Modifica : Viaggio da Ustica a Palermo Aliscafo Tiziano – SERVIZIO CATAMARANO


Da: “sindaco.militello”

A: “ASSESSORATO REGIONALI TRASPORTI”
Cc: “dora piazza”
“COMUNE
USTICA” “enrico tranchina”

Oggetto: MODIFICA :Viaggio da Ustica a Palermo Aliscafo Tiziano – SERVIZIO CATAMARANO

Buongiorno,
A modifica della richiesta in calce riportata, a seguito delle problematiche evidenziate dalla Società Libertylines per il servizio aliscafo legate all’Ordinanza della Capitaneria di Porto relativa alla guardiania a bordo, si chiede un viaggio di recupero del Catamarano con partenza da Palermo alle ore 12,00 e da Ustica alle ore 14,00
Grazie e saluti.
Salvatore Militello
Sindaco 

————-

Nella considerazione che è da diversi giorni che l’isola non è collegata con Palermo per avverse condimeteo e l’odierna omissione del viaggio nave, onde consentire a diversi residenti e turisti di poter trascorrere la notte di Capodanno con i propri familiari si chiede che questo pomeriggio – dopo il regolare viaggio di linea delle ore 15,00 da Palermo – l’aliscafo Tiziano faccia rientro a Palermo alle ore 16,45 omettendo conseguentemente la corsa delle ore 07,00 del 01/01/2020 da Ustica.
Si è certi dell’accoglimento della presente richiesta, si ringrazia e con l’occasione si porgono i migliori auguri di Buon Anno 2020
Salvatore Militello
Sindaco Ustica

 

 

Comune di Ustica – Domani 1° luglio 2019 inizia il servizio minibus – orari e percorso come da tabella allegata


 

Minibus

^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Gaetano Caminita

Buongiorno Pietro, mi trovo costretto a fare una puntualizzazione sul post della Sig.ra Vittoria Salerno. Il sottoscritto non ha mai rassegnato le dimissioni nel dicembre 2018. Il servizio TPl a partire dal mese di gennaio 2019 non è stato attivato non per mie responsabilità ma per espressa volontà dell’Amministrazione Comunale.

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Vittoria Salerno

Finalmente dopo 7 mesi di interruzione servizio bus, trasporto pubblico locale, appare su Facebook una foto con gli orari in vigore dal 1 al 15 luglio. Visto come si è  evoluta la situazione sembra ancora più assurdo che cittadini, famiglie, bambini e anziani, turisti siano rimasti senza questo importante servizio. Vengono meno tutte le più fantasiose giustificazioni che in questi lunghi mesi di assenza sono state utilizzate dagli amministratori, consiglieri compresi, per nascondere la loro incapacità. Fu detto che:

1.NON SI POSSONO ASSUMERE GLI AUTISTI LA GRADUATORIA È SCADUTA.

EBBENE DOPO DUE BANDI PER LA REDAZIONE DELLA NUOVA GRADUATORIA, UNO ANNULLATO L’ALTRO SCADUTO IL 17 GIUGNO, IL PERSONALE È STATO ASSUNTO ATTINGENDO UDITE UDITE ALLA VECCHIA GRADUATORIA SCADUTA.

  1. MANCA IL GESTORE DEI TRASPORTI FIGURA OBBLIGATORIA PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO.

L’EX GESTORE AI TRASPORTI HA RASSEGNATO LE SUE DIMISSIONI DA QUESTO RUOLO A DICEMBRE 2018. CI SONO VOLUTI 6 MESI PER PRENDERNE ATTO? INCARICANDO, CON AFFIDAMENTO DIRETTO, CHI HA GIÀ SVOLTO TALE FUNZIONE FINO AL 2013?

Una domanda ci sorge spontanea: Perché il servizio è stato sospeso il 24 dicembre 2018 e ci sono voluti 7 mesi per ripristinarlo? Uguale a prima? Se non peggiorato visto che nello stesso periodo dell’anno, da tanti anni ormai, vi erano almeno 2 bus e 3 autisti?

Nel 2018 la Regione Sicilia ha stanziato 98mila euro soldi versati a rendicontazione per il servizio di 12 mesi, QUANTO SPENDI TI DO, nel 2019 visto che i mesi di servizio saranno solo 5 quanti soldi in meno circoleranno nella nostra piccola comunità????

 

 

 

 

Ustica, ritorna il servizio integrativo (Catamarano?) – ottima notizia.


COMUNE DI USTICA
Il Sindaca

Ustica, lì 15/11/2018

OTTIME NOTIZIE:

             Siamo riusciti ad avere riassegnato il servizio integrativo che molto maldestramente ci era stato tolto per 5 mesi durante l’anno !

