Viaggio a New Orleans a seguito della squadra del baseball


Viaggio a New Orleans a seguito della squadra del baseball

Ustica, foto ricordo con Padre Carmelo


Ustica, foto ricordo con Padre Carmelo

Ustica, Padre Carmelo intrattiene ospiti


Ustica, Padre Carmelo intrattiene ospiti

Ustica, foto ricordo con il Vicario Padre Raffaele Mangano


Ustica, foto ricordo con il Vicario Padre Raffaele Mangano

Ustica, party di saluto padre Alessandro


Ustica, party di saluto padre Alessandro

Nel diario di un padre-scrittore sul figlio scomparso tragicamente


DAL LIBRO “GIUSEPPE”,
OLTRE LA LETTURA

APPLAUSI TRUCCATI

di el grinta

Il 7 luglio 2017, sono stato ospitato a Ustica, a Contrada Punta Spalmatore.

Ho iniziato a girare per tutta Italia per presentare il mio libro, GIUSEPPE, firmato con lo pseudonimo di El Grinta ed edito da Albatros, da poco.

Quello è il primo viaggio che effettuo in Sicilia.

Lo devo alla buona eco riscossa con la vincita del secondo posto ex aequo per la narrativa edita, al Premio Piersanti Mattarella 2016 e l’evento è stato inserito in una serie voluta dall’Architetto Anna Russolillo che, all’interno del villaggio turistico di cui è proprietaria, per quell’estate, si è inventata il “Villaggio Letterario”.

Il romanzo è ispirato al suicidio realmente accaduto nella notte tra il 24 ed il 25 marzo 2014 a Milano, città in cui vivo, di Giuseppe, il mio primo figlio, all’epoca ventunenne (il primo di tre), quando cioè apre la finestra della sua camera, all’ottavo piano di un palazzo, e si lancia nel vuoto.

Ho cercato di raccontare il mal di vivere di un essere che si è sentito sin dall’adolescenza intrappolato nel proprio corpo e, infatti, GIUSEPPE è anche la storia di Noemi, alter ego femminile che assume contorni definiti nella vita di noi genitori solo nel momento in cui nostro figlio si toglie la vita.

Ricostruisco la vicenda a ritroso, a partire dalla notte maledetta, attraverso le pagine di un diario che auguro a chi ora mi sta leggendo e a chiunque altro, di non scrivere mai.

Le colonne portanti del narrato, dove trova ampio spazio anche il racconto delle mie emozioni, sono due: l’identità di genere e il disagio giovanile che porta all’auto distruzione.

Servirà davvero raccontare a qualcuno della Continue reading “Nel diario di un padre-scrittore sul figlio scomparso tragicamente”

I FRAMMMENTI DI VETRO DI PADRE CARMELO RACCONTANO GLI ANTICHI POPOLAMENTI DI USTICA


di Franco Foresta Martin

Occupavano meno di mezzo ripiano in una vetrina della Parrocchia  “San Ferdinando Re” a Ustica. Un frettoloso visitatore avrebbe potuto pensare: “Sono solo insignificanti frammenti di vetro, perché li tengono qui?”. Una fialetta spezzata trasparente, un fondo di bicchiere grigio, un manico di brocca verde, un bottone blu-cobalto, orli di vasi decorati, altre forme irriconoscibili.  Accanto ad essi, nella stessa vetrina, altri frammenti, ma di ceramica, e quindi più facilmente apprezzabili, simili a quelli custoditi nel Museo Archeologico dedicato a Padre Carmelo Seminara da Ganci, in Largo Gran Guardia. E poi, in altri ripiani della stessa vetrina, chiodi di epoca romana, qualche fossile, qualche minerale, mucchietti di ossidiane.  Insomma, tutta una miscellanea di minuti reperti archeologici trovati in giro per l’isola da quell’instancabile raccoglitore che era Padre Carmelo; e gelosamente conservati in Parrocchia, nella lungimirante consapevolezza che un giorno potessero svelare qualche particolare ancora inedito della storia di Ustica.

Quando notai quei frammenti di vetro nella nuova sistemazione che gli aveva dato Don Lorenzo Tripoli, l’attuale Parroco che ha raccolto l’eredità spirituale e culturale di Padre Carmelo, pensai: è arrivato il momento di farli esprimere, di sentire cosa possono raccontare del passato di Ustica. In precedenza mi ero occupato dell’analisi delle ossidiane raccolte da Padre Carmelo: scaglie di vetro vulcanico usate nella preistoria come coltelli e punte di frecce. Poiché il vulcanismo di Continue reading “I FRAMMMENTI DI VETRO DI PADRE CARMELO RACCONTANO GLI ANTICHI POPOLAMENTI DI USTICA”

La vicinanza della Comunità usticese, in questo difficile momento,  al Parroco Padre Lorenzo Tripoli


Le disposizioni governative nazionali in materia di mobilità necessariamente imposte alla popolazione per contrastare e debellare, ci auguriamo in tempo quanto più breve possibile, il diffondersi dell’epidemia del coronavirus stanno comportando per tutti un improvviso impensabile cambiamento delle nostre abitudini di vita, del nostro modo di muoverci, di lavorare, di relazionarci con gli altri. Questo, che meglio sarebbe chiamare stravolgimento, interessa anche la Chiesa nelle sue abituali procedure spirituali. Sull’argomento ospitiamo volentieri un breve intervento del parroco dell’isola Padre Lorenzo Tripoli.

