Disposizioni in ordine all’emergenza del coronavirus


Ordine primi arrivi uomini terza tappa Giro Podistico di Ustica Trofeo AMP 2019


Ustica, tre bravi tutori dell’ordine


 tre bravi tutori dell'ordine
Ustica, tre bravi tutori dell’ordine

Ordine di arrivo 4^ tappa – 5° giro podistico Isola di Ustica (secondo gruppo foto)


IMG_7004IMG_7006IMG_7008IMG_7010IMG_7014IMG_7017IMG_7020IMG_7022IMG_7025IMG_7027IMG_7030IMG_7033

Ordine di arrivo 4^ tappa – 5° giro podistico Isola di Ustica (Primo gruppo foto)

IMG_6940IMG_6946IMG_6954IMG_6961IMG_6964IMG_6968IMG_6971IMG_6978IMG_6988IMG_6994IMG_6999IMG_7002


 

Ordine arrivo 3^ tappa – 5° giro podistico Isola di Ustica (primo gruppo foto)


IMG_6746IMG_6748IMG_6751IMG_6754IMG_6756IMG_6759IMG_6762IMG_6765IMG_6768IMG_6772IMG_6775IMG_6781

Foto ordine arrivo 5° Giro Podistico Isola di Ustica – 2^ Tappa (primo gruppo foto)


IMG_6476IMG_6479IMG_6482IMG_6487IMG_6493IMG_6497IMG_6501IMG_6504IMG_6508IMG_6510IMG_6513IMG_6516

Padre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell’ordine Francescano Secolare


Padre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano SecolarePadre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano SecolarePadre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano SecolarePadre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano SecolarePadre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano SecolarePadre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano SecolarePadre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano SecolarePadre Lorenzo ha fatto la promessa di vita evangelica nell'ordine Francescano Secolare

Mariuccia Giuffria nominata ministro ordine francescano secolare


ministro ordine francescano secolare

Pulizia, ordine, sicurezza: gli amministratori hanno grossissime responsabilità, ma noi cosa facciamo?


[ id=20670 w=320 h=240 float=left] Carissimo Giovanni,voglio aggiungere alla tua lettera alcune mie considerazioni. E’ giusto come tu affermi che ci vuole amore per pulizia – ordine-sicurezza e quant’altro come tu hai descritto. Sono d’accordo sulle varie manutenzioni da farsi su terreni- muretti-arature ecc.,ecc. e sicuramente avremmo meno disastri. Ma detto questo, non basta però scaricare le responsabilità solo su Amministrazione e Amministratori che di volta in volta si sono succeduti al Comune che beninteso hanno avuto grossissime responsabilità, commettendo errori sulla conduzione e manutenzione del territorio, ma secondo me devono essere coinvolti nella discussione e nelle responsabilità anche NOI cittadini dobbiamo”assolutamente” cambiare mentalità e cultura in materia di ambiente. Dico di più bisogna iniziare dai bambini fino in età adulta sia in casa che a Scuola .E’ facile protestare ed addebitare sempre agli altri comportamenti sbagliati, ma dovremmo farci un esame di coscienza e chiederci in tutta onestà se noi tutti abbiamo avuto in passato ed abbiamo ancora oggi comportamenti corretti ed educati nei confronti delle cose altrui o propriamente dei beni comuni. inoltre dovremmo evitare di pretendere un tipo di assistenzialismo dal Comune per risolvere i propri problemi. In merito a quest’ultima mia affermazione, voglio raccontare un piccolissimo aneddoto che mi e’ capitato anni fa’. Mi trovavo in contrada Tramontana nei pressi dell’entrata del mio cancello e stavo ripulendo il ciglio stradale- muretto ecc, lungo la mia proprietà ( ed oltre ) di erbacce, rametti, immondizia, terra arrivata dopo piogge intense. Di lì a poco si ferma un cittadino e mi chiede: Ciao Mino cosa stai facendo? Ed io: sto’ pulendo semplicemente tutto il tratto che interessa la mia proprietà dall’erbacce ed altro. Il cittadino :guarda che non lo devi fare tu ma “spetta” al Comune pulire !!. Gli ho risposto che per decoro personale e di immagine la mia proprietà la pulisco io senza aspettare che lo faccia qualcun altro. Purtroppo in seguito non e’ stato il solo che mi ha fatto la stessa domanda, ma da allora non do’ alcuna risposta . Non aggiungo nessun altro commento superfluo e mi scuso per essermi dilungato troppo.
Distinti Saluti

Mino De  GirolamoMino De Girolamo .

