Palermo, il cunto e i pupi sposano la musica barocca e l’animazione digitale


Sono gli artisti che il 5 agosto scorso hanno suonato hanno suonato l’0rgano nella nostra parrocchia San Ferdinando Re

Per leggere l’articolo clicca qui

Ustica, rilassarsi con spettacolari tramonti e musica al RED


Ustica, saggio di musica e danza bouffet di ringraziamento


bouffet ringraziamento insegnanti saggio musica e danza

“Ustica, saggio di musica e di danza


Ustica, saggio di musica e di danza


Ieri 13 giugno si è svolto il saggio di musica con Alessia Marinelli e Hip Hop con Alessandro D’Agostino e il sostegno di Debora Ferreri.

Massima collaborazione, grande soddisfazioni .
Ringraziamo per l’aiuto, la fiducia e la disponibilità Comune di Ustica con il Sindaco Salvatore Militello, e gli Assessori Beatrice Daidone , Pietro Bertucci e Salvatore Compagno.
Gratitudine a coloro che hanno sostenuto il nostro impegno con Plastic Free: Angolo del pesce, Adolfo Patricolo , Cose così di Elisabetta Iorio , Ustica Alimentari , Kikis , Clelia.
“Personalmente volevo ringraziare tutti gli allievi che ieri ci hanno regalato grandi emozioni .
Portare la danza ad Ustica per me è stata una grande soddisfazione , veder ballare i nostri figli , tenerli impegnati in qualcosa che non sia qualcosa di negativo .
Conto per il prossimo anno di poter inserire in altra disciplina oltre all’hip hop , LA DANZA CLASSICA . Giorgia grazie alla scuola di danza di Pantelleria L’isola in danza di Sabrina Laura Dominguez ieri ci ha regalato qualche pezzo di classica. Vi aspettiamo numerosi a settembre più carichi di prima con : scuola di musica di Alessia Marinelli , Hip hop con Alessandro D’Agostino e danza classica a sorpresa .
Comunichiamo inoltre che per quanto riguarda i gonfiabili la raccolta è stata solo di 10€ , non ci arrendiamo . Per i nostri figli vogliamo 100! Quel 100 che ieri ci hanno regalato !”

Debora Ferreri

A Palermo, la “musica ribelle” di un’orchestra di venti chitarre . Domenica 13 maggio


1968 | 2018  | RI(E)EVOLUZIONE – MUSICA RIBELLE
curva minore contemporarysounds  | XXI anno
Palermo |  Cantieri Culturali alla Zisa | Sala Perriera | 11 – 27 maggio
 Domenica 13 maggio: UN’ORCHESTRA INEDITA DI VENTI CHITARRE

CARTELLA STAMPA + FOTO

Procede già spedita la nuova stagione di CURVA MINORE che ha scelto come titolo proprio RI(E)VOLUZIONEMUSICA RIBELLE, ed è in programma fino al 27 maggio allo Spazio Perriera dei Cantieri Culturali alla Zisa (via Paolo Gili 4).

Il direttore artistico Lelio Giannetto ha deciso di muoversi riannodando il filo del 1968, cercando di capire con gli artisti, quali influenze e ricadute di quegli anni, siano ancora vive oggi. Ai Cantieri, visitabili per tutto il periodo della rassegna, le due installazioni del compositore e artista sardo Alessandro Olla: . “Onde corte – Geografie possibili” (e una seconda installazione, “Geofonie tattili”.

Domenica (13 maggio) alle 21,15 i Continue reading “A Palermo, la “musica ribelle” di un’orchestra di venti chitarre . Domenica 13 maggio”

Riceviamo e pubblichiamo – “Musica manent festival” Cinque concerti a Ustica”


Miramonti-Graziani-Chines

USTICA (PALERMO) – Dopo i successi della prima edizione, che nel 2017 ha visto protagonisti artisti di fama internazionale come Ingrid Fliter, Davide Cabassi, Anton Dressler, Tatiana Larionova e il Trio Casa Bernardini, anche nell’estate 2018 torna a Ustica “Musica manent festival”, direttore artistico Alberto Chines, nell’ambito della quarta edizione di “Ustica Villaggio Letterario”, la manifestazione ideata e diretta da Anna Russolillo, in programma nella tradizionale cornice di Punta Spalmatore.