Padre Lorenzo, ha avuto occasione di constatare che i suoi parrocchiani, abitualmente vicini a lei, oggi lo sono ancora di più paradossalmente in un periodo in cui per superiori disposizioni sanitarie sono disciplinatamente tenuti a stare lontani da lei?

“Il fatto di essere impossibilitato a incontrare i miei cari parrocchiani, di non poter avere contatti con loro, mi pesa tantissimo. Comunque ringrazio sempre Dio in quanto questa meravigliosa comunità in effetti, pur fisicamente distante, è stata e continua ad essere vicina a me come parroco, facendomi sentire la presenza in diversi modi .”

Il giustificato divieto di aggregazione è per ora il sacrificio più duro da sopportare?

Si, vedere la nostra chiesa vuota, sopratutto la domenica, è un dolore grande per un sacerdote ma posso dire che questa è una vera quaresima durante la quale si sta riscoprendo, almeno spero, il senso dell’unione familiare e della preghiera.”

Padre Lorenzo, si dice già che Continue reading “La vicinanza della Comunità usticese, in questo difficile momento,  al Parroco Padre Lorenzo Tripoli”

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Per quanto severo che sia un padre nel giudicare suo figlio, non sarà mai tanto severo come un figlio che giudica il padre.
(Enrique Jardiel)

L’ultimo “ritorno” ad Ustica di Padre Carmelo – giugno 2007


1 l'ultimo ritorno ad Ustica di Padre Carmelo
1 l’ultimo ritorno ad Ustica di Padre Carmelo

Ustica, matrimonio celebrato da Padre Carmelo


Ustica, l’ora di religione con padre Marcello


Ustica, l'ora di Religione con Padre Marcello
Ustica, l’ora di Religione con Padre Marcello

Il Maestro Nicoletti compone un’aria sacra sul Beato Padre Pino Puglisi


Il Maestro Nicoletti compone un’aria sacra sul Beato Padre Pino Puglisi e la esegue in prima assoluta mondiale davanti alla sua tomba, nella Cattedrale di Palermo.

Domenica 18 novembre, alle ore 12.00, nella Cattedrale di Palermo, il  Maestro Teresa Nicoletti, compositrice e mezzosoprano di fama internazionale, ha eseguito in prima assoluta l’aria sacra: “Padre Pino Puglisi, Anima Beata”, testo e musica originali da lei composte. Ad accompagnarla il Maestro Mauro Visconti, organista ufficiale della Cattedrale.

L’esecuzione in prima assoluta mondiale è avvenuta davanti alla tomba del beato, martire della fede, ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993. Presenti all’evento moltissimi fedeli e Sua Eminenza Rev.na il Cardinale Edoardo Menichelli, che si è complimentato con il Maestro Nicoletti e le ha impartito la sua benedizione.

***

Padre Pino Puglisi, Anima Beata                      

                                      Musica e testo di Teresa Nicoletti

Anima Beata che vegli sulla Terra,
Angelo ubbidiente che hai dato la tua vita
in sacrificio per l’umanità.

Voce che difende i sogni apparsi all’alba della vita.
Voce sorridente che fa scudo alle speranze offese.
Voce che cammina e supera i deserti rassegnati
che albergano nell’anima di chi implora il perdono.

Il senso della vita è un sentiero scalzo che umile si fa
e ha il capo reclinato
e viaggia verso la verità.
Il senso della vita è un coraggioso aiuto a chi forza più non ha
per fuggire l’inganno
che solo la Fede vincerà.

Anima Beata che vegli sulla Terra,
Angelo ubbidiente che hai dato la tua vita
in sacrificio per l’umanità,
che vegli su Palermo, che sempre, sempre è la tua città.

Copyright © Teresa Nicoletti 2018

Al Maestro Teresa Nicoletti le più vive congratulazioni dalla Redazione di Ustica sape

 

 

 

Padre Alessandro Manzone, già Parroco di Ustica, con le Marie


Padre, alessandro, Manzone, Marie, Parroco
Padre Alessandro Manzone con le Marie

Prima Comunione, una foto ricordo con Padre Carmelo


Prima Comunione, foto ricordo con Padre Carmelo
Prima Comunione, foto ricordo con Padre Carmelo

Ustica, foto ricordo con Padre Alessandro


Ustica,  Foto ricordo con Padre Alessandro
Ustica, Foto ricordo con Padre Alessandro

Padre Carmelo e Lenzi – scambio di cortesie


Pellegrinaggio anziani usticesi a San Giovanni Rotondo


 Pellegrinaggio San Giovanni Rotondo
Pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo

Saluto a Padre Andres


Saluto a Padre Andres
Saluto a Padre Andres

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marline Robershaw

Saluto a Padre Andres !!!!!!!!! may I add mi Saluto ance !! I will always remember you, Padre Andres !! such a kind, friendly, and helpful Padre. thanks to you so I could play the vecchio organo a Chiesa Ferdinando !! such a memory !!! Dio Benedica a te, Marlene Robershaw, Manfre.

Saluto a Padre Andres !!!!!!!!! posso aggiungere ancora il mio  saluto !! Mi ricorderò sempre di te, Padre Andres !! un Padre così gentile, amichevole e disponibile.  Grazie a te così ho potuto suonare il vecchio organo a Chiesa Ferdinando !! un tale ricordo !!! Dio Benedica a te, Marlene Robershaw, Manfre

Ustica, Padre Carmelo fotografo


Padre Carmelo fotografo
Ustica, Padre Carmelo fotografo