Riceviamo e pubblichiamo – Dopo la nave di Lampedusa si blocca anche l’aliscafo per Ustica


E poi dicono che noi siamo esagerati quando scriviamo di “Affari del mare”. Ma com’è possibile che, in due giorni, ad Agosto, in materia di trasporti tra la Sicilia e i suoi arcipelaghi, prima si ferma una nave e poi un aliscafo? Ma lo Stato e la Regione siciliana cosa fanno? La denuncia del sindacato ORSA 

Va bene, noi siamo prevenuti quando scriviamo dei trasporti marittimi siciliani tra deliri & affari. Però, cavolo!, sembra che lo facciano apposta. Due giorni fa la nave che collega la Sicilia con la isole Pelagie – la Sansovino – ha perso il portellone centrale per mare (non ci chiedete come sia possibile); ieri ‘attumbuliò’ l’aliscafo che collega Palermo con Ustica!

Tutto questo ad Agosto!Com’è possibile tutto questo? Hanno torto i sindacalisti dell’ORSA marittimi a scrivere una lettera di protesta alla Regione siciliana e allo Stato (per la precisione all’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti, Marco Falcone, alla Ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli, e al vice Ministro Giancarlo Cancelleri).

“Oggetto – leggiamo nella lettera -: integrazione all’atto di invito/diffida ad esercitare i poteri di vigilanza del 22 Maggio 2020”.

E ancora:

“Si comunica che in data 18 agosto 2020 (cioè ieri ndr), sulla linea Palermo-Ustica, non essendo disponibile l’aliscafo di riserva nella linea statale, la Compagnia di navigazione Liberty Lines ormeggia al porto di Ustica il catamarano Ale M.”.

Da quello che si capisce l’aliscafo sarebbe finito “in cantiere per avaria e la linea ministeriale è scoperta da oggi. Si invita codesto assessorato regionale delle Infrastrutture dei Trasporti a vigilare sull’eventuale contrasto della surriferita condotta con quanto disposto dalla Convenzione per l’esercizio dei servizi di collegamento marittimo con le isole minori siciliane”.

Assessore Falcone, c’amu a cumminari?

Foto tratta da Traghettilines

Fonte: I Nuovi Vespri
19-08-2020

 

Variazione servizio di line Palermo – Ustica giovedì 23/07/2020.


La M/N Antonello da Messina linea Siremar, giovedì 23/07/2020 non effettuerà servizio di linea Palermo – Ustica, in quanto sottoposta a visita DL 45 per rinnovo Certificato di Sicurezza Trasporto Passeggeri.

M/N Vesta linea Regionale, effettuerà servizio di linea Palermo – Ustica osservando l’itinerario/orario della linea Siremar, e precisamente:

Partenza da Palermo alle ore 08,30

Arrivo ad Ustica alle ore         11,30

Partenza da Ustica alle ore    16,00

Arrivo a Palermo alle ore        19,00

Detta variazione da considerare esclusivamente per giovedì 23/07/2020, al fine di garantire l’imbarco a quanti già prenotati, o in possesso di titolo di viaggio con la nave Antonello da Messina.

 

Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


Ustica, faro Omo Morto con nave


faro,con , nave

Collegamento con aliscafo e nave oggi regolari


P.S. ore 06,45 – dall’Agenzia Militello riceviamo comunicazione che la nave Antonello Da Messina attraccherà al molo del Cimitero

collegamenti, marittimi

Collegamenti oggi con aliscafo e nave regolari


Richiesta ormeggio nave in località Cimitero


Avendo ancora dei lavori in corso nella strada del porto che è l’unica che consente l’accesso nell’aera portuale e per limitare al massimo il transito di eventuali mezzi in arrivo dentro il centro abitato si chiedono le seguenti variazioni di ormeggio della nave di linea A. Da Messina:

Sabato 21/03/2020 e lunedì 23/03/2020 sbarco in cala Santa Maria della sola autobotte per approvvigionamento locale Impresa Elettrica, con un doppio ormeggio in Cala Cimitero ove avverranno le normali operazioni commerciali.

Dal 24/3 al 27/3, CONDIZIONI METEO PERMETTENDO, approdo Cala Cimitero.

Il 28/3, sabato, si riprende calendario ormeggio nave  (Cala S. Maria).

Durante l’arco della settimana prossima si valuterà, ancora per quella successiva,  se mantenere calendario approdi o meno.

Si ringrazia per la collaborazione.
Sindaco Salvatore Militello

Ormeggio nave Cala Cimitero


Avendo dei lavori in corso nella strada del porto, che è l’unica che consente l’accesso nell’aera portuale e  per il prolungarsi dei lavori, il Sindaco Salvatore Militello chiede alle compagnie di navigazione che l’approdo della nave di linea Antonello Da Messina avvenga in località Cimitero sia nella  data odierna che domani, malgrado in tali giorni da calendario l’approdo era previsto in Cala S. Maria.

