Da LiveSicilia – Agricoltura, in arrivo 40 milioni La Regione pubblica il bando


Destinati agli investimenti, dalle macchine agli attrezzi agricoli.

PALERMO – Quaranta milioni di euro per investimenti nelle aziende agricole siciliane. Lo prevede il bando pubblicato dalla Regione Siciliana, attraverso l’assessorato dell’Agricoltura, a valere sulla Misura 4.1 del Programma di sviluppo rurale 2014/2020. Si tratta di una delle procedure più attese dal comparto agricolo, grazie alla quale sarà possibile acquistare macchine, attrezzi agricoli, per trasformazione, confezionamento e commercializzazione di prodotti; realizzare e ristrutturare allevamenti (stalle, ricoveri, recinzioni) oltre che punti vendita aziendali e sale degustazioni; e ancora serre e tunnel per colture protette e florovivaismo; operare miglioramenti fondiari e sistemazioni idraulico-agrarie (recinzioni, terrazzamenti, recinzioni, viabilità aziendale ed elettrificazione).

Una quota dei finanziamenti sarà destinata all’agricoltura delle isole minori: Pantelleria, Eolie, Egadi, Ustica, Lampedusa e Linosa, che erano rimaste escluse dai Continue reading “Da LiveSicilia – Agricoltura, in arrivo 40 milioni La Regione pubblica il bando”

Intervento conservativo di restauro e di valorizzazione della statua lignea di San Bartolomeo


È in atto ad Ustica una raccolta fondi, organizzata da Padre Lorenzo Tripoli e da alcuni parrocchiani, per restaurare la statua lignea di San Bartolomeo, Patrono della nostra Isola. Le spese sono consistenti (superiori a 6.000 €) in quanto l’opera versa in cattive condizioni e conseguentemente necessita di un urgente ed accurato intervento da affidare ad un affermato restauratore.

Se non si interverrà al più presto, si correrà il rischio di perdere la più importante espressione artistica della nostra Isola, risalente al XVIII sec., e vincolata dalla soprintendenza, nonché un pezzo di riferimento della nostra storia  oltre che simbolo di forte devozione per intere generazioni di usticesi.

L’appello ai tanti devoti del nostro Protettore, che risiedono in ogni angolo del mondo, ed in particolare ai devoti di New Orleans che onorano San Bartolomeo nei momenti di festa per la ricorrenza a lui dedicata, e a tutti coloro i quali abbiano il piacere di contribuire al restauro, con l’invito a inviare un’offerta  libera tramite bonifico bancario con la causale:

“Contributo al restauro conservativo della Statua di San Bartolomeo”.

Intestati a:  Parrocchia San Ferdinando Re
Banca Banca Monte dai Paschi di Siena Ustica
IBAM    IT 26 N 01030 43690 000003653127

In seguito il Parroco provvederà a rendicontare quanto ricevuto.
È inoltre possibile fare un’offerta di qualsiasi importo rivolgendosi al Parroco o ai parrocchiani incaricati.
Certi di una favorevole risposta a tale invito, si ringrazia sentitamente.

——-

NOTE relativamente alla statua

L’opera rappresenta in esempio assoluto per la statuaria lignea siciliana del XVIII secolo, date le alte qualità tecniche esecutive riscontrate e dei materiali impiegati. La raffinatezza esecutiva dell’opera è visibile dalla cura con cui sono stati eseguiti i piccoli dettagli iconografici e dal realismo anatomico.

La statua presenta stratificazioni disomogenee, alterazione cromatica della superficie a causa di uno spesso strato di vernici protettive applicato grossolanamente in un precedente intervento di restauro, fatturazioni di origine meccanica, mancanza di contenute porzioni lignee, numerose abrasioni e lacune della superficie pittorica originale, che portano alla luce spessori e materiali costruttivi del manufatto.

^^^^^^ 

Conservative intervention of restoration and enhancement of the wooden statue of San Bartolomeo

A fundraising is underway in Ustica. It has been organized by Father Lorenzo Tripoli and some parishioners, aiming at the restoration of the wooden statue of San Bartolomeo, patron of our island. The costs are substantial (over € 6,000) as the artwork is in poor condition, and consequently requires an urgent and accurate intervention to be entrusted to an established restorer.