“Musica manent festival” si terrà dal 19 al 26 luglio e propone cinque concerti di musica classica, che spaziano dai capisaldi del repertorio solistico e d’insieme a rarità, prime assolute e, soprattutto, tante sorprese. La nuova edizione 2018 del festival sarà infatti caratterizzata da una proposta musicale originale e assai varia: tutti gli artisti coinvolti, di fama nazionale e internazionale, si esibiranno durate ogni serata in diverse formazioni, alternandosi e dialogando fra loro e con il pubblico, unendo quindi fantasia e voglia di comunicare con doti musicali strabilianti, programmi dinamici e interessanti, nel segno di un alto valore artistico.

Direttore artistico, Alberto Chines. I musicisti ospiti di questa seconda edizione di “Musica Manent festival” sono, insieme allo stesso Chines, Davide Cabassi (pianoforte), Anna Serova (viola), Roberto Molinelli (viola), Luca Bossi (flauto), Tatiana Larionova (pianoforte) e il Trio Casa Ber­nardini (Enrico Graziani, Marcello Miramonti, Alberto Chines).

Questo il programma: giovedì 19 luglio, il via al festival alle ore 22, con il concerto intitolato “Da genti e paesi lontani”; domenica 22 luglio, “La città dei sogni”; lunedì 23 luglio, “Il popolo, il tango e la gioventù”; martedì 24 luglio, “Classici…o quasi” e giovedì 26 luglio, “Sinergie”.

Fonte: Live Sicilia

 

Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Archeologia e Musica IX edizione -26 dicembre/6 gennaio


29 dicembre | ore 18,30 |Chiesa di San Giuseppe dei Teatini
Orchestra di fiati dell’Istituto “Regina Margherita”

Ritorna puntuale come ogni anno il ciclo di concerti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, ospitati in chiese, oratori e luoghi storici di Palermo, a volte anche poco conosciuti o magari aperti per l’occasione. La rassegna, giunta alla sua nona edizione, è organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

Quarto appuntamento: venerdì 29 dicembre, alle 18,30, nella chiesa di San Giuseppe dei Teatini, spazio ai giovanissimi: l’orchestra di fiati formata dagli allievi del Liceo Musicale Regina Margherita, diretta da Giovanni La Mattina, si esibirà in un inedito programma che parte dall’”Inglesina”, scherzo sinfonico-militare composto nel 1871da uno dei più orchestratori per bande, Davide delle Cese, che scrisse più di 35 composizioni tra marce, liriche, valzer e mazurche; quindi, “La Danza del sole”, marcia folcloristica che si ispira alle cerimonie dei nativi d’America e si deve a Nunzio Ortolano come anche il pezzo “Giuditta” dedicato al mezzosoprano Giuditta Angiola Maria Costanza Pasta; dell’olandese Jacob De Haan è invece il maestoso e barocco “Concerto d’amore” e la marcia “Oregon”, mentre il belga Andrè Waignein firma “Air for Winds”, bellissima aria romantica per orchestra di flauti. Si chiude con le musiche tratte da “C’era una volta il West” e “Il buono, il brutto e il cattivo” di Continue reading “Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Archeologia e Musica IX edizione -26 dicembre/6 gennaio”

Natale a Palermo – un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musica – IX edizione – 26 dicembre/6 gennaio  


28 dicembre | S.Nicolò da Tolentino | ore 19,30
Orchestra dell’Accademia Musicale Siciliana –
Coro Incontrovoce dell’Accademia Henry Farge

Ritorna puntuale come ogni anno il ciclo di concerti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, ospitati in chiese, oratori e luoghi storici di Palermo, a volte anche poco conosciuti o magari aperti per l’occasione. La rassegna, giunta alla sua nona edizione, è organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

Per il terzo appuntamento, sarà l’imponente chiesa di san Nicolò da Tolentino ad ospitare – giovedì 28 dicembre (alle 19,30) – l’orchestra dell’Accademia Musicale Siciliana, diretta da Gaetano Colajanni, a cui si unirà il Coro Incontrovoce dell’Accademia “Henry Farge”, diretto da Fabio Faia.

