Riceviamo e pubblichiamo – Emendamento scuole piccole isole e comuni montani


Nelle piccole isole e nei comuni montani ogni scuola è un prezioso presidio per tutta la comunità e una promessa di futuro.
Tuttavia reclutare personale scolastico non è sempre semplice. Chi non vive sul luogo deve spesso affrontare notevoli difficoltà per raggiungere il posto di lavoro. E i casi come quello recente di Ustica – dove la scuola per l’infanzia è ancora chiusa per mancanza di insegnanti – non sono affatto poco frequenti.
Per questo ho presentato un emendamento al decreto su infrastrutture e mobilità sostenibili che prevede l’istituzione di un fondo di 3 milioni per il 2021 e 3 milioni per 2022. Sono risorse che servono a dare agevolazioni tariffarie al personale scolastico pendolare delle piccole isole.
In attesa di norme che strutturalmente risolvano il problema del dimensionamento scolastico e dell’autonomia degli istituti nelle piccole isole, occorre assolutamente dare sostegno alle piccole comunità.
Le piccole isole ma anche i borghi, le comunità montane e tutto ciò che è al di fuori delle grandi province sono l’architettura della bellezza italiana. Se togliamo il diritto all’istruzione ai bambini che vivono in questa parte d’Italia, commettiamo una grande ingiustizia e cancelliamo noi stessi, la nostra storia.
La scuola è un diritto di tutti, nessuno deve rimanere indietro.

Sicilia, spariscono 15 scuole. Ustica verrà accorpata

Sì al piano di dimensionamento della rete scolastica: è l’effetto del calo della popolazione scolastica che nell’Isola va avanti senza sosta da almeno un decennio.

In Sicilia spariscono altre scuole. L’assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla, ha firmato il decreto sul Piano di dimensionamento della rete scolastica. Dal prossimo anno scolastico, la mappa delle scuole conterà 15 istituzioni in meno rispetto all’anno in corso. E ce ne saranno due di nuova formazione. È l’effetto del calo della popolazione scolastica che nell’Isola va avanti senza sosta da almeno un decennio.

E a (quasi) nulla è servita la modifica dei paramenti proposta dalla senatrice siciliana Vittoria Casa (M5S) che ha abbassato da 600 a 500 (da 400 a 300 nelle piccole isole e nei comuni montani) il numero minimo di alunni per mantenere l’autonomia scolastica ed evitare l’accorpamento. Perché nell’Isola le scuole più fragili, quelle con un numero di alunni risicato, sono state accorpate ugualmente.

E’ quello che accadrà a Palermo: dal prossimo mese di settembre a due istituti comprensivi della zona costiera che si estende dall’Acquasanta all’Arenella, il Karol Wojtyla e lo stesso istituto Arenella, che dal loro accorpamento formeranno uno nuovo istituto. Stesso discorso per il comprensivo Nuccio-Verga, che oggi ha oltre 600 alunni iscritti. Verrà fuso con l’istituto Lombardo Radice. E ancora l’istituto di Ustica, che finora era scampato al dimensionamento, verrà definitivamente accorpato col convitto nazionale Falcone di Palermo. In provincia, l’istituto comprensivo di Petralia Sottana cesserà di esistere e verrà aggregato alle scuole di Petralia Soprana.

Fonte:https://palermo.repubblica.it/

Sicilia, vaccini – Assistenti studenti disabili nelle liste. Caronia “Segno di attenzione a scuola”


L’Ass. Lagalla scrive alle scuole

“L’inserimento fra le categorie cui dare priorità per il vaccino del personale addetto alla assistenza igienico-sanitaria, all’autonomia e alla comunicazione per gli studenti disabili è un segno di attenzione al sia al mondo della scuola sia al mondo della disabilità.

Avevo chiesto all’assessore Lagalla un impegno in tal senso ed ho ricevuto piena attenzione e disponibilità.

In questo modo si rafforza il sistema di tutela e protezione del mondo della scuola, di chi vi lavora e vi vive. ”

Lo afferma Marianna Caronia, commentando la nota dell’assessorato regionale dell’istruzione che ha previsto che il personale addetto all’assistenza degli studenti con disabilità sia inserito nelle liste (curate dallo stesso assessorato d’intesa con quello per la salute) dei lavoratori da vaccinare, insieme ai docenti e al personale non docente.