If we do not take action as soon as possible, we will run the risk of losing the most important artistic expression of our island, dating back to the eighteenth century, and bound by the superintendency, as well as a reference piece of our history as well as a symbol of strong devotion for entire generations of usticesi.

We appeal to the many devotees of our Protector, who live in every corner of the world, and in particular to the devotees of New Orleans, who honor St. Bartholomew in moments of celebration for the anniversary dedicated to him, and to all those who have the pleasure of contributing to the restoration, and invite them to send a free offer by bank transfer with the following reason:

“Contributo al restauro conservativo della Statua di San Bartolomeo”.

Bank account in the name of:  Parrocchia San Ferdinando Re, Ustica
Bank  Banca Monte dai Paschi di Siena Ustica
IBAM    IT 26 N 01030 43690 000003653127

Subsequently, the parish priest will report the received amount.
It is also possible to make an offer of any amount by contacting the parish priest or the parishioners in charge.

Sure of your favorable kind response to this invitation, we thank you very much.

NOTES about the statue

The work represents an absolute example for the Sicilian wooden statuary of the XVIII century, given the high technical execution qualities found and the materials used. The care taken in the execution of small iconographic details and anatomical realism, shows the high executive refinement of the articraft.

The statue has uneven stratifications, chromatic alteration of the surface, due to a thick layer of protective paints applied roughly in a previous restoration, invoices of mechanical origin, lack of contained wooden portions, numerous abrasions and gaps in the original pictorial surface, which lead in light of the thicknesses and construction materials of the artwork.

Raccolta fondi in memoria di Guido Iezzi


La Parrocchia “San Ferdinando Re” di Ustica ha organizzato una raccolta fondi per aiutare la famiglia (la moglie e tre bambini) del nostro  Guido Iezzi  a sostenere le spese funebri.

In questo momento di profondo dolore invitiamo la comunità usticese e gli Amici che vivono altrove ad un atto di solidarietà, partecipando a questa iniziativa.

È possibile donare direttamente alla Parrocchia o inviare:

  • IBAN   IT 26 N 01030 43690 0000036 53127
  • BIC    PASCITM1PAU

————–

The Parish of “San Ferdinando Re” di Ustica organized a fundraiser to help the family (his wife and three children) support our Guido Iezzi’s  funeral expenses.

In this moment of deep sorrow, we invite the Ustic community and the Friends who live elsewhere to an act of solidarity, participating in this initiative.

It is possible to donate directly to the parish or send to:

  • IBAN   IT 26 N 01030 43690 0000036 53127
  • BIC    PASCITM1PAU
  • ^^^^^^^^

P.S.ore 07,04 I funerali si svolgeranno oggi dopo l’arrivo della nave.

Raccolta fondi in memoria di Guido Iezzi


La Parrocchia “San Ferdinando Re” di Ustica ha organizzato una raccolta fondi per aiutare la famiglia (la moglie e tre bambini) del nostro  Guido Iezzi  a sostenere le spese funebri.

In questo momento di profondo dolore invitiamo la comunità usticese e gli Amici che vivono altrove ad un atto di solidarietà, partecipando a questa iniziativa.

È possibile donare direttamente alla Parrocchia o inviare:

  • IBAN   IT 26 N 01030 43690 0000036 53127
  • BIC    PASCITM1PAU

————–

The Parish of “San Ferdinando Re” di Ustica organized a fundraiser to help the family (his wife and three children) support our Guido Iezzi’s  funeral expenses.

In this moment of deep sorrow, we invite the Ustic community and the Friends who live elsewhere to an act of solidarity, participating in this initiative.

It is possible to donate directly to the parish or send to:

  • IBAN   IT 26 N 01030 43690 0000036 53127
  • BIC    PASCITM1PAU

Porti: da governo regionale Sicilia fondi per Ustica, Favignana e Marettimo


Per le isole di Favignana e Marettimo arrivano invece due stanziamenti del governo regionale per un investimento totale di 73mila euro. A Favignana verranno rinnovati i respingenti all’attracco degli aliscafi, mentre a Marettimo verrà installato un nuovo supporto di appoggio per il portellone di attracco delle imbarcazioni. “Le isole minori sono autentiche perle dall’inestimabile valore naturalistico e turistico per la Sicilia – aggiunge Falcone – e per questo il governo regionale ha scelto di investire con decisione sulle infrastrutture in tali luoghi, riservando alle isole la cura e le attenzioni che meritano e quegli interventi concreti al centro degli appelli delle popolazioni locali”. A Lampedusa si stanno concludendo positivamente le prove di carico curate dai tecnici dell’assessorato che, dopo i lavori dei mesi scorsi, consentiranno a breve di riaprire gli approdi di Cala Pisana e del molo commerciale dell’isola.
Fonte: LiberoQuotidiano.it