Quattro voci soliste: Luisa Saitta, soprano, Alessia Sparacio, contralto, Valerio Intravaia, tenore e Massimo Schillaci, basso, accompagnati da Vito Mandina all’organo. Eseguiranno arie e brani da Mozart, Vivaldi, Bach, Saint Saëns e Faurè.

 

FOTO DEGLI ARTISTI

https://www.dropbox.com/sh/m6ek0qf7lym35lk/AABKgy6GAV0O8c_xE-0FSjjJa?dl=0

 Ufficio stampa: Simonetta Trovato | cell.333.5289457

NATALE A PALERMO UN ITINERARIO CULTURALE TRA ARTE, ARCHITETTURA E MUSICA


IX edizione |Palermo | 26 dicembre/6 gennaio

Ingresso libero

  

26 dicembre | ore 19,30 | Chiesa di San Francesco di Paola

 Sicily Ensemble

Ritorna puntuale come ogni anno il ciclo di concerti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, ospitati in chiese, oratori e luoghi storici di Palermo, a volte anche poco conosciuti o magari aperti per l’occasione. La rassegna, giunta alla sua nona edizione, è organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

 L’avvio sarà dato a Santo Stefano (martedì 26 dicembre), alle 19,30, nella chiesa di San Francesco di Paola, con un concerto del Sicily Ensemble che si perderà tra i tanghi e i pezzi più noti di Astor Piazzolla. Il Sicily Ensemble è una giovane formazione che si è formata di recente ma conta già con esperienze concertistiche nazionali. I suoi componenti la pianista Giovanna Mirrione, la violinista Antonella Scalia, il fisarmonicista Daniele Collura, il chitarrista Giuseppe Adamo e il contrabbassista Alberto Fiorentino –, appartengono al Laboratorio di Musica di Insieme per pianoforti, strumenti vari e percussioni coordinato da Franco Foderà al Conservatorio Scontrino di Trapani. La strana conformazione dell’ensemble offre la possibilità di affrontare particolari tipi di repertori, dal classico al moderno, musica pop riarrangiata, e brasiliana. L’ensemble ha voluto dare anche il proprio contributo alla divulgazione di alcune significative opere di Astor Piazzolla, lontane dai circuiti d’ascolto di massa, per le quali esecuzioni sarebbero necessarie  particolari formazioni orchestrali .

PROSSIMO APPUNTAMENTO. Mercoledì 27 dicembre (alle 19) ci si sposta nella Chiesa di Santa Maria La Nova per un programma che schiaccia l’occhio al ‘900: il Trio Mulè, due archi e piano, tutti “rosa” – la violinista Mariangela Lampasona, la violoncellista Sabrina Colajanni e la pianista Giusy Cascio – si dedicheranno a musiche di Scriabin, Rachmaninov e l’amato Piazzolla.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

 FOTO DEGLI ARTISTI

https://www.dropbox.com/sh/m6ek0qf7lym35lk/AABKgy6GAV0O8c_xE-0FSjjJa?dl=0

 

Ufficio stampa: Simonetta Trovato | cell.333.5289457

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

There are two means of refuge from the miseries of life: music and cats.” –
Albert Schweitzer

Ci sono due mezzi di rifugio dalle miserie della vita: musica e gatti.
Albert Schweitzer

Inviato da: Gabriella Liffredo

“note” per merenda


Note per merenda
Note per merenda

Natale a Palermo – un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musica.


VII edizione
Palermo – 26 dicembre/6 gennaio. Ingresso libero

4 gennaio Coro sancte joseph2Un concerto per soli sassofoni e il coro in Cappella Palatina per “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, la rassegna di dieci appuntamenti natalizi gratuiti in chiese e luoghi storici di Palermo, organizzata dai Club Service. Domani sera (domenica 3 gennaio) alle 19 nella sala delle Capriate dello Steri sarà infatti la volta del Blue Note Sax Quartet con un programma di brani poco conosciuti per intenditori. Lunedì 4 gennaio, invece, l’unico concerto con ingresso limitato: solo chi possiede l’invito personale – ma ne saranno distribuiti altri trenta, domenica sera, prima del concerto – potrà infatti accedere alla Cappella Palatina dove, alle 18, si esibirà il Coro Sancte Joseph, diretto da Mauro Visconti. La limitazione è dovuta a esigenze di sicurezza, la Cappella – considerata uno dei “luoghi sensibili” della città – infatti non può contenere più di 110 spettatori preventivamente identificati.

