Liberty Lines: “nuovo sistema tariffario frutto di legittime decisioni”


GdL 12 Gennaio 2021

La replica dell’azienda alle polemiche dei pendolari. Liberty Card fino alla loro data di scadenza, dialogo e collaborazione con le autorità locali
 Con riferimento alle numerose notizie di stampa circolate nei giorni scorsi riguardo le agevolazioni tariffarie che Liberty Lines volontariamente riconosce ai propri passeggeri, l’azienda evidenzia quanto segue:
• Liberty Lines opera secondo regole di mercato, in un contesto regolatorio eurounitario secondo le norme dei contratti di servizio che esegue. L’azienda, al pari di tutti, sta inoltre subendo le gravi conseguenze dell’emergenza sanitaria tuttora in corso.
• Liberty Lines garantisce la sicurezza dei propri dipendenti, dei passeggeri e dei terzi, nel rispetto delle prerogative e degli interessi di coloro con i quali entra in relazione e secondo le direttive e le indicazioni delle autorità amministrative.
• Il nuovo sistema di tariffazione agevolata Liberty Express – illustrato in maniera fuorviante da più parti, ma esaurientemente illustrato sul sito Internet aziendale – è frutto di legittime decisioni assunte nel totale rispetto delle previsioni contrattuali.
Liberty Lines comprende perfettamente le legittime esigenze ed aspettative delle comunità dei territori in cui opera, in favore dei quali ha peraltro predisposto piani tariffari compresi all’interno del nuovo sistema Liberty Express, ma non intende tollerare attacchi dal contenuto non veritiero che ne ledano l’immagine e tutelerà le proprie ragioni nelle sedi di legge, se necessario.
E’ utile infine ricordare che, contrariamente a quanto da molti pubblicato, le Liberty Card ancora in circolazione (circa 11 mila), continueranno ad essere valide fino alla loro data di scadenza: semplicemente non potranno essere rinnovate e non ne verranno emesse di nuove.
La compagnia continuerà a servire tutti i territori con piena coscienza dell’importanza del proprio ruolo, proseguendo nei rapporti di fattiva collaborazione con tutte le autorità locali, con le quali il dialogo, franco e trasparente, è costante.
Fonte: il Giornale di Lipari

Iniziativa scellerata della compagnia Liberty Lines annullare la “Liberty card a favore della Liberty Express


Ho aspettato un po’ di tempo per vedere quanti contributi sarebbero stati inviati a questo blog a commento della scellerata iniziativa di Liberty Lines di annullare la “Liberty card”. L’intervento del Sig. Massimiliano Reyes  preciso, puntuale e civile non credo che smuoverà più di tanto i vertici di questa compagnia. Il Sig. Reyes   scrive che era nell’aria, tuttavia, benché io viva a Milano dal 1965, mantengo contatti diretti con i compaesani e mi tengo aggiornato sui fatti che riguardano la nostra Isola del cuore. Ebbene, non ho percepito alcunché che facesse presagire una simile evoluzione, ma al contrario del nostro amico e per deformazione professionale (mi occupo professionalmente di contabilità e gestione del personale), qualche pensierino l’avevo fatto sui possibili sbocchi che la lodevole iniziativa – anche per interessamento del titolare di questo blog – di estenderla ai nativi ed ai proprietari di case a Ustica di fatto amici ed Usticesi ad “honorem”, una volta che la presidenza della compagnia fosse passata al figlio del Comandante Morace. Così è stato, purtroppo. Certo a ben vedere non è che personalmente avessi vinto un superenalotto con questo regalo: c’era in me però la soddisfazione di sentirmi ancora un Usticese, ancorché lontano, intimamente legato alla mia terra d’origine. Non c’è dubbio che la Liberty Lines nel prendere questa decisione – che sarà a mio parere irrevocabile – ha avuto un peso decisivo il fatto di essere monopolista. Tempo fa ebbi ad ipotizzare il mancato guadagno che la compagnia avrebbe avuto nel tempo ed il risultato andava dai 50 ai 70 mila euro all’anno nell’ipotesi più favorevole ma non ho usato algoritmi per cui il risultato potrebbe essere errato. Sarebbe interessante conoscere i conti fatti dalla compagnia per indurla a prendere una decisione tanto impopolare. Non conosco i termini del bando regionale, né la durata del contratto. A questo punto si può solo sperare che il prossimo bando contempli e condizioni l’assegnazione dell’appalto anche a questo tipo di riconoscimento sia per i nativi sia per i possessori di case. Questa a mio  parere  sarà una decisione politica, di cui dovrebbe occuparsi il Parlamento di Regione Sicilia, in primis il Presidente pro tempore.  Al momento purtroppo, non vedo azioni od iniziative che possano portare ad un ripensamento di questa scelta. Peccato era stata una mossa compresa e fortissimamente voluta dal “vecchio” e lungimirante Morace, ma una volta uscito di scena (da qualche anno) la politica aziendale è cambiata e si è affidata a criteri ragionieristici anziché a strategie  aziendali di lungo respiro anche in previsione che nel futuro avrebbe potuto far valere la sua buona volontà nell’applicare politiche tariffarie agevolate vòlte a dare un’impronta sociale che l’avrebbero in qualche modo potuto favorire nella gara di appalto. Probabilmente con il ricavato pagheranno lo stipendio di  un comandante delle loro unità: ne valeva la pena? Suppongo  che pochi accetteranno qualche euro di sconto sull’acquisto di blocchi di biglietti che, se non utilizzati, suppongo non verranno mai rimborsati. La mia frequentazione con Ustica non è assidua risiedendo a Milano, ma sono, senza ombra di dubbio, uno degli usticesi più presenti dell’isola: al cuore non si comanda! Mi auguro di leggere su questo blog altri è più puntuali interventi sul tema ed auguro a tutti tanta, ma tanta salute.