 

Covid: da lunedì scuole chiuse in 14 Comuni siciliani, Riesi “zona rossa”


La Sicilia resta in “zona gialla”, ma in attuazione del nuovo Dpcm scuole chiuse in 14 Comuni siciliani da lunedì 8 a sabato 13 marzo. Lo ha deciso il presidente della Regione Nello Musumeci, con una propria ordinanza appena firmata. In base al report dell’assessorato alla Salute, infatti, sono stati superati i 250 casi positivi al Covid su 100mila abitanti.

Lo stop alle lezioni riguarderà: Caccamo, San Cipirello e San Giuseppe Jato, in provincia di Palermo; Castell’Umberto, Cesarò, Fondachelli Fantina e San Teodoro, nel Messinese; Lampedusa e Linosa e Porto Empedocle, in provincia di Agrigento; Licodia Eubea e Santa Maria di Licodia, nel Catanese; Montedoro, Riesi e Villalba, in provincia di Caltanissetta.

La valutazione sulla chiusura o riapertura degli istituti scolastici verrà fatta settimanalmente in base ai dati del servizio di Sorveglianza ed epidemiologia dell’assessorato.

Con la stessa ordinanza, visto il crescente numero di casi positivi, è stata disposta l’istituzione della “zona rossa” a Riesi, nel Nisseno, da sabato 6 a lunedì 22 marzo. Attualmente sono già “off limits” San Cipirello e San Giuseppe Jato, nel Palermitano.

Covid-19 “Dotare scuole di DPI in vista degli esami”


“Non aspettare ultimo momento”

Dotare le scuole  di mascherine ed altri DPI in vista degli esami di fine anno.

E’ la richiesta che Marianna Caronia, deputata regionale della Lega all’ARS, ha rivolto alla Protezione Civile regionale in vista degli esami di fine anno che coinvolgeranno gli studenti della terza media e quelli d’ultimo anno delle scuole secondarie superiori.

“Abbiamo ancora parecchio tempo in vista di queste importanti scadenze

– afferma la Caronia – ed giusto non farsi trovare impreparati, senza delegare alle singole scuole l’onere di rifornirsi, in una situazione di mercato oggi particolarmente difficile.

Confido nella sensibilità e nella disponibilità del Governo e della Protezione Civile Regionale, affinché ci si attrezzi per tempo per dare questo piccolo ma significativo segnale di attenzione al mondo della scuola ed alle famiglie.”

Pietro Galluccio
366.2385651

 

Scuole militari, bando per la selezione di 297 giovani


19/2/2020

C’è tempo fino al 15 marzo 2020 per presentare la domanda di partecipazione,  da compilare on line, a uno o più concorsi per i 297 giovani che saranno ammessi ai licei delle Scuole militari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica.
Insieme alla documentazione richiesta dovrà essere inviata una copia dell’atto di assenso per l’arruolamento volontario di un minore allegato al Bando, sottoscritto da entrambi i genitori o dal genitore che esercita l’esclusiva potestà sul minore o dal tutore.

Il concorso è stato lanciato dal  Ministero della Difesa  per l’anno scolastico 2020/21 per i seguenti posti:

  •  Scuole Militari dell’Esercito posti 180, così ripartiti:
  •  Nunziatella di Napoli:

3° liceo classico: posti 36;
3° liceo scientifico: posti 54;

Teuliè di Milano:

3° liceo classico: posti 36;
3° liceo scientifico: posti 54.
Scuola Navale Militare Francesco Morosini posti 72, così ripartiti:

3° liceo classico: posti 20;
3° liceo scientifico: posti 52.

Scuola Militare Aeronautica Giulio Douhet posti 45, così ripartiti:

3° liceo classico: posti 18;
3° liceo scientifico: posti 27.

I requisiti richiesti sono:

  • essere nati tra il 1° gennaio 2004 e il 31 dicembre 2005, estremi compresi;
  • frequentare, nell’anno scolastico 2019-20 il 2° anno di scuola secondaria di II grado, al termine del quale dovranno aver conseguito l’ammissione al 3° anno.
  • avere l’idoneità come Allievi delle Scuole Militari (verificata da accertamenti fisio-psico-attitudinali).

