Pubblicato il bando di gara per trasporto merci e merci pericolose con navi RoRo


Pubblicato il bando di gara che garantirà per i prossimi tre anni il trasporto con navi RoRo di merci e merci pericolose, sarà subito possibile attivare le procedure di gara negoziata grazie alle quali la legge consente, nelle more dell’affidamento del servizio, di procedere con una temporanea procedura urgente.

Nelle more di questi due passaggi, obbligatori per legge e che richiedranno due settimane di tempo, su richiesta del Sindaco di ustica, Aldo Messina, è stato richiesto al Ministero Trasporti (che non ha alcuna competenza sui trasporto merci ma solo sui mezzi passeggeri della Nuova Compagnia delle Isole) di autorizzare una doppia corsa ( una riservata ai passeggeri e l’altra alle merci pericolose) della Motonave Isola di Vulcano della Nuova Compagnia delle Isole, che collega Ustica con Palermo.

Oggi sia il Ministero che la Regione hanno autorizzato il servizio straordinario purchè la doppia corsa non comporti alcun onere per la pubblica amministrazione ma sia svolto come “recupero” .

Sul tema l’assessore regionale ai Trasporti, On. Antonino Bartolotta ed il direttore generale del Ministero ,Enrico Maria Puija, si sono incontrati ed hanno concordato la linea da seguire per risolvere la difficile emergenza.

In questo momento i funzionari dell’Assessorato Regionale trasporti ed i dirigenti della Compagnia delle Isole ( accetterà di viaggiare gratis? n.d.r.) stanno esaminando il piano d’intervento che comunque andrà sempre autorizzato dal Ministero.

Intanto da venti giorni Ustica non riceve rifornimento di carburante.

Aldo Messina

Emergenza trasporti merci pericolose e carburanti


COMUNE di USTICA

Ustica 29.05.13 – Prot n. 2184

Ministero Trasporti

Illmo Sig Direttore Generale

Ing Enrico Maria Pujia

All’Ill.mo Sig Assessore Regionale Trasporti Regione Siciliana

On. Francesco Bertolotta

Regione Siciliana

Dipartimento Trasporti e comunicazioni

Servizio 3 Trasporto Marittimo

dr S. Severino

Compagnia delle Isole

C.a. Dr. Prestigiacomo

Stazione Carabinieri Ustica

Responsabile Trasporti Sede

U:T:C Sede

FAX URGENTISSIMO

OGGETTO. Emergenza trasporto merci pericolose e carburanti e richiesta n. due corse straordinarie motonave della Compagnia delle isole

L’Assessorato Regionale Infrastrutture e Trasporti nei prossimi giorni provvederà a pubblicare il bando per l’affidamento del servizio trasporto via mare di merci pericolose e carburanti. Nelle more dell’aggiudicazione , a norma di legge, lo stesso potrà solo successivamente provvedere ad un affidamento provvisorio del servizio.

Al momento però, in piena stagione turistica, il mancato approvvigionamento di carburante e gas da un lato ha creato problemi di sicurezza( mezzi di Pronto Intervento) e sanitari(ambulanze) e dall’altro danni all’ economia(mezzi per la pesca, trasporto turisti e mancanza di gas per le cucine dei ristoranti).

Si chiede pertanto volersi urgentemente autorizzare la Compagnia delle Isole ad effettuare due corse straordinarie Palermo Ustica con Motonave isola di Vulcano per il trasporto di merci e merci pericolose .

Il Sindaco

Aldo Messina

 

Pubblicazione bando per trasporto merci e merci pericolose


Sarà pubblicato tra domani e dopodomani il bando regionale che consentirà per i prossimi anni il trasporto di merci e merci pericolose anche per l’isola di Ustica. Immediatamente dopo la suddetta pubblicazione la Regione attiverà , grazie alla collaborazione tra il direttore dell’assessorato infrastrutture, dr Vincenzo Falgares, e quello della Protezione Civile, ing Caologero Foti, le procedure negoziate per la prosecuzione del servizio.

Lo ha affermato personalmente l’Assessore regionale alle Infrastrutture, ing Francesco Bartolotta al sindaco di Ustica, Aldo Messina, che aveva richiesto un colloquio urgente con l’assessore , preoccupato per le notizie allarmanti che giungevano dall’isola.

Infondate anche le notizie di sospensione dell’approvigionamento di acqua tramite il dissalatore .