Giuseppe Giuffria

Riceviamo e Pubblichiamo – Promo ADVANCE BOOKING – Memo Commerciale Liberty Lines


Download (PDF, 330KB)

Download (PDF, 484KB)

Riceviamo e pubblichiamo – COMUNICATO STAMPA LIBERTY LINES


Download (PDF, 123KB)

COMUNICATO STAMPA LIBERTY LINES SULLA NOMINA DEL COMMISSARIO GIUDIZIALE


Download (PDF, 133KB)

Riceviamo e pubblichiamo – I comandanti della Ustica Lines dicono la Loro


Di seguito il comunicato stampa dei comandati della Libery Lines in risposta alle prese di posizione della scorsa settimana sui problemi nei collegamenti con le isole. 

Comunicato, Comandanti, Ustica, LinesNoi comandanti della Società “Liberty Lines”, pur non sorprendendocene più di tanto, siamo rimasti lo stesso molto amareggiati nel leggere alcuni articoli comparsi su vari siti on-line e diffusi dai social, con cui ancora una volta, nonostante fosse chiaro e lampante che le ripetute interruzioni dei servizi fossero originate unicamente dalle cattive condizioni meteomarine che hanno imperversato per giorni, si è voluto insinuare lo stesso che le sospensioni fossero invece addebitabili a scarsa professionalità del personale navigante se non addirittura organizzate a bella posta dall’Azienda.
Niente di più falso!
Sappiamo molto bene che taluni fantomatici sedicenti intenditori di mare sono abituati ad esternare giudizi strampalati limitandosi a guardare i trecento metri di mare davanti alla banchina, ovvero, con ancor maggior faciloneria, improvvisando paragoni insensati con le piccole paranze con cui i pescatori vanno in giro.
Chi da una vita va per mare da professionista e conosce normative e regolamenti, sa che è compito ed obbligo del Comandante assumere le proprie decisioni valutando bene tutte le condizioni, comprese quelle di visibilità, che potrà incontrare durante l’intera tratta di navigazione, avuto anche riguardo alle particolari caratteristiche tecnico-nautiche dell’aliscafo (o di altra unità veloce), che è decisamente un’unità differente dai vari pescherecci, con limiti operativi imposti dalle autorità competenti e che devono essere rispettati.
Cosa fanno le autorità quando la prefettura manda allerta meteo? Sicuramente prendono le loro decisioni che sono quelle di mettere a sicuro la popolazione. Stessa cosa facciamo noi che abbiamo sempre lavorato e sempre lavoreremo con rispetto verso l’utente e con l’unica preoccupazione di garantire il servizio di collegamento in totale sicurezza.
Tutti noi siamo saliti a bordo degli aerei, ma certamente nessuno si permette di mettere lingua sulle procedure di volo o di discutere le decisioni dei comandanti. In verità non sapremmo nemmeno come sederci al posto di pilotaggio. Ecco, in un mondo normale, al medesimo approccio dovrebbe attenersi chi invece è aduso a sproloquiare su materie su cui è totalmente a digiuno, quali quelle connesse alla conduzione di mezzi nautici veloci.
A tali avventurieri della parola consigliamo, se proprio non riescono a fare a meno di provare l’ebrezza della visibilità mediatica, di suscitare piuttosto le attenzioni del pubblico su argomenti sicuramente più interessanti e non del tutto privi di fondamento, quali le condizioni degli ormeggi, generalmente fatiscenti come ad esempio a Marettimo dove da anni persiste un fondale basso che mette a rischio i mezzi anche con poca risacca, nell’indifferenza di chiunque, oppure a Favignana che continua a contare su uno scalo inadeguato di cui si parla da vent’anni.
Tutti sanno e nessuno prende i dovuti provvedimenti…Inutile annoiare con disamine tecniche su esposizione ai venti, illuminazione e strutture delle banchine di cui il lettore poco capirebbe, e che noi Comandanti siamo ben disponibili a spiegare nei particolari anche ai Sindaci, quantomeno a quelli sul serio interessati.
Purtoppo oggi, ancora nel 2018, la linea di condotta è la seguente: se il Comandante ormeggia pure con risacca, tutto finisce bene, tanto l’importante è solo arrivare a casa; se invece se omettiamo lo scalo siamo degli incompetenti, senza minimamente riflettere sul fatto che se dovesse accadere qualcosa di spiacevole chi rischia (e poi paga) è solo il Comandante.