Edilizia Scolastica: fondi per gli Enti Locali


Un bando da 50 milioni di euro destinato a disposizione Comuni e Province per finanziare la progettazione di interventi di messa in sicurezza e di adeguamento sismico delle scuole. Candidature entro il 18 aprile.

Il Miur ha emanato un avviso pubblico per la concessione di contributi in favore di enti locali per la progettazione di interventi per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, per un totale di 50 milioni di euro.

Fino al 18 aprile 2019 gli Enti Locali possono per candidarsi e chiedere contributi per la progettazione e possono richiedere subito, all’atto del finanziamento, l’anticipazione del 20%.

Questi i criteri di valutazione delle candidature:

  • la vetustà degli edifici adibiti a uso scolastico;
  • la sismicità della zona in cui sono situati gli edifici;
  • la mancanza dell’agibilità;
  • eventuali provvedimenti o ordinanze di chiusura degli edifici;
  • eventuali quote di cofinanziamento.

Fonte: NOTIZIE della scuola.it

 

Aggiornamento sui fondi destinati ai piccoli comuni


FONDI PER LA MESSA IN SICUREZZA PER LE SCUOLE, STRADE, EDIFICI PUBBLICI E PATRIMONIO CULTURALE. Quest’oggi ci siamo recati in comune per approfondire la questione del decreto emanato dal governo nazionale il 10 gennaio che stanzia dei fondi da destinare ai piccoli comuni per MESSA IN SICUREZZA PER LE SCUOLE, STRADE, EDIFICI PUBBLICI E PATRIMONIO CULTURALE. Nel caso di Ustica 40.000 euro. Purtroppo il nuovo capo ufficio tecnico non era presente e non abbiamo potuto chiarire alcuni aspetti. Quello che abbiamo appreso è che le somme verranno utilizzate nei locali Ex Municipio in Piazza Capitano Vito Longo. Abbiamo fissato appuntamento con l’assessore ai lavori pubblici per lunedì mattina.

Gruppo Consiliare Minoranza
Ustica Domani

Riceviamo e pubblichiamo, dalla Regione fondi per revisione urbanistica isole minori


Pantelleria, Ustica, Lampedusa-Linosa, Favignana, Lipari, Leni, Malfa, Santa Maria Salina sotto gli otto Comuni siciliani che potranno utilizzare risorse della Regione per procedere alla revisione degli strumenti urbanistici. Lo ha deciso il governo Musumeci che ha impegnato le somme stanziate con la Legge regionale 16 del 2017.

“La decisione adottata – commenta il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – è un ulteriore segnale dell’attenzione nei confronti delle nostre isole, perle del turismo e dell’ambiente. Riordino e aggiornamento degli strumenti urbanistici sono attività prioritarie perché garantiscono una pianificazione intelligente del territorio”. Il governatore ha già visitato Ustica e Lampedusa, “ma è mia intenzione – aggiunge – recarmi in tutte le altre isole, per conoscere da vicino le loro esigenze”.

I fondi disponibili (158 mila euro) verranno destinati, attraverso il dipartimento dell’Urbanistica guidato da Giovanni Salerno, ai Comuni delle isole minori che potranno in questo modo impiegarli nella redazione o rielaborazione dei Piani regolatori, in indagini geologiche a supporto degli strumenti urbanistici o nella predisposizione di rilievi aerofotogrammetrici. Inoltre per gli otto enti interessati c’è la possibilità concreta di portare a compimento le attività iniziate. Potranno accedere al finanziamento presentando, entro l’anno, oltre alla richiesta con la delibera consiliare che indichi l’avvio del procedimento di elaborazione del documento urbanistico, il cronoprogramma delle attività e le relative risorse umane e professionali da utilizzare per ciascuna fase e l’indicazione preventiva del costo del progetto.

Fonte: Grandangolo il giornale di Agrigento

Fondi destinati ai piccoli comuni


Ad Ustica 40.000 euro da destinare a lavori di messa in sicurezza per LE SCUOLE, STRADE, EDIFICI PUBBLICI E PATRIMONIO CULTURALE.

