Riceviamo e pubblichiamo – Favignana, ‘attumbuliò’ anche il traghetto Ulisse, proteste a Marettimo (ma dicono vero Stato e Regione?)


di I Nuovi Vespri
26 maggio 2021

  • Il portellone della nave Ulisse ha deciso di ‘scioperare’…
  • L’Ulisse non può andare a Marettimo? Ci va la nave Pietro Novelli. E Pantelleria? Non si capisce più niente!

Il portellone della nave Ulisse ha deciso di ‘scioperare’…

Signori, con le navi che collegano la Sicilia con i propri arcipelaghi detti impropriamente Isole Minori non si capisce se bisogna piangere o ridere. Due giorni fa il traghetto Simone Martini che effettua il servizio di collegamento fra Trapani e le isole Egadi è stato messo ko da un’avaria ed è stato sostituito con la nave Ulisse. Questa benedetta nave Ulisse per tre giorni alla settimana collega Palermo con Ustica e per tre giorni alla settimana collega Trapani con le isole Egadi. Sempre la stessa nave che fa un po’ di qua e un po’ di là. Ma, a quanto ci raccontano, oggi la nave Ulisse ha deciso di fare i capricci: il portellone avrebbe deciso di ‘scioperare’. Insomma la nave Ulisse è arrivata a Favignana, ma non può proseguire verso Marettimo. Tra le proteste degli stessi abitanti dell’isola di Marettimo che, da due giorni, sono senza servizi!

L’Ulisse non può andare a Marettimo? Ci va la nave Pietro Novelli. E Pantelleria? Non si capisce più niente!

Possibile che non ci siano navi per svolgere un servizio così importante, per giunta in un momento in cui cominciano ad arrivare i turisti? E’ normale che isole che Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – Favignana, ‘attumbuliò’ anche il traghetto Ulisse, proteste a Marettimo (ma dicono vero Stato e Regione?)”

Isole minori “Covid Free”. Da Favignana a Pantelleria: dibattito aperto, ma senza vaccini…

 ‘Fiumi di parole’ si intitolava una, giustamente dimenticata, canzone dei Jalisse, vincitori del festival di Sanremo alcune ere geologiche fa, ma il ritornello è evidentemente tornato d’attualità in questi giorni di ciarle inutili sulle ‘isole ed isolette Covid free’.

Torrenti di chiacchiere che si ingrossano a dismisura e diventano il ‘Rio delle Amazzoni’. Buona parte della politica – anziché impegnarsi a chiarire al cittadino comune il perché non ci siano i vaccini per proteggere la popolazione dal corona virus – preferisce ammannirli con il nulla sotto vuoto. Che utilità ha, infatti, parlare di isole libere dal ‘Covid 19’ per aiutare la ripartenza del turismo quando i vaccini arrivano col contagocce, soprattutto in Sicilia, ed assistiamo a continui stop and go per le prenotazioni vaccinali?

 

UNA QUESTIONE DI SALUTE PUBBLICA – I sindaci delle isole minori – come ha scritto Repubblica – ne fanno soprattutto una questione di salute pubblica: “Altro che privilegiati, chi si ammala qui rischia la vita più che sulla terraferma”. In realtà, dietro l’idea allo studio del governo regionale e di quello nazionale di rendere gli arcipelaghi ‘Covid free’ entro l’estate, attraverso vaccinazioni di massa e green pass (‘passaporti vaccinali’), si gioca una doppia partita, sanitaria ed economica. Prima della pandemia il turismo delle isole minori valeva un milione di presenze a fronte dei 14 milioni del resto della Sicilia (in tutta Italia sono 435 milioni), e il 7 per cento dei 3,2 miliardi di euro prodotti da alberghi e ristoranti. Nell’anno nero della pandemia le piccole isole hanno retto meglio alla crisi, con una riduzione del 40 per cento delle presenze contro il 62 per cento regionale.

FAVIGNANA E LE EGADI – Per Francesco Forgione, sindaco di Favignana, fermarsi è una follia: “La popolazione di tutte le isole ammonta a poco più di 30mila persone. Non vogliamo certo fare la guerra a Rimini e a Riccione che vivono di ben altra economia e di ben altre ricchezze”. Anche alle Egadi la stagione non è partita: “Abbiamo avuto pochissime prenotazioni a Pasqua, a Favignana gli unici hotel aperti sono le piccole strutture a gestione familiare, gli altri senza turisti non possono né pagare le spese né assumere”, dice Nino Mazzara, dell’associazione turistico-alberghiera delle Egadi. Tra Favignana, Levanzo e Marettimo ci sono circa 4mila posti letto alberghieri ed extra-alberghieri che nel 2020 hanno registrato 144mila presenze a fronte delle 209mila dell’anno prima.