Il sindaco di Ustica ha contattato la direzione della Compagnia delle Isole la quale, nella persona del dr Francesco Agnello ha confermato la propra disponibilità al doppio attracco nei giorni di lunedì mercoledi e venerdì. La richiesta di un doppio attracco la Domenica , pervenuta dalla società che gestisce l’impianto di dissalazione dell’isola di Ustica , era dettata dalla paura che, nella malaugurata ipotesi di condizioni meteo avverse, l’impiano lunedì si sarebbe fermato. In realtà tra lunedi e martedì con un doppio attracco si potrà subito riattivare addirittura il doppio modulo del dissalatore.

Risulta invece vera la notizia secondo la quale il sindaco avrebbe detto a voce alta

” ma quando arriva il dodici giugno?”

Aldo Messina

 

Aggiudicata gara trasporto merci e merci pericolose con navi RoRo


F.C.1036 Nave RoRoAggiudicata mezzora fa alla NGI la gara per il servizio trasporto merci e merci pericolose con navi RoRo per Ustica.

” il servizio , afferma il sindaco di Ustica, Aldo Messina, è al momento in proroga in attesa del definitivo affidamento che potrà avvenire solo dopo che la Regione avrà approvato il bilancio. Nessuna scarsa incisività ma solo prassi burocratica, spiacevole ma necessaria”

Aldo Messina

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Angelo Longo

NAVI RO-RO UGUALE A M P! ARRIVANO, ARRIVANO, MA DOVE

SONO IN DIECI ANNI AVREMO LETTO MILLE ANNUNCI SUL RIAFFIDAMENTO DELLA RISERVA MARINA AL COMUNE.LA PROSSIMA STAGIONE QUASI…VOLGE AL TERMINE, NESSUNA INIZIATIVA IN ATTO.OSSERVARE PER CREDERE

SPERIAMO CHE ANCHE A USTICA NASCA UN ….COMICO! O MEGLIO UN BUTTAFUORI

Ustica: Cracolici, “Protezione Civile assicuri trasporto merci pericolose”


“Bisogna garantire il trasporto di merci pericolose (benzina, gas, ossigeno etc) per l’isola di Ustica: per questo ho incontrato l’ingegnere capo della Protezione Civile, Calogero Foti, al quale ho chiesto di individuare al più presto, anche attraverso l’affidamento diretto, un soggetto in grado di garantire questo servizio che serve al trasporto di beni indispensabili per gli usticesi”.

Lo dice Antonello Cracolici, deputato regionale del PD.

 

 

 

Servizio trasporto merci e merci pericolose con navi RoRo


 

F.C.1036 Nave RoRoQuesto pomeriggio l’ Assessore regionale alle Infrastrutture e trasporti Antonino Bartolotta porterà in giunta,per la necessaria approvazione, la proposta di affidare alla Protezione Civile regionale, mirabilmente diretta dall’ ingegnere Calogero Foti, l’incarico di riattivare da subito (anche da domani) il servizio trasporto merci e merci pericolose con navi dedicate RoRo.

E’ quanto è emerso dall’incontro fiume ()circa cinque ore) che ha avuto luogo ieri alla Presidenza della Regione , al quale anno partecipato lo scrivente sindaco di Ustica(unico sindaco presente) il consigliere comunale Ninì Caserta ed i tanti funzionari dei quali sarà possibile leggere l”elenco nel verbale allegato alla presente.

Unico neo il fatto che all’uscita, pur essendo parcheggiato in una piazza Indipendenza presidiata da mille agenti in assetto di guerra e ben chiuso, mi hanno fregato la moto (la quarta nei miei dieci anni di servizio ad ustica).

Ma tornando al tema principale, Ustica, Pantelleria e le Egadi riavranno il loro approvigionamento di benzina e gas senza dovere rinunziare a nessun altro colegamento.. Da subito anche se il particolare di isole senza carburanti

(tutte) e senza farina(Pantelleria) era sfuggito ai tanti presenti. Ma c’è stato chi ha puntualizzato.

Va precisato che l’assessore ha Continue reading “Servizio trasporto merci e merci pericolose con navi RoRo”

Trasporto merci pericolose con le isole


Nini Caserta 2Ieri, 14 marzo 2013, ho preso parte alla riunione dei Sindaci di Ustica, Favignana e Pantelleria tenutasi presso la Presidenza della Regione Siciliana a cura dell’Assessore competente per la soluzione del problema dei collegamenti per il trasporto, prevalentemente, delle bombole e della benzina, mentre, come a tutti noto gasolio e derrate alimentari possono viaggiare con la nave di linea della Compagnia delle Isole. Bene, l’Assessore al riguardo è stato chiaro e non ha affatto nascosto le difficoltà, al momento, di reperire le somme necessarie per poter ripristinare i collegamenti con le navi Ro.Ro. preposte a tali trasporti.

