: Osservatorio Sicilia