 

 

 

 

Sindaco SM

 

Ustica, la nave Antonello Da Messina a causa risacca potrebbe ripartire per Palermo alle ore 12,30


Ustica, nave cisterna e attracco nave con pilota in attesa


Ustica dall’album dei ricordi aprile 1963 – Umberto, Giovanni e Nino attendono arrivo nave


Fermo M/T A. Da Messina in data 16/1 per visite a bordo Capitaneria di Porto


Il Sindaco di Ustica  Salvatore Militello,con una nota indirizzata all’ASSESSORATO REGIONALI TRASPORTI  e alla Compagnia Caronte  Tourist chiede:

“Aseguito di previste visite della Capitaneria di Porto di Palermo la nave Antonello da Messina rimarrà ferma nella giornata di giovedì 16 gennaio.
Nella considerazione che:
– dovrà comunque essere garantito il servizio di linea Palermo/Ustica e viceversa;
– lo stesso giorno è in partenza il M/T Ulisse alle ore 07,15 e che dovrebbe trasportare il carburante (Benzina e gasolio);
si chiedono le seguenti modifiche:
1) in data 16/1 che il M/T Ulisse effettui il viaggio secondo gli orari di partenze della nave ferma e cioè da Palermo alle ore 08,30 e da Ustica alle ore 14,30 e che il M/T Ulisse non trasporti in tale data la benzina per evitare la limitazione del numero dei passeggeri;
2) che in data 17/1 venga effettuata una corsa a recupero del M/T Ulisse onde poter trasportare la benzina e gasolio per approvvigionare il distributore non potendo dilazionare tale trasporto, presumendo che lunedì 20/1 ci potrà essere cattivo tempo ed il viaggio potrebbe essere omesso.
Si ringrazia ed in attesa di gentile riscontro si porgono cordiali saluti”

Nave Nuova Ustica in manovra


La Nave Antonello Da Messina rientra a Palermo per guasti tecnici


Dall’agenzia Naviservice riceviamo comunicazione che la nave Antonello Da Messina, dopo pochi miglia di navigazione, è rientrata al porto di Palermo per guasti tecnici

Ustica, dall’album dei ricordi anni ’60 – la nave Mozia – Genova – imbarca acqua


Ustica, attracco nave al molo alternativo e faraglioni


Panorama, arrivo ad Ustica con nave


Ustica, dall’album dei ricordi anni ’60 – Cala Santa Maria, la Nave Nuova Ustica in manovra


Ustica, viaggio di recupero corsa M/T Vesta per mercoledì 31 luglio 2019


Su richiesta del comune di Ustica la Regione Sicilia – servizio regionale marittimo – ha autorizzato lo svolgimento di una corsa, a recupero della corsa non effettuata il 29 luglio 2019,  in data 31-07-2019, per rifornire l’Isola di carburante.

Ustica, tragedia a bordo della nave Antonello da Messina: morto un marittimo


Vincenzo Amato, 54 anni, è deceduto nella sua cabina sull’imbarcazione della Caronte&Tourist. Inutili i soccorsi durati per mezz’ora, tra massaggio cardiaco e iniezioni di atropina e adrenalina. Sul posto 118, guardia costiera e il pm di turno

Riccardo Campolo

05 luglio 2019 15:35

Marittimo muore a bordo della Antonello da Messina. Tragedia sull’imbarcazione della Caronte&Tourist dalla quale questa mattina, intorno alle 10, è stato lanciato l’allarme poco prima dell’attracco al porto di Ustica. A perdere la vita Vincenzo Amato, palermitano di 54 anni. Nonostante i tentativi per soccorrerlo – tra massaggio cardiaco, iniezioni di atropina e adrenalina – per lui non c’è stato nulla da fare.

Secondo una prima ricostruzione Amato, che da tempo lavorava in mare, si era chiuso nella sua cabina dove avrebbe poi accusato un malore. Poco prima dell’ormeggio nell’isola il personale di bordo ha contattato il 118. La prima a intervenire è stata una dottoressa della guardia medica, accompagnata direttamente da un sottufficiale della guardia costiera. Al loro arrivo in ambulanza i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

A bordo della Antonello da Messina, rimasta bloccata al porto di Ustica, è intervenuto anche il pm di turno. Sembrerebbe che Amato sia andato in arresto cardiaco e dunque sia deceduto per cause naturali. Pare che il marittimo 54enne soffrisse di ipertensione. Tanto che, come accertato, assumeva delle pillole per mantenere stabile la pressione arteriosa.

Fonte: PalermoToday

^^^^^^^^^

N O T A

Il P.M. ha deciso di far partire la nave Antonello Da Messina vuota.
Da Palermo è in partenza la nave Vesta che arriverà ad Ustica intorno alle ore 20,00.
Ripartirà per Palermo subito dopo l’imbarco dei passeggeri.

^^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Fedele Pecora

Ho avuto la fortuna di conoscere questa persona , sono molto rattristato, fino a ieri ci siamo visti a bordo della nave, ci siamo salutati alla palermitana , con una stretta di mano è due baci nelle guance . Sentite condoglianze alla famiglia , riposa in pace caro Vincenzo