Per ogni  concorso è necessario il superamento di una    prova preliminare. Si procederà inoltre ad accertamenti sanitari e attitudinali,     prove di educazione fisica e    prova di cultura generale.
Nel bando sono indicate  le spese a carico delle famiglie dei giovani ammessi ai licei, inclusi i casi si eventuale dispensa dall’intera retta o da parte di essa in casi particolari espressamente indicati.

Per maggiori informazioni cliccare qui:
– Concorso per l’ammissione di giovani ai licei annessi alle Scuole Militari dell’Esercito “Nunziatella” e “Teuliè”  2020
– Concorso per l’ammissione di giovani ai licei annessi alla Scuola Navale Militare “Francesco Morosini”  2020
– Concorso per l’ammissione di giovani ai licei annessi alla Scuola Militare Aeronautica “Giulio Douhet”  2020

Fonte: Associazione InformaGiovano

AVVISO URGENTE – Chiusura scuole Palermo e Provincia


Download (PDF, 135KB)

Da Frosinone a Ustica, scuole chiuse per mancanza di bidelli


Per un «problema informatico» non si riesce ad assumere il personale Ata mancante. Il sindacalista: «Se si ritarda ancora, si rischia che l’anno non sia valido». il preside ha avviato personalmente le selezioni. Forse la riapertura giovedì

di Antonella De Gregorio

Ultime ore di attesa, per gli alunni di Ustica. Oggi si avrà la conferma che la scuola inizierà. Probabilmente giovedì 26 settembre. Fine della vacanza forzatamente prolungata, insomma, per i 115 alunni dell’Istituto omnicomprensivo Saverio Profeta: unica scuola dell’isola che accorpa scuola dell’infanzia, primaria, media e superiore. Da calendario, avrebbero dovuto tornare tra i banchi il 12 settembre (e i docenti e il personale della scuola il primo del mese, per le attività preparatorie). Invece sono tutti a casa perché mancano (o almeno mancavano fino ad oggi) personale Ata e alcuni insegnanti. Non sono stati nominati i tre assistenti amministrativi mentre dei previsti sette collaboratori scolastici ce ne sono solo due. Con questi numeri, la scuola non Continue reading “Da Frosinone a Ustica, scuole chiuse per mancanza di bidelli”

Tutti a scuola, ma non gli alunni di Ustica, per loro la campanella non è ancora suonata

La scuola ad Ustica non è ancora iniziata. I 115 alunni dell’istituto superiore, della scuola media elementare e dell’infanzia sono rimasti a casa. Mancano il personale Ata e alcuni insegnanti.

Non sono stati nominati i tre assistenti amministrativi mentre dei previsti sette collaboratori scolastici ce ne sono solo due. Con questi numeri i plessi non si possono aprire.

“Si attende l’invio del personale del provveditore – spiegano dall’istituto comprensivo– al momento con questi numeri la scuola non può aprire. Certo mancano anche insegnanti, ma al momento l’emergenza è il personale Ata”.

Il mancato inizio dell’anno scolastico sull’isola ha scatenato le proteste dei genitori degli alunni che chiedono immediati interventi da Palermo.

di Ignazio Marchese

Fonte: Blog Sicilia

Surfing Glass. Un concorso per le scuole per promuovere l’uso e il riciclo del vetro


Un Concorso per illustrare i benefici dell’utilizzo del vetro: “Surfing Glass” è promosso dalle Associazioni italiane Assovetro (l’Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro) e CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) con l’obiettivo di illustrare i benefici dell’utilizzo del vetro. L’idea è di usare Internet come mezzo per far conoscere le qualità di questo materiale prezioso e migliorarne l’utilizzo quotidiano.
Il Concorso si svolge nell’ambito del Protocollo d’Intesa sottoscritto da Assovetro con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca).

La scadenza per partecipare è venerdì 12 aprile 2019.