L’Assessore confida comunque di ottenere dalla Commissione al bilancio le somme necessarie per ripristinare il servizio entro il prossimo mese di giugno, sempre che d’accordo l’Assessorato al Bilancio. Insomma, mi sono reso conto di quanto è difficile portare avanti le legittime richieste quando la controparte ti fa capire che i tempi sono cambiati e che i soldi in cassa non ci sono più per nessuno e che senza denaro i problemi non trovano soluzione. Intanto fuori dalla Presidenza manifestavano centinaia di lavoratori tenuti a bada dalla polizia (tra la polizia vi era anche il nostro paesano della famiglia “Pagliuzzo”, in pieno assetto di contrasto che mi ha riconosciuto e graziosamente salutato) che reclamavano lavoro e dignità, anche per le loro famiglie, bambini compresi.

L’Assessore animato di buona volontà trova comunque la disponibilità del capo della Protezione Civile a farsi carico dell’emergenza e così per qualche mese tamponiamo il problema con collegamenti quindicinali.

CONSIDERAZIONI

Complimenti al Sindaco Messina per avere saputo animare e vivacizzare l’incontro, grazie anche al suo modo di porgersi alle persone che ricoprono ruoli istituzionali, per ottenere ciò di cui avevamo bisogno e in un contesto molto, molto difficile di finanze pubbliche e di disagio sociale. Ora chi come lui potrà svolgere in futuro tale ruolo? Avremo la capacità di valutare le figure delle persone che si proporranno a ricoprire la carica di sindaco e di consigliere per i prossimi cinque anni e votarli?

Questa riunione, poi, mi ha ulteriormente fatto capire che nel nostro paese c’è molta burocrazia che appesantisce fino all’esasperazione ogni attività. Nella fattispecie si sono convocate tante persone, si sono prodotte tante carte, si sono spesi anche soldi e tempo quando in momenti di recessione dove negozi, fabbriche ed aziende chiudono il problema poteva essere risolto con un’ istanza dei Sindaci interessati ai Prefetti e quindi al Ministero e poi alla Compagnia delle Isole per il trasporto di una volta a settimana, o quando necessario, di merce pericolosa a mezzo navi di linea e quindi con l’esclusione, al momento, dell’impiego di navi Ro. Ro. Ma, si vede che i tempi non sono ancora maturi per una vera e proficua modifica delle procedure protese ancora oggi a coinvolgere persone ed enti in ogni atto.

Rag. Gaetano CASERTA, Consigliere Comunale

 

Incontro sui trasporti di merci pericolose


[ id=16315 w=320 h=240 float=left] L’incontro sui trasporti di merci pericolose da me preannunciato ed al quale sono invitati le Prefetture, la Protezione Civile regionale ed i sindaci di Ustica e Favignana nonchè il Commissario di Pantelleria (come da allegato fax che come si legge è stato trasmesso ieri alle 19.18) avrà luogo oggi alle ore 12.00.

Sarà mia cura in tempo quasi reale trasmettere un comunicato anche(devo dire) a correzione di alcune pubblicate da alcuni lettori sulle web.-testate locali.
Ma già un’attenta lettura dei destinatari della missiva credo chiarisca i ruoli delle parti in causa.

Aldo Messina

 

Richiesta intervento S.E. Prefetto destinazione Motonave Isola di Vulcano trasporto merci pericolose

Nave Isola di Vulcano  (2)COMUNE di USTICA

Ustica 09.03.13 –  Prot n. 965

.sig Prefetto Se dr Umberto Postiglione

E p.c. Al sig Presidente della Regione Siciliana
On. Rosario Crocetta

Direttore regionale Assessorato Infrastrutture e Mobilità
Dr Vincenzo Falgares

Assessorato Regionale Trasporti
Dr Salvina Severino

Compagnia delle isole – Dr Prestigiacomo

Ufficio isole Minori – Dr Alessandra Di liberto

Delegazione di Spiaggia

Stazione Carabinieri Ustica

Sig assessori

UTC

Responsabile trasporti

OGGETTO: Richiesta intervento S.E. Sig Prefetto per ordinanza destinazione uso Motonave Isola di Vulcano a trasporto merci pericolose.

Eccellenza,

a causa della sospensione da parte della Regione Siciliana del servizio trasporto merci pericolose con navi RoRo, l’isola di Ustica già da venti giorni non riceve il necessario approvvigionamento di carburanti e gas in bombole.