Dopo una serie di incontri a Palermo e grazie all’impegno del Governo Regionale, la Comunità Usticese  riavrà il collegamento integrativo con una partenza da Palermo e da Ustica.

Per come si evince dalle allegate note il 13/11/2018 è stata formalizzata la richiesta all’Assessorato per una rimodulazione sia degli assetti dei mezzi veloci, sia degli attuali orari dell’aliscafo per risolvere anche il problema del viaggio di ritorno da Palermo che talvolta andando incontro all’oscurità ed anche con poco moto ondoso veniva omesso il che comportava oltretutto l’omissione del viaggio del mattino presto del giorno dopo da Ustica.

Quindi si è chiesto, e da sabato 17/11/2018 sarà attuato, di anticipare l’orario della seconda corsa da Palermo alle ore 15,00 ( orario storico)  e necessariamente portare alle ore 12,30 da Ustica la partenza. Il tutto tranne il venerdì che si mantengono gli orari attuali ( seconda corsa 14,10 da Ustica e 16,30 da Palermo) per consentire ai “pendolari”  di  fare rientro per poi poter proseguire per altre destinazioni. Sappiamo che ci saranno comunque disagi con questa modifica: ma la coperta è troppo corta !

Questa modifica è limitata al periodo entro il quale (la fine della settimana prossima sarà definita procedura)  l’Assessorato ripristinerà  il collegamento aggiuntivo da Palermo ad Ustica.

Si vengono così a coprire i mesi di novembre (per quel che resta), dicembre 2018 e gennaio, febbraio, marzo e novembre, dicembre del 2019.

E’ ovvio che continueremo ad interessarci per i mesi che ancora mancano (Gennaio, febbraio e marzo – Novembre e dicembre dell’ anno 2020), ricercando ancora soluzioni alla problematica.

L’assetto finale degli itinerari-orari, secondo le intese, per tali periodi e sino al 31/12/2019 saranno:

Aliscafo dal 1° novembre al 31/3:

Da Ustica alle ore 07,00  e da Palermo alle ore 15,00;

Servizio Integrativo dal 1° novembre al 31/3:

Da Palermo alle ore 07,00 e da Ustica alle ore 15,00 ( tranne il martedì).

Per tutta l’Amministrazione Comunale della lista civica “ L’Isola “ è un ottimo risultato che pone fine a tutti quei disagi che la Comunità Usticese ha dovuto subire in questi anni.

Le buone notizie continuano:

La società Libertylines ha stabilito per il periodo delle festività Natalizie ( 20/12 – 07/01/2019)

uno sconto del 50% in favore dei non residenti  e, speriamo di riuscirci, per i proprietari di case (Liberty Card) la riduzione verrà estesa a tutto il territorio nazionale e non più solo alla Sicilia come sino ad oggi previsto.

IL Sindaco
Salvatore Mililello

——————

Download (PDF, 483KB)

Download (PDF, 88KB)

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Sergio Fisco

Una buona amministrazione si concretizza in interventi che pongono la collettività al centro dei propri interessi. Per giudicarne gli atti può essere sufficiente anche una corsa di catamarano in più o la modifica di un orario di partenza. Le lunghe distanze si coprono con passi piccoli ma costanti.

 

Sicilia: grazie al servizio di telecardiografia h/24 cure anche ai cittadini in zone disagiate


Da novembre Telecardiografia H24 in 42 farmacie rurali nei 58 piccoli Comuni e frazioni della provincia di Palermo nell’isola di Ustica il presidio sarà permanente. Un servizio essenziale per chi vive in zone periferiche e poco collegate

Nella foto, in allegato: da sx, Salvatore Butti, Roberto Tobia, Luca Calatafini e Salvatore Cassisi

Cristo non si è fermato solo a Eboli. Si è fermato anche a San Mauro Castelverde, a Grisì o in uno dei tanti centri minori e montani della provincia di Palermo, nelle frazioni arroccate sulle Madonie o nel Corleonese, spesso difficilmente raggiungibili se non dopo avere percorso per oltre un’ora strade tortuose, impervie e talvolta franate. Per non parlare della piccola isola di Ustica, d’inverno collegata solo quando le condizioni meteo-marine lo consentono. Per queste comunità, separate dai presidi sanitari e dagli studi medici dalle lunghe distanze e dai percorsi disagiati, non è semplice fare controlli medici e prevenzione, dovendo affrontare due volte queste forche caudine: la prima per la prenotazione al Cup e la seconda per recarsi all’appuntamento.

Federfarma Palermo ha avviato un progetto sperimentale di prevenzione cardiovascolare attraverso la telecardiografia h24, assai ambizioso in Italia viste le condizioni del territorio, che punta tutto sulla disponibilità delle farmacie rurali, talvolta rimaste l’unico presidio dello Stato e comunque presenti come postazioni avanzate del Servizio sanitario pubblico, aperte quasi costantemente giorno e notte.