 

Mancato rifornimento carburanti e gas determina problemi di ordine pubblico

COMUNE di USTICA

Ustica 07.03.13 – Prot n. 941

sig Prefetto – Se dr Umberto Postiglione

Al sig Presidente della Regione Siciliana
On. Rosario Crocetta

Direttore regionale Assessorato Infrastrutture e Mobilità
Dr Vincenzo Falgares

Assessorato Regionale Trasporti
Dr Salvina Severino

Regione Siciliana – Protezione civile
Ing Calogero Foti
Ing C: Foti

Ufficio isole Minori
Dr Alessandra Di liberto

Sig assessori

UTC

Responsabile trasporti

Stazione Carabinieri Ustica

OGGETTO: Conseguenze del mancato rifornimento di carburanti e gas in bombole che dal 20 febbraio scorso determina problemi di ordine pubblico ad Ustica..

Nonostante la nota a firma dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture ( a prot 5897 del 17.01.13- che si allega) con la quale si garantiva “ogni utile iniziativa atta a garantire il ripristino delle linee di trasporto marittimo”, ogni approvvigionamento di carburante e gas in bombole per l’isola di Ustica, risulta sospeso dal 20 febbraio.

Le scorte di carburante e gas disponibili nell’isola si esauriranno tra Domenica e Martedì prossimi ed è facile prevedere che la mancanza di carburante determinerà il blocco dei mezzi pubblici e privati nonché di quelli di emergenza e pubblica sicurezza.

I cittadini di Ustica si sono determinati per un’assemblea pubblica che è stata organizzata per lunedì pomeriggio e che certamente, in mancanza di un intervento regionale o prefettizio, sarà propedeutica ad azioni di protesta.

Il Sindaco

Aldo Messina

 

Isola di Ustica: Problematiche ordine pubblico e sanitario…

comune-ustica-5COMUNE di USTICA

Ustica 05.01.13 –  Prot n. 72

URGENTE

A S.E,. Il Prefetto di Palermo

Al sig Presidente della Regione Siciliana
On. Rosario Crocetta

Direttore regionale Assessorato Infrastrutture e Mobilità
Dr Vincenzo Falgares

Assessorato Regionale Trasporti
Dr Salvina Severino

Regione Siciliana – Protezione civile
Ing P: Lo Monaco
Ing C: Foti

Emergenza Rifiuti – Ing G: Pirrone

Compagnia delle isole  – Dr Prestigiacomo

Ufficio isole Minori – Dr Alessandra Di liberto

E p.c. Sig assessori
UTC
Responsabile trasporti
Stazione Carabinieri Ustica

OGGETTO: Problematiche di ordine pubblico e sanitario derivate dalla sospensione già in atto del servizio trasporto merci e merci pericolose (anche carburanti) con navi e del rifornimento idrico a mezzo dissalatori Isola di Ustica.

Si informa che, rimaste prive di una, seppur interlocutoria, risposta le nostre a prot 4340 del 06.11.12 e 4904 del 20.12.12, sono scadute il 31.12.12 sia la convenzione per il trasporto via mare con navi di merci e merci pericolose nelle isole di Ustica, Egadi e Pantelleria che quella per il funzionamento dei dissalatori per la produzione di acqua potabile in tutte le isole “ minori” della Sicilia. Dobbiamo prendere atto, con dolore, che sia le forze politiche(di ogni “colore” ) che gli organi d’informazione non ritengono importante affrontare le problematiche delle isole minori allorquando queste non si verifichino nei mesi estivi.

Nell’evidenziare che entrambi i servizi sono stati sinora erogati in regime di emergenza (cassonetti della spazzatura che viaggiano con i passeggeri, doppie corse della stessa motonave…) lo scrivente non è in grado da oggi di garantire nè l’ordine pubblico né il mantenimento degli standard sanitari poiché il mancato approvvigionamento di carburante determinerà il blocco dei mezzi pubblici, privati e di pronto soccorso nonchè la sospensione della produzione di energia elettrica ed il funzionamento dei dissalatori( che peraltro non opererebbero ugualmente perché è scaduta anche la convenzione per il loro funzionamento).Impossibile anche il trasporto di medicinali, bombole di gas e di ossigeno per i malati.

Ciliegina a condire la torta del fallimento della politica nei confronti delle isole minori il denunziare che i cassoni stagni da adibirsi al trasporto di rifiuti in garanzia delle norme igienico sanitarie nelle navi di linea ed acquistati in agosto dalla Regione Siciliana a Chieti(ove sembra avesse sede l’unica ditta che poteva fornire immediatamente-in agosto!- questi mezzi) non sono mai giunti a destinazione.