Le scorte dei combustibili si esauriranno nei primi giorni della prossima settimana, non ci è stata proposta alcuna soluzione definitiva al problema(in realtà non siamo stati neanche convocati dalla Regione, né lo scrivente né gli amministratori di Pantelleria e delle Egadi) ed è facile prevedere le immediate conseguenze anche di ordine pubblico che il blocco del servizio determinerà.

Desidero pertanto sottoporre alla Sua valutazione la possibilità di un Suo intervento volto a destinare eccezionalmente, in deroga alla convenzione che la Compagnia delle Isole ex SiReMar ha sottoscritto con il Ministero dei Trasporti, due corse al mese della motonave Isola di Vulcano, normalmente adibita al trasporto passeggeri Palermo Ustica, al trasporto di merci pericolose (ovviamente senza passeggeri come da norme del codice navigazione). Ci rendiamo conto che anche questa soluzione comporta un disagio per i passeggeri ma questo potrà essere limitato dal fatto che si provvederà ad avvisarli per tempo e comunque potranno raggiungere l’isola utilizzando l’aliscafo( che in realtà ha un costo superiore, ma non si può avere tutto..).

La soluzione non comporta alcun onere economico aggiuntivo per la pubblica amministrazione.

Certo che la S.V. saprà con questa o altre soluzioni venire incontro alle esigenze dei cittadini di Ustica, porgo distinti saluti.

Il Sindaco
Aldo Messina

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Domenico Bracco

il 7 marzo e’ già stato programmato un incontro in 4 commissione all’ars per risolvere questo ed altri problemi

COME E’ FINITO L’INCONTRO ?.

 

Servizio trasporto merci pericolose – Risposta al Sindaco Aldo Messina


Salvatore Militello  (9)

Caro Sindaco,

Rispondo alla tua nota scevro da posizioni o contrapposizioni politiche (scegli tu).

Tu scrivi che se formuli la richiesta alla Regione è “ da considerare accolta il giorno dopo” e poni una serie di considerazioni e problematiche che guardano più alla “Regione “/ ai nostri “fratelli isolani” e non alla tua Comunità.

Hai voluto aspettare prima di rispondere per aver “ chiara ” la situazione laddove scrivi ..” volevo capire come reagiva la cittadinanza ed il Web a questa tua idea.” … : ritengo che la Cittadinanza vuole risolti i problemi ( basterebbe stare di più nell’Isola in mezzo alla gente e non fare una toccata e fuga per capire cosa vuole la gente!) ed il Web … non mi pare abbia espresso un parere negativo ( salvo qualche parere spicciolo di secondaria importanza …), anzi mi sembra tutto il contrario di quello che tu vorresti fare credere a chi legge la tua nota.

Non ho scritto che tale soluzione immediata occorre mantenerla per sempre ma sicuramente il problema (prima che diventi tale) va risolto immediatamente in attesa che la Regione trovi una soluzione – e la dovrà trovare per tutte le Isole e quindi non ci potranno essere quelle di serie A e quelle di serie B -.

Tu, sempre nella tua nota, pur di NON Continue reading “Servizio trasporto merci pericolose – Risposta al Sindaco Aldo Messina”

Approvvigionamento gasolio, gas e merci pericolose


 

Aldo Messina  (50)Ustica 28.02.13

Caro Salvatore,

E’ sin troppo facile per me aderire alla tua richiesta di risolvere il problema “approvvigionamento gasolio, gas e merci pericolose con i mezzi navali che abbiamo già a disposizione”, chiedendo agli organi preposti che due volte al mese (d’inverno) la motonave della Nuova Compagnia delle Isole (Ex SiReMar) invece che passeggeri trasporti merci pericolose.

E’ ben ovvio che se formulo questa proposta alla Regione, potrai considerarla accolta il giorno dopo per il semplice fatto che tolgo un problema alla Regione senza farle spendere soldi.

Dici bene, la proposta era già stata presentata qualche mese fa in un piccolo incontro con cittadini in sala consiliare ma non mi pare di ricordare sia stata accolta con entusiasmo.

Per questo motivo non ho risposto subito a questa tua nota che è del 26. Volevo capire come reagiva la cittadinanza ed il Web a questa tua idea. Non mi pare avere letto alcun commento, pertanto, il tempo è tiranno, ti rispondo nel tentativo di valutare le possibili conseguenze.

Il problema navi RoRo(“Trasporto merci pericolose”) era già sorto a luglio e poi a gennaio, grazie al fatto, diciamolo, che i parlamentari regionali dell’allora maggioranza, prossimi ad una campagna elettorale, non intendendo rinunziare ai doni della famosa tabella H, avevano bocciato l’emendamento di commissione(approvato invece all’unanimità, quindi dai loro stessi partiti!!!) che prevedeva di prelevare delle somme da quel capitolo per finanziare le navi RoRo. Sarebbe importante che qualcuno andasse a leggere negli atti parlamentari della Regione chi ha votato a favore e chi contro. Troverebbe tante sorprese. Ma è andata così.