Dal prossimo mese di novembre e per i 12 mesi successivi sarà possibile recarsi in una delle 42 farmacie rurali che hanno già aderito, fra le 64 attive in 58 centri minori, per effettuare un elettrocardiogramma e ottenere online entro 15 minuti il referto di un cardiologo dell’Unità di malattie cardiovascolari dell’Università di Brescia o di uno dei cardiologi ospedalieri del network Htn. In caso di evidenza anomala, alla farmacia verrà inviato subito un alert e il cardiologo fornirà telefonicamente indicazioni al cittadino.

Il servizio è utile alla prevenzione periodica di primo livello per soggetti a rischio (ipertesi, diabetici, donne in gravidanza, fumatori o soggetti con familiarità), alla prevenzione di secondo livello per soggetti già affetti da patologie o con episodi pregressi o in corso per i quali è urgente eseguire un controllo immediato con cui decidere l’eventuale intervento di un medico o di un’unità di soccorso, e anche per verificare l’efficienza dei pace makers. Inoltre, su richiesta del medico curante, l’Ecg è essenziale per stabilire l’idoneità dei giovani allo svolgimento di attività sportive.

Grazie al contributo incondizionato di Teva, sono 16 gli elettrocardiografi di ultima generazione e di livello ospedaliero messi a disposizione di questo progetto da Health Telematic Network, che già eroga il servizio in 5mila farmacie italiane in raccordo con Promofarma, la società di servizi di Federfarma nazionale. Di questi apparecchi, uno sarà in dotazione permanente alla farmacia Zattoni dell’isola di Ustica per garantire la piena assistenza a quella comunità, mentre gli altri 15 saranno presenti a turni di 7-10 giorni ciascuno in una delle farmacie delle aree in cui è stato diviso il territorio (un’area contiene al massimo quattro farmacie rurali vicine fra loro, in base ai turni di apertura). Apposite locandine avvertiranno la popolazione sui giorni e sulle farmacie in cui sarà possibile effettuare l’esame.

“Questa iniziativa – ha dichiarato oggi in conferenza stampa Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo – conferma il ruolo sociale della farmacia nel territorio, verificata dall’enorme adesione di persone alle campagne di screening gratuiti organizzate da Federfarma, e soprattutto l’importanza di essere presenti, come nel caso delle farmacie rurali, laddove non arrivano le strutture del Servizio sanitario pubblico”.

“La difficoltà di vivere nei centri minori – ha aggiunto Salvatore Cassisi, vicepresidente di Federfarma Palermo e dirigente Sunifar delle farmacie rurali della provincia – viene parzialmente compensata dalla disponibilità dei farmacisti rurali a fornire sempre più servizi ai cittadini con l’obiettivo primario di ridurne i disagi e di favorire la salute dei pazienti”.

“Talvolta il cittadino entra in farmacia per un semplice controllo e ne esce in ambulanza – ha riferito Luca Calatafini, coordinatore Sud Italia del servizio di telemedicina di Htn – . Negli ultimi 9 mesi abbiamo erogato 64mila prestazioni nelle 5mila farmacie aderenti, di cui 14mila elettrocardiogrammi effettuati nell’ultimo trimestre: in 1.135 casi è risultato necessario l’intervento medico”.

“I dati – ha concluso Salvatore Butti, Sr. Director BU generics, OTC & Portfolio di Teva Italia – dimostrano che la farmacia è il miglior presidio avanzato per fare prevenzione in Italia: all’ultima campagna gratuita Diaday hanno risposto 160mila cittadini, 19mila dei quali sono risultati in situazione di pre-diabete e 4mila non sapevano di essere affetti dalla patologia. Teva crede in questo modello perché più persone riusciamo a non fare ammalare, meno costi ha il sistema sanitario pubblico”.

Di seguito l’elenco delle 42 farmacie già aderenti al progetto, divise per distretti, nei quali si troverà a turno uno dei 16 elettrocardiografi.

Distretto di Cefalù: Collesano, Gratteri, Isnello, Lascari, Finale di Pollina, San Mauro Castelverde.

Distretto di Petralia Sottana: Alimena, Blufi, Bompietro, Castellana Sicula, frazione di Calcarelli, frazione Madonnuzza di Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa (2 farmacie), frazione di Locati.

Distretto di Misilmeri: Campofelice di Fitalia, Cefalà Diana, Ciminna, Mezzojuso, Villafrati.

Distretto di Termini Imerese: Aliminusa, Caltavuturo, Montemaggiore Belsito, Scillato, Sclafani Bagni.