“Natale a Palermo”, giunta alla sua settima edizione, è organizzata dai club service, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con l’associazione Volo, che la offrono alla cittadinanza e Continue reading “Natale a Palermo – un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musica.”

NATALE A PALERMO UN ITINERARIO CULTURALE TRA ARTE, ARCHITETTURA E MUSICA


 

 

VII edizione
Palermo – 26 dicembre/6 gennaio. Ingresso libero

Secondo e terzo appuntamento per “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, la rassegna di dieci concerti natalizi gratuiti in chiese e luoghi storici di Palermo, a volte anche poco conosciuti. La rassegna, giunta alla sua settima edizione, è organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con l’associazione Volo, che la offrono alla cittadinanza e ai turisti.

27 dicembre trio giubila27 dicembre, ore 19.
Chiesa del Piliere (piazzetta Angelini, di fronte Palazzo Branciforte)

Un piccolo gioiello recuperato: la Chiesa del Piliere, tra stucchi e affreschi ritrovati. Aperta (e scoperta dal pubblico) durante le Vie dei Tesori, la chiesa è un viaggio inaspettato in un mondo leggero, fatto di puttini e decori. Ospiterà, domenica (27 dicembre) alle 19, un concerto intimo del Trio Giubila (viola, clarinetto e pianoforte) che propone un repertorio cameristico di solito poco indagato. Il Trio Giubila è formato da Salvatore Giuliano alla viola, Giovanni La Mattina al clarinetto e Adriana Biondolillo al painoforte.  Musiche di Mendelssohn, Bruch, Shostakovich, Piazzolla

28 dicembre, ore 19
Santa Teresa alla Kalsa (piazza Kalsa)

Lunedì 28 dicembre alle 19, ci si Continue reading “NATALE A PALERMO UN ITINERARIO CULTURALE TRA ARTE, ARCHITETTURA E MUSICA”

USTICA, L’ISOLA DELLA MUSICA – III edizione – 8 – 23 agosto


Ustica si candida sempre più a diventare “l’isola della musica”. Dei generi più disparati visto che la piccola isola di fronte Palermo continua ad ospitare jazz d’autore, ma anche alle note etniche, alla musica popolare e al rock. E da quest’anno, anche un concerto a mezzanotte, sulle note di uno dei cantautori più coerenti del panorama italiano. Il progetto “Ustica, l’isola della musica”, nato da un’idea di Angelo Butera e promosso anche quest’anno dall’Assessorato regionale al Turismo e dal Comune di Ustica, prevede quattro concerti, dal 8 al 23 agosto. 8 - 23 agostoL’apertura sarà proprio a mezzanotte di domani (8 agosto) nella piazzetta di Ustica quando Edoardo De Angelis proporrà alcuni dei suoi brani più noti in un concerto intimo in cui il cantautore “si racconterà” al pubblico raccolto attorno. De Angelis è gran parte della musica italiana: cantautore e paroliere per Francesco De Gregori, Amedeo Minghi, Cocciante (solo per citarne alcuni), dopo le avventure con il Folkstudio e la Schola Cantorum, ha iniziato un percorso da solista che lo ha portato sui palcoscenici di tutto il mondo. I suoi “Racconti” saranno  una carrellata di successi – (Nostra Signora del golpe e Ramirez fino a “Lella””, canticchiato anche da commissario Montalbano ne “Il ladro di merendine” -, parecchi tratti dall’ultimo album, “Sale di Sicilia”. Sempre sabato, ma nel pomeriggio alle 18 al CarpeDiem, si presenta invece il libro omonimo di Mariacristina Di Giuseppe (Navarra editore) da cui è tratto lo spunto per il cd.