Si è riusciti comunque, certamente non senza disagi, a far sì che sia ad agosto che a gennaio il servizio venisse ripreso. Si ricorderà che, dopo avere coinvolto l’ANCI(Associazione Nazionale Comuni d’Italia, che vede Ustica nel consiglio direttivo regionale) a gennaio sindaci del palermitano avrebbero con noi occupato in segno di protesta il porto di Palermo e che nello stesso giorno l’Assessore Regionale alle Infrastrutture ha inviato una nota ( vedi blog usticesi) che garantiva il servizio sino ad aprile…si è visto.

Si avrà presente anche che lo scrivente ebbe a pubblicare sulle nostre testate e sul Sicilia la considerazione “francamente non so quale possa essere una soluzione giuridicamente corretta della problematica”. E mi riferivo al fatto che la “proroga della proroga” è illegittima. A completare questa che è ancora una premessa, si menziona la tavola rotonda trasmessa sabato scorso in diretta dagli studi di RGS e poi ripresa dal quotidiano del mattino, alla quale l’Assessore pur invitato con me a dibattere il tema, non si è presentato.

Delineato per sommi capi un quadro che è di lotta per il mantenimento di un diritto (mobilità) per il quale sinora ho ritenuto giusto lottare a rispetto della nostra identità, tu mi chiedi:

– sostituire due volte al mese (d’inverno e d’estate?) la corsa passeggeri con quella utile al trasporto di merci pericolose

– Spostare per quel giorno la partenza del catamarano da Palermo dalle 7.00 alle 9.30 ( considerando che un giorno alla settimana il catamarano non viaggia già di per sé).

Torno a ripetere questa tua proposta che sinora non ho voluto far mia, se accolta dai cittadini usticesi, verrebbe sposata immediatamente anche dalla Regione, anche se la Compagnia delle Isole ha un contratto con il Ministero e non con la Regione ed è a quell’amministrazione che andrebbe richiesta la sostituzione di corsa. Ciò detto, considerando positiva (in che tempi?) anche la risposta del Ministero, ci si può trovare davanti a cinque problemi :

– 1)chi garantisce che la Regione oltre che accettare la tua richiesta, non dica più o meno” bene, allora continuiamo sempre cosi, anche in estate”?

– 2) metteremmo in difficoltà i nostri fratelli delle Egadi e di Pantelleria ai quali la Regione potrebbe fare la stessa proposta.

– 3) Se la Regione dovesse accettare la nostra (in realtà per ora tua) richiesta , non essendo tenuta a fare la stessa mozione ad Egadi e Pantelleria potrebbe avvenire che:

– 3) a) i soldi risparmiati pere Ustica rendano subito possibile il collegamento per Egadi e Pantelleria e noi restare comunque senza.

– 3) b) Avremo (peggio di quanto non avvenga ora) isole con collegamenti di serie A ed isole con collegamenti di serie B

– 4) Potrebbe essere inoltrata la nostra richiesta al Ministero e questa tornare approvata tra un mese ( ma solo per Ustica) e noi non avere i servizi che avranno Pantelleria e le Egadi ed ugualmente noi essere rimasti senza gasolio per un mese.

– 5) La riduzione del numero delle corse non solo determinerà licenziamenti nel settore marittimo ma soprattutto comporterà minori entrate per i nostri (usticesi) ormeggiatori.

Ciò premesso, questa è la mia considerazione ma se mi si dovesse dimostrare che non è quello che vogliono i cittadini usticesi e se si ritengono superflue due corse di motonave al mese, domani, giorno in cui dovrei(febbre e tempo permettendo) raggiungere l’isola, potremmo parlarne e prendere una decisione.

Se invece si deciderà per la lotta io continuerò ad esserci ed i miei amici sindaci sono certo che non mi lasceranno solo.

Un’ultima considerazione. Mi spieghi poechè hai inviato la tuia lettera anche ai Responsabili delle Compagnie di navigazione? E perché solo a Ex Siremar ed Ustica Lines e non a NGI o Traghetti delle Isole? E’ un momento nostro e successivamente della regione e del Ministero, le compagnie non credo c’entrino nella scelta.

Spero non avere dimenticato nulla. Ti ringrazio avermi dato la possibilità di esprimere il mio pensiero.

Fatemi sapere.

