Individuazione ed Attribuzione specifiche responsabilità del personale assegnato all’Area Marina Protetta “Isola di Ustica”


Download (PDF, 177KB)

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Solo chi antepone il bene comune al bene proprio
solo chi mostra di avere senso di responsabilità
merita il potere perché sa renderlo giusto.
(Enzo Bianchi)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????
La conoscenza genera coscienza e questa a sua volta produce responsabilità.
Massimo Rottura
(inviato da Salvio Foglia)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno

 

Sindaco  medioCosa vuol dire avere una posizione di responsabilità? Sapere che i risultati, buoni o cattivi, i successi o gli insuccessi, qualunque cosa accada, qualunque problema sorga, non possono essere imputati ad altri, o a cause esterne, ma solo a te.
Francesco Alberoni

 

Cercasi atto di responsabilità amministrativo – di Mariangela Militello


Nelle ultime settimane a Ustica si sono susseguiti scenari e fatti che hanno creato una tale confusione che nemmeno un pittore “naif” riuscirebbe a rappresentarli sulla sua tela.

Non voglio soffermarmi sui fatti ampliamente chiarificatori del Presidente del Consiglio circa il passaggio AMP, quelli di Salvatore Militello, il quale da buon isolano e uomo di mare ha presentato a tutta la comunità usticese e non, un dettagliato “Diario di Bordo” della nave “Ustica live” in aggiunta all’umoristico intervento di Mario Oddo.

Mi sento però di trarne alcune analisi ed infine delle conclusioni.

Parto dal presupposto che un Sindaco dovrebbe rappresentare per il proprio Paese il “buon padre di famiglia”, mosso, insieme al suo team di uomini preposti, ad un’unica priorità: quella di far crescere il luogo cui è stato chiamato a rappresentare in economia, in benessere per la cittadinanza, in sicurezza ecc. In poche parole: lasciare una positiva e sostanziale traccia di se stessi ai futuri posteri, come qualche passato sindaco ha fatto.

Da Febbraio, in particolare sull’argomento Portualità abbiamo assistito ad assenze del Sindaco proprio quando era necessaria la sua presenza, se non altro per dare supporto alla Commissione preposta e senza nemmeno essere sostituito dall’assessore delegato ( e non è stata questa l’unica volta per quanto mi risulta), per poi esordire con frasi che avevano l’amaro gusto del conflitto. Perchè???

Problema catenarie: dopo varie discussioni in cui si è arrivati a dare la priorità a tale problematica che porterebbe a distruggere la prossima stagione turistica, già peraltro in “malura”, il Sindaco esordisce con una dichiarazione pericolosissima per l’economia e per l’immagine usticesi: sequestro dell’area anzichè “Bonifica”, smentito ufficialmente dal proprio Assessore al Turismo.

Dopo anni di latitanza dell’Amministrazione comunale verso le problematiche che attanagliano l’isola, il Consiglio prende alcune decisioni per il bene del paese e il sindaco decide di percorrere la sua strada ma dalla parte opposta ; dichiarazioni seguite da smentite “politicamente” forti, per non parlare della sua figura spesso assente per motivi professionali.

Mi chiedo se non sia il caso seguire una presa di coscienza responsabile visto che non si possono servire due padroni.

Appurato che in questo momento la maggioranza del Consiglio è contro, e senza maggioranza non si amministra, quale dovrebbe essere l’atto piu’ resposabile da praticare ora?

La gente usticese è gente semplice ma non per questo distratta o poco intelligente, non necessita di grandi attori, di grande rumore e nemmeno ritrovarsi protagonista, suo malgrado, di scenari indirizzati solo ed esclusivamente all’ascesa politica di alcuni.

Mariangela Militello

^^^^^^^^^^^

Dalla Germania Jose Zagame

Ciao MAM,

ma ad un Sindaco che ti risponde con tono infantile: – “SONO UNO CHE PERSISTE A FARE LE MARACHELLE”…!!! (questa fu la risposta che mi diede qualche mese), che atto di responsabilita’ vuoi chiedergli!!!

Prendendo spunto da quanto scritto da Mister Agostino, l’unica strada da seguiere a questo punto e ‘ quello del gioco-forza; ovvero sollecitare la nostra comunita’ ad occupare non solo l’aula consiliare bensi’ l’intera casa comunale, al grido : “Tu, amministratore, non ti adoperi per lo sviluppo dell’Isola e Noi comunita’ usticese, ci adoperiamo per non farti amministrare”…!!!

Pur non scrivendo un commento da tempo, non ho mai smesso di “aprire la finestra” che mi permette di “affacciarmi” sullo Scoglio piu’ bello del Mondo…….USTICA; Grazie a Tutti coloro che con senso di responsabilita’ e con un “pizzico” di saggezza persistono a dare CONSIGLI a quei tanti CONIGLI che a vario titolo dovrebbero adoperarsi per il BENE e lo SVILUPPO dell’Isola;

p.s. Al Sindaco vorrei ricordargli che, avere ricevuto il mandato dal popolo, non significa diventarne il Podesta’ !!!

Jose’ Zagame