Distretto di Lercara Friddi: Alia (2 farmacie), Prizzi, Roccapalumba, Valledolmo.

Distretto di Corleone: Bisacquino (servizio già attivo), Campofiorito, Chiusa Sclafani (2 farmacie).

Distretto di Partinico: Torretta, Camporeale (2 farmacie), frazione di Grisì, Trappeto (servizio già attivo), San Martino delle Scale.

Isola di Ustica: 1 farmacia.

Isola di Ustica avrà il servizio (it.wikipedia.org)

Fonte: Corriere Quotidiano

 

 

Servizio di rimessaggio ordinario Battello Spazzamare


Con determinazione  nr. 33 del 04-12-2017 avente per oggetto: Liquidazione fatture 2017-19A alla Ditta Cantiere Nautico Adorno e Giacalone s.r.l. per servizio di rimessaggio ordinario Battello Spazzamare

… OMISSIS…

Il direttore dell’A.M.P

DETERMINA

Di liquidare e pagare alla Ditta Cantiere Nautico Adorno e Giacalone s.r.l. Via Fondo Patti 1, 90133 Palermo,PIVA03838730822 – REA PA155921, la complessiva somma di €. 8.967,00, come importo relativo servizio di ordinaria manutenzione, rimessaggio ed alaggio del Battello Spazzamare, alle condizioni e modalità previste con preventivo nota n° 44/2015, giusta fattura elettronica nr. 2017 – 19A ID SDI 80584538, effettuando Split Payment dell’IVA, ai sensi dell’art. 1, comma 629 let. B della Legge 23/12/2014 n. 190;

Di imputare in competenza la somma complessiva di €. 8.967,00 sul capitolo 1315.11 denominato “GESTIONE FONDI AREA MARINA PROTETTA – PRESTAZIONE DI SERVIZI”, codice Piano Conti Integrato “1.03.02.99.999 – Altri servizi diversi n.a.c.”, del corrente anno finanziario 2017;

Il Direttore dell’A.M.P “Isola di Ustica”
F.to Dott. Salvatore Livreri Console

Servizio di linea Ustica – Palermo a mezzo aliscafo.


 

 

 

Gruppo Consiliare di Minoranza

 

 

Ustica, 21 Novembre 2017

Spett.le Direzione Soc. Libertylines SpA – TRAPANI

Oggetto:  Servizio di linea Ustica – Palermo a mezzo aliscafo.

Il sottoscritto, Felice Caminita capogruppo consiliare, in rappresentanza dei Consiglieri comunali di minoranza “L’Isola”  Sigg. Caserta Carmela, Francesco D’Arca e Bellavista Mario,  segnala a Codesta Società  la mancata effettuazione di viaggi da parte dell’aliscafo in servizio sulla linea Ustica – Palermo.

Da tempo, e molto più spesso ultimamente, sono stati soppressi dei collegamenti senza un’apparente motivo creando notevoli disagi alla Comunità che da tali collegamenti dipende per servizi essenziali quali la sanità, l’istruzione e la continuità territoriale  che oggi , dopo l’interruzione del servizio regionale del catamarano, dovrebbe essere garantita solo ed esclusivamente da tale servizio aliscafo.

Noi sconosciamo quali siano i reali motivi di tali soppressioni e sconosciamo se ciò dipende dal mezzo impiegato che nel periodo invernale nella nostra tratta di 36 miglia ha  – indubbiamente – maggiori difficoltà di navigazione; sconosciamo se ciò dipende dagli orari oggi modificati per cercare di garantire con lo stesso mezzo quello che prima veniva garantito da due mezzi ( aliscafo/catamarano) ma sappiamo che sicuramente tali due mezzi, in passato, hanno effettuato quasi sempre servizi regolari garantendo quello che oggi riteniamo sia un  “vivere civile“ e che con la soppressione di tali viaggi, talvolta senza una oggettiva giustificazione, non ci è più garantito.

Tutto ciò ci preoccupa molto considerato che siamo appena all’inizio di quei cinque mesi di assenza del servizio regionale ( Novembre/Marzo) effettuato prima dal catamarano.

Alla luce di ciò si chiede a Codesta Società, stante l’assenza totale dell’amministrazione comunale, la costituzione di un tavolo tecnico tra Codesta Società, il Comune di Ustica, l’ Assessorato Regionale dei trasporti,  il Ministero onde affrontare tali problematiche per cercare di risolverle il più velocemente possibile, ognuno per la propria parte di competenza.

Fiduciosi, intanto di un Vostro intervento di sensibilizzazione e di maggiore impegno nell’espletamento dell’attuale servizio aliscafo, si rimane in attesa di Vs. riscontro in merito alla disponibilità su quanto sinora esposto.

F.to Felice Caminita  Gruppo Consiliare “L’ISOLA”