Aldo Messina

^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Angelo Longo

Evidentemente il concetto di COSTI-BENEFICI e’ talmente lontano dalla subcultura della quasi totalita’ di politici e amministratori siciliani, da non riuscire a capire il messaggio nettissimo che gli elettori hanno espresso solo domenica scorsa.

in estrema sintesi dico: razionalizzando la gestione delle TRE corse giornaliere di cui disponiamo – due aliscafi e una nave noi possiamo smaltire i rifiuti, portare i carburanti ed economizzare per rifinanziare l’indispensabile servizio estivo USTICA-NAPOLI. Certo qualcuno che abita su Cala S. Maria non potrà godere piu’ dello spettacolo di vedere partire contemporaneamente nave e aliscafo! Ai miei concittadini vorrei dire che gli sprechi di molti di coloro che hanno amministrato e di taluni che oggi amministrano (sic!) oltre a noi li pagheranno figli, nipoti e,forse, anche i pronipoti.

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Francesco Menallo

Non so cosa abbiano combinato i deputati della scorsa legislatura.So, però, che la tabella h e’ stata abolita dal 2010.

Dopodiché forse è’ il caso di affrontare il problema senza curarsi di cosa fa la regione con i soldi che risparmia. Se si risolve un problema ( anche transitoriamente) la spesa può benissimo essere indirizzata altrove. A meno che non si voglia sostenere che i due viaggi mensili siano funzionali non a rispondere ad un’esigenza collettiva ma a garantire un ulteriore introito agli ormeggiatori usticesi, fermo restando che liberarsi dal giogo dell’umido da trasportare e della dipendenza economica da mamma regione forse non è un traguardo impossibile.
Nel frattempo pare che la proposta del sig. Militello possa risolvere il problema…e solo sulle dedotte conseguenze vengono mantenute riserve.
Se le conseguenze sono quelle esposte dal Sindaco, e’ solo una valutazione, come spesso accade, costi – benefici.
Per me i benefici immediati superano i ( presunti) costi.

 

 

Sospensione servizio Nave Ro-Ro e trasporto merci pericolose


[ id=16223 w=320 h=240 float=left] Caro Aldo, ( Sindaco di Ustica),

Ti scrivo da cittadino di Ustica e da candidato a Sindaco.

La nuova sospensione del servizio nave Ro-Ro ( Ulisse) per il trasporto delle merci pericolose ( principalmente benzina e bombole gas) mi inducono a scriverti per rinnovarti il mio pensiero, espresso tra l’altro a Gennaio nel pubblico incontro che tu hai tenuto nell’aula consiliare, in merito all’argomento.

Capisco che non tutto dipende da te ( Comune di Ustica) ma da altri Enti, ma nelle more non si può tornare a fare riunioni, articoli, servizi giornalistici e televisivi ed aspettare chissà quanti giorni ancora, se poi il risultato finale è quello che stiamo vedendo adesso.

Tu da Sindaco, se puoi – e si può! -, devi risolvere il problema ai tuoi Cittadini.

Considerato che ciò che si Continue reading “Sospensione servizio Nave Ro-Ro e trasporto merci pericolose”

Trasporto via Mare merci pericolose Isole Ustica, Egadi e Pantelleria: scadenza 31.12.12


COMUNE di USTICA

Ustica 06.11.12   Prot n 4340

Al Sig Presidente Regione Siciliana
On. Rosario Crocetta

Al Direttore Regionale Assessorato Infrastrutture e Mobilità
Dr Vincenzo Falgares

Assessorato Regionale trasporti
c.a. dr Salvina Severino

Regione Siciliana – Protezione Civile
C.a. Ing. P. Lomonaco
C.a Ing. C. Foti

Emergenza Rifiuti
C.a Ing. G. Pirrone

Compagnia delle Isole
C.a. Dr. Prestigiacomo

Ufficio isole Minori
c.a. Dr Alessandra Di Liberto

E p.c. Al Sig Prefetto
S.E. Umberto Postiglione

Sig assessori

UTC

Responsabile Trasporti

stazione carabinieri Ustica

OGGETTO : Trasporto via Mare merci pericolose Isole Ustica, Egadi e Pantelleria: scadenza 31.12.12

Ad evitarsi i notevoli disagi verificatesi questa estate per il mancato rifornimento di combustibile nelle isole in oggetto, si ricorda che il 31.12.12 scade la convenzione stipulata, in emergenza, tra Regione Siciliana ( Protezione Civile) e la Compagnia delle Isole ex SiReMar.

Tautologico ricordare che, senza un nuovo contratto di servizio le isole minori di Ustica, Pantelleria e le Egadi, dal 1 gennaio resteranno senza carburante e nell’impossibilità di far funzionare le locali centrali elettriche.

