Ustica 1962, Enzo Maiorca conquista il suo primato mondiale di discesa in apnea fino a 51 metri di profondità.


In Sup da Ustica a Mondello, è record per il palermitano Michelucci

Da La Repubblica

A bordo della tavola e con il solo ausilio della pagaia ha completato il percorso in poco più di otto ore

Il palermitano Vincenzo Michelucci ha completato la traversata da Ustica a Mondello in stand up paddle in 8h 15′ 36″. A bordo della sua tavola, in piedi e con la sola forza delle sue pagaiate Michelucci questa volta è riuscito nell’impresa già tentata a settembre quando però a fermarlo erano state le condizioni meteo marine.

A scortare la traversata l’associazione sportiva Water Experience, della quale Vincenzo Michelucci è anche vicepresidente, con una barca d’appoggio dell’armatore Carlo Randazzo. L’atleta palermitano è partito da Cala Santa Maria a Ustica alle 4,45 di questa mattina ed è approdato a Mondello all’Ombelico del mondo pagaiando per 56 chilometri, poco meno di 31 miglia nautiche. A certificare il record gli staff del settore Surfing della Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard e la Federazione Italiana Cronometristi con Santo Barile e Salvatore Gebbia.

Fonte: La Repubblica

Record mondiale in apnea in assetto costante con le due pinne di Chiara Obino

Record mondiale in apnea in assetto costante con le due pinne  di Chiara Obino
Record mondiale in apnea in assetto costante con le due pinne di Chiara Obino

Ad Ustica un nuovo record mondiale in apnea bipinne della cagliaritana Chiara Obino dopo quelli di Enzo Maiorca e Umberto Pelizzari


img_2106Dal 16 al 18 settembre si è svolto  il Campionato Italiano di Immersione in Apnea  in Assetto Costante, al quale è stata abbinata la 4^ edizione  del Trofeo “Ustica nel Blu” – Memorial Gaetano Lo Nero.

Giorno 16 era in programma la specialità di immersione profonda in assetto costante senza attrezzi  che ha visto la partecipazione solamente di 4 atleti su 8 a causa  del mare mosso con vento di scirocco che  ha fatto rinviare più volte la partenza. Non c’è stato nessun nuovo record  ela classifica ha visto:  – 1° Homar Leuci  -60 metri, 2° Michele Tomasi -59 metri , 3° Vincenzo Ferri -50 metri.

Giorno 17 era in programma la specialità di immersione in assetto costante con monopinna che ha visto la partecipazione di 11 atleti dell’elite maschile e 3 dell’elite femminile.img_2149
Per la categoria maschile sono saliti sul podio Davide Carrera con -106 metri omologati, Michele Giurgola con -97 metri omologati su -101 realizzata, Homar Leuci con -92 metri omologati.
Per la categoria Femminile è salita sul podio Chiara Obino con -29 metri omologati su  -56,50 metri  realizzati. Partecipava anche la campionessa Alessia Zecchini che ha realizzato -102 metri ma non sono stati omologati in quanto non ha seguito, nei giusti tempi, il protocollo d’uscita (10 secondi per l’areazione e 5 secondi per toccare il capo al giudice). Certamente a limitare la prestazione della Zecchini sono state le forti correnti in profondità, il mare ancora mosso e anche un ginocchio non in perfette condizioni.

Giorno 18 era in programma la specialità di immersione in assetto costante con attrezzi bipinne che ha visto la partecipazione di 9 atleti dell’elite maschile ed 1 atleta  dell’elite femminile.
Per la categoria maschile sono saliti sul podio Michele Giurgola con -90 metri omologati su -92 realizzati, Salvatore Bausotto con -70 metri omologati, Michele Tomasi con -62 metri omologati su -71 metri  realizzati
img_2126La categoria elite femminile ha visto la partecipazione della Cagliaritana Chiara Obino con -82 metri omologati con una immersione di 3 miniti e dieci secondi stabilendo ad Ustica il nuovo record del mondo Enzo Maiorca e Umberto Pelizzari  .
Complimenti alla Obino per l’ottimo risultato ottenuto,frutto di doti naturali, grande volontà ed impegno costante.
La Obino e la Zecchini sono apneiste di punta della Nazionale Italiana  che dal 2 al 9 Ottobre parteciperanno al campionato del mondo di apnea profonda in programma a Kas Turchia e certamente, anche a livello mondiale, cercheranno di arrivare a traguardi molto più ambiziosi.

img_2222img_2229img_2241img_2250img_2254img_2261img_2266img_2281img_2285img_2289img_2325img_2318img_2338

 

 

Ustica, nuovo record del mondo in apnea


Chiara Obino scende a 82 metri con le due pinne. L’Isola torna ai fasti di Maiorca

apnea-ustica-nuovo-record-del-mondo

Fonte: R.it Palermo

 

Ustica: la Zecchini tenta il Record mondiale in Assetto Costante con Monopinna


zecchiniIn occasione del Campionato italiano di Apnea Profonda che si svolgerà nelle acque dell’isola di Ustica dal 12 al 18 settembre prossimi, Alessia Zecchini, indiscussa punta di diamante della nazionale azzurra, tenterà di conquistare un nuovo primato del mondo nella disciplina dell’Assetto Costante con Monopinna.

Alessia dovrà superare la misura di -93 metri, che già le appartiene, e che realizzò lo scorso anno a Ischia in occasione del 1° Campionato Mondiale di Apnea Outdoor CMAS. Tuttavia, secondo le indiscrezioni della vigilia, sembra che l’atleta romana potrebbe anche tentare di infrangere il primato assoluto di -101 metri (AIDA) che appartiene ancora, imbattuto dal 2011, alla leggenda Natalia Molchanova tragicamente scomparsa lo scorso anno. Un’impresa che la consacrerebbe definitivamente all’attenzione della cronaca mondiale.

Tempo permettendo, il tentativo di record, come le prestazioni di tutti gli altri atleti partecipanti al Campionato Italiano, potranno essere seguite in diretta dagli spettatori grazie alla presenza di una barca con il fondo in vetro, che sarà utilizzata come barca – campo gara e potrà ospitare fino a 12 osservatori ogni competizione. Grazie alla limpidezza del mare di Ustica, che spesso supera i 40 metri, si potranno seguire gli atleti dalla capovolta di partenza fino alla riemersione, compreso il protocollo di uscita necessario alla convalida della prova.

Fonte: Apnea Magazzine