Ustica Spalmatore, spettacolari fondali


Ustica Spalmatore, Spettacolari fondali

Riceviamo e pubblichiamo – La Sicilia piace anche sott’acqua: la top ten delle mete sottomarine più belle d’Italia


L’Isola, con ben tre posti in classifica, si conferma tra i luoghi più gettonati dagli appassionati di immersioni subacquee con i suoi fondali unici, tutti da scoprire

Se non avete già scelto in quale luogo trascorrere le vostre vacanze e siete amanti del mare non mancano gli spunti per poter trascorrere il meritato riposoe magari concedervi una passeggiata sott’acqua alla scoperta di paesaggi sottomarini da togliere il fiato.

E la Sicilia, manco a dirlo, è sempre in pole position. Nella classifica delle più belle mete sottomarine d’Italia 2022 di Scubdadvisor, la app dedicata agli appassionati di immersioni, al primo posto c’è Ustica, che vanta ben 13 siti di immersione, uno più spettacolare dell’altro, tra i quali spicca per bellezza la Secca della Colombara, dove si possono osservare enormi cernie, dentici, stelle e spugne marine, ricci di mare, polpi e quanto altro di straordinario riserva il panorama sottomarino.

E si può anche andare a caccia di relitti affondati, come quello di una nave mercantile, adibita al trasporto di marmo e arenata a 24 metri di profondità e spezzata proprio a ridosso della secca.

Segue la Sardegna con la sua Grotta di Nereo, il suo mondo subacqueo nascosto ha un fascino unico: è infatti la cavità marina sommersa più grande del Mediterraneo e dell’Europa, con una galleria principale di 300 metri.

Al terzo posto torniamo in Sicilia e in particolare a Lampedusa dove Scubadvisor consiglia un’immersione nell’acqua cristallina a sud dell’Isola dei Conigli, dove riposa la statua in bronzo che rappresenta la Madonna del Mare. L’opera dello scultore padovano Giorgio Crosta fu anche benedetta da papa Wojtyla nel 1979, in piazza San Pietro a Roma.

Seguono poi la Secca del Faro di Gallipoli, dove si può ammirare il corallo nero, il Parco sommerso di Baia, a nord del golfo di Napoli, definito anche la Pompei sommersa.

E ancora andare in Toscana per esplorare il Parco Marino dell’isola di Giannutri che fa parte del cosiddetto Santuario dei Cetacei. Al settimo posto non poteva mancare l’Isola d’Elba mentre all’ottavo si va in Sardegna alla Secca del Papa, per l’esattezza all’isola di Tavolaradove vive un vero paradiso sottomarino, protetto come oasi naturale.

Al nono posto si piazza lo Scoglio dell’Elefante alle Isole Tremiti in Puglia, mentre al decimo chiudiamo in bellezza ancora con la Sicilia.

In particolare ci spostiamo a Porticello, dove a un miglio dal porto si può esplorare la Secca della Formica, dove sopravvive il raro corallo nero.

Teatro di terribili naufragi ai tempi dei romani e dei fenici, oggi è uno dei luoghi sottomarini più gettonati dagli amanti delle immersioni. I suoi fondali poco profondi la rendono accessibile anche agli appassionati di snorkeling e ai subacquei meno esperti.

Fonte: Balarm
La redazione

Ustica, fondali


Ustica, fondali

Pittoreschi fondali


pittoreschi fondali

Ustica, fondali


Ustica, fondali

Ustica, trasparenza fondali con roccia


Ustica, ancora recuperata nei fondali di Ustica


Tusa: cuore di marmo fondali Ustica in ricordo archeologo


ANSA) – PALERMO, 7 LUG – Un cuore di marmo, collocato nei fondali di Ustica, ricorderà l’amore che l’assessore ai Beni culturali Sebastiano Tusa aveva per il mare e in particolare per l’isola palermitana. La scultura – commissionata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e realizzata da Giacomo Rizzo – è stata calata in acqua, all’inizio del percorso archeologico subacqueo, nel corso della 60ma edizione della Rassegna internazionale dedicata proprio all’illustre studioso scomparso il 10 marzo scorso nel tragico incidente aereo in Etiopia.
“Il cuore di Sebastiano Tusa – afferma l’assessore al Territorio Toto Cordaro, che in rappresentanza del governo regionale ha ricordato il collega di giunta nel corso della manifestazione che per tanti anni il compianto assessore aveva guidato – continuerà a pulsare fra quei tesori del mare che, grazie alla sua competente dedizione e alla sua geniale intuizione, costituiscono oggi, e per sempre, patrimonio di tutti”. Alla cerimonia erano presenti anche i familiari dell’archeologo, la moglie Valeria Li Vigni con il figlio Andrea, e il sindaco di Ustica Salvatore Militello.
(ANSA).