Si evidenzia inoltre che i “cassoni stagni”, acquistati dall’Ufficio Regionale Emergenza Rifiuti ad agosto e che dovevano essere consegnati (d’urgenza) entro quattordici giorni, non sono ad oggi arrivati ad Ustica e che inoltre , per quanto ci è dato sapere, la Protezione Civile regionale non ha ancora formalizzato con la Compagnia delle Isole il contratto relativo al suddetto servizio, benché la Società si sia impegnata ad espletare(ed ha sinora espletato) il trasporto merci pericolose dal 21 agosto al 31 dicembre prossimo.

Al fine di preordinare condivise azioni di pianificazione del trasporto merci pericolose nelle isole minori, si chiede pertanto all’Illmo Sig Presidente della Regione Siciliana, On Rosario Crocetta, volere convocare gli uffici competenti unitamente ai sindaci delle Isole di Ustica, Egadi e Pantelleria.

IL SINDACO
Dr Aldo Messina

 

Disagi trasporto via mare passeggeri e merci pericolose, RSU e carburante


[ id=14300 w=320 h=240 float=left] Con Un Fax urgentissimo indirizzato al Prefetto di Palermo Dr. Umberto Postiglione e per conoscenza ad altri protocollato al n. 3356 del 1° settembre 2012 e avente per oggetto i “disagi trasporto via mare passeggeri e merci pericolose, RSU e carburante, il sindaco scrive:

Eccellenza,

desidero segnalarle i continui ulteriori disguidi sia sui trasporti dei rifiuti solidi urbani, merci pericolose e carburanti (su linea ordinaria) che di rifiuti speciali che si sono verificati dal momento che è subentrata alla ex SIReMar la nuova “Compagnie delle Isole”, provocando il blocco totale del trasporto dei rifiuti solidi urbani con conseguenze di problemi sanitari e mettendo in ginocchio l’economia isolana non potendo arrivare sull’isola i carburanti (Ecologica).

Eccellenza, la prego di volere adottare i provvedimenti da lei ritenuti necessari affinchè i soggetti responsabili di questi gravissimi problemi dannosi per la comunità vengano risolti definitivamente e con estrema urgenza.

Non si ritiene che la tematica emergenziale in questione possa essere affrontata momento per momento.”

 

 

Viaggio addizionale merci e merci pericolose


L’agenzia Militello informa che domani 2 settembre la M/TV Isola di Vulcano effettuerà un viaggio addizionale A/R sul collegamento Palermo – Ustica in esecuzione del servizio di trasporto merci e merci pericolose affidato alla Compagnia delle Isole dal dipartimento della protezione civile a seguito di relativa gara.

La nave partirà da:

Palermo alle 08,00 con arrivo ad Ustica alle ore 10,30

Ustica alle 11,00 con arrivo a Palermo alle ore 13,30

Palermo alle 14,00 con arrivo ad Ustica alle ore 16,30

Ustica alle 17,00 con arrivo a Palermo alle ore 19,30

Si precisa che il collegamento sarà effettuato con la limitazione di trasporto connessa alla tipologia di merce.

NdR – Noi, forti dell’esperienza di mezzi di comunicazione marittimi, maturata negli anni di permanenza sull’Isola, consigliamo, a  coloro che hanno le coincidenze con il centro – nord, di imbarcare o fare imbarcare  la sola macchina  alle 11,00 ad Ustica e l’autista con eventuali familiari raggiungere Palermo con uno dei due mezzi veloci.

 

Ritornerà normale il “servizio” trasporto merci e combustibili


Nel giorno di San Bartolo, protettore di Ustica, possiamo dire che ritornerà alla normalità dal prossimo dieci settembre il servizio con apposite navi per il trasporto di merci e combustibili per le isole di Ustica, Egadi e Pantelleria.

E’ quanto è emerso dall’incontro di stamane alla protezione civile regionale alla presenza dei delegati delle Prefettura di Palermo, Antonin Oddo e Trapani, del direttore Regionale Protezione Civile, Pietro Lo Monaco e provinciale, Calogero Foti,dell’ Emergenza Rifiuti, Marco Lupo, del dirigente della Compagnia delle isole ex SiReMar, Pino Prestigiacomo, del responsabile sicurezza della Capitaneria di Porto, Antonio Donato e dei sindaci di Ustica, Aldo Messina e delle Egadi , Lucio Antinoro.