Fonte: TELESUD News

LIBERTY LINES: garantisce i collegamenti di trasporto in previsione dello sciopero per il 15 e 16 dicembre.


Download (DOCX, 215KB)

LIBERTY LINES: prolungata fino al 15 ottobre la stagionalità estiva dei collegamenti marittimi veloci nelle Isole Pelagie


Riceviamo e pubblichiamo

COMUNICATO STAMPA

LIBERTY LINES: prolungata fino al 15 ottobre la stagionalità estiva dei collegamenti marittimi veloci nelle Isole Pelagie su richiesta della Regione.
Liberty Lines conferma la stretta sinergia con le Amministrazioni comunali di Lampedusa e Linosa.

Liberty Lines definisce il prolungamento della stagionalità estiva dei collegamenti marittimi veloci da Lampedusa per Linosa e ritorno, da sabato 30 settembre fino a domenica 15 ottobre.

Tale prolungamento è volto a garantire l’alta qualità dei servizi di collegamento offerti nelle Isole Pelagie ed è motivato dai consistenti flussi turistici presenti nelle stesse, in risposta a quanto richiesto dall’Amministrazione regionale.

Con il prolungamento del Continue reading “LIBERTY LINES: prolungata fino al 15 ottobre la stagionalità estiva dei collegamenti marittimi veloci nelle Isole Pelagie”

Riceviamo e pubblichiamo – LIBERTY LINES: promuove nuovo servizio “Blocco posti”


COMUNICATO STAMPA

LIBERTY LINES: promuove l’alta qualità dei collegamenti marittimi veloci nelle isole Eolie con il nuovo servizio “Blocco posti”

 

Il servizio, riservato ai residenti del Comune di Lipari, attivato grazie alla stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Liberty Lines introduce, a partire da oggi, il servizio di prenotazione denominato “Blocco posti” per i collegamenti dagli scali di Alicudi, Filicudi, Panarea e Stromboli da e per Milazzo.

Con il lancio di “Blocco posti”, Liberty Lines conferma la propria attenzione nei confronti dei passeggeri residenti in accordo e forte sinergia con il Comune di Lipari, con cui ha condiviso l’esigenza di tale servizio.

Il “Blocco posti”, gestito dalla Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – LIBERTY LINES: promuove nuovo servizio “Blocco posti””

Riceviamo e pubblichiamo – LIBERTY LINES: comunicazioni in merito all’incidente dell’aliscafo Cris M.


COMUNICATO STAMPA

In merito al sinistro avvenuto nella serata di ieri all’aliscafo Cris M, in servizio sulla linea di collegamento da Lipari verso Salina, Liberty Lines vuole innanzitutto esprimere vicinanza ai passeggeri coinvolti e in particolare ai feriti.

La Società comunica inoltre di aver avviato un’indagine interna mirata a chiarire la dinamica dell’incidente ed accertare eventuali responsabilità.