PANTELLERIA E USTICA – C’è stata una riduzione di quasi 50mila presenze rispetto alle 122mila pre-Covid, a Ustica il calo è stato moderato: 8.121 presenze contro le 9.800 precedenti. “Ma prima del 2 giugno non apriamo”, dice Gigi Tranchina, presidente dell’associazione di operatori turistici Vivit Ustica. L’isola è già Covid free: da settimane non ha positivi. Ed è in pressing per la vaccinazione di massa osteggiata dai giganti del Nord.


I COMMENTI POLITICI
 – “Sulla questione ‘Isole Minori CovidFree’ – dichiara Giuseppe La Francesca, responsabile Isole Minori del Partito democratico provinciale – in questo particolare momento di crisi ed incertezza economica la politica deve assumersi la responsabilità di non alimentare polemiche, evitando di cadere nello scontro politico che non verrebbe compreso e generando così, sempre maggiore confusione in un momento in cui i cittadini invece chiedono certezze. Quando parliamo di massiccia campagna vaccinale per le isole minori non lo facciamo per mero interesse economico; certo è anche importante affrontare con maggiore serenità l’ormai imminente stagione estiva – conclude La Francesca – ma lo facciamo in quanto riconosciamo che le isole minori sono territori di per se sanitariamente molto fragili e dove i propri abitanti già affrontano enormi disagi proprio per le condizioni di insularità in cui vivono”.

L’assessore regionale alle Attività produttive, Girolamo Turano, si rivolge al presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, commentando la sua contrarietà alla proposta delle isole minori Covid-free. “Rendere Covid-free le isole minori – spiega Turano – significa mettere nelle condizioni di ripartire a livello turistico e dunque economico dei territori che già per la condizione insulare sono svantaggiati e che senza l’immunizzazione subirebbero la concorrenza spietata delle isole spagnole e greche. Il presidente Bonaccini invoca regole uguali per tutti, ma credo che anche in questo caso non ci sia nulla di più ingiusto di fare regole uguali tra diseguali”.

Alessandro Accardo Palumbo
www.facebook.com/AlessandroAccardoPalumbo

Riceviamo e pubblichiamo – Favignana, Commissione Europea incontra Greening The Islands


A Greening the Islands la Commissione Europea incontra
i sindaci delle piccole isole
Un’economia circolare allargata che parte dalle isole
al centro della quarta edizione.

Favignana 3-4 novembre, Stabilimento Florio

Milano, 25 ottobre – Sarà Favignana ad ospitare il 3 e 4 novembre la quarta edizione di Greening The Islands international conference che quest’anno sarà preceduta dalla seconda edizione dell’omonima conferenza nazionale.

Energia, acqua, mobilità sostenibile, rifiuti, agricoltura e turismo introducono quest’anno il concetto nuovo di un’economia circolare allargata che parte dalle isole. A Greening the Islands si parlerà quindi di innovazione tecnologica con un accento ai progetti già realizzati o in fase di realizzazione sulle isole che promuovono il nexus tra i vari settori della green economy.

“Siamo impegnati a favorire un confronto costante e fattivo tra competenze diverse ma complementari che nella valorizzazione delle isole trovano un ideale comune. Occorre mettere attorno allo stesso tavolo istituzioni nazionali, internazionali, aziende leader nell’innovazione, investitori, comunità locali e media se si vogliono concretamente avviare progetti innovativi sostenibili nelle isole come recita il recente accordo di Malta degli Stati membri Ue. Greening the Islands è impegnata da Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – Favignana, Commissione Europea incontra Greening The Islands”

Collegamento Napoli/Ustica/Favignana/Trapani


collegamento Napoli/Ustica/Favignana/TrapaniRiceviamo comunicazione che il collegamento Napoli/Ustica/Favignana/Trapani verrà posticipato di una settimana!
L’inizio é previsto dunque per l’8 Luglio anziché  il 1° Luglio

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Giovanni Tranchina Tacco 

Un comunicato scarno, sarebbe corretto capire il perché di questo slittamento.