“ Pur rendendoci conto che si è manifestata qualche, ovvia, difficoltà sia per la Protezione Civile che per la Compagnia delle Isole, dobbiamo evidenziare che dal 3 agosto ad oggi si è imboccata la strada giusta: il servizio deve essere effettuato con navi diverse da quelle che trasportano passeggeri”, afferma il sindaco di Ustica, Aldo Messina. “Sino al 10 settembre-prosegue- il servizio continuerà ad essere effettuato, come ora, grazie alla doppia corsa delle navi di linea con orari e giorni concordati con i sindaci, sì da non creare disservizi. Dal 10 settembre e sino al 31 dicembre la Compagnia delle Isole noleggerà le motonavi Zeus per le Egadi e Cossyria per Pantelleria ed Ustica che affiancheranno le navi di linea.Il 31 dicembre- si spera- la Regione dovrà espletare la nuova gara. L’Emergenza Rifiuti regionale ha intanto iniziato per le Egadi e Pantelleria la distribuzione degli scarrabili per il trasporto rifiuti . La consegna per Ustica subirà qualche giorno di ritardo in quanto i sussidi saranno realizzati su misura in base alle indicazioni dell’amministrazione comunale dell’isola. Credo che oggi si possa essere soddisfatti del lavoro svolto dalla Protezione Civile Regionale e dall’Emergenza Rifiuti. Insostituibile il ruolo svolto dalle Prefetture e , se vogliamo, l’azione di costante monitoraggio dei sindaci.

Aldo Messina

 

 

Corsa straordinaria per trasporto merci e merci pericolose

 


Oggi 22 Agosto la motonave Isola di Vulcano dovendo eseguire trasporto di merci e merci pericolose effettuerà una corsa straordinaria.

Partirà da Palermo alle ore 09,30 con arrivo ad Ustica alle ore 11,30

partirà da Ustica alle ore 12,00 con arrivo a Palermo alle ore 14,00;

partirà da Palermo alle ore 15,00 con arrivo ad Ustica alle ore 17,00

partirà da Ustica alle ore 17,30 con arrivo a Palermo alle ore 19,30

^^^^^^^^^^

NOTA: Si spera che gli orari verranno rispettati in quanto siamo stati informati che viaggeranno per Palermo passeggeri, con auto a seguito, che dovranno prendere le coincidenze con navi in partenza per Napoli.

All’ex Siremar la gara per il trasporto merci e merci pericolose per Ustica, Egadi e Pantelleria


La Nuova Compagnia delle Isole (ex Siremar) si è aggiudicata la gara da un milione e mezzo di euro circa per le gestione del servizio trasporto merci e merci pericolose per le isole di Ustica, Egadi e Pantelleria sino al mese di dicembre.

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso dal Sindaco di Ustica, Aldo Messina. Che spiega: ” Giustamente e probabilmente per la pressione dei Sindaci delle tre isole, la Regione vuole garantita non solo la quantità, ma anche la qualità dei servizi e la compagnia aggiudicatarie dovrà dimostrare non solo con quali mezzi intenda operare, ma anche se gli stessi sono idonei al servizio”.

Per la Regione, se tutto filerà liscio, ci Continue reading “All’ex Siremar la gara per il trasporto merci e merci pericolose per Ustica, Egadi e Pantelleria”

La compagnia delle Isole di aggiudica la gara per il trasporto merci e merci pericolose


Aggiudicata ,ma con il beneficio di inventario , alla Nuova Compagnia delle isole ex SiReMar la gara per le gestione del servizio trasporto merci e merci pericolose per le isole di Ustica, Egadi e Pantelleria sino al mese di dicembre.

” giustamente e probabilmente per la pressione dei sindaci delle tre isole, la Regione vuole garantita non solo la quantità ma anche la qualità dei servizi e la compagnia aggiudicatarie dovrà dimostrare non solo con quali mezzi intenda operare ma anche se gli stessi sono idonei al servizio. E’ la diretta conseguenza delle perplessità lamentate dei sindaci di Ustica, Aldo Messina, delle Egadi, Lucio Antinoro e del commissario di Pantelleria, Giuseppe Piazza, che ovviamente ignoravano chi si sarebbe aggiudicata la gara, ai recenti incontri, l’ultimo dei quali alla Prefettura di Palermo. La Regione Siciliana e la Protezione Civile Regionale stanno dimostrando di trattare la materia con la dovuta competenza ed i sindaci continueranno a suggerire i percorsi piu’ idonei alle proprie comunità non ritenendo affatto concluda la vicenda. Diamo il benvenuto a chiunque lavori per offrire un servizio di qualità alle isole di Sicilia ”

Aldo Messina

 

Trasporto Merci Isole minori


[ id=14051 w=320 h=240 float=left]