Riceviamo e pubblichiamo – Liberty Express : la protesta dei docenti pendolari


Fonte: Il Giornale di Lipari

COMUNICATO stampa dei docenti pendolari in servizio alle Isole Eolie

Nel nostro Paese si parla spesso di diritti e doveri, soprattutto in un momento difficile di portata storica come quello che stiamo vivendo. Un momento in cui spesso ci sentiamo privati di libertà che in realtà non avremmo mai pensato di dover difendere, per le quali non abbiamo mai dovuto lottare perché acquisite sin dalla nostra nascita e per le quali in passato hanno lottato “altri” al nostro posto.

Quante volte abbiamo evocato o citato in un nostro post sui social media innumerevoli articoli della nostra Costituzione? Eh si, mai come ora l’abbiamo liberata dalla polvere della dimenticanza, la sentiamo “nostra” e la difendiamo! Tra i banchi di scuola, a dire il vero, non l’abbiamo mai snobbata né abbandonata;  anzi abbiamo sempre letto, analizzato e dibattuto su quegli articoli che nutrono ogni giorno le nostre menti, che ci ricordano da dove proveniamo e soprattutto quanta strada abbiamo ancora da percorrere. Di strada ne abbiamo davvero ancora tanta da percorrere.

Dice l’art. 4 della Nostra amata Costituzione “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”. Quanti lavoratori sentendo riecheggiare queste parole staranno facendo un sorriso beffardo? Probabilmente tanti, troppi. Tra questi ci siamo noi, i docenti pendolari delle Isole Eolie. Proveniamo da tutta la provincia e ogni mattina, con un carico non indifferente di idee, passione, ansie e parole, ci ritroviamo al molo del porto di Milazzo pronti alla traversata verso le Nostre scuole, dislocate lungo tutto l’arcipelago eoliano.

Siamo in possesso di una card che dall’inizio dell’anno scolastico ci permette di acquistare i biglietti del viaggio con qualche agevolazione fiscale. Nessuna scontistica eccezionale, ma per noi è pur sempre un valido aiuto in relazione alle spese esose da affrontare. Eppure la compagnia di navigazione “Liberty Lines S.p.A” ha così a cuore la condizione di noi, lavoratori pendolari, che ha ben pensato di sostituire la precedente card con i nuovi abbonamenti, che di vantaggioso hanno ben poco. La Compagnia ha dato l’avvio ad una nuova politica commerciale, a nostro parere, non solo scellerata ma anche profondamente ingiusta nei confronti di lavoratori che con miseri stipendi esercitano ogni giorno il diritto/dovere allo studio. Sembrerebbe così profilarsi una illegittimità che apparirebbe ancor più inammissibile se rapportata al fatto che la Liberty Lines S.p.A., nell’adempimento di un servizio essenziale, opera in regime contrattuale con la Regione Siciliana, fornendo di fatto un servizio pubblico.

Regime contrattuale, a quanto è dato sapere, a causa della crisi epidemiologica COVID – 19 è stato prorogato di un altro anno rispetto alla prevista scadenza del 31.12.2020, ed in virtù del quale la Liberty Lines S.p.A. continua a percepire annualmente altre ingenti sovvenzioni pubbliche dal Ministero dei Trasporti.

Fa specie dunque che una compagnia che svolge un servizio pubblico in forza di contratti stipulati con la Regione e grazie a cui percepisce sovvenzioni statali sembrerebbe operare in maniera illegittima nei riguardi degli utenti, soprattutto quelli pendolari, che nell’esercizio di un loro diritto costituzionalmente tutelato contribuiscono a garantire il corretto funzionamento della macchina amministrativa pubblica nelle Isole.

Diritto che oggi più che mai rischierebbe di essere negato da tali comportamenti, a discapito del singolo lavoratore e di riflesso della comunità.