Collegamento Trapani/Favignana/Ustica/Napoli e v.v. anno 2017


Il collegamento sarà operativo tutti i Sabato dal 01 Luglio al 09 Settembre 2017 rispecchiando le stesse condizioni dell’anno precedente.  
Di seguito  il dettaglio degli orari di partenza .

Servizio veloce da Trapani-Favignana-Ustica-Napoli e viceversa


Alijumbo-Eolie-Si comunica che da domani 02/7 (sabato) e solo il SABATO sino al 03/9/2016 inizierà il servizio veloce da Trapani-Favignana-Ustica-Napoli e viceversa con l’aliscafo Alijumbo Eolie.
L’arrivo ad Ustica, proveniente da Trapani,  è previsto alle ore 08,40 e la partenza per Napoli alle ore 09,00
L’arrivo ad Ustica, proveniente da Napoli,  è previsto alle ore 19,05 con partenza per Trapani alle ore 19,25
Segue documentazione per richiesta di accosto.
Si ringrazia e si porgono cordiali saluti.

S.re Militello

——————-

Gli orari dei collegamenti marittimi, sempre aggiornati, saranno visibili su questo sito alla voce “orari collegamenti Ustica”

Orario USTICA per-Napoli-Favignana-Trapani_26-page-001

Ustica Lines- Collegamenti veloci per passeggeri Trapani/Favignana/Ustica/Napoli e viceversa

tabella Orari,Da oggi e sino al 29 Agosto l’Alijumbo Eolie della Ustica Lines assicurerà una corsa settimanale da Trapani /Favignana /Ustica /Napoli e viceversa sino al 29 Agosto. con prezzi ed orari come da tabella allegata

Grazie per aver scelto www.usticasape.it come mezzo di informazione su Ustica

Ieri il primo collegamento dell’Alijumbo della Ustica Lines – Napoli/Ustica/Favignana/Trapani


Alijumbo eolieOrari e costo

Disdetta corsa Trapani-Favignana-Ustica-Napoli


???????????????????????????????La Società Ustica Lines, contattata per le vie brevi, fa sapere che domani, sabato 10 Agosto,l’aliscafo Trapani-Favignana-Ustica-Napoli non effettuerà la corsa a causa di previsioni meteo marine avverse.

PB

Ustica Lines: Collegamento veloce Napoli – Ustica – Favignana -Trapani e viceversa


[ id=18146 w=320 h=240 float=center]

Collegamento Napoli – Ustica – Favignana

aliscafi u.l.


Inizierà sabato 29 giugno il collegamento navale veloce Napoli- Ustica- Favignana che la Ustica Lines attiverà sino al 25 agosto.

E’ quanto ha assicurato il Presidente della Ustica Lines, comandante Vittorio Morace, al sindaco di Ustica , Aldo Messina, che la settimana scorsa si era recato a Trapani, ove ha sede la compagnia di navigazione, per perorare la riattivazione del servizio aliscafo.

” Ringrazio- afferma Aldo Messina- il comandante Morace che, comprendendo il danno al turismo determinato dalla sospensione di questo servizio, ha accettato la nostra proposta di ricollegare con aliscafo, senza alcun contributo della Regione e pertanto a proprio rischio d’impresa, Napoli con Ustica e Favignana. Il collegamento verrà effettuiato una volta alla settimana, il sabato.”

E’ andata invece deserta la gara bandita dalla Protezione Civile Regionale al fine di assicurare per le isole di Ustica e Pantelleria e per l’arcipelago delle Egadi il trasporto via mare di merci e merci pericolose con navi RoRo. Evidentemente la somma messa a disposizione dall’amministrazione regionale non è stata ritenuta economicamente vantaggiosa dalle compagnie di navigazione. Riprende pertanto nelle isole della Sicilia occidentale l’incubo della carenza di carburante e gas in bombole.

 

Assemblea Cittadina comunità di Ustica Favignana e Pantelleria


[ id=15368 w=320 h=240 float=center]

Favignana da 4 giorni senza benzina. Trasporto rifiuti bloccato ad Ustica


22 agosto 2012 – Sono ormai passati quattro giorni da quando la perla delle Egadi, Favignana è rimasta a secco. La benzina, infatti, è impossibile da trovare e i trasporti sull’isola sono bloccati. Altro grave problema è il blocco dei collegamenti per il trasporto dei rifiuti speciali a Ustica. Le isole minori, e non solamente Favignana rischiano di essere sommerse dall’immondizia per non parlare poi del rifornimento, oltre che del carburante, delle scorte alimentari sempre più scarse.

