Ustica, visione del mappamondo per programmazione vacanza


Ustica, visione del mappamondo per programmazione vacanza

Avviso programmazione erogazione servizio idrico


Download (PDF, 168KB)

Riceviamo e pubblichiamo – Programmazione riunione GAC di Trapani


Alla cortese<attenzio dr Lucio Antinoro
Sindaco di Favignana

Caro Lucio,

desidero segnalarti che il 10 gennaio alle 11.00 l’Assessore regionale alla salute, drssa Borsellino, ha convocato i sindaci I.M. per dibattere il tema “Servizio Consegna farmaci I.M.”:

Per la stessa data tu hai fatto la convocazione per il GAC Isole Minori a Trapani, riunione già rinviata che non appare opportuno fare andare alle calende greche.

Pertanto , se come è probabile il notaio non potrà venire da Trapani a Palermo, sarà opportuno programmare la riunione GAC di trapani per le 17.00. I colleghi delle altre isole raggiungerebbero Trapani con la mia auto e li riporterei io a Palermo verso le 20.00

A te, capofila, ogni decisione in merito.

aldo Messina

^^^^^^^^^^^^

RISPOSTA

Da Favignana Lucio Antinoro

Caro Aldo, carissimi tutti,

ho fatto un breve giro di telefonate ed è complicatissimo spostare la costituzione del GAC anche perchè alcuni dei partners privati del pomeriggio dello stesso giorno sono impegnati per la costituzione dell’altro GAC (mi sembra Licata).

Ho chiesto a Massimo Lo Schiavo di tentare di postergare l’appuntamento con l’Assessore regionale per il giorno 10/1 alle 16,00 o 17,00, penso sia una soluzione altrettanto comoda. Siamo in attesa delle comunicazioni di Massimo.

Saluti a tutti e buon anno.

Lucio Antinoro

 

 

 

 

Tavolo Tematico (dissalazione e trasporti) – Programmazione anno 2013


REPUBBLICA ITALIANA

REGIONE SICILIANA
Presidenza
Segreteria Generale
Servizio 2°
Coordinamento Attività Isole Minori

 

Palermo 10/12/2012  Prot. n° 54145

INDIRIZZATO ai Sindaci dei comuni di Lipari, S.M. Salina, Malfa, Leni, Lampedusa e Linosa, Pantelleria, Ustica, Favignana,

OGGETTO: Tavolo Tematico per il 13/12/2012 – Programmazione anno 2013.

Le SS.LL. sono convocate presso la sede dell’Ufficio Isole Minori – Via Generale Magliocco n° 46 – il 13/12/2012 alle ore 11,00 per:

1) Problematiche sullo dissalazione per ogni isola delle Isole Minori siciliane;
2) Trasporti marittimi – itinerari e orari;
3) Predisposizione di un D.D.L. per le Isole Minori;
4) Varie ed eventuali.

Il Direttore del Servizio
(Dott.ssa Alessandra Di Liberto)

(ricevuto da sindaco A. Messina)

 

Regione: incapacità di spesa e di programmazione


Caro Pietro,

giorni or sono hai pubblicato una lettera di qualcuno che si profondeva in ringraziamenti verso il Presidente della Regione Sicilia ed altri personaggi nella fallace convinzione di avere risolto il problema delle navi RO-RO il cui nome fara’ anche ridere ma sono vitali per la sopravvivenza delle isole (leggi smaltimento rifiuti,rifornimento carburanti e bombole).

Da qualche giorno il clima e’ cambiato e si minacciano fulmini e saette,cosa che andava fatta gia’ parecchi mesi fa e non in piena stagione turistica, che per altro appare sempre piu’ compromessa.

I signori onorevoli, componenti la commissione non hanno trovato ne’ il tempo ne’ la voglia di riunirsi strafottendosene delle isole e del loro destino. Del resto erano gia’ stati ringraziati! Ha fatto bene il giovane e brillante GIORGIO a dissociarsi da quei ringraziamenti stile anni ’50 e assolutamente fuori luogo per una promessa per altro a tutt’oggi non mantenuta.

Va detto pero’ che l’onorevole presidente (dico onorevole non per piaggeria ma perche ‘in Sicilia si definiscono cosi,mentre in ITALIA,vengono chiamati semplicemente consiglieri) qualcosa in questi giorni l’ha fatta! Su Repubblica di oggi si legge infatti che il sig. presidente ha affidato parecchi incarichi ben retribuiti e sopratutto, ha nominato il SEGRETARIO GENERALE DELLA REGIONE, compenso intorno ai 250.000 euro annui,dicesi duecentocinquantamila euro, affidando l’incarico a persona non facente parte dei ruoli regionali pur disponendo di ben 2000 (dicesi duemila) dirigenti!!!