Il Decreto del governo nazionale del 10 gennaio 2019 ha messo a disposizione di tutti i piccoli comuni sotto i 20.000 abitanti 400 milioni da destinare: A LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA PER LE SCUOLE, STRADE, EDIFICI PUBBLICI E PATRIMONIO CULTURALE. I contributi sono calibrati in proporzione alla popolazione: nel nostro caso 40.000 euro per i Comuni al di sotto dei 2.000 abitanti. Con l’approvazione dell’apposito decreto attuativo, le risorse sono già state assegnate. Il Mef, ministero dell’economia e finanza, fornirà ai Comuni le istruzioni per l’uso di questi fondi. Due sono le priorità: trasparenza nelle gare d’appalto e rispetto dei tempi previsti per i lavori, che dovranno iniziare entro il prossimo 15 maggio. 

Visti i tempi brevissimi domani chiederemo all’assessore con delega ai lavori pubblici maggiori informazioni. Vi terremo aggiornati.

Gruppo Consiliare di Minoranza
Ustica Domani

Piano per il Sud, arrivano fondi dall’Ue per creare 500mila posti di lavoro in tre anni


Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, verrà domani, martedì 22 gennaio, in visita ufficiale a Catania e Palermo. Nel corso della sua visita in Sicilia, Tajani presenterà un Piano per il Sud, dotato di 20 miliardi di euro da fondi Ue, per accesso al credito ed infrastrutture capace di mobilitare 250 miliardi di investimenti per creare 500mila posti di lavoro nei prossimi 3 anni.

Domattina, a partire dalle ore 10, il presidente del Parlamento europeo interverrà al seminario “Sicilia 2030: ripartiamo da un piano per le infrastrutture” organizzato dalla Regione Sicilia e dall’Università degli Studi di Catania, presso il Palazzo della Cultura di Catania. Oltre a Tajani, parteciperanno al dibattito il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, insieme ai rappresentanti di Cassa Depositi e Prestiti (CDP), Terna, ANAS, Enel, Confindustria Sicilia e numerosi altri esponenti locali delle istituzioni, del mondo della ricerca e dell’impresa.

Nel pomeriggio, Tajani raggiungerà Palermo dove l’Assemblea Regionale Siciliana terrà una giunta regionale straordinaria presso il Palazzo Reale in occasione della visita del Presidente del Parlamento europeo. Tajani e Musumeci incontreranno i giornalisti alle 16.00 presso la Sala delle Colonne della sede dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Il Presidente del Parlamento Europeo in visita ufficiale martedì in Sicilia

Piano da 200 miliardi per il Sud, Tajani in Sicilia presenta gli interventi ma parla anche di elezioni

Fonte BlogSicilia.it

 

Ustica Telethon, raccolta fondi


Si conclude la maratona Telethon di quest’anno con un record di millecinquecentotrentasei euro raccolti. Cogliamo l’occasione per ringraziare di cuore tutti gli usticesti che come ogni anno sono stati generosi, partecipi e solidali. Grazie ai volontari Theleton sempre in prima linea, l’amp che ha messo a disposizione i locali del centro accoglienza.
#Usticapresente #Usticagenerosa#arrivedercialprossimoanno 

I volontari Telethon Ustica 

Ustica, raccolta fondi Telethon.


Anche quest’anno Ustica parteciperà alla raccolta fondi Telethon, destinata alla ricerca sulle malattie genetiche rare


Telethon – sabato e domenica prossimi raccolta fondi al Centro Accoglienza ad Ustica


telethon Ustica
telethon Ustica

Ustica, Raccolta fondi TeleThon


 

Vorrei ringraziare tutta la cittadinanza per la loro generosità, i volontari che hanno contribuito alla realizzazione della raccolta e  a quanti hanno dato visibilità all’iniziativa.
Grazie.
Silvana Giuffria

fOTO20141213_10201420141214_18411120141214_19451420141214_194656DSC_0311DSC_0316IMG-20141214-WA0001DSC_0317

Ustica, raccolta fondi TeleThon


 

walk-of-life-telethonGiorno 13-14 Dicembre 2014 dalle ore 9.30 alle 20.00 al Centro Accoglienza di Ustica si svolgerà la raccolta fondi TeleThon. Siete tutti invitati a partecipare numerosi a questa iniziativa.

