Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Tutti i vizi, quando sono di moda, passano per virtù.“ — Molière
Origine: https://le-citazioni.it/autori/moliere/

La cosa più deliziosa non è non aver nulla da fare, è avere qualcosa da fare e non farla.
(Marcel Achard)

I 50 luoghi da non perdere in Sicilia, da Palermo a Cefalù passando per Ustica


Secondo la tv Marcopolo in pole position c’è il capoluogo seguito a ruota da Ragusa e Taormina. Da visitare nel palermitano anche Monreale, San Giuseppe Jato e Gangi

Federica Virga 

Quali sono i cinquanta luoghi da non perdere assolutamente in Sicilia? A dirlo è la tv del digitale terrestre Marcopolo che, in un video di 5 minuti diventato virale sui social network, passa in rassegna i più bei tesori dell’Isola. In pole position c’è Palermo seguita a ruota da Ragusa e Taormina.

Il portale di viaggio sceglie la serpottiana chiesa del Carmine Maggiore a Ballarò e la sua magnifica cupola di maioliche come esempio di bellezza (lì la cooperativa Terradamare organizza visite guidate anche di notte). Da visitare nel palermitano ci sono anche Cefalù al quinto posto, San Giuseppe Jato al 23esimo, Monreale al 32esimo, l’isola di Ustica al 41esimo e Gangi, il borgo dei borghi nel 2014, all’ultimo posto.

Le province che hanno più tesori da scoprire, secondo Marcopolo, sono Trapani e Messina a pari merito. Nel trapanese da non perdere, oltre alla città, ci sono in ordine Salemi, Erice, San Vito Lo Capo, Marsala, la Riserva dello Zingaro e Scopello, Castellammare del Golfo, Mazara del Vallo e le belle isole delle Egadi (Favignana, Levanzo e Marettimo) insieme a Pantelleria. Nel messinese, invece, su tutti Taormina, seguita da Messina, Milazzo, Savoca, Montalbano Elicona, Castelmola, Tindari e le gole dell’Alcantara. Menzione a parte meritano le isole Eolie, in ordine, Lipari, Stromboli, Vulcano, Salina e Filicudi.

Esclusa dalla classifica soltanto Caltanissetta (e il suo hinteland) mentre la provincia di Enna conta solo un luogo (la città). Per la provincia che ospita la meravigliosa Valle dei Templi ci sono, oltre ad Agrigento appunto, anche la Scala dei turchi, l’isola di Lampedusa e Sciacca. In classifica anche Ragusa, Modica e Scicli per la terra del commissario Montalbano e Siracusa, Noto, Marzamemi e Avola per la patria delle tragedie greche.

L’elenco dei 50 luoghi da non perdere in Sicilia

  1.  Palermo
    2.    Ragusa
    3.    Taormina
    4.    Agrigento
    5.    Cefalù
    6.    Modica
    7.    Siracusa
    8.    Catania
    9.    Etna
    10.    Scala dei turchi
    11.    Lipari
    12.    Trapani
    13.    Enna
    14.    Stromboli
    15.    Salemi
    16.    Noto
    17.    Messina
    18.    Erice
    19.    Vulcano
    20.    San Vito Lo Capo
    21.    Marsala
    22.    Lampedusa
    23.    San Giuseppe Jato
    24.    Milazzo
    25.    Savoca
    26.    Salina
    27.    Favignana
    28.    Riserva dello Zingaro
    29.    Scopello
    30.    Montalbano Elicona
    31.    Scicli
    32.    Monreale
    33.    Castelmola
    34.    Castellammare del Golfo
    35.    Pantelleria
    36.    Acireale
    37.    Caltagirone
    38.    Sciacca
    39.    Filicudi
    40.    Mazara del Vallo
    41.    Ustica
    42.    Levanzo
    43.    Marzamemi
    44.    Marettimo
    45.    Tindari
    46.    Aci Castello
    47.    Avola
    48.    Le gole dell’alcantara
    49.    Acitrezza
    50.    Gangi
  2. Fonte Palermo Today

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Ci sono pericoli in ogni cosa che si fa, ma ci sono pericoli ancora più grandi nel non fare nulla.
(Shirley Williams)

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


 

Sii, te, stesso

Sii ciò che sei e di’ ciò che senti, perché quelli a cui importa non contano e a quelli che contano non importa.