Potranno partecipare al concorso le classi Quarte e Quinte delle Scuole Primarie e le classi Prime, Seconde e Terze delle Scuole Secondarie di I Grado italiane, statali e paritarie. Sono ammesse le singole classi, non le Scuole, né  singoli studenti. Possono partecipare, in via autonoma l’una dall’altra, più classi della medesima Scuola. La partecipazione è totalmente gratuita.

Le classi partecipanti dovranno prima rispondere ad un questionario a risposta multipla sulle caratteristiche dei contenitori di vetro – ogni risposta corretta comporterà un punteggio affidato alla classe – e poi potranno accedere alla parte creativa. Potranno attingere al materiale didattico presente sul sito. La parte creativa consiste nell’invio di un messaggio tramite il sito dell’evento che si dovrà rendere virale attraverso i profili social. Chi riuscirà a promuovere meglio il proprio messaggio, potrà vincere un premio.

I premi previsti consistono in una    Gift card del valore di euro 1.200     (per le 2 classi – una Primaria e una Secondaria – prime classificate);     2 Gift card del valore di euro 600     (per le 2 classi – una Primaria e una Secondaria – seconde classificate);     2 Gift card del valore di euro 300     (per le 2 classi – una Primaria e una Secondaria – terze classificate);     1 Gift card del valore di euro 300     (per la classe che avrà ottenuto in assoluto il maggior numero di condivisioni).

Per informazioni e modalità di partecipazione cliccare qui

Fonre: Associazione InformaGiovani

Comune di Ustica, il Sindaco informa


Si Informano i Genitori di tutte le classi di ogni ordine e grado, tramite avviso da consegnare agli scolari per i rispettivi genitori, che in data 09/02/2019 alle ore 18,00 presso il Centro Congressi sarà tenuto un incontro cittadino sulla tematica delle scuole.

Il SINDACO
Salvatore Militello

Ustica, apertura scuole causa mancanza collegamenti per condizioni meteo marine avverse


Download (PDF, 77KB)

Download (PDF, 104KB)

Ustica, finanziamento scuole sicure. Avvio del procedimento finalizzato alla revoca dei finanziamenti…


Download (PDF, 743KB)

Ustica decoro delle bandiere: nelle scuole come esempio


Ustica decoro delle bandiere: nelle scuole come esempio...
Ustica decoro delle bandiere: nelle scuole come esempio…

Riceviamo e pubblichiamo – Un progetto per combattere la mafia nelle scuole


Palermo – Un progetto per combattere la mafia nelle scuole. Martedì la presentazione con il sindaco Leoluca Orlando e Rita Borsellino

COMUNICATO STAMPA

Tra ombre e luci. Dall’oppressione della mafia alla libertà di vivere
Un progetto coordinato e rivolto ai giovani per favorire la diffusione della legalità

Conferenza stampa: martedì 28 marzo a Villa Niscemi

Favorire la diffusione della legalità e promuoverla tra i giovani tra i 14 e i 35 anni, attraverso il progetto “Tra ombre e luci. Dall’oppressione della mafia alla libertà di vivere” che si propone di combattere la mafia mettendo insieme dodici scuole di Palermo e provincia.

Il Progetto, finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, coinvolge cinque partner istituzionali, ognuno dei quali partecipa sviluppando un preciso segmento dell’iniziativa. L’Associazione Concept: Ideare, Progettare, Comunicare; il Centro Studi Borsellino; il Centro Internazionale di Documentazione sulle Mafie e del Movimento Antimafia; LINK, Connessioni per lo sviluppo turistico e culturale; Barbera&Partners.

Il progetto sarà presentato a Palermo, martedì 28 marzo, alle 10, nelle Ex scuderie di Villa Niscemi (piazza dei Quartieri 2).

Interventi del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, di Rita Borsellino e Angela Solaro (Centro Paolo Borsellino), Vincenzo Oliveri e Marcello Barbaro (CIDMA), Pasquale Aiello (CONCEPT), Nadia Speciale (Barbera & Partners), Anna Gaballo (associazione LINK).