Insomma, in piena stagione estiva, Favignana e le isole Egadi, si ritrovano in una situazione surreale. L’amministrazione comunale dichiara che l’unica nave attiva è quella della “Compagnia delle isole”, ma che non è in grado di gestire tutto il traffico delle isole.

Intanto il sindaco di Favignana Lucio Antinoro, ha inviato un telegramma alla Protezione civile e alla Prefettura di Trapani, perchè se la situazione non fosse risolta al più presto potrebbero sorgere problemi di carettere socio-sanitiari e di ordine pubblico, vista l’esigenza dei turisti non solamente di andare a Favignana ma di tornare a casa una volta finite le vacanze.

A Ustica, invece, il trasporto del rifiuti speciali con la motonave Helha della Ngi che era stato spostato a lunedì scorso, è stato interrotto a causa di un guasto alla nave. Secondo quanto riferito da sindaco Aldo Messina, i tecnici hanno cercato più volte di ripare il guasto, ma senza successo: “Ho chiesto – dichiara il sindaco di Ustica – un secondo viaggio della nave Isola di Vulcano della Compagnia delle isole ex Siremar che avrebbe dovuto firmare il contratto per il nuovo servizio, ma la nave in questione non aveva abbastanza carburante e l’aliscafo Mantegna è guasto”.

Insomma una situazione drammatica quella che stanno vivendo le isole minori siciliane. Il capo della protezione civile Pietro Lo Monaco, ha però assicurato che da oggi arriverà il primo rifornimento di acqua e anche la benzina.

L.A.

Fonte: BlogSicilia

 

 

Rischio black-out nelle isole di Favignana, Pantelleria e Ustica


Da GDS on line

L’allarme è stato lanciato dai sindaci che hanno organizzato una conferenza stampa dopo lo stop della Regione ai finanziamenti per le corse RoRo su tre tratte Palermo-Ustica, Trapani-Pantelleria e Trapani-Favignana dedicate principalmente al trasporto di merci come rifiuti, carburanti, bombole del gas e materiale sanitario

PALERMO. Rischio black-out nelle isole siciliane di Pantelleria, Favignana e Ustica. L’allarme è stato lanciato dai sindaci (per Pantelleria il commissario) oggi a Palermo che hanno organizzato una conferenza stampa dopo lo stop della Regione ai finanziamenti per le corse RoRo su tre tratte Palermo-Ustica, Trapani-Pantelleria e Trapani-Favignana dedicate principalmente al trasporto di merci come rifiuti (urbani e pericolosi), carburanti, bombole del gas e materiale sanitario. Presente anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero.

«Siamo sotto assedio – ha detto il sindaco di Ustica, Aldo Messina – perchè manca l’acqua, la luce, il carburante. Le pompe di benzina sono già a secco e i turisti ci chiedono se possono venire con le loro barche». Danni a catena anche in termini di salute: «Se non c’è gasolio – rincara Messina – non ci sono ambulanze, non ci sono le bombole di ossigeno e i sistemi di sicurezza». «In questi giorni stiamo riuscendo a tamponare l’emergenza. Le isole resistono – ha sottolineato il sindaco di Favignana, Lucio Antinoro – ma il carburante già sta scarseggiando e alla notizia dello stop delle corse RoRo ci sono state scene da day after. Bisogna fare presto e mettere i mezzi in acqua stasera. La prospettiva è uno spopolamento delle isole con la conseguenza consegna alla malavita e alla mafia». «Non siamo cittadini di serie B», ha detto il commissario di Pantelleria Giuseppe Piazza sottolineando che sull’isola già si registra il 30% in meno di turisti.

Per quanto riguarda i rifiuti urbani se ne occuperà la nuova Siremar-Compagnia delle Isole, attiva dal 1 agosto. Per il resto servono corse straordinarie. Ma il problema è trovare chi paga i costi aggiuntivi. Domani previsto un vertice con il sottosegretario alla Salute, Adelfio Elio Cardinale.