8 - 23 agostoGiovedì 13 agosto, alle 22 nella piazza di Ustica, tocca all’ Emanuele Luvito trio, capitanato dal giovanissimo palermitano che ha partecipato alle selezioni per Amici 14. Sin dai casting, Emanuele ha fatto presente di non aver mai studiato canto, riponendo tutta la forza della propria musica nella voglia di far emozionare il pubblico. E c’è riuscito visto che, nonostante il talent, la sua carriera va sempre più avanti, dopo gli inizi come voce del gruppo soul/R&B monrealese “The State Of The Soul”, un trio completato dal chitarrista Alessandro Venturella e dal percussionista Salvo Testa.

A ferragosto si balla: alle 22 del 15 agosto ecco in piazza gli scatenati Jumpin’up, gruppo composto da 8 musicisti che hanno suonato nei festival internazionali più prestigiosi. Il loro repertorio abbraccia blues, swing e Rock&Roll anni ‘40 e ’50, ricreando divertenti atmosfere dal sapore italo-americano. 8 - 23 agostoIl 23 agosto si chiude con il concerto più atteso: Peppe Servillo aprirà infatti ad Ustica la mini tournée siciliana di tre date (che tocca il 24 Castelbuono e il 25 agosto Palermo, allo Steri) che lo vede al fianco del Solis String Quartet. Il loro progetto “Spassiunatamente” è un omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana, l’inizio di un viaggio, senza limiti di tempo e di spazio che vede avvicendarsi brani famosi e pezzi meno conosciuti e qualche volta dimenticati … Da “Munasterio ‘e Santa Chiara” a “Che t’aggia di”, da “Dicitincello vuje” a  “Maruzzella” , “Dove sta Zaza’” e tante altre.

 I concerti sono tutti ad ingresso libero.

“La musica ad Ustica è un ulteriore spunto per visitare l’isola e attirare i giovani – spiega il sindaco Attilio Licciardi –. Ustica si presta in maniera particolare perché è un’isola dedita alla musica, con molti spazi inclini naturalmente ad ospitare concerti in acustica. Lo ha dimostrato anche la mini rassegna di tre concerti jazz proposta la scorsa settimana, che ha raccolto un grande successo. Adesso vorremmo rilanciare con le albe in musica: un tentativo che, se apprezzato, continuerà di sicuro”.

 

Info: 333.5289457 –

 

“La Musica Lirica” della Soprano Antonina Alessi e del Contralto Rosalia Pizzitola

L’evento previsto per Venerdì 3 luglio è stato annullato per motivi tecnico-logistici

La Direttrice dell’HUPS chiede personalmente scusa  agli ospiti.

Invito - villaggio Punta Spalmatore

 

 

 

 

 

 

Agli alunni dell’I.C.S di II grado “Saveria Profeta” di Ustica


 

Agli alunni dell'I.C.S di II grado "Saveria Profeta" di UsticaMi avevano parlato della grande sensibilità degli alunni di questo Istituto, ma Venerdi  20 Marzo  2015 ho avuto modo di constatare personalmente quanto riferitomi.

Approdando sull’isola per la prima volta  il pomeriggio  precedente alla “lezione concerto” , motivo della mia visita ad Ustica, ho subito  percepito che qualcosa di veramente magico mi stava accadendo.

L’attenzione, il silenzio, la curiosità con cui mi hanno accolto i ragazzi della scuola secondaria di primo  e secondo grado, nonché gli alunni della scuola dell’infanzia e primaria, hanno impressionato sensibilmente il mio animo, pur non essendo nuovo ad esperienze di questo genere.

Le domande, gli interventi e la curiosità  manifestata da tutti i ragazzi mi hanno fatto comprendere quanto sia grande il desiderio e l’amore che nutrono gli alunni di Ustica per la musica. Porterò sempre nel mio cuore questa esperienza e colgo l’occasione per ringraziare la Vice Preside, prof.ssa N. Gualdasaio per avermi donato questo attimo di pura magia.

Francesco Paolo Morello

Per non dimenticare

COMMENTO

Da Ustica Giovanni Martucci

Una suonata in piazza per non dimenticare. Per non dimenticare il sigg. Armando Caserta, Alfredo Favaloro, Giovanni Favaloro, Pasquale Tranchina, Gaspare Palermo. Signori con i quali il sottoscritto per tanti anni, nelle sere d’ estate, presso i gradini della sala da barba Favaloro, ha allietato paesani e turisti. Erano altri tempi. E oggi cosa si fa ? Devo constatare con grande rammarico e rincrescimento che nei giovani usticesi mancano iniziativa ed inventiva. Ai carissimi amici sopraelencati rivolgo un affettuoso pensiero ed un omaggio alla loro memoria.