Firmato

I docenti pendolari in servizio alle Isole Eolie

Fonte: il Giornale di Lipari

Ustica, vice sindaco riceve insegnanti


Ustica, sindaco, riceve, insegnanti

Ustica,il parroco incontra gli insegnanti


Il parroco incontra gli insegnanti

Ustica, il piacere di stare insieme e festeggiare


Ustica, il piacere di stare insieme e festeggiare
Ustica, il piacere di stare insieme e festeggiare

Insegnanti, foto ricordo davanti il portone della chiesa di Ustica


Insegnanti, foto ricordo davanti il portone della chiesa di Ustica
Insegnanti, foto ricordo davanti il portone della chiesa di Ustica

Ustica, insegnanti in attesa del Provveditore


Ustica, insegnanti in attesa del Provveditore
Ustica, insegnanti in attesa del Provveditore

La Sindaca Anna Notarbartolo incontra il corpo insegnanti


La Sindaca Anna Norarbartolo incontra il corpo insegnanti
La Sindaca Anna Norarbartolo incontra il corpo insegnanti

Ricordo della visita all’equipaggio del Nucleo Elicotteri Carabinieri di Palermo

IMG_0187Mercoledì, 26 maggio, i bambini dell’Istituto Comprensivo di II grado di Ustica, accompagnati dagli insegnanti: Lo Cicero Maria Luisa, Di Martino Maria Teresa, Montaperto Maria, Picone Giovannella, Bologna Antonio, Di Miceli Salvina , Amato Laura Rita hanno incontrato, all’eliporto di Ustica, l’equipaggio del nucleo elicotteri di Palermo.

A riceverli il Maresciallo Pilota Giuseppe Coniglio che ha spiegato le caratteristiche dell’elicottero e dato particolari informazioni sull’attività del nucleo elicotteri. I bambini, entusiasti, dopo aver posto appropriate domande al Comandante dell’elicottero, sono stati autorizzati a visitare e “pilotare” l’aereo.

Un plauso e un sentito ringraziamento al Maresciallo Fabrizio Di Pofi, Comandante la Stazione Carabinieri di Ustica, per aver agevolato questo “progetto di comunicazione”.

IMG_0169IMG_0182IMG_0184

Due insegnanti, Egidio Licciardi e Angelo Longo


Egidio e Angelo
Egidio e Angelo

Corpo insegnanti con il parroco


Corpo insegnanti
Corpo insegnanti con il parroco

Riceviamo da un gruppo di insegnanti e pubblichiamo


 

renzimatteoRENZI HA APPENA DICHIARATO CHE I PARTECIPANTI ALLO SCIOPERO ERANO SOLO UNA MINORANZA E DI CONSEGUENZA LA MAGGIORANZA E D’ACCORDO CON LUI.

Il fiume di manifestanti che ha invaso le strade delle principali città italiane non è stato abbastanza esaustivo!?

IL 12 MAGGIO ALLE ORE 18 INVIAMO TUTTI UNA EMAIL AL SITO DEL MINISTERO CON LA SCRITTA “QUESTA LEGGE NON LA VOGLIAMO”.
NON COSTA NULLA E QUINDI LO POSSONO FARE ANCHE QUEI COLLEGHI CHE NON HANNO SCIOPERATO IL 5.

Inviamo tutti una mail a report@rai.it con su scritto che non siamo d’accordo con il Ddl sulla Buona Scuola e che non voteremo più il Pd!
Questa è una legge incostituzionale: viola gli articoli 3, 21, 33, 34 e 97.
È stata già fatta una petizione online della quale 65,000 firme sono già state consegnate al Presidente Mattarella, invocando il suo intervento in difesa della Costituzione, e siamo ormai vicini alle 100.000 firme.
Diffondete!!

^^^^^^^^^^^^^^

RICHIESTA

Da Giovanna Laface 

Potete farci conoscere qual è la petizione di cui si parla  e a chi rivolgersi? Grazie

Una gita in campagna con gli insegnanti di religione

gita in campagna con gli insegnanti di religione

^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO E RICONOSCIMENTO DI TUTTI – Bravo
Dalla California Agostino Caserta 