 

COMUNICATO: Collegamenti navali Ro.Ro con le isole Pantelleria, Favignana, Ustica


Pur rimanendo in una condizione di vigile attesa, la situazione di disagio conseguente al temuto fermo delle navi Ro Ro, che operano i collegamenti con le isole di Favignana, Pantelleria e Ustica, operato delle società “Traghetti delle Isole” e “NGI, ha allentato la sua morsa sui cittadini isolani., Grazie alle sollecitazioni del Sindaco di Favignana, Lucio Antinoro, del Sindaco di Ustica, Aldo Messina, e del Commissario Straordinario di Pantelleria, Giuseppe Piazza, L’On Presidente della Regione Siciliana, On. Raffaele Lombardo, con un proprio fonogramma, emanato ieri ed indirizzato alle società di navigazione ed ai primi cittadini delle tre isole, ha assicurato “MASSIMO ET CONCRETO IMPEGNO GOVERNO REGIONALE ET ASSEMBLEA REGIONALE LEGGE FINANZIAMENTO SERVIZI TRASPORTO MARITTIMO RO-RO ET PER LE ISOLE EGADI ET PANTELLERIA ENTRO SETTIMANA PROSSIMA … – RAFFAELE LOMBARDO PRESIDENTE REGIONE SICILIANA”.

Le Giunte, i Consigli Comunali ed i cittadini delle Isole interessate restano uniti e vigili, non accettando soluzioni che comportino trattamenti di qualsivoglia disparità tra le isole e restano comunque preoccupati sia per il successivo proseguimento del servizio che per le preoccupanti comunicazioni di sospensione del servizio comunicata dal Presidente della Ustica Lines, Vittorio Morace.

La Soc. “Traghetti delle Isole”, il cui contratto è scaduto nei primi di luglio, con spirito collaborativo, con nota n. 286 del 21.luglio . ha, quindi, continuato a garantire i collegamenti della navi RO.RO. con le isole di sua competenza. Nessun problema di discontinuità, se l’impegno della Regione venisse confermato, per la NGI il cui servizio verso l’isola di Ustica sarebbe comunque garantito sino a fine luglio.

Il Commissario Straordinario del Comune di Pantelleria, unitamente ai primi cittadini di Ustica e Favignana, nel prendere atto della sensibilità dimostrata dal Sig. Presidente On. Raffaele Lombardo e dall’Assemblea regionale e dal Suo Presidente ,On Francesco Cascio, restano disponibili ad un rapporto di concreta collaborazione con l’Amministrazione Regionale, affinchè si possa giungere ad una soluzione completa del problema così importante e vitale per le Isole minori.

I Sindaci di Ustica e Favignana ed il Commissario di Pantelleria

P.S.

Contrariamente a quanto comunicato (come prima notizia) da una emittente televisiva regionale(RGS), oggi i colegament da e per Favignana e Pantelleria SONO STATI REGOLARI e non c’è immondizia nelle isole minori!!

Aldo Messina

 

Trasporto di merci pericolose e rifiuti per Ustica, Favignana, e Pantelleria


[ id=13360 w=320 h=240 float=left]E’ all’ordine del giorno, questa mattina, in Commissione Bilancio, il finanziamento delle navi Ro.Ro per il trasporto di merci e merci pericolose(nonchè rifiuti) per le isole di Ustica, Favignana e Pantelleria.

” Noi sindaci saremo presenti all’ARS, anche se riteniamo che questa sia la volta buona e che la variazione di bilancio sarà approvata, probabilmente prelevando la somma dalla tabella H e scontentando altri cittadini(speriamo che non si tratti di togliere fondi ai disabili e alle persone svantaggiate).Ovviamente se questo non dovesse avvenire faremmo sentire la nostra voce. Ma non si creda che con l’approvazione dell’emendamento il problema sia risolto.

Intanto la somma “portata in commissione” è di poco più di 3 milioni di euro e non di sette come sarebbe stata necessaria a coprire il servizio nelle tre isole sino a dicembre. Pertanto a fine estate il problema si riproporrà.

Appare semplice intuire il ragionamento dei parlamentari relativamente a questo primo aspetto.. Da un lato è più facile raschiare dal bilancio tre milioni che sette. Dall’altro, così facendo, si copre il servizio in estate, evitandosi la cattiva pubblicità della stampa che ha sempre dimostrato maggiore sensibilità per i problemi delle isole in estate(nessuno ha mai pubblicato i miei allarmi che sono iniziati a novembre). Infine a settembre è anche possibile che questo Parlamento regionale si dimetta prima del mese di settembre e pertanto rinviando a settembre di fatto si scarica “sul prossimo” il problema.