Penso che con 250.000 euro forse una decina di viaggi si potevano pagare per i RO-RO, ma lor signori preferiscono andare a GO-GO!

Angelo Longo

p.s. a conferma di quanto sopra leggo sul sito il ritaglio della STAMPA di ieri in cui si denuncia l’incapacita’ di spesa della regione dei fondi europei per centinaia e centinaia milioni di euro che potrebbero dare sostegno all’asfittica e morente economia di questa terra.

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Agostino Caserta

Vorrei fare una domanda diretta alla Regione Sicilia : ” Ad Ustica, e nelle isole minori,  le tasse i cittadini le pagano come gli altri, o no ? La Regione Sicilia in specie, insieme ad altre Regioni del Sud, non riesce neanche ad usare i tanti miliardi messi a disposizione dalla UE e questo e’ un fatto che non ammette scuse. “A caval donato non si guarda in bocca”, ma qui invece sembra che ognuno per la propria convenienza cerca il pelo nell’uovo, non si conclude niente e Ustica ( e le isole minori ) oltre a dovere fronteggiare i positivi e i negativi che presenta lo stato di insularita’ deve anche sobbarcarsi le conseguenze dell’incompetenza altrui ( i vicini di casa ).

Ustica ha fatto parte della provincia di Palermo per secoli. Rimaniamo sempre orgogliosi siciliani ma allarghiamo gli orizzonti che ormai in questo mondo globale sono alla portata di tutti e scriviamo la storia con una speciale rivoluzione scevra che annulla i limiti geografici. Sembra una utopia ma non lo e’ perche’ oggi tutto e’ possibile. Chiediamo se Ustica puo’ diventare parte della Regione Lombardia o Piemonte, ecc…per un periodo prestabilito, diciamo per 50-100 anni. L’isola di Ustica potrebbe essere benissimo incorporata con un colossale vantaggio pratico e virtuale, e penso che ai Lombardi, Piemontesi ecc.. farebbe un gran piacere di avere finalmente lo ” sbocco al mare” , allargare il territorio virtuale, avere un’isola ” adottata ” e di avere anche un onesto contribuente in piu’.

^^^^^^^^^^

Dalla California Marlene Marchese Manfrè

You are “right on” Angelo !!! In our world, in most cultured countries, like Italy and the United States, we are all in financial trouble !! and it is mostly about what YOU pointed out. Overspending at the “top”, with salaries to people who really don’t do anything to help the problems of their country, AND THEY ARE SALARIES ABOVE THE COMMON PERSON.

I don’t know if things can change, but we need to keep telling the truth, and pray for God to be with us and provide for us. There is nothing that God does not know and see.

Greetings, Marlene Marchese, Manfre

 

Estate: Programmazione “cabarettistica”


Molto rumore per nulla…. Come sempre, ogni anno, si fa il più possibile per rendere inquieti i turisti e gli isolani, per poi concludere in un “nulla di fatto”. Chiaramente RINGRAZIO il Sindaco per questa mossa, che almeno tenta di salvare l’estate…. Però ragionavo con alcuni anziani…. Cosa mai è successo ad Ustica prima che introducessero certe ridicole norme sulla sicurezza dell’approdo? Niente, o praticamente niente! Niente incidenti di rilievo, niente feriti, niente di niente! I problemi si sono avuti lo scorso anno, quando si è deciso di allestire l’area delimitata da boe…. per cui lo stesso numero di barche doveva stare in una superficie minore con le ovvie conseguenze…. Non voglio commentare oltre, spero che lo faccia qualcuno più informato di me… Certo, un porto deve essere regolamentato, ci mancherebbe altro. Ma forse la “corsa dell’ultimo minuto”, le boe posate “a occhio”… beh, non si risolvono in questo modo i problemi della portualità… Continuo a chiedermi perchè non si pensi a risolvere i problemi nel mese di settembre di ogni anno, anzichè aspettare fino a maggio… Si, a settembre si è parlato del molo, la messa in sicurezza…. ma parliamo chiaro, quanti di voi hanno creduto che per l’estate si sarebbe costruito il molo? Credo proprio nessuno… Rimanendo in tema di portualità, proprio non capisco perchè a Ustica non ci siano le colonnine “luce e acqua” destinate alle imbarcazioni un po’ più grosse… è un servizio che si ripaga in pochissimo tempo, un tot a notte per l’ormeggio con rifornimento ed è fatta… chi dovrebbe farle? il Comune, e poi darle in gestione ad un privato. GESTIONE per me vuol dire: le costruisce il Comune a proprie spese, poi le affida ad un usticese residente e domiciliato ad Ustica (il gestore) in cambio di un certa tariffa annua, fissa, indipendente da fattori esterni; poi il gestore stabilisce il costo giornaliero per gli eventuali clienti ed ottiene un guadagno (detratta quindi la tariffa da dare al Comune e quella del costo dell’acqua e della corrente vendute). Stessa cosa poteva esser fatta per il distributore di carburanti, no? ma sto spostando troppo il tiro… Tornando alla “portualità”, aspetto con anzia l’altra “nota cabarettistica” di maggio…. L’ordinanza che disciplina le immersioni! Ancora è presto, tipicamente quella esce a fine maggio…. anche se per rendere le cose un po’ più difficili sarebbe meglio farla uscire a metà o fine giugno…