Il mezzo è salpato regolarmente alle ore 20:30 circa da Lipari in direzione Salina, con equipaggio entrato in servizio nello stesso pomeriggio, e pochi minuti più tardi si è incagliato presso una scogliera in località Monte Rosa. Ad una preliminare valutazione dei nostri tecnici, non è risultato alcun guasto tecnico né avaria dell’aliscafo.

La compagnia sottolinea in particolare di aver:

  • collaborato attivamente fin dai primi momenti con le Autorità preposte, in particolare la Guardia Costiera di Lipari, e con gli inquirenti, al fine di fornire tutti gli elementi informativi necessari alla ricostruzione dei fatti;
  • attivato immediatamente tutte le procedure di soccorso previste in caso di sinistri per la messa in sicurezza del mezzo e dei passeggeri, nonché per fornire il più ampio supporto e assistenza agli stessi;
  • prontamente provveduto alla sostituzione del mezzo per gli altri servizi di collegamento da e verso le isole, che pertanto si sono svolti e continuano a svolgersi in totale regolarità.

La compagnia auspica che venga accertata al più presto da parte delle Autorità la ricostruzione dei fatti ed esprime un ringraziamento alla comunità eoliana, che si è prodigata negli istanti successivi al sinistro per collaborare alle operazioni di soccorso, anche con mezzi natanti privati.

 

Contact:             Barabino & Partners
Tel.: 06/679.29.29

Massimiliano Parboni
m.parboni@barabino.it

Valentina Lombardo
v.lombardo@barabino.it

Alessandra Gucciardi
a.gucciardi@barabino.it

 

Liberty Lines denuncia il sindaco di Ustica Licciardi: “Accuse false”


La replica della compagnia aliscafi affidata a una nota: “Abbiamo soltanto garantito sicurezza passeggeri”. L’azienda ha deciso di dare mandato ai suoi legali per procedere

Ustica, il sindaco contro il monopolio dei collegamenti marittimi: “Trasporti nel caos”

17 luglio 2017

“Siamo stupiti dalle dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Ustica, Attilio Licciardi. Come amministratore dell’isola dovrebbe sapere bene quanto impegno e quanta dedizione la compagnia Liberty Lines ha sempre dedicato ad Ustica ed alle sue esigenze di mobilità, in estate come in inverno. Le gravissime accuse rivolte alla nostra compagnia e la distorta ricostruzione di un episodio legato a un tragitto operato domenica scorsa sono elementi che ci inducono a reagire con la massima fermezza”. E’ la nota della compagnia di aliscafi per replicare alle parole del primo cittadino di Ustica. Per queste ragioni la compagnia ha deciso di dare mandato ai suoi legali per procedere alla querela del sindaco Licciardi.

Le accuse del sindaco di Ustica

Oltre alle considerazioni “politiche” esternate da Licciardi nel corso di un dibattito pubblico, Liberty Lines contesta anche la ricostruzione di un presunto disservizio nei collegamenti veloci tra Ustica e Palermo. L’episodio si è verificato domenica scorsa. Secondo il primo cittadino di Ustica – che dopo aver protestato attraverso la stampa e i social media si è rivolto anche alla pubblica amministrazione competente – la compagnia di navigazione avrebbe causato un disservizio ai collegamenti con l’isola nel corso della giornata di domenica. “Ci viene contestato l’utilizzo dell’alijumbo Messina, mezzo arrivato in sostituzione del Tiziano. Ma quel vettore  è lo stesso mezzo che ha effettuato il servizio di linea nel periodo invernale, lo stesso aliscafo che lo stesso sindaco ha più volte elogiato – spiega la nota della compagnia – perché messo a disposizione con corse aggiuntive al servizio effettuato con il catamarano”.

“Sostenere – come sembra abbia detto il sindaco Licciardi – che la nostra compagnia abbia sostituito il vettore aliscafo “per tutta risposta” alle sue dichiarazioni rilasciate ad un convegno è perciò un esercizio di pura fantasia ed è falso, oltre che gravemente lesivo dell’azienda”.
La compagnia non nega che i collegamenti di domenica scorsa con Ustica sono stati segnati da ritardi. Ma il cambio del vettore non è  la causa. I ritardi – come si può facilmente stabilire dalla consultazione dei bollettini navali – sono stati causati  esclusivamente  dalle condizioni meteo marine avverse. Perciò non si poteva procedere diversamente.

