Comune Ustica Eredi Gricorcea

comune-ustica-5COMUNE USTICA

Ustica 10.09.11 – Prot 4697

studio Legale CORSO SCARDINA

e p.c. Affari Generali
UTC
Ragioneria
Presidente consiglio

OGGETTO: Comune Ustica Eredi Gricorcea ( ns prot 4660 del 09.11.10)

In riferimento vs nota in oggetto, nell’ evidenziare, apprezzandoli, i reciproci sforzi, espressione di una reciproca stima non solo professionale ma anche personale, si aderisce alla proposta formulata e ci si impegna a versare la somma di euro 20.000 nell’esercizio finanziario corrente e di 80.000 nel successivo. Ben inteso che, se quest’ultima condizione non dovesse essere esaudita da parte nostra, la S.V. utilizzerà la somma del 2012, quale acconto, sulle maggiori somme in pagamento della parcella che sarebbe sottoposta al Consiglio dell’Ordine.

Gli uffici, secondo le rispettive competenze , predispongano gli atti conseguenziali.

Il Sindaco
dr Aldo Messina

 

Comune di Ustica – Eredi Gricorcea


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA

Studio Legale Corso Scardina, Via Rodi 1 – PALERMO

e p.c. Sig assessori

Sig presidente Consiglio

UTC

Ragioneria

OGGETTO: Comune di Ustica / eredi Gricorcea

Esimio Professore,

Nel complimentarci con la SV per il brillante risultato raggiunto, è nostra volontà riconoscere quanto dovutoLe ( peraltro ai minimi tariffari) alla SV per l’importante prestazione professionale.

Risulta però evidente che la scrivente amministrazione non dispone della somma di euro 87.723 netti (circa 100.000 lordi).

Le propongo pertanto il rapido versamento di 20.000 euro e rateizzare la restante somma tra il 2012 ed il 2013, previa approvazione del debito fuori bilancio e dell’impegno pluriennale in Consiglio.

IL SINDACO

dr Aldo Messina

 

Affidato Avv. G. Pellegrino incarico difesa Comune causa Gricorcea


Con delibera di Giunta 3 gennaio 2011 – n. 2 – è stato affidato all’avv . Giancarlo Pellegrino l’incarico di difendere gli interessi del comune dai due atti di precetto di circa 7 milioni di euro giunti nei giorni scorsi.

Il legale , che precedentemente si era incontrato il primo gennaio con il Sindaco, ieri, unitamente alla Giunta ed al segretario Comunale, Calogera di Gangi, ha illustrato ai funzionari del Comune ( arch Vincenzo Rubbio, Enrico Tranchina, Pasquale Alessandri) le diverse possibili soluzioni a quella che ormai tutti definiscono ” la tegola di Capodanno”.

Finiti i lavori di giunta e rientrati a Palermo, il sindaco e l’avv Pellegrino si sono incontrati con il geom Giovanni Paleologo, nominato precedentemente dalla Giunta CT del Comune di Ustica ( Legale è il Prof Guido Corso) nel giudizio d’appello Gricorcea Messeri/ Comune di Ustica che è all’origine dei due atti di precetto ( avv Algozzino).

Paleologo ha intanto premesso che il debito- se dovuto- non è di 7 milioni di euro ma di 11 , essendo i 7 milioni la quota ( 60%) dovuta ad uno dei due fratelli. Ma la sua perizia di Paleologo, che è già stata depositata ed a disposizione dei magistrati della Corte D’ Appello ( il precetto di che trattasi è conseguente ad un giudizio di primo grado), valuta il debito ad un decimo del suo valore e potrebbe non raggiungere, complessivamente e con tutti gli interessi maturati sinora, il milione di euro. Ma successivi atti ed acquisizioni del Parco Suburbano potrebbero addirittura estinguere il debito.

Ovviamente sarà il Magistrato a decidere. In ogni caso il geom Paleologo ha fornito a Sindaco ed Avvocato Pellegrino, tutta la documentazione per potere comporre una idonea linea di difesa.

Oggi ( 04.01.11) il Sindaco e l’avvocato Pellegrino incontreranno, al suo studio).

” Risulta evidente, dichiara il Sindaco,  che la vicenda, che nel giudizio di primo grado aveva assunto contorni paurosi, grazie ad una coerente e forte linea di difesa voluta da questa amministrazione e concordata con gli uffici comunali, risulta notevolmente ridimensionata. L’atto di precetto è stato volutamente inviato a questa amministrazione volutamente in periodo natalizio, probabilmente confidando sul fatto che – stante le vacanze- sarebbero trascorsi infruttuosamente i tempi per eventuali opposizioni. Ma così non è stato e la macchina comunale, che non è solo politica ma soprattutto amministrativa, non si è fatta cogliere di sorpresa ed ha reagito nei tempi e nei modi necessari”