Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


L’ignoranza e la presunzione viaggiano sempre nello stesso scompartimento. La saggezza e l’umiltà pure − ma su un altro treno.
S. W. Field

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Troppi successi, troppi riflettori puntati addosso a volte possono creare tensione, alimentando la vanità fino a trasformare l’orgoglio in presunzione.

Alice Di Stefano

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


“Più piccola è la mente più grande è la presunzione.”
ESOPO

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Se ci mettessimo al posto delle altre persone non sentiremmo più la gelosia e l’odio che tanto spesso sentiamo per esse; e se mettessimo altri al nostro posto, l’orgoglio e la presunzione diminuirebbero di molto.
Johann Wolfgang Goethe

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Essere, umili, nobiltà

L’auto-presunzione può condurre all’auto-distruzione.
(Esopo)

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Per uno strano paradosso quanto più sono limitate le capacità di alcune persone tanto più la loro presunzione è grande.
R. Bagnis

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


L’ignoranza è madre della presunzione

Ignorance is the mother of presumption.

(Marie de Gournay

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


SindacoUno dei difetti che caratterizzano voi politici è la presunzione di poter prendere in giro la gente, trattarla come se fosse cieca o imbecille, darle a bere fandonie, negare o ignorare le realtà più evidenti….

Oriana Fallaci

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


 

sindacoMolti potrebbero arrivare alla saggezza se non avessero la presunzione di esserci già arrivati

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


SindacoUno dei difetti che caratterizzano voi politici è la presunzione di poter prendere in giro la gente, trattarla come se fosse cieca o imbecille, darle a bere fandonie, negare o ignorare le realtà più evidenti….

Oriana Fallaci

 

Replica al “PROMEMORIA PER I DISTRATTI. L’apologia del fascismo è un reato”


LA MALAFEDE, L’IGNORANZA DELLE NORME GIURIDICHE, LA SUPERFICIALITA’, LA PRESUNZIONE e L’ASSENZA di IDEE, PORTANO AD ACCUSE PRETESTUOSE e RIDICOLE.

Sono stato accusato di …” apologia del fascismo”.

L’avere condiviso sulla mia pagina facebook una “frase” fa scrivere ad un direttore di una testata giornalistica ( che mi riservo di querelare per calunnia e diffamazione ) un articolo sulla mia persona.

Il direttore della testata giornalistica online “Buongiornoustica” mi accusa di distrazione, di ignoranza o di apologia del fascismo.

Con l’articolo in questione il direttore tenta pretestuosamente di attaccarmi per le mie idee in tema di portualità, essendo consapevole del fatto che le sue opinioni non hanno alcun seguito tra la Cittadinanza.

In realtà non sono né distratto, né ignoro la Storia.

Ho consapevolmente sottoscritto il contenuto di una frase che trovo condivisibile indipendentemente da chi l’abbia pronunciata.

Questo non significa che io apprezzi o condivida l’epoca della dittatura fascista.

Del resto la mia partecipazione alla vita sociale e politica dell’Isola dimostra con tutta evidenza come io apprezzi la democrazia e la formazione dialettica delle idee.

E’ evidente per qualsiasi Lettore in buona fede e dotato di elementare buon senso cha la condivisione di una frase come quella pubblicata e che sottoscrivo, non significhi esaltare “esponenti, principi, fatti e metodi propri del partito fascista, o compiere manifestazioni esteriori di carattere fascista. “ L’apologia consiste in un “esaltazione tale da potere condurre alla riorganizzazione del partito fascista”.

Ho fatto mia una frase che risponde ad una elementare logica di buon senso e che corrisponde, purtroppo, all’esperienza vissuta da molte persone indipendentemente dal fatto che siano esse di sinistra, di destra o di centro.

Chi mi conosce sa bene che ho sempre ispirato il mio comportamento a principi di lealtà, senso del dovere e rispetto per le opinioni altrui e che apprezzo le persone che – indipendentemente dal colore politico – sappiano dire in FACCIA ciò che pensano senza ricorrere a mezzucci infingardi per attaccare le persone alle spalle, magari fingendo di essere amici.

Purtroppo, come del resto dimostra l’articolo in questione, molti preferiscono attaccare alle spalle con pretestuose ed infondate accuse senza ammettere i loro reali fini.

Chiunque esterni un proprio pensiero è libero di farlo in base alla ns. Costituzione.

E’ evidente che il direttore ha espresso dei convincimenti in maniera molto superficiale e ha richiamato delle norme giuridiche, quelle sull’apologia del fascismo, senza essere in grado di comprenderne il significato sotto il profilo giuridico.

La norma infatti non incrimina una semplice manifestazione di pensiero, ma una manifestazione di pensiero di tale incisività che possa portare alla costituzione di un’associazione o di un gruppo che persegua finalità antidemocratiche, e a tal fine diretta.

Non mi sembra che io abbia fatto tutto ciò!

Pertanto semmai ce ne fosse ancora bisogno faccio notare, ancora una volta, la superficialità con la quale il direttore scrive il proprio giornale.

Ovviamente, per come detto, darò incarico ai miei legali per valutare l’opportunità di querelare il direttore e la testata giornalistica solo al fine di devolvere gli eventuali proventi in beneficienza ad una seria scuola di giornalismo.

Salvatore Militello

—————-

PROMEMORIA PER I DISTRATTI. L’apologia del Continue reading “Replica al “PROMEMORIA PER I DISTRATTI. L’apologia del fascismo è un reato””