Dal Gruppo Consiliare di Minoranza riceviamo e pubblichiamo – Resoconto Consiglio Comunale


Ieri sera si è svolto il consiglio comunale. Il primo argomento all’ordine del giorno è stato l’approvazione del bilancio di previsione 2018/2020 con il documento unico di programmazione (DUP) e i relativi allegati. Purtroppo noi consiglieri ci siamo ritrovati a non poter esprimere in modo consapevole il nostro voto in quanto in aula risultavano assenti: l’assessore al bilancio, il revisore del conto (tecnico per conto dei consiglieri delle materie finanziarie) e il capo area dell’ufficio finanziario o un suo delegato. Il bilancio 2018, ma in particolare il previsionale 2019 e 2020 non è stato assolutamente illustrato e non abbiamo potuto avere contezza di alcune parti/numeri e di alcune mancanze e imprecisioni presenti nel parere del revisore, parere che è sembrato che solo noi consiglieri di minoranza avessimo avuto il “tempo” di leggere visto che nessun altro (presidente del consiglio compreso) hanno notato le mancanze se non in aula, abbiamo deciso di astenerci piuttosto che votare contro o, peggio, chiedere un rinvio per poter avere maggiori dettagli, rinvio che non avrebbe giovato al bene dell’ente. Il secondo punto all’ordine del giorno era l’approvazione definitiva del regolamento della democrazia partecipata. Grazie all’aver ottemperato all’articolo 3 comma 3 del nostro statuto è stato possibile raccogliere le proposte dei cittadini rendendo il regolamento effettivamente condiviso. L’unico passaggio non approvato all’unanimità è stato la scelta del voto palese o segreto. Noi consiglieri di minoranza, avendo assistito alle operazioni di voto, e avendo raccolto opinioni di tanti cittadini in tal senso avremmo preferito un voto segreto. Anche qualche consigliere di maggioranza, presente durante le operazioni di voto, ha palesato qualche perplessità, ma alla fine, con il solo voto della maggioranza, è passato il principio del voto palese. Il terzo punto all’ordine del giorno riguardava comunicazioni del sindaco sui lavori del depuratore. Abbiamo fatto notare che, essendo un punto all’ordine del giorno, avrebbe dovuto essere corredato da documenti, lettere e/o relazioni depositate durante i giorni precedenti la seduta consiliare così che possa essere approfondito dai consiglieri consentendo agli stessi un maggior grado di conoscenza così come previsto nel regolamento del funzionamento del consiglio comunale, il quale, inoltre prevede che in assenza di ciò, il punto non debba essere trattato, ma vista l’importanza dell’argomento non abbiamo chiesto l’applicazione del regolamento consentendo al sindaco di dare le comunicazione che i documenti che consentiranno l’effettivo inizio dei lavori, data presunta fine aprile, verranno approvati in giunta dando così l’approvazione definitiva in linea amministrativa, l’approvazione in linea tecnica è già stata esitata con una determina del capo settore qualche settimana fa. Per completezza di informazioni i lavori prevedono il riuso delle acque per scopo irriguo secondo la prescrizione n.11 prevista dall’Assessorato. La proposta di ottemperare a tale prescrizione è stata votata all’unanimità (alcuni consiglieri di maggioranza oggi allora erano in minoranza e viceversa) nella passata consiliatura.

L’ultimo punto ha previsto un mero obbligo di legge, così lo ha definito il sindaco, ovvero la comunicazione che la GIUNTA ha SCELTO di spendere i QUARANTAMILA EURO, stanziati dal ministero degli interni per LA MESSA IN SICUREZZA DI SCUOLE, STRADE, EDIFICI PUBBLICI E PATRIMONIO COMUNALE, nel rifacimento della facciata e degli infissi dell’ex municipio. Avremmo voluto chiedere, soprattutto per rendere consapevoli i cittadini, quali altre opportunità, viste le innumerevoli emergenze di SICUREZZA che investono il nostro territorio, PAVIMENTAZIONE PALESTRA SCUOLA, STRADE DISSESTATE, CHIUSURA ROCCA DELLA FALCONIERA PROPRIO PERCHÉ NON GARANTISCE LA SICUREZZA E L’INCOLUMITÀ DEI VISITATORI, E TANTO ALTRO, fossero state valutate dalla GIUNTA. Ma, come ha ribadito il sindaco, LUI HA OTTEMPERATO SOLTANTO AD UNA COMUNICAZIONE PREVISTA NEL DECRETO DI FINANZIAMENTO. Probabilmente non sono state valutate altre alternative del resto nella delibera di giunta non se ne fa menzione e si ribadisce, anzi, che QUESTA È UNA SCELTA POLITICA. Peccato. QUARANTAMILA EURO SPESI PER CREARE STANZE DI RAPPRESENTANZA.

Gruppo Consiliare di Minoranza – “Ustica Domani”

 

Riceviamo e pubblichiamo – Comune di Ustica RESOCONTO AMMINISTRATIVO 2013-2018


A conclusione dei 5 anni di Amministrazione Comunale ritengo doveroso riassumere i principali risultati realizzati nei vari settori frutto di un lavoro di squadra e dell’impegno di tante persone. Ringrazio i componenti della Giunta Comunale e i Consiglieri comunali per l’impegno e la passione straordinari  e per avere dato i giusti stimoli alla macchina comunale. Ringrazio il Direttore dell’Area Marina Protetta per l’ottimo lavoro svolto. Questi risultati, insieme agli altri che per brevità non vengono qui elencati, possono costituire la base per il lavoro futuro.

Al fine di svolgere al meglio il mio compito di Sindaco ho usufruito dell’aspettativa non retribuita dal mio lavoro per due periodi: dal 17 Giugno 2013 al 31 Ottobre 2016 e poi successivamente dal 19 Luglio 2017 al 31 Agosto 2017.

In esecuzione del Programma Amministrativo Elettorale depositato il 15 Maggio 2013 si elencano le principali attività svolte e i principali risultati raggiunti nei diversi settori dell’Amministrazione e dell’economia usticese.

Le opere pubbliche e le Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – Comune di Ustica RESOCONTO AMMINISTRATIVO 2013-2018”

Resoconto incontro lavori impianti sportivi


Si è svolto ieri dalle 18,00 alle 20,00 presso la sala consiliare del Comune un incontro con il direttore dei lavori degli impianti sportivi Ing. M. Trapanese.

All’incontro richiesto dal Consiglio Comunale di Ustica, hanno partecipato il Sindaco A. Messina, il vicesindaco G. Caminita, l’assessore G. Pignatone, erano presenti il tecnico del comune V. Rubio e una folta rappresentanza delle due società sportive che sono attualmente impegnate nei campionati federali di Calcio e Futsal.

La discussione è stata molto interessante e costruttiva e si è svolta in un clima collaborativo toccando tutti i punti di interesse arrivando a fissare alcuni appuntamenti che se adeguatamente rispettati porranno finalmente fine a questa ormai troppo lunga gestazione risolvendo molti problemi che gravano sulle Società sportive locali.

Abbozziamo di seguito un elenco degli argomenti trattati:

• Inerbamento del campo di calcio: tra dieci giorni (26 c.m.) l’ing. Trapanese con un tecnico agronomo eseguirà un saggio della superficie erbosa per poter decidere quando questa sarà calpestabile e procedere quindi in tempi rapidi alla consegna del campo con le stesse modalità avvenute per i campi di tennis e calcetto. Perchè questo sia possibile sarà però necessario intervenire sull’area limitrofa, attualmente lasciata incolta e con un inspiegabile “salto di livello”, che andrà colmata e trattata per farne una superficie drenante in terra battuta adatta agli allenamenti. In assenza di eventi inattesi (per esempio avverse condizioni atmosferiche) la consegna potrebbe avvenire intorno al 15 di Dicembre (non è superfluo specificare “dell’anno in corso”), questo potrebbe consentire l’inaugurazione “natalizia” il 23 Dicembre, quando è prevista una partita casalinga dell’ASD Ustica Calcio.

• Attrezzature per la manutenzione: il direttore dei lavori ha dato ampie rassicurazioni che tutte le attrezzature necessarie (macchina per la pulizia dell’erba sintetica, macchina tosaerba, macchina per segnare le strisce sul campo di calcio) saranno rese disponibili per la cura e manutenzione delle strutture sportive, sia quelle ricoperte da erba sintetica che naturale. Inoltre saranno posizionate e migliorate, qualora già presenti, tutte le attrezzature necessarie quali porte e panchine dei campi di calcio e calcetto

• Spogliatoi dedicati al campo di calcetto: avverrà in tempi rapidi l’inizio dei lavori per la costruzione degli spogliatoi previsti per i campi di tennis e calcetto, difficile sembra la possibilità di avere, nelle more, delle strutture prefabbricate adibite a spogliatoi in prossimità del campo di calcetto per il problema degli scarichi fognari, si provvederà inoltre a bonificare tutta la zona adiacente attualmente sede di deposito dei materiali di risulta del cantiere che sarà sede di camminamenti di collegamento con i campi di tennis e calcetto

• Riserve idriche per la manutenzione del manto erboso naturale: l’ing. Trapanese ha affermato che potenzialmente sono a disposizione per la manutenzione del manto erboso circa 100 metri cubi di acqua della rete idrica, non sarà possibile o quanto meno è molto difficoltoso, procedere alla raccolta di acqua piovana per le prescrizioni normative sull’irrigazione dei campi sportivi, ci viene detto che 100m3 saranno sufficienti per il mantenimento estivo del manto erboso, perplessità comunque restano sulla quantita potenziale di raccolta, sulla futura reale disponibilità di acqua della rete e sulla durata dei recipienti in materiale plastico esposti agli agenti atmosferici

• Strada di accesso agli impianti e camminamenti: il dir. dei lavori si è impegnato di cercare di ottimizzare la posa del materiale della strada di accesso agli impianti, specificando però che per i vincoli esistenti, la stessa non potrà essere realizzata in asfalto. Si è inoltre impegnato a risolvere il problema delle pendenze delle aree limitrofe ai campi di tennis dove si accumula l’acqua piovana per l’assenza di pendenze dei massetti ed errori di posizionamento dei bocchettoni di deflusso, inoltre sara’ controllata l’impermeabilità all’acqua di tutti i pozzetti

• Reti e recinzioni: ci sarà un intervento sulle reti e le strutture di recinzione per evitare che possano essere pericolose per gli atleti e dannose per le attrezzature, inoltre si provvederà a posizionare lungo la ringhiera di recinzione una rete a maglie resistenti e fitte per non consentire l’accesso dei conigli nell’area del campo di calcio.

• Campo di pallavolo: l’unico campo che non è stato ricoperto dal prato sintetico verrà adibito a campo di pallavolo polivalente, per fare questo sarà necessario sistemare il drenaggio del fondo e le numerose crepe che lo rendono irregolare e sede di pozzanghere dopo la pioggia, andranno inoltre rifatte le linee di delimitazione

Alla fine del dibattito il Sindaco ha chiuso parlando della correttezza delle manovre amministrative che hanno portato alla realizzazione dei lavori e al comodato d’uso rilasciato dalla Provincia per il territorio di competenza, sull’argomento la nostra Associazione Sportiva non è entrata nel merito specificando che non ha alcuna finalità politica e quindi raccoglie le rassicurazioni senza interferire in alcun modo. Da stigmatizzare al riguardo, che dopo aver richiesto l’incontro, il Consiglio Comunale non ha praticamente partecipato alla discussione pubblica, visto che il presidente e molti altri erano assenti e il dibattito si è svolto in modo pressochè totale tra i rappresentanti delle società sportive e gli organi tecnici e politici del comune, eccezion fatta per il consigliere Pasquale Palermo.

ASD USTICA

 

“Movimento partite IVA” – Assemblea Cittadina -ampio resoconto interventi.


[ id=13178 w=320 h=240 float=left]Di seguito diamo un ampio resoconto degli interventi succedutisi nel corso dell’assemblea cittadina tenuta dal “movimento Partite IVA” ieri pomeriggio in Piazza della Vittoria.

ELISA IORIO – apre l’assemblea e legge un comunicato (a noi non inviato) sulle attività svolte nei precedenti giorni…

MARGHERITA LONGO – ho invitato il vice Sindaco a questa assemblea, ma forse è impegnato.. .

La Siremar, così ci è stato riferito, sembra ben disposta a sostituire l’Antonello da Messina con la nave veloce Isola di Vulcano, ma dopo aver valutato i costi di gestione relativamente al consumo di carburante e al personale impiegato. Il fatto che noi stiamo mantenendo questo stato di agitazione/protesta sicuramente supporta queste decisioni. Per quanto concerne la nave RORO attendiamo risposte dall’On. Caputo in merito al risultato dell’incontro degli Assessori Regionali al Bilancio e ai Trasporti i quali dovrebbero decidere la possibilità di finanziare il traghettino. Giovedì, così mi diceva il vice sindaco, sono stati convocati i sindaci alla Regione per informarsi sulla situazione. All’attenzione è anche la problematica dell’aliscafo dopo la disavventura di ieri che ha creato il caos ed è anche una questione di “sicurezza”. Noi come cittadinanza attiva volevamo mettere in evidenza la fatiscenza di questi mezzi relativamente anche alla Continue reading ““Movimento partite IVA” – Assemblea Cittadina -ampio resoconto interventi.”