Riceviamo e pubblichiamo – Sicilia CACCIA. Palmeri (Verdi) “Assessore Scilla inadeguato al ruolo. Suoi atti contrari a rispetto magistratura”


Il TAR di Catania ha confermato il blocco del calendario venatorio e quindi di ogni attività di caccia, almeno fino al 2 ottobre, accogliendo il ricorso delle associazioni ambientaliste cui si erano uniti i Verdi – Europa Verde.

“Le decisioni del TAR – afferma Valentina Palmeri, deputata regionale dei Verdi – confermano la ILLEGITTIMITÀ dei provvedimenti della Regione, ma emerge con gravissima evidenza la totale inadeguatezza dell’Assessore Scilla che ha creato una grave situazione inerente la leale collaborazione tra gli organi dello Stato; una situazione che lo rende inidoneo a svolgere il suo ruolo e compromette la credibilità dei provvedimenti sotto i profili dell’imparzialità.”
Dopo il primo pronunciamento del Presidente del TAR, infatti, invece di adeguarsi e rispettare la decisione della magistratura, da parte dell’Assessorato è stato emanato in tempi rapidissimi un nuovo provvedimento che – afferma Palmeri – “è stato un tentativo di salvare le doppiette, invece di dare esecuzione alla sospensiva del Tribunale amministrativo, riaprendo la caccia con le medesime modalità e periodi già censurati dal giudice!”

Per la parlamentare dei Verdi “un simile comportamento ci fa dubitare fortemente della buona fede dell’operato dell’Assessorato, che sulla caccia produce atti contrastanti col principio di buon andamento della pubblica amministrazione per l’interesse pubblico. Gli unici interessi tutelati, viceversa, sembrano proprio quelli di chi vuole sparare a tutti i costi senza rispettare regole e limitazioni.

Siamo di fronte ad un inaccettabile comportamento dell’Assessore in spregio anche agli appelli venuti da più parti, compresa la comunità scientifica, perché di fronte all’evidente crisi ecologica del territorio siciliano dovuta alla siccità e agli incendi, fossero emessi provvedimenti di buon senso.”

Ustica, panorama all’imbrunire con vista montagne Sicilia


Ustica, imbrunire, montagne, Sicilia

Sicilia, spariscono 15 scuole. Ustica verrà accorpata

Sì al piano di dimensionamento della rete scolastica: è l’effetto del calo della popolazione scolastica che nell’Isola va avanti senza sosta da almeno un decennio.

In Sicilia spariscono altre scuole. L’assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla, ha firmato il decreto sul Piano di dimensionamento della rete scolastica. Dal prossimo anno scolastico, la mappa delle scuole conterà 15 istituzioni in meno rispetto all’anno in corso. E ce ne saranno due di nuova formazione. È l’effetto del calo della popolazione scolastica che nell’Isola va avanti senza sosta da almeno un decennio.

E a (quasi) nulla è servita la modifica dei paramenti proposta dalla senatrice siciliana Vittoria Casa (M5S) che ha abbassato da 600 a 500 (da 400 a 300 nelle piccole isole e nei comuni montani) il numero minimo di alunni per mantenere l’autonomia scolastica ed evitare l’accorpamento. Perché nell’Isola le scuole più fragili, quelle con un numero di alunni risicato, sono state accorpate ugualmente.

E’ quello che accadrà a Palermo: dal prossimo mese di settembre a due istituti comprensivi della zona costiera che si estende dall’Acquasanta all’Arenella, il Karol Wojtyla e lo stesso istituto Arenella, che dal loro accorpamento formeranno uno nuovo istituto. Stesso discorso per il comprensivo Nuccio-Verga, che oggi ha oltre 600 alunni iscritti. Verrà fuso con l’istituto Lombardo Radice. E ancora l’istituto di Ustica, che finora era scampato al dimensionamento, verrà definitivamente accorpato col convitto nazionale Falcone di Palermo. In provincia, l’istituto comprensivo di Petralia Sottana cesserà di esistere e verrà aggregato alle scuole di Petralia Soprana.

Fonte:https://palermo.repubblica.it/

Ustica, Spalmatore