“In quelle ore, a causa del moto ondoso proveniente da nord /nord est, con onde alte circa 2 metri e mezzo  – sostiene Liberty lines – la nostra unità navale è stata costretta a navigare in dislocamento per preservare l’integrità strutturale e quindi la sicurezza e il confort dei passeggeri”.  La compagnia di navigazione ricorda come ogni viaggio deve essere sempre effettuato con i massimi standard di sicurezza ed affidabilità ed eventuali ritardi o presunti disservizi avvengono soltanto perché la compagnia ha a cuore in primis la sicurezza assoluta dei suoi passeggeri.

Nonostante le difficili condizioni meteo marine abbiamo effettuato quel viaggio domenica scorsa – continua la nota di Liberty Lines – proprio per far fronte alle esigenze dei tanti passeggeri che aspettavano di imbarcarsi. Il ritardo, lo ribadiamo, è dovuto esclusivamente alla necessità di navigare in assoluta sicurezza”. Di sicuro, la continuità territoriale è stata garantita. Anche la decisione di non partire, sempre domenica scorsa, dal porto di Palermo in direzione Ustica alle ore 19, è una scelta legata alle condizioni meteo marine, fattori indipendenti dalla volontà della compagnia. Quindi, l’aver sostituito il vettore non ha nulla a che vedere con i ritardi.  A dimostrazione di ciò, basta verificare la corretta regolarità dei collegamenti in queste ore: con le condizioni meteo marine in netto miglioramento, i collegamenti con Ustica – operati con l’aliscafo che il sindaco Licciardi “contesta” – sono perfettamente regolari.

Fonte: Palermo Today
18 luglio 2017 18:04

Trasporti: Morace (libertyLines), “orari aliscafi per Ustica decisi dal comune. Protesta contro noi non ha senso


Palermo – “Va chiarito in maniera definitiva che gli orari dei collegamenti via aliscafo per Ustica non sono stabiliti dalla nostra compagnia. La protesta che da ieri sera  impedisce ai nostri aliscafi di attraccare al porto  è soltanto una incredibile strumentalizzazione messa in atto da parte di pochi. Ho la sensazione  siano le stesse persone che hanno ideato questa programmazione. Ora provano a nascondere le proprie colpe. E’ un tentativo goffo, maldestro e non tollerabile di ribaltare le responsabilità di questo stato di cose e farle ricadere, ingiustamente, su chi è mero esecutore di orari decisi da altri”. E’ il commento di Ettore Morace, amministratore delegato di Liberty Lines che prende così una posizione netta e definitiva sulle proteste in corso ad Ustica. Da ieri sera, infatti, agli aliscafi viene impedito di attraccare.

“Per essere ancora più chiari:  noi stiamo eseguendo alla lettera gli orari richiesti formalmente dal vertice del Comune di Ustica e dell’assessore comunale competente in materia di trasporti. Queste richieste sono state formulate, e da noi accettate,  in occasione della riunione che si è tenuta negli uffici della Regione siciliana il 14 dicembre scorso.”. 

Un mese dopo – continua la nota di Liberty Lines – l’amministrazione comunale di Ustica si rese conto dell’errore di programmazione compiuto e sostenne la tesi dell’esistenza di un “refuso” nel documento. In pratica, si sosteneva la tesi che l’orario “8,15” andava inteso come “17,15” (!!??).  Ci è stato chiesto di modificare ulteriormente l’orario: non abbiamo mai detto no ma per operare questa rimodulazione è necessario che vengano coperti  gli ingenti extra costi generati dalla variazione degli orari. Sono oneri legati al costo del personale: si tratta di 6 ore di straordinario da applicare, per sette persone di equipaggio, per novanta giorni. Su questo punto non abbiamo ricevuto nessuna risposta concreta dagli organi competenti se non una comunicazione vaga con la promessa di analizzare eventuali future economie(!) .

“Confermiamo la nostra totale disponibilità per porre rimedio a quei “refusi”  – conclude Morace – rispetto agli orari comunicati dall’amministrazione comunale di Ustica.  Ma, lo ribadiamo, questo potrà accadere soltanto nel pieno rispetto delle regole e del dettato della convenzione”.

