Incontro di tre Pietro Bertucci di Ustica


Concorso nuovo nome per Ustica Lines, vince “Navalia”


Premiazione_concorso_nuovo_nome_Ustica-LinesE’ “Navalia” il nome premiato nell’ambito del concorso, bandito nelle scuole delle isole minori siciliane, dalla Ustica Lines per trovare un nuovo nome alla compagnia. La premiazione si è svolta stamattina all’Istituto comprensivo “Antonino Rallo” di Favignana. Il concorso, indetto dalla società ad ottobre scorso, prevedeva l’assegnazione al vincitore di una borsa di studio di 2.000 euro. Ad individuare come possibile nuova denominazione il termne “Navalia” – come i Latini chiamavano il cantiere navale –  è stato Federico Ania della classe I A dell’Istituto.
Alla premiazione hanno partecipato Ettore Morace, amministratore delegato dell’Ustica Lines, il sindaco di Favignana, Giuseppe Pagoto, la dirigente scolastica Giuseppa Catalano e Nunzio Formica, direttore commerciale della compagnia di navigazione.
“La giuria del concorso – ha sottolineato Morace – ha apprezzato molto l’idea di Federico di unire storia e innovazione, individuando un nome che racconta di un lavoro, quello del cantiere navale, antico e nobile, che si è sviluppato nel tempo, cogliendo, spesso prima di altri settori, il valore dell’innovazione, così come avviene nel nostro cantiere. Ma il nostro principale obiettivo con l’indizione del concorso  – ha aggiunto – è stato quello di rafforzare ulteriormente il rapporto con i territori in cui Ustica Lines opera. Non vogliamo, e per la verità  per scelta aziendale non lo siamo mai stati, essere semplicemente un mezzo di trasporto, ma un’azienda che vive il territorio e che si impegna per la sua crescita ed il suo sviluppo, andando oltre la nostra attività. Per questo siamo particolarmente felici per la partecipazione delle scuole delle isole siciliane”.
“Oggi è momento importante per la nostra comunità, per il quale ringraziamo sentitamente la Ustica Lines – ha affermato il sindaco Pagoto – riteniamo che l’iniziativa sia stata un modo efficace e apprezzato per intensificare i rapporti e la vicinanza della compagnia al territorio. L’auspicio è che un giovane delle nostre isole possa, un giorno, studiando e formandosi, diventare comandante di un aliscafo della Ustica, dei mezzi veloci che collegano la terraferma alle isole Egadi.
L’Ustica Lines ha comunicato, però, che il nome scelto dalla giuria non sarà utilizzato e che, per il momento, manterrà la denominazione attuale.

Fonte: www.trapanioggi.it

Ustica Lines: per il nuovo nome premiazione vincitore concorso a Favignana


Aliscafo Ustica Lines  bjpgSi svolgerà Mercoledì 3 Febbraio alle 11.00 presso l’Istituto Comprensivo Rallo di Favignana la premiazione del vincitore del concorso per scegliere un nuovo nome per l’Ustica Lines.

Il concorso, indetto dalla Società ad ottobre scorso, era rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie delle Isole minori siciliane e prevedeva l’assegnazione al vincitore di una borsa di studio di 2.000 euro.

 

 

Quell’altra Ustica, lassù …


 

Quell'altra Ustica, lassù ...
“pianetino” Ustica

L’incontro nel quadro dei “mercoledì del Centro” non poteva non essere programmato con la presenza di Franco Foresta Martin, artefice, come noto negli ambiti locali, nazionali ed internazionali, di avere portato “Ustica fra le stelle” dal momento che grazie al suo impegno, alla sua perseveranza, alla sua riconosciuta professionalità un piccolo pianeta porta il nome dell’Isola. E’ stato  un pomeriggio in cui la comunità locale ha ringraziato lo studioso della materia ma anche l’usticese dal momento che alla valenza scientifica si somma l’eccezionale ritorno d’immagine di cui beneficierà perennemente l’Isola di Ustica. Franco ha ripercorso le fasi non facili che hanno portato a questo prestigioso riconoscimento. Ha illustrato la lunga storia dell’esplorazione del cosmo ricordando come il prof. Giuseppe Piazzi, direttore dell’Osservatorio di Palermo che lui stesso aveva impiantato nel 1791 dalla specola borbonica di Torre di Santa Ninfa del Palazzo Reale, avesse scoperto il primo pianetino che battezzò Cerere Ferdinandea. Indi ha illustrato l’origine dei pianetini che sciamano tra Marte e Giove e, con l’ausilio di immagini, ha definito la posizione del pianetino Ustica nel cosmo, il periodo di rotazione intorno al sole e la sua probabile composizione chimica. Infine si è impegnato a reperirne una foto da scattare il 3 Aprile del 2016, data in cui il pianetino sarà più vicino alla Terra, con l’ausilio degli stessi scopritori dell’Osservatorio di Campo Catino. A conclusione, numerose sono state le domande poste dai tantissimi Usticesi presenti e puntuali le risposte di Franco. Si è fatta giustamente gran festa a suggello che questa “conquista celeste” è stata orgogliosamente accolta dagli isolani tutti e da un isolano V.I.P. in particolare, Franco Foresta Martin        il “papà” del neonato pianetino Ustica.

a cura di Mario Oddo

Un pianetino di nome Ustica!

