Riceviamo e pubblichiamo – Lavoratori pubblici a termine: più tutele dalla Ue

La Commissione ha avviato la procedura di infrazione contro l’Italia; la CGUE è già orientata a riconoscere i diritti del personale precario della PA.

L’Italia è responsabile di discriminazioni nei confronti dei lavoratori pubblici con contratto a termine: lo afferma la Commissione dell’Unione Europea, che ha avviato un procedimento di infrazione, destinato molto probabilmente a sfociare davanti alla Corte di Giustizia.

Numerose le categorie di pubblici dipendenti coinvolte: personale docente della scuola come gli insegnanti precari, appartenenti al Servizio Sanitario Nazionale, Vigili del Fuoco volontari e richiamati in servizio, lavoratori delle Università e degli Istituti di alta formazione artistica e musicale.
Tutti costoro, a fattor comune, sono interessati dai rimproveri che l’Ue muove all’Italia: Bruxelles ravvisa una violazione, da parte delle nostre normative nazionali, dell’Accordo quadro europeo sul lavoro a tempo determinato [1].
La legislazione italiana, infatti, stando ai rilievi sollevati dalla Commissione europea, esclude i lavoratori a termine delle pubbliche amministrazioni dalle tutele previste, invece, per i lavoratori impiegati nel privato, a partire da quella che prevede la trasformazione automatica in un contratto di lavoro a tempo indeterminato quando la somma dei periodi dei contratti a termine supera i 24 mesi di durata complessiva.

Alcuni giudici italiani del lavoro avevano già Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – Lavoratori pubblici a termine: più tutele dalla Ue”

Comune di Ustica- Avviso pubblico per l’affidamento in gestione bagni pubblici…


Download (PDF, 2.46MB)

Riceviamo e pubblichiamo – Servizio Trasporti Pubblici


 

servizi trasporti pubbliciAl Sindaco del Comune di Ustica
Al Responsabile trasporti pubblici Comune di Ustica

e,p.c. Comando Stazione Carabinieri
usticasape

OGGETTO: Servizio Trasporti Pubblici

Il sottoscritto Badagliacco Giuseppe nato a Palermo il 10-10-1944, residente in Ustica in Via Belvedere G. Scalarini s.n.c. e titolare delle tesserino abbonamento annuo n. 2426 con scadenza 31-12.2015,  espone fatti  relativi a disservizi nell’ambito del trasporto pubblico,  verbalmente  già segnalate al responsabile di detto  servizio .
Tali segnalazioni si riferiscono:

  • Ritardi e soppressioni, in alcuni casi anche di giornate intere e senza preavviso , di corse del servizio pubblico;
  • Se il mezzo si guasta non viene quasi mai sostituito con conseguente soppressione della corsa, con grave disagio alla cittadinanza;
  • Spesso il mezzo pubblico non è presente all’arrivo dei mezzi di trasporto marittimi creando notevoli difficoltà ai viaggiatori che spesso si trovano costretti a trasportare i bagagli sino alla piazza;
  • Assenza di visibilità degli orari di partenza dei mezzi pubblici e del loro percorso.

La segnalazione ha lo scopo di  portare a conoscenza delle SS.LL. i sopra menzionati disservizi , certo di un immediato intervento, in modo da vedere, nel prossimo futuro, un servizio efficiente a tutela dei diritti doveri della cittadinanza nonché dei turisti che tra qualche mese dovrebbero affollare l’Isola.

Sentiti ringraziamenti

F.to Giuseppe Badagliacco

Ustica 30-05-2015

^^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Mariella Di Bartolo 

Devo concordare con quanto segnalato dal sig. Badagiacco perchè anche a me è successo di dover prendere la nave al cimitero e non c’era un mezzo pubblico che portava fino li quindi dalla biglietteria del paese ho dovuto fare di corsa fino al cimitero per non perdere la nave. Si capisce che necessita una migliore distribuzione degli orari e dei servizi specie nei momenti di arrivo e partenza della nave.