Grazie per la vostra attenzione.
Silvana Giuffria.
Cell :3331915115

Ottima iniziativa… Raccolta fondi per beneficenza


Raccolta fondi per beneficenza

On. Oddo: “Inserire le Aree Marine Protette nei Bandi per i fondi Comunitari”


[ id=6742 w=320 h=240 float=left]L’on. Camillo Oddo, Vicepresidente dell’ARS, ha presentato un’interrogazione urgente al Presidente della Regione e all’Assessore Regionale Territorio ed Ambiente per chiedere l’inclusione delle Aree Marine Protette siciliane nei bandi promossi dalla Regione afferenti i fondi comunitari e nazionali.
In Sicilia sono cinque le aree marine protette(A.M.P.): Isola di Ustica, Isole dei Ciclopi, Isole Egadi, Capo Gallo-Isola delle Femmine, Isole Pelagie, Plemmirio, istituite con diversi decreti ministeriali, rispettivamente gestite : tre dai Comuni, come le Isole Egadi, Pelagie e Ustica; una dall’Università di Catania che attraverso un suo braccio operativo gestisce Isola dei Ciclopi; la quinta, da un consorzio fra Comune e Provincia di Siracusa che gestisce l’A.M.P  “Plemmirio”.  Lo scorso mese di gennaio, infatti, – dichiara Oddo- la Regione ha avviato specifici bandi per i parchi e le riserve siciliane attraverso il P.O F.E.S.R. non tenendo in considerazione le Aree Marine Protette. Ritengo sia opportuno, invece, dare la possibilità agli enti gestori delle A.M.P di partecipare a questi strumenti di programmazione con progetti che consentano di intensificare la tutela e la valorizzazione di questi siti( dichiarati recentemente Siti di Importanza Comunitaria dall’ARTA), di enorme rilievo ambientale, culturale e turistico”. “Tali enti, peraltro, vivono un momento di assoluta difficoltà tanto da comprometterne il funzionamento ordinario a causa dei tagli drastici operati dal governo nazionale. Auspico che il Presidente della Regione e l’Assessore Sparma, che si è già dichiarato d’accordo su questa apertura, accellerino le procedure per superare questa sostanziale disparità di trattamento fra territori così meritevoli di tutela e valorizzazione.

Fonte: Sicilia informazioni.Com

Fondi per lo sviluppo delle isole minori siciliane

[ id=3040 w=320 h=240 float=left] Cambiano i criteri per la ripartizione del Fondo per lo sviluppo delle isole minori per il 2009, a tutto vantaggio della Sicilia. Il risultato, che porterà circa 570mila euro in più nelle casse degli 8 comuni siciliani interessati, è stato conseguito grazie ad un emendamento presentato dall’assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, nel corso della riunione della commissione “Affari Istituzionali” della Conferenza unificata Stato-Regioni, che si e’ tenuta a Roma.

Nel complesso, con il nuovo meccanismo, approvato all’unanimità, alla Sicilia saranno destinati 5,663 milioni di euro, pari al 28,32% dell’intera dotazione (20 milioni) stanziata dalla presidenza del Consiglio dei ministri, per progetti nel settore dell’energia, dei trasporti e della concorrenza. Il via libera definitivo al provvedimento dovrà arrivare dalla Conferenza Stato-Regioni.

“Grazie al lavoro sinergico fatto con l’ufficio “Isole minori” della Presidenza e con altre Regioni – spiega l’assessore Chinnici – siamo riusciti a ottenere un risultato importante. Le isole minori rappresentano una risorsa per l’economia della Sicilia. Sono fiduciosa che i nuovi finanziamenti serviranno a realizzare progetti in grado di valorizzare il territorio e al contempo di migliorare le condizioni e la qualita’ della vita nelle isole minori”.

Questa la ripartizione dei contributi per gli 8 comuni: Favignana, che comprende anche le isole di Levanzo e Marettimo, 964mila; Lampedusa, con Linosa, 757mila; Leni, 302mila; Lipari, con Filicudi, Stromboli, Panarea, Alicudi e Vulcano, 1,802milioni; Malfa, 307mila; Pantelleria, 789mila; Santa Marina Salina, 305mila; Ustica, 434mila.

da Ercole.it