Ustica mai così in alto !.

Non è uno slogan pubblicitario ma il naturale commento ad una operazione fortemente voluta e felicemente conclusa da Franco Foresta Martin che di fatto introduce un prestigiosa collocazione ora anche nella volta celeste. Sottolinea orgogliosamente il Direttore del Laboratorio-Museo: << Ustica ha ora un pianetino “gemello” che porta il suo nome nel nostro sistema solare; avanzata nella scorsa primavera la proposta del Laboratorio stesso e del Centro Studi di dare il nome dell’isola ad uno dei pianetini che girano attorno al Sole, nello spazio compreso fra Marte e Giove, è stata approvata e comunicata ufficialmente dall’International Astronomical Union (I.A.U.), l’unica oggi abilitata ad attribuire i nomi a questi corpi celesti; proposta tra l’altro appoggiata dagli stessi studiosi dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino (FR) che nel 1999 hanno scoperto il piccolo corpo celeste, in particolare dal Direttore dell’Osservatorio, dott. Mario Di Sora, che riveste anche la carica di presidente dell’Unione Astrofili Italiani. Il pianetino “USTICA” del diametro di pochi km. è stato inserito nel data-base degli “small bodies” del Nasa Jet Propulsion Laboratory dove, assieme agli elementi orbitali si può leggere anche una breve motivazione dei meriti paesaggistici, ambientali e geo-vulcanici per cui Ustica è stata onorata di questa scelta >>. Grande, giustificata e condivisibile è tanta soddisfazione ove si consideri che finora questo prestigioso riconoscimento è stato ottenuto da pochi luoghi geografici quali Roma, Milano, Venezia, Bologna, Palermo e fra le isole siciliane Vulcano. Non c’è inoltre da trascurare (Franco mi scuserà per questa dissacrazione), il ruolo che in proiezione fantascientifica molto futura il minuscolo pianeta potrebbe svolgere;  nel caso infatti  il surriscaldamento del pianeta terra causa invivibilità costringesse gli isolani a trasferirsi verso “posti” celesti, risolto il problema dell’abitabilità; ci sono dubbi ?,  e all’arrivo dell’astronave pure aria di casa, sul pianetino sicuramente una gigantesca ed accogliente scritta : Ustica (cosmica) vi attendeva !

a cura di Mario Oddo

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Costantino Tranchina 

Che grande soddisfazione Dr. Franco Foresta Martin, Grazie al Suo supporto scientifico aggiungiamo al firmamento il nome della nostra
Ustica e non è finita qui la prossima scoperta che meraviglia sarà ?? Noi usticesi siamo fieri di avere un così grande concittadino Presidente onorario del Centro Studi e Documentazione di Ustica. Un grande affettuoso abbraccio
Costantino Tranchina.

^^^^^^^^^^

Da Altofonte Rosalia Salerno

Splendida notizia….e tanti ringraziamenti al lavoro svolto dal Dr Franco Foresta Martin per la nostra amata e splendida Ustica.

Caro Giovanni, porteremo sempre nel cuore il Suo nome…


mario OddoCaro Giovanni,

avrei voluto telefonarti ma l’inevitabile impatto emotivo che ne sarebbe sicuramente derivato avrebbe molto probabilmente interrotto la nostra conversazione e allora in nome della nostra antica e cordiale amicizia affido a queste poche, semplici e sentite parole         il compito di esternarti quanto profondo sia stato il mio dispiacere nell’apprendere la terribile notizia. Nel dolore Tuo, di Franca, di Alessia e Familiari vi sia di grandissimo conforto che la Comunità usticese, e lo avete toccato con mano, ma anche quanti come me sono legati ad Ustica ma ne vivono lontano, indistintamente, giovani e meno giovani, vicini e lontani anagraficamente, tutti abbiamo sentito e continueremo a sentire Gaetano come “NOSTRO”; tutti porteremo per sempre nel cuore il Suo nome, nella mente il Suo ricordo. Vi abbraccio.

Mario Oddo
(lettera all’Amico Giovanni Lo Nero)

 

Aforisma, Citazione, Proverbi… del giorno


SindacoSe non conosci il nome, muore anche la conoscenza delle cose. [Nomina si nescis, perit et cognitio rerum]

Linneo

(inviato da Salvio Foglia)

Quattro Giuseppina (Pina) Bertucci


[ id=17179 w=320 h=240 float=center]

 

 

“in nome di Dio, andatevene!”


Alla luce di quanto sentiamo/leggiamo e viviamo giornalmente  (in campo nazionale, ma anche locale) secondo voi è ancora attuale ed interessante lo spirito del discorso che Oliver Cromwell pronunciò il 20 aprile 1653 sciogliendo il parlamento inglese ?–

———-

È tempo per me di fare qualcosa che avrei dovuto fare molto tempo fa: mettere fine alla vostra permanenza in questo posto, che avete disonorato disprezzandone tutte le virtù e profanato con ogni vizio; siete un gruppo fazioso, nemici del buon governo, banda di miserabili mercenari, scambiereste il vostro Paese come Esaù per un piatto di lenticchie; come Giuda, tradireste il vostro Dio per pochi spiccioli.

Avete conservato almeno una virtù? C’è almeno un vizio che non avete preso? Non avete più fede di quanta ne abbia il mio cavallo; l’oro è il vostro Dio; chi fra voi non baratterebbe la propria coscienza in cambio di soldi? È rimasto qualcuno a cui almeno interessa il bene della Repubblica?

Voi, sporche prostitute, non avete forse profanato questo sacro luogo, trasformato il tempio del Signore in una tana di lupi con immorali principi e atti malvagi? Siete diventati intollerabilmente odiosi per un’intera nazione; il popolo vi aveva scelto per riparare le ingiustizie, siete voi ora l’ingiustizia! Basta! Portate via la vostra chincaglieria luccicante e chiudete le porte a chiave.

In nome di Dio, andatevene!

Oliver Cromwell, 20 aprile 1653

————-

Dissolution of long Parliament

It is high time for me to put an end to your sitting in this place, which you have dishonored by your contempt of all virtue, and defiled by your practice of every vice; ye are a factious crew, and enemies to all good government; ye are a pack of mercenary wretches, and would like Esau sell your country for a mess of pottage, and like Judas betray your God for a few pieces of money. Is there a single virtue now remaining amongst you? Is there one vice you do not possess? Ye have no more religion than my horse; gold is your God; which of you have not barter’d your conscience for bribes? Is there a man amongst you that has the least care for the good of the Commonwealth? Ye sordid prostitutes have you not defil’d this sacred place, and turn’d the Lord’s temple into a den of thieves, by your immoral principles and wicked practices? Ye are grown intolerably odious to the whole nation; you were deputed here by the people to get grievances redress’d, are yourselves gone! So! Take away that shining bauble there, and lock up the doors.

In the name of God, go!

Oliver Cromwell, 20th april 1653

^^^^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

La sua osservazione fa senso, pero’, secondo me, le persone in grado di fare questo discorso ci sono, eccome ! ma si stanno zitte !!!! La situazione in Italia non e’ tanto buona, per come fa capire anche lei, e la verita’ e’ perche’ ci sono una sparuta minoranza di gente senza scrupoli al comando che dovrebbero dare il buon esempio invece danno esempi cattivissimi. La Regione Siciliana, per esempio, ha dimostrato quanto di peggio non si potrebbe e dovrebbe essere abolito lo status di “Autonomia”, lo sanno tutti. Ci sono almeno 55 milioni di persone in Italia ( il 95% ) oneste che potrebbero fare il discorso accennato senza dubbio ma sbagliano anche loro perche’ non lo fanno e non usano l’arma del voto. Le elezioni siciliane dovrebbero essere disertate per protesta e come segno di rivoluzione, purtroppo non succede…..Si potrebbe dire che la classe dirigente e’ il prodotto della societa’ oppure ci si potrebbe chiedere : chi e’ nato prima l’uovo o la gallina….Veramente qualche cosa di concreto dovrebbe essere fatta e anche presto.

^^^^^^^^^^^

Da Napoli Lidia Ferraio

Attualissimo, indubbiamente!
Ma mi domando: c’è qualcuno, oggi, veramente degno di fare un discorso simile?
Buona giornata a tutti

 

 

Buon Compleanno


AuguriA Rosa Padovani e
a  Bartolomeo Licciardi e
a Davide Caminita i Migliori
Auguri di Buon Compleanno

————–

Oggi si festeggia S. Dionisio.
Auguri a tutti coloro che festeggiano
il loro Onomastico sotto questo Nome.

COMMENTO:

Da Ustica Daniele Nava

A Davide i migliori auguri da parte di tutti i colleghi d’Ufficio

Daniele