(Be who you are and say what you feel, because those who mind don’t matter, and those who matter don’t mind
nda: anche se la traduzione italiana è letterale, nell’originale l’aforisma ha un senso leggermente diverso)

– Bernard M. Baruch

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Non aspettare questo incontro perché non si farà mai, l’unica cosa  che ti resta è immaginare ciò che non vedrai.

MUHAMMAD ALI

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Le piccole promesse in cui ci impegniamo prima di addormentarci, quando ci svegliamo sono già dimenticate.
(Khaled Hosseini)

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Non possiamo negoziare con persone che dicono quello che è mio è mio e quello che è tuo è negoziabile.
(John F. Kennedy, 1961)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Normalmente vediamo solo ciò che ci piace vedere, tanto che a volte lo vediamo dove non c’è.
(Eric Hoffer)

Aforismi,Citazioni, Proverbi… del giorno


“Non avvicinarti alla mia tomba piangendo.
Non ci sono. Non dormo li.
Io sono come mille venti che soffiano.
Io sono come un diamante nella neve, splendente.
Io sono la luce del sole sul grano dorato.
Io sono la pioggia gentile attesa in autunno.
Quando ti svegli la mattina tranquilla,
sono il canto di uno stormo di uccelli.
Io sono anche le stelle che brillano mentre la notte cade sulla tua finestra.
Perciò’ non avvicinarti alla mia tomba piangendo.
Non ci sono. Io non sono morto”

Canto Navajo

(inviato da Paola Capitani)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Avete tutto il diritto di stare a casa, se volete, ma non prendetevi in giro pensando di non votare. In realtà, non votare è impossibile: si può votare votando, oppure votare rimanendo a casa e raddoppiando tacitamente il valore del voto di un irriducibile.
(David Foster Wallace)

Ringraziamenti non dovuti… sono uno strumentale “artificio” del sindaco…


In merito  alla “commossa  riconoscenza  all’intera comunità usticese” della Dottoressa Dorotea Piazza,  la consigliera Carmelina Caserta fa rilevare che non  è stato l’organo consiliare (che è andato deserto in prima e in seconda convocazione  per mancata presenza, soprattutto, dei consiglieri di maggioranza)  a sancire riconoscenza al Suo operato,  ma uno strumentale “artificio” del sindaco e scrive:

Gent.ma  Dott.ssa  Dorotea Piazza

Nell’occasione della sua nota del 27 Maggio 2017, consegnata ai Consiglieri del Comune di Ustica il 22 giugno 2017, dove leggiamo della sua riconoscenza all’intera comunità usticese, volevo informarla che il Consiglio indetto per conto del Sindaco Attilio Licciardi di Mercoledì 24 Maggio 2017 , con il solo punto all’ordine del giorno che la riguardava…” Mozione di solidarietà alla Dott.ssa Piazza….” non è stato svolto, né in prima seduta e neanche in seconda seduta, a causa del mancato numero legale dei Consiglieri partecipanti, sia quelli di minoranza e indipendente , che quelli di maggioranza, vicinissimi all’Amministrazione, devo quindi deluderla e farle apprendere che  non c’è stata alcuna espressione istituzionale né tanto meno ufficiale in sostegno al suo operato, non ne abbiamo ritenuto la necessità.

Il Sindaco avrà sicuramente dimenticato di riferirle del mancato Consiglio, anche se ne ha fatto un cavallo di battaglia sul web e sui midia on line.

Gent.ma  Dott.ssa , solamente il Sindaco e la sua Amministrazione Le sono stati vicino nel sostenerla in questo faticoso percorso.

Per quanto ci riguarda e parlo a nome anche di quei tanti cittadini e isolani, questa Amministrazione in concertazione con la Regione Direzione Trasporti, ha disatteso  le nostre aspettative per quanto riguarda i collegamenti marittimi con l’Isola di Ustica, causando non pochi disagi.

Il Sindaco ha intrapreso e condiviso in questi anni, il Vostro  “faticoso” percorso volto a coniugare il miglior utilizzo delle risorse pubbliche, evitandone gli sperperi , ma non ha per NULLA  ottimizzato i servizi in favore della collettività isolana… la sua comunità…. comunità che invece avrebbe dovuto difendere a spada tratta.