Ad integrazione si fa presente:

Download (PDF, 1.36MB)

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Russo Angelo 85

Salve Sign. Morace, sono un libero cittadino usticese, che per fortuna pensa e ragiona con la propria testa. Mi voglio unire al suo discorso e dirle che al porto non c’è Ustica, ma una minima parte. Noi li chiamiamo (i parenti ra zita). Povera Ustica, Dio la benedica.

Orari e frequenza mezzi veloci tratta Palermo / Ustica e viceversa


Aggiornamento orari e frequenze servizio di linea giornaliero tratta Palermo / Ustica e v.v. a mezzo Aliscafo FIAMMETTA M – Catamarano ALE M (società Liberty Lines SpA) dal 01-04-2017 al 31-05-2017.

Download (PDF, 45KB)

Liberty lines: 50 assunzioni entro il 2016 nei cantieri di Trapani


alliscafo-gianni-mComunicato

Tra gli impegni dell’azienda quello di dare stabilità ed occupazione in una Regione che certamente soffre in modo preoccupante il fenomeno della disoccupazione. Proprio nella scorsa settimana, Libertylines ha proceduto alla stabilizzazione definitiva di dieci metalmeccanici che sono attualmente impegnati nella costruzione del nuovo aliscafo che sostituirà il Masaccio sulle rotte verso le Isole Eolie. Un risultato eccezionale che sottolinea come l’Azienda è impegnata non solo nel raggiungere obiettivi importanti per dare sempre un servizio all’altezza delle aspettative dei milioni di passeggeri annuali ma anche proiettata a disegnare un futuro sempre più indirizzato sul lancio definitivo della propria cantieristica di Trapani. Proprio per questo motivo i piani aziendali prevedono, entro la fine del 2016, di procedere a stabilizzare nel proprio organico altre 40 unità.

In totale si tratta di circa cinquanta passaggi a tempo indeterminato che dimostrano come la visione generale dell’azienda e la mission dei prossimi anni siano di livelli ben superiori alla media nazionale. Libertylines è orgogliosa dei risultati conseguiti e da conseguire che pongono l’azienda su un livello occupazionale ai vertici del mercato del lavoro europeo e ben sopra gli standard nazionali.

In un periodo nel quale la crisi economica continua a rappresentare una realtà con la quale ci si deve confrontare, Libertylines è riuscita a diventare l’esempio della controtendenza dando opportunità occupazionale concreta e stabile a 50 lavoratori.

 

Alcune domande al Comandante Ettore Morace, Amministratore delegato della Usticalines


 

Ettore MoraceCome sono attualmente i rapporti con la Regione ?

La sinergia che si è creata con la Regione fa ben sperare. La consapevolezza che solo con la collaborazione fattiva tra tutti si potrà raggiungere il massimo dell’ efficienza in un servizio che è fondamentale per la Sicilia.
L’attenzione rivolta dall’Assessore Regionale alla problematica, da il senso di come si sia intrapresa la giusta strada per uscire da un impasse che penalizzava principalmente gli utenti e che oggi  comincia a dare i primi risultati positivi.

La Ustica Lines è stata al centro di apprezzamenti non proprio positivi in merito alla gara per l’affidamento del servizio. Perchè ?

Di quanto accaduto in passato preferisco non esprimere giudizi. Sono consapevole che nella vita bisogna sempre guardare avanti e cercare di superare gli ostacoli.
Dico solo che il tempo è stato galantuomo ed ha dimostrato che dietro le critiche c’era solo una buona dose di ignoranza. Il tempo sta dando la giusta dimensione a tutti i fatti che si sono verificati.

Alla luce di quanto accaduto, quali prospettive per una nostra migliore mobilità?

Bisogna considerare che la Continue reading “Alcune domande al Comandante Ettore Morace, Amministratore delegato della Usticalines”

USTICA Lines – A V V I S O – Special Card e le Nativi Card


Download (PDF, 127KB)

Download (PDF, 377KB)

Collegamenti con Napoli a partire dal 2 Luglio


Download (PDF, 216KB)

Ustica Lines diventa Libertylines “Benvenuti a bordo”


FOTO-CARLO-MORACE-3La compagnia di navigazione Ustica Lines cambia nome e diventa Libertylines.
“Cambiare nome per rimanere fedeli al nostro concept aziendale. La volontà di entrare in una nuova dimensione che vada oltre e che accompagna l’evoluzione della nostra compagnia”, si legge in una nota stampa della compagnia.