Marco Daricello

GAC ISOLE DI SICILIA – PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’


Il ridotto tempo disponibile impone il rispetto delle modalità operative. Ciascun comune dovrà provvedere alla realizzazione di almeno 1 seminario informativo e di presentazione (utilizzando i materiali forniti con mail del 10/02)avendo cura di coinvolgere gli attori locali del settore ittico e altri operatori economici interessati in qualità di partner o soci del futuro GAC (componente pubblica, componente privata 1, componente privata 2). E’ indispensabile il rispetto dei tempi e delle attività programmate, altrimenti si interrompe il flusso di materiali, dati ed informazioni indispensabili per la stesura del PSL da parte del progettista.

Per informazioni: Continue reading “GAC ISOLE DI SICILIA – PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’”

Siremar: Programmazione orari aliscafo per domani 24-12-2011



L’agenzia Militello comunica che domani l’aliscafo Masaccio delle SIREMAR ha programmato la partenza da Palermo per Ustica alle ore 07,00 con successivo rientro a Palermo alle ore 08,30 (circa). Alla stessa ora (07,00), sempre da Palermo, dovrebbero partire il Catamarano della Ustica Lines.

La Nave Isola di Vulcano dovrebbe partire da Palermo alle 09,00 e ripartire da Ustica alle 14,20, dieci minuti prima del Catamarano (14,30).

———–

NOTA: – Non è questa assurda programmazione e conseguentemente spreco di denaro pubblico?

Sarebbe auspicabile in futuro, nelle attuali ristrettezze economiche, che i collegamenti marittimi venissero pianificati con maggiore oculatezza allo scopo di avvantaggiare l’utenza..

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Palermo Tiziana Pellegrino

Gentile Sig. Bertucci,

anzi tutto desidero ringraziarla per l’opportunità che attraverso il suo blog ho di poter esprimere quella che non ritengo essere una personale opinione, bensì una certezza che tutti gli addetti ai lavori conoscono…..mi spiego meglio, la pianificazione alla quale lei fa riferimento è stata fatta in modo estremamente oculato…a questo punto Lei si starà chiedendo, ma questa signora è pazza? Ebbene non ancora! ma conosco per vie traverse i retroscena che nelle ultime settimane hanno caratterizzato i collegamenti marittimi da e per Ustica. Risorta dalla ceneri, la Si.re.mar sta mettendo in atto un preciso piano per danneggiare il più possibile l’avversaria Ustica Lines. Come? Sottraendogli i passeggeri come nel caso da lei evidenziato e cercando di dimostrare l’inutilità del loro servizio “integrativo”.

Vuole un altro esempio? Perché la nave Isola di Vulcano parte 10 minuti prima del catamarano e arriva più o meno allo stesso orario? Eppure gli orari di arrivo pubblicati non recitano “arrivo ore 16.00” ma per riuscirci i vari comandanti devono schiacciare il piede sull’acceleratore con consumi rilevanti che tanto per cambiare pagano sempre i cittadini visto che a tutt’oggi la Si.re.mar è ancora un’azienda pubblica. Ci sarebbero tanti altri episodi ma non voglio tediare ulteriormente i suoi lettori e concludo invitando tutti alla riflessione…vogliamo continuare a farci prendere in giro da queste persone? Non credete che prima di batterci per nuovi porti e nuovi approdi alternativi sia più opportuno lottare per consolidare e meglio regolamentare i trasporti marittimi che oggi abbiamo? Infine, pur non essendo apertamente schierata e consapevole del rischio di essere apostrofata come tale, desidero ringraziare tutto l’equipaggio del catamarano per lo splendido lavoro che ogni giorno fanno, garantendo il sevizio anche quando le condizioni meteo sono pessime e altri preferiscono rimanere con le cime alle bitte……GRAZIE RAGAZZI!!!!