Pulizia fondali marini


pulizia, fondali, marini

Ustica, cernia curiosa


Ustica fondali, cernia curiosa
Ustica fondali, cernia curiosa

Ustica, fondali blu nel paradiso delle immersioni 


L’isola del Mediterraneo tra le prime a istituire un’area protetta. Qui il diving è di casa

Se cercate un paradiso naturale dove immergervi in un mare cristallino e avventurarvi in affascinanti escursioni sottomarine allora Ustica è quel di cui avete bisogno. Perché in questo piccola isola di circa 9 chilometri quadrati, la parte emersa di un vulcano sottomarino, il Monte Anchise, è una perla del nostro mare. Fare immersioni da queste parti è un pò come andare all’università del diving. Grazie alla presenza di diverse scuole e punti di interesse. Non a caso Ustica è stata la prima riserva marina protetta istituita in Italia nel lontano 1986. Il motivo è semplice. La ricchezza della flora e della fauna del suo mare, la biodiversità e un panorama sottomarino vario e agevole da esplorare. Prendere un brevetto PADI è possibile grazie alle scuole per immersioni dislocate sull’isola.

Le acque cristalline e trasparenti sono una manna per gli appassionati del mare. Dello snorkeling e del diving in particolare. Nell’area Marina Protetta di Ustica è vietato il transito delle imbarcazioni. Anche per questo la riserva è riuscita a mantenere tutto il suo splendore è la sua purezza, tanto da rappresentare un patrimonio faunistico con pochi eguali. Qui è possibile trovare il 50% delle specie marine presenti nel Mediterraneo, dalle cernie brune, tipiche di questa zona, ai saraghi, dalle murene alle stelle marine. E poi ricci di mare, spugne e madreperle, che rendono ricco e coloratissimo il fondale nei pressi dell’isola.

Per coloro intenzionati a pianificare una vacanza con immersioni, sono disponibili pacchetti completi fino a ottobre. Una settimana nel cuore dell’estate, per coloro già in possesso di un brevetto, ha un costo base di 630 €. Include Aliscafo dalla Sicilia, 7 notti in B&B in un hotel 3 stelle, 10 immersioni diurne, passaggio in gommone, bombola e zavorra. Per coloro che invece sono alle prime armi diverse scuole offrono il corso Open Water Diving, il primo brevetto per diventare sub. Usticadiving propone il corso base di 5 giorni con lezioni teoriche in aula e pratica in mare e piscina al prezzo di 350 €. E’ compreso l’uso dell’equipaggiamento, manuale PADI, logbook e brevetto finale PADI.

Fonte Turismo. It
AUTORE: S.A. (GEDI DIGITAL)

 

 

Ancora ritrovata da Camillo nei fondali di Ustica


Ancora ritrovata da Camillo nei fondali di Ustica
Ancora ritrovata da Camillo nei fondali di Ustica

Squisitissima patella gigante dei fondali di Ustica


Squisitissima patella gigante dei fondali di Ustica
Squisitissima patella gigante dei fondali di Ustica

Fondali di Ustica, come si mimetizza un polpo


Ustica, visione dei fondali con lo specchio


visione dei fondali con lo specchio
Ustica, visione dei fondali con lo specchio

Ustica, fondali


Ustica, fondali
Ustica, fondali

Ustica, fondali


Ustica  fondali
Ustica fondali

Ustica, fondali marini

Ustica, fondali marini
Ustica, fondali marini

 

Spettacolari fondali marini


Spettacolari fondali marini
Spettacolari fondali marini

Ustica, fondali


Ustica, fondali
Ustica, fondali