“Un nome – fanno sapere ancora dall’azienda – legato essenzialmente alla storia della marineria. Ad uno stile di imbarcazioni che hanno fatto la storia e che per noi rappresentano certamente l’inizio della nostra storia. Dopo oltre venti anni, proiettati con l’azienda nel futuro, non vogliamo dimenticare cosa c’è alla base di quanto è stato costruito. Un nome che racchiude tutta la filosofia aziendale. Libertylines è la compagnia marittima siciliana ma è anche la compagnia marittima con la più grande flotta di mezzi veloci al mondo. Non dimentichiamo certamente quello che è stato, ne facciamo tesoro e lo portiamo con noi. Oggi guardiamo ad una innovazione nel mondo della costruzione dei mezzi veloci che ci vede impegnati in prima persona con i nostri ingegneri, il nostro cantiere ed il nostro fiore all’occhiello rappresentato dal più grande aliscafo del mondo. Libertylines rappresenterà questa nuova parte della nostra storia. Un cammino fatto di occupazione, di competitività, di maggior sicurezza e maggior confort per i nostri oltre duemilioni e mezzo di passeggeri annui. Libertylines è l’inizio di una nuova avventura. Benvenuti a bordo”.

Fonte: BlogSicilia

Catamarano Ustica Lines, Sospensione temporanea dei collegamenti

 

Catamarano Ustica Lines1  (5)PALERMO/USTICA E VV: MOMENTANEA SOSPENSIONE DEL COLLEGAMENTO SI INFORMANO I SIGG. PASSEGGERI CHE A CAUSA DI UN’AVARIA AL SISTEMA DI PROPULSIONE, IL CAT/NO ALE M DA OGGI NON POTRA’ ASSICURARE IL COLLEGAMENTO PALERMO/USTICA E VV. IL MEZZO STA EFFETTUANDO TUTTE LE VERIFICHE NECESSARIE PER GARANTIRE NEL PIU’ BREVE TEMPO POSSIBILE LA RIPRESA DEL SERVIZIO. USTICA LINES  SPA SI SCUSA CON I PASSEGGERI PER I DISAGI  ARRECATI, CUI NON PUO’ PORRE RIMEDIO IMMEDIATO POICHE’ L’ATTUALE CONTRATTO DI SERVIZIO CON LA REGIONE SICILIANA NON PREVEDE UN MEZZO SOSTITUTIVO DI  RISERVA.  LA RIPRESA DEL COLLEGAMENTO SARA’ COMUNQUE ASSICURATA ENTRO LE PROSSIME  72 ORE. 

USTICA LINE SPA

Ustica Lines compra Siremar (dopo quattro anni)


 

SiremarMancherebbe soltanto la firma. Ma l’operazione sarebbe ormai andata in porto. Ustica Lines si appresta a diventare il nuovo padrone del gruppo Siremar, finora controllato dalla Compagnia delle Isole, finita in amministrazione straordinaria. L’acquisizione sarebbe di circa 55 milioni di euro per rilevarne il controllo (50,1%). Ustica Lines si occuperà cosi dei collegamenti tra la Sicilia e le isole minori (Eolie, Egadi, Ustica, appunto) tramite aliscafi. L’altra metà, poco sotto la soglia del 50% sarà ancora riconducibile a Caronte&Tourist che gestisce il segmento traghetti.

Il consiglio di amministrazione di Compagnia delle Isole dovrebbe riunirsi a breve per deliberare la cessione degli asset al commissario che gestì il bando Siremar. Il 30 marzo è già in programma la riunione al ministero dello Sviluppo, poi la società passerà ad Ustica Lines. Sarà così l’epilogo di una vicenda che si trascina da tre anni: prima il Tar e poi il Consiglio di Stato hanno sentenziato l’illegittimità della procedura con la quale Siremar venne ceduta alla Compagnia delle Isole, annullando di fatto la gara. La società, presieduta dall’armatore Salvatore Lauro e di cui è azionista la Mediterranea holding, la cui maggioranza è nelle mani della regione Sicilia, rilevò Siremar grazie a una fideiussione della Regione, all’epoca guidata da Raffaele Lombardo, di circa 30 milioni. Secondo i giudici amministrativi la fideiussione è da ritenere aiuto di Stato, pertanto lesivo della libera concorrenza tra privati.

Fonte: Corriere della Sera
 di FABIO SAVELLI  56