2 per non dimenticare

Ustica: L’Isola della Musica 2014

l'isola della musica 2014

USTICA – Isola della musica: sabato 23 Eugenio Bennato, domenica 24 un premio all’ex calciatore Beppe Furino


 

USTICA

Isola della musica

                                               23 agosto – 6 settembre

 COMUNICATO STAMPA

Eugenio Bennato (Il primo a sbarcare sulla piccola isola di fronte a Palermo, sabato prossimo, sarà Eugenio Bennato, poi “ritornerà a casa” il calciatore Beppe Furino, e si continuerà con molti altri appuntamenti a cavallo di agosto e settembre.  Ritorna anche quest’anno, alla sua III edizione, il festival “Ustica – Isola della musica” che porta sull’isola cantautori, band, ma anche incontri e progetti. E, come l’anno scorso, non ci saranno cancelli tra i generi, visto che sbarcheranno ad Ustica musica d’autore, jazz, note etniche, musica popolare e rock.  “Ustica, l’isola della musica”, nata da un’idea di Angelo Butera, è promossa dall’Assessorato regionale al Turismo e dal Comune di Ustica. Si inizierà sabato prossimo (23 agosto), alle 21,30, in piazza Umberto I, con il concerto di Eugenio Bennato. “Balla la nuova Italia” è un progetto che si riferisce ad una condizione viva e presente che, in controtendenza alla moda imposta dai mass media, va verso la riscoperta della musica popolare. I temi percorsi da Eugenio Bennato partono dalla fondazione di Taranta Power, che è storicamente l’avvio di tutto il movimento, e proseguono con l’apertura ai Sud del mondo, dalla sponda meridionale del Mediterraneo alle profondità dell’Africa, e a tutte le terre di tradizione e emigrazione. Il concerto si snoda lungo le più importanti composizioni di Eugenio, da Brigante se more alla recentissima Notte del sud ribelle. Bennato è accompagnato dalla sua band, ormai consolidata: Ezio Lambiase (chitarre), Stefano Simonetta (basso), Sonia Totaro (voce e ballo), Chiara Carnevale (tamburello).

La domenica (24 agosto), giorno della festa del patrono san Bartolomeo, il palco sarà tutto per Beppe Furino (Furia, per i suoi tifosi)Beppe Furino con il presidente del Catania Angelo Massimino che riceverà un riconoscimento dal sindaco Attilio Licciardi. Il grande capitano della Juventus è nato a Palermo, ma la mamma è originaria di Ustica, come lo stesso Furino racconterà durante un incontro aperto al pubblico, condotto dal giornalista Salvatore Geraci.

Con Giovanni Ferrari e Virginio Rosetta, Beppe Furino (palermitano, classe ’46) detiene il record di campionati italiani vinti, con la stessa squadra, la Juventus, nella cui formazione militò per 15 anni, a cavallo degli anni ’70 e ’80, diventando uno dei giocatori-simbolo e indossando la fascia di capitano dal 1974 al 1984 (gli anni di Trapattoni). Con la Juve, ha vinto, da titolare inamovibile, otto scudetti, oltre a due Coppe di Lega, una Coppa UEFA e una Coppa delle Coppe, e ha disputato due finali di Coppa dei Campioni; con la maglia della Nazionale, Furino ha partecipato al campionato del mondo nel 1970. Soprannominato “Furia” dai suoi tifosi, è stato un mediano aggressivo, infaticabile e duro nei contrasti nonostante la costituzione non imponente. A Savona ha giocato come ala sinistra, ma a Palermo (1968-1969), Carmelo Di Bella lo trasformò in terzino fluidificante. Alla Juventus tornò a giocare da mediano.

Dopo l’incontro con Furino, suoneranno Sergio Munafò e Vincenzo Palermo, in quartetto. In attesa degli spettacolari fuochi d’artificio che a mezzanotte chiuderanno la festa. Ingresso libero.

Ufficio stampa: Simonetta Trovato 333.5289457 – simonettatrovato@libero.it