Bellissima Foto 1952 circa, Classe 1945-48 – Scampagnata Azione Cattolica all’Oliastrello ( mi ricordo ), misto di Fiamme Bianche, Verdi e Rosse, con ficodindia sullo sfondo. Si riconoscono dalla prima fila in basso da sinistra : Pino Spampinato, Felice Longo, Angelo Tranchina, Giovanni Falavoloro, Pasquale Alessandri, Toto’ Palmisano ( Torino ) Mario Russo, Massimo Caserta, Linuccio Genco ( Firenze ). seconda fila da sinistra : Carmelo Palmisano, Totuccio Palermo, Nino Di Lorenzo ( Piriche’ ), Gaetano Nava, Giovanni Incalcaterra, terza fila da sinistra Agostino Caserta, Umberto Tranchina, Pippo Giuffria, Emanuele Caserta, Giovanni Amoroso ( Palermo ), Aldo Caserta, Nino Giardina, Tanino Verdichizzi ( Milano ), Felice Badagliacco, Guglielmo Alessandri. In alto le Insegnanti : Maria Edvige Giuffria, Rosina Picone, Lia Di Lorenzo, Orsolina Zoda, Amalia Bertucci, Maria Ailara. Da notare la rassomiglianza di tanti padri con i loro figli, oggi.

 

Gruppo insegnanti


gruppo insegnanti

Alunni ed insegnanti – foto con il Parroco


[ id=21792 w=320 h=240 float=center]

Foto ricordo con insegnanti


[ id=21182 w=320 h=240 float=center]

Parroco, insegnanti, ragazzo prodigio


[ id=19933 w=320 h=240 float=center]

Foto con insegnati


[ id=18272 w=320 h=240 float=center]

Comune: Premiazione insegnanti


[ id=15677 w=320 h=240 float=center]

Insegnanti al timone della “Nuova Ustica”…


[ id=14950 w=320 h=240 float=center]

Progetto educazione ambientale “insegnanti … a mare”


[ id=14353 w=320 h=240 float=left]L’Area Marina Protetta “Isola di Ustica” ha finanziato nel 2012 la seconda edizione del progetto di educazione ambientale “Insegnanti…a mare” che nei giorni 29-30 e 31 agosto ha visto la partecipazione di 15 insegnanti della scuola primaria e secondaria, selezionati sulla base dell’interesse per il mare e sulla familiarità con le attività subacquee. Finalità delle giornate di studio è stata l’acquisizione critica dei princìpi e dei mezzi didattici necessari all’educazione ambientale ed alla conservazione del territorio con particolare riguardo agli ambienti marini.[ id=14354 w=320 h=240 float=right]

I docenti (Prof. Silvano Riggio, Ordinario di Ecologia presso l’Università degli Studi di Palermo e Ammiraglio Vincenzo Pace, Responsabile delle Aree Marine Protette Isola di Ustica e Capo Gallo Isola delle Femmine) hanno tenute lezioni in nave ed in barca corredate da escursioni guidate intorno all’Isola nel corso delle quali docenti e discenti hanno potuto esplorare in apnea i siti litoranei più accessibili e dotati di maggiore interesse biologico. Così com’era nelle attese, il progetto ha riscosso l’entusiastico consenso degli insegnanti che hanno acquisito conoscenze di prima mano attraverso l’esperienza diretta e la percezione tangibile del paesaggio marino. Fra gli aspetti naturali visitati in immersione sono stati soprattutto apprezzati quelli all’interfaccia con la terraferma ed in particolare i [ id=14355 w=320 h=240 float=left]seguenti: il piano infralitorale ad alghe fotofile e le enclaves semioscure, la prateria di Posidonia oceanica, il deserto di roccia pascolato dai ricci di mare (“barren”), le grotte sommerse con la risalita di aspetti coralligeni e precoralligeni. Durante le escursioni fondamentale è stato il supporto dei biologi marini della Wilderness (Francesco Di Trapani, Nicola Maria Galasso, Vincenzo Ruffino, Riccardo Spataro e Bruno Zava da sette anni impegnati nella realizzazione del Progetto S.E.P.I.A a Cala Sidoti) e di Salvatore Militello e la sua imbarcazione con fondo trasparente.

La verdeggiante distesa dei fondali a fanerogame e lo splendore delle grotte semisommerse hanno fornito [ id=14356 w=320 h=240 float=right]l’opportunità per una conoscenza di prima mano della ricchezza biologica e della distribuzione degli organismi. Quest’esperienza ha suscitato nei partecipanti un acceso dibattito sulla biodiversità e sulla sua ricaduta in quanto fattore di qualità della vita e ispirazione di principi guida nella gestione delle risorse biologiche.

Il responsabile del Progetto

Giovanna Polizzi