Il Sindaco
Aldo Messina

 

Teresa Nicoletti nominata Cavaliere d’Onore dell’Ordine dei Templari di Romania


[ id=14811 w=320 h=240 float=left]  Il mezzosoprano e compositrice palermitana di fama mondiale Teresa Nicoletti, Cittadina d’Onore di Ustica ed autrice dell’Inno Ufficiale dell’isola, “Mia Ustica”, ha ricevuto l’ennesimo riconoscimento internazionale ed è stata insignita dal Gran Priore di Romania Ovidiu Panea (nella foto con Teresa Nicoletti) dell’onorificenza di Cavaliere Templare d’Onore dell’Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani – Knights Templar International, nel corso di un solenne Capitolo Cerimoniale internazionale tenutosi a Bucarest, alla presenza del Gran Commander Robert Disney e dei Gran Priori di Bulgaria, Italia, Stati Uniti e Croazia.

Teresa Nicoletti di recente è stata insignita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana.

La Nicoletti è anche Cavaliere Templare d’Onore del Gran Priorato d’Italia dell’OSMTH – KTI.

 

COMUNICATO STAMPA – Problematiche d’igiene ambientale e ordine pubblico…


OGGETTO: problematiche d’igiene ambientale e di ordine pubblico conseguenti alla sospensione servizio trasporto via mare passeggeri, R.S.U., merci pericolose con navi Ro.Ro

Se recentemente l’Amministrazione regionale ha dato prova di non comprendere il valore della parola sfiducia, oggi, dopo l’ennesimo stop in Commissione Bilancio all’approvazione degli emendamenti che avrebbero consentito la prosecuzione dei collegamenti con traghetti RoRo,per Ustica, Favignana e Pantelleria, si è dato prova che Governo e maggioranza regionale non hanno a cuore neanche la parola fiducia dei cittadini e degli operatori privati del settore marittimo.

Questi ultimi, dopo le proteste, culminate nell’occupazione della sede della III commissione Legislativa dell’ARS dei sindaci di Ustica, Aldo Messina, di Favignana, Lucio Antinoro e del commissario di Pantelleria, Giuseppe Piazza, erano stati rassicurati dal governo regionale che sarebbe stata reperita già da martedì scorso la somma necessaria ed avevano continuato “ in fiducia”, a totale rischio d’impresa in quanto senza una copertura finanziaria i collegamenti necessari al trasporto di merci, rifiuti e combustibili per le isole di Ustica, Favignana e Pantelleria.

Oggi la società navale Traghetti delle Isole, che collega Trapani con Pantelleria e le Egadi, dopo che, per la seconda volta, la Commissione Bilancio, sentita la relazione dell’ Assessore al Bilancio, professor Gaetano Armao, è stata rinviata a martedì prossimo, ha deciso di sospendere i collegamenti. Sulla stessa linea si orienterà presto la NGI che collega Ustica con Palermo.

Facile prevedere problemi di ordine pubblico e sanitario, nonché di sicurezza sociale per la mancanza del combustibile necessario a far funzionare le locali centrali elettriche. Non a caso in precedenza i tre sindaci avevano chiesto l’intervento delle Prefetture di Palermo e Trapani e della Protezione Civile.

Mentre sarà difficile contenere le giuste proteste dei cittadini isolani, i primi cittadini di Ustica, Favignana e Pantelleria valuteranno oggi stesso nuove forme di lotta.

Si chiede con urgenza una presa di posizione ancor più forte che in passato del Governatore, On Raffaele Lombardo.

Il sindaco
Dr Aldo Messina

 

Richiesta inserimento Ordine del Giorno Prossimo Consiglio Comunale (2)


Al Presidente del Consiglio Comunale Ustica

e,p.c. Al Sindaco di Ustica

OGGETTO: Richiesta inserimento Ordine del Giorno

Il sottoscritto Pietro Bertucci, responsabile del Sito www.usticasape.it avendo avuto “certezza” dal sindaco che lo “statuto comunale supera, modella la legge” PROPONE , ai sensi dell’Art. 70 dello statuto comunale , di inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale l’adeguamento dell’Art. 33 del nostro Statuto Comunale, alle disposizioni del comma 1 dell’articolo 33 della legge 8 giugno 1990, n. 142 che stabilisce, per il nostro comune (inferiore di 3.000 abitanti), un numero di Assessori non superiore a 2 (due) – Disposizione recepita dalla Regione Sicilia (LEGGE 16 dicembre 2008, n. 22 Art. 1).

Ritengo che questo punto è di rilevante importanza in un momento di evidenti ristrettezze economiche.

Certo del benevolo accoglimento della presente, porgo distinti saluti.

Pietro Bertucci