Una piccola parentesi sull’argomento dimissioni dell’Assemblea. Acclarato che non verrà votata in aula nessuna sfiducia al Presidente Lombardo ( nè quella di destra nè quella di snistra) resta l’ipotesi che a dimettersi siano i deputati regionali. Questi sanno bene che se si dimettono ora si andrà a votare a ottobre” con il vecchio sistema” quindi con novanta posti di parlamentare in palio, se si va a votare a maggio si voterebbe con il nuovo sistema che di poltrone ne prevede “solo” settanta. E’ possibile pertanto che per un mero calcolo probabilistico di essere eletti (90 posti sono più di 70) si profili una sospensione delle attività parlamentari e l’Assemblea chiuda i battenti.

E le navi RoRo?

In ogni caso il problema navi non sarebbe finito qui.

La legge proibisce espressamente le proroghe di contratto se non si è esaurita la definizione del bando successivo( ed è il nostro caso). E devo dire che la legge è più che giusta: si vuole evitare che di proroga in proroga si diano milioni di euro senza evidenzxa pubblica.

Nel caso delle navi RoRo ,al di là del fatto che tre milioni sono sufficienti a coprire i costi sino a settembre e che la variazione se approvata in commissione andrà ulteriormente ratificata in Parlamento regionale, occorrerà approvare un emendamento che autorizzi il direttore alle infrastrutture, Vincenzo Falgares, alla proroga del servizio. Tutto questo in tempi praticamente immediati. Vedremo”

Aldo Messina

P.S.  Ore 14.00 La commissione bilancio non si è riunita. con l’Onorevole Caputo abbiamo deciso di “prendere” l’emendamento e portarlo oggi alle 16 in aula…

 

Annullamento la linea estiva Napoli – Ustica – Favignana – Trapani


A causa dei ridimensionamenti praticati dalla Regione Sicilia per questa estate è stata annullata  la Linea Napoli – Ustica – Favignana – Trapani della Usticalises .Per visionare la comunicazione clicca l’icona a fianco 

A rischio i collegamenti con Napoli – Ustica – Favignana


A rischio il rinnovo della linea di collegamento Napoli- Ustica- Favignana e la linea trasporto rifiuti e merci pericolose Ustica Palermo. E’ la conseguenza dei tagli ai finanziamenti sul settore navale(ma anche sugli autotrasporti) previsto nella finanziaria regionale.
I sindaci delle isole minori si riuniranno per dibattere il problema giorno 26 a Palermo

P.S.  L’assessorato alle politiche sociali del Comune di Palermo, capofila tra le amministrazioni del distretto 42, ha presentato al sindaco di Ustica, in un incontro ( svoltosi dopo quello sulla portulità e quello sul dissalatore) che ha avuto luogo presso la sede in via Garibaldi. Sarà possibile finanziare attività per minori ed anziani.

Aldo Messina

Collegamenti “estivi” Ustica – Napoli con Ustica Lines


[ id=8296 w=320 h=240 float=left]Oggi 2 Giugno sono iniziate le corse “estive” che collegano (Lunedì, Giovedi e Sabato ) Trapani , Favignana, Levanzo, Ustica, Napoli e viceversa da parte della Ustica Lines. Gli orari e i giorni di partenza sono rimasti invariati come gli anni precedenti e cioè: Partenza da Ustica alle 09,15 e da Napoli alle ore 15,00.

La Ustica Lines, sempre sensibile alle richieste dei nativi di Ustica ma non residenti, è ancora una volta venuta incontro alle loro esigenze, abbattendo il costo del biglietto, oltre che da Napoli-Ustica e viceversa, anche da Palermo – Ustica e viceversa, assimilandolo ai residenti. Possono usufruire di dette agevolazioni tariffarie tutti i nativi di Ustica ed il loro nucleo familiare, che sono in possesso del tesserino rilasciato dalla stessa Società di Navigazione. Il tesserino rilasciato lo scorso anno è valido anche quest’anno.

Tutti coloro che sono sprovvisti del tesserino di riconoscimento possono fare richiesta alla ustica Lines presentando la seguente documentazione:

• – Fotocopia dello Stato di famiglia del nativo/a di Ustica;
• – Fotocopia di un documento d’identità;
• – N° 1 fotografia formato tessera

La suddetta documentazione potrà essere spedita, via posta o presentata breve mani, alla Ustica Lines S.p.A. sita in Via E. Notarbartolo, 49 – 90100 Palermo
L’ufficio Commerciale della Ustica Lines (Dott/ssa Marika Naccari tel. O91/6268772 o 0923/873813) è a disposizione per qualsiasi chiarimento e/o informazione.
Ulteriori informazioni si potranno avere consultando il sito www.usticasape.it o direttamente scrivendo a: pietro.bertucci42@gmail.com.