Cordialmente

Consigliere del Gruppo di Minoranza
Carmela Caserta
Ustica 03.07.2017″

^^^^^^^^^^^^^

Allegata lettera Dott.ssa Dorotea Piazza

Download (PDF, 415KB)

 

“Non sono un poeta” di Domenico Drago


 

Su richiesta  pubblichiamo l’intero Testo della Multivisione“Non Sono un Poeta” scritto da Domenico Drago, premiato a Strasburgo ed a Chelles/Paris lo scorso mese di Marzo. 

 

 “Amo ciò che vedo perché un giorno più non lo vedrò. L’amo perché esiste”. (Fernando Pessoa)                         

 

                                    NON SONO UN POETA 

Credo che basti esistere per essere completi, per questo la mia coscienza ha sempre espresso lo stesso pensiero.

Ho scritto con la luce abbastanza parole, a volte belle soltanto per me.

Non so se potrò scriverne altre. Lo spero.

La stupenda verità del brusio infinito del mare è stata la scoperta di tutti i giorni, di tutti gli anni della mia esistenza, perché non seppi e non volli fare null’altro.

E’ difficile confessare quanto ogni forma vivente mi abbia rallegrato, fino a condurmi ad una rara felicità, permettendomi così di sopravvivere alle tristezze infinite della terra.

Ogni essere è quel che è ed io amo la realtà di ciò che vedono i miei occhi. Continue reading ““Non sono un poeta” di Domenico Drago”

Impegno Presidente ARS – On. Giovanni Ardizzone: Legge seria per le isole minori

Sindaco,
invece di cercare sempre scuse per difendere l’indifendibile, invece di fare solo sterili atti propagandistici, invece di chiedere la “partecipazione massiccia all’assemblea per decidere le forme di protesta necessarie a sbloccare questa assurda situazione…”  perché non vai dal tuo “referente politico” Presidente dell’ARS On. Giovanni Ardizzone,  per ricordargli di onorare gli impegni presi il 10 Agosto 2013  con la comunità usticese, che non si stancava di applaudire ad ogni sua promessa?
La nostra gente è in sofferenza, è stanca e ora ti chiede FATTI e non CHIACCHIERE…
Vai  e facci sapere quale soluzione avete trovato per risolvere la problematica trasporti – vitali per l’economia dell’Isola – e se non ritorni con una soluzione positiva abbi il coraggio di  DIMETTERTI  per “manifesta incompetenza” e lascia che i cittadini decidano, da soli, il da farsi!
Purtroppo molti hanno dimenticando il passato o soffrono della  “SINDROME DI STOCCOLMA( “Il soggetto affetto dalla Sindrome di Stoccolma, durante i maltrattamenti subiti, prova un sentimento positivo nei confronti del proprio aggressore che può spingersi fino all’amore e alla totale sottomissione volontaria, instaurando in questo modo una sorta di alleanza e solidarietà tra vittima e carnefice”.)
Di seguito il testo parlato e scritto

…“Prendo un impegno! Dobbiamo finalmente fare una legge seria per le isole minori. Si sta lavorando, ci sono degli incontri… dobbiamo ancora metabolizzarla sino in fondo . La legge non è solo trasferimento di risorse…. Sarebbe semplicistico dire trasferiamo le risorse ai comuni

Bisogna mettere i comuni nelle condizioni di fare turismo, di fare cultura… Questo è il nostro impegno . Siamo in fase avanzata, ci sono stati degli incontri in commissione…  ci sono diversi disegni di legge.  Non aspettiamo , non sto polemizzando con il governo, non aspetteremo certamente che sia solo il governo a portare avanti quelle iniziative, Perchè le iniziative legislative  appartengono ai singoli parlamentari e al parlamento nel suo complesso. Su questo ci possiamo impegnare, mi posso impegnare sino in fondo. Quindi questo è l’avvio di una profonda collaborazione con una grande realtà della nostra bella Isola che è Ustica”…

Ora Sindaco, alla luce di questo ulteriore conclamato fallimento della tua amministrazione arrogante, sprovveduta, irresponsabile e incompetente è nostra convinzione che chi ha provocato tanto danno alla nostra comunità non può e non deve gestire l’emergenza conseguente al “riequilibrio finanziario pluriennale” (leggi: dissesto finanziario…) .

Le dimissioni di tutta l’amministrazione  sono il logico epilogo di questa brutta esperienza amministrativa che graverà molto sulle spalle dei cittadini usticesi.

P.B.

 

L’Isola che non c’è – Riceviamo e pubblichiamo


Ustica dall'altoUn tempo amata dai Milanesi  l’Isola di Ustica ha sempre rappresentato nel panorama delle isole minori  siciliane la meta preferita delle aree del Nord più produttive e rappresentative dell’economia italiana.

35 anni dopo nella più importante fiera internazionale del turismo  che si è tenuta  Milano nemmeno un indizio, una traccia, una prova dell’esistenza  della famosa  “Perla Nera” del Mediterraneo.

 Ho girato per tre giorni spasmodicamente tra gli stand della BIT alla ricerca della mia Isola. Incredibile ma vero! L’isola non c’era. Ho chiesto in giro, ho visitato gli stand di Lampedusa, Pantelleria, Favignana, Eolie, Egadi…  Ho letto cataloghi, opuscoli e  brochure della Regione Sicilia. Ho chiesto in giro come una mamma alla ricerca del proprio figlio smarrito, ma nessuno mi sapeva dare notizia.

Ho chiesto al Sindaco di Ustica che mi ha svelato l’arcano:  “abbiamo deciso di non partecipare alla Bit, abbiamo puntato tutto sulle lenticchie di Ustica”.   Presidio slow food forse più importante e significativo nell’era di Masterchef.

Allora ho capito la strategia sottile e geniale dell’ammistrazione Licciardi . Riportare i turisti sull’Isola offrendo  loro il famoso “piatto di lenticchie” ed arrivandoci solo con Samantha  Cristoforetti.

per ricordare: 24 Marzo 2015

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Tom Robershaw

Capisco l’enfasi sul settore agricolo di Ustica.  L’isola ha un meraviglioso terreno grazie al vulcano.

Quanto spenderebbe un turista singolo durante un fine settimana?  Diciamo che il turista si ferma due giorni presso un hotel, fa immersione, mangia in ristoranti e acquista alcuni souvenir. Ustica dovrebbe vendere un sacco di lenticchie per eguagliare la spesa del turista.
in questo caso il turismo probabilmente darebbe un migliore ritorno sull’investimento.

^^^^^^^^^^^^

Da Napoli Lidia Ferrario

Non sono figlia di Ustica, ma dopo averla vissuta, la amo ugualmente e il sentimento che traspare tra le righe di questa sottile denuncia è un amore ancor più grande, è quasi un grido di dolore che spero arrivi alle orecchie, ma soprattutto al cuore ,di chi amministra Ustica ed ha la possibilità,  ma che dico, la responsabilità di farla rinascere.

Amiamola veramente Ustica, come una madre amerebbe il proprio figlio, cerchiamola come un figlio cercherebbe la propria madre ed aiutiamola come una madre che si spoglierebbe di ogni cosa, anche della vita, per aiutare suo figlio.

Una meravigliosa occasione sportiva per l’isola di Ustica … da non perdere!


L’Associazione Sportiva “Patroclo” di Palermo ha rappresentato la propria disponibilità ad organizzare ad Ustica un torneo giovanile di calcio,  categorie pulcini, esordienti, giovanissimi e allievi, dai 9 ai 16 anni, siciliani e nazionali, dal 12 Giugno al 9 Luglio p.v.. Trecento piccoli calciatori ogni sette giorni per un periodo di quattro settimane, a rotazione, daranno vita ad un fitto calendario di partite per categoria, formula a girone con semifinali e finali che vedrà a conclusione la sfilata in paese delle singole squadre con gagliardetto e premiazione finale in piazza. Riassunto in uno slogan: <divertire coinvolgendo, coinvolgere divertendo>. Ne hanno parlato gli organizzatori Nicola Ferrante e Giuseppe Arasi, note figure nel campo della promozione delle attività calcistiche giovanili siciliane, alle massime autorità comunali nel corso di un incontro-confronto svoltosi mercoledì mattina nell’Aula Consiliare del Comune e agli operatori nel settore della ricettività alberghiera e ristorativa rappresentati da: Felice Giardino (Bar Sabrina), Giulia Baldo (Ristorante Giulia), Vincenzo Padovani (Residence Le Terrazze), Carmela Caserta ( B&B Caserta), Patrizia Giardina (Case Caserta), Fabio e Clelia Ailara (Hotel Clelia), Girolamo Tranchina (Ustica Tour), Elsa Zangla (Ristorante Schiticchio), Vittorio Arnò e Angelo Russo (Cooperativa Ciprea), Carmela Tranchina (Case per vacanze) e Anna Russolillo (Hotel Ustica Punta Spalmatore). Rivolto anche al pubblico presente il Continue reading “Una meravigliosa occasione sportiva per l’isola di Ustica … da non perdere!”

Pecunia non olet (il denaro non puzza)


Catamarano 1Foto-di-repertorio-8 (2)Rientrato a Palermo, dopo avere consumato il periodo di ferie, ricevo dal mio capogruppo Felice Caminita una telefonata dal tono definibile a metà tra l’incredulo e lo sconcertato nella quale, prima di dirmi, come sempre, “ciao francesco, come stai” mi dice: non ci capisco più niente, ieri sera il Vice Sindaco dal palco in piazza si sperticava nei ringraziamenti ad Ettore Morace ed alla Libertyline. Ma come?, per due anni hanno accusato la dirigenza della compagnia di utilizzare la posizione di monopolista per depredare le casse della Regione, a spese dei contribuenti attraverso costi truccati e con metodo paramafioso, ed ora è tutto rose e fiori?.

Alla domanda anche io rimango spiazzato e comincio ad immaginare, nella mia mente, cosa possa essere successo di così sconvolgente da mutare nel Sindaco e nella maggioranza, la considerazione, non proprio benevola, che gli stessi avevano della Compagnia Ustica Lines. Certamente, qualcosa di considerevole deve essere successo poiché avendo avuto modo di conoscere l’intransigenza del Sindaco Attilio Licciardi, mai avrebbe accettato contributi economici e altri benefit (per la festa di San Bartolo) da gente poco raccomandabile che con metodi “paramafiosi” lucrano sulle casse della Regione.

Qualcuno a Canossa sarà andato e sinceramente non siamo interessati a scoprire chi! .

Se però, riflettiamo sulla notizia che è stato siglato un patto di intesa tra l’Assessorato Regionale all’Agricoltura, nella persona dell’Assessore Antonello Cracolici, e la Compagnia Libertyline, che sarà ambasciatrice su tutte le tratte anche extranazionali dei prodotti agroalimentari della Sicilia allora, forse capiamo cosa è potuto succedere e su quale basi è scoppiata la pace.

Nella qualità di consiglieri di minoranza non possiamo che essere contenti del nuovo e rinnovato clima che si è venuto a creare poiché sarà certamente a vantaggio della comunità tutta così come, la dura e sterile contrapposizione ha avuto effetti negativi, per due anni, sui cittadini e sulla economia dell’isola.

Personalmente ci rimane la consolazione che non eravamo dei pellegrini allora e non lo siamo ora, che non eravamo al soldo della Ustica Lines allora e non lo siamo ora, che la nostra battaglia, condivisa da tanti liberi cittadini, era solo ed unicamente nell’interesse della nostra comunità e che le accuse di allora tornano, come un boomerang, al mittente.

Francesco D'Arca   Francesco D’Arca
Consigliere Comunale
 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????
???????

Prometti e dimentica di aver promesso;
firma e scordati di aver firmato;
giura e trascura di aver giurato;
usa e getta.

Macchiavelli

Ustica, quando le inaugurazioni non erano solo di “facciata”…


Quando le inaugurazioni non erano solo di facciata
Quando le inaugurazioni non erano solo di facciata

Era stato detto: “Pneumatici Fuori Uso ZERO nelle isola Minori” – Ustica è l’eccezione…

“Si è conclusa ad Ustica il recupero di + di 100 Pneumatici Fuori Uso.
Sindaco ci puoi spiegare il motivo per cui molti Pneumatici Fuori Uso, provenienti dai nostri fondali,  non sono stati recuperati?

Pneumatici non recuperati
Pneumatici non recuperati

F.C.7630a

Per non dimenticare come eravamo!…

Villetta antistante la farmaciapolmoncino verse largo Armeria