Ufficio stampa
Rosaura Bonfardino | 328.5778745 | Rosalia.bonfardino@gmail.com
Simonetta Trovato | 333.5289457 | simonettatrovato@libero.it

 

 

Ustica scuole, hanno preso il via i lavori della Commissione d’indagine.

mario-bellavista-avvIl 2 Settembre u.s. il Consiglio comunale di Ustica ha istituito una commissione di indagine per effettuare accertamenti sulla sospensione dei lavori presso i plessi scolastici. Sono stati designati a farne parte Mario Bellavista in veste di Presidente, ruolo attribuito per statuto comunale ad un rappresentante della minoranza, Vittoria Salerno, Clelia Ailara e Renato Mancuso per la maggioranza e Patrizia Lupo, indipendente. La commissione, che ha la funzione di indagare sui motivi del blocco dei lavori e sulle eventuali anomalie della gara di appalto per farne un dossier e inviarlo alle autorità competenti, si è riunita giovedì 20 Ottobre c.a. sotto la presidenza di Mario Bellavista, il quale ha proposto un cronoprogramma che è stato condiviso da tutti i componenti della commissione e che prevede l’acquisizione di tutti i documenti più importanti relativi ai lavori e di tutta la corrispondenza intrattenuta fra comune, Rup, direzione lavori, ditta appaltatrice. Sono stati concessi agli uffici comunali 10 giorni di tempo per adempiere; dopo lo studio degli atti verranno convocate le suddette figure (Rup, direttore dei lavori, progettisti, rappresentanti della ditta esecutrice) oltre a chi sarà ritenuto di rilevante utilità. Sarà quindi redatto un documento riassuntivo dell’indagine con la segnalazione delle eventuali anomalie riscontrate.

Su nostro invito, il presidente della commissione Mario Bellavista ci ha rilasciato in proposito il seguente breve commento: “E’ certamente una condizione incresciosa quella di un Comune la cui unica scuola è stata resa inutilizzabile ed è con grande senso di responsabilità che ho accettato di ricoprire questo delicatissimo incarico. Cercheremo di comprendere come sia spiegabile che per ristrutturare un edificio di poche centinaia di metri quadrati si sia predisposto un progetto da più di 4 milioni di euro, così come cercheremo di avere spiegazioni sul ribasso offerto che, a quanto sembra, dovrebbe aver superato il 30% senza aver avuto fatto osservazioni. Sarà poi la volta della spiegazione della richiesta della variante in corso d’opera relativa al consolidamento della c.d. indiana che comporterebbe un ulteriore spesa di diverse migliaia di euro e che se di così rilevante importanza, incredibilmente, non era inserita nel progetto milionario. I responsabili delle varie fasi di progettazione, esecuzione e controllo ci spiegheranno la natura degli imprevisti e ci daranno contezza del valore attribuito all’opera. Almeno speriamo…”  La redazione di <Usticasape> nel ringraziare il presidente Mario Bellavista puntualizza che sarà ben lieta di ospitare ulteriori interventi sull’argomento da parte degli altri componenti la commissione Vittoria Salerno, Clelia Ailara, Renato Mancuso e Patrizia Lupo in forma congiunta o singola, qualora ne ravvisassero la opportunità.

a cura di Mario Oddo
(odmar@libero.it)

 

 

 

 

Ustica, zona scuole ed altro


Ustica, zona scuole
Ustica, zona scuole

Riceviamo e pubblichiamo – Ristrutturazione Scuole, Stato Avanzamento Lavori – “IMMOBILE”!…

Con determinazione del Responsabile del 5° Settore n° 83 del 03-05.2016 è stato deliberato di liquidare e pagare all’Impresa Spallina Lucio il 1° S.A.L (Stato Avanzamento Lavori) di complessivi € 278.346,82 (più di mezzo miliardo di vecchie lire) come “opere di rimozione e demolizione”, inerenti l’intervento di recupero e risanamento conservativo dei plessi scolastici del comune di Ustica.

 Ristrutturazione Scuole

SAL

Download (PDF, 171KB)

 

Ustica, ristrutturazione scuole – stato avanzamento lavori– FERMI !…


vanzamento lavori - fermi
Scuole, Ristrutturazione scuole – stato avanzamento lavori – fermi

Ustica, ristrutturazione scuole – stato avanzamento lavori – FERMI !…

COMMENTO

Dalla California Agostino Caserta 

Corre voce  che qualche “anomalia”  è in atto!

ristrutturazione scuola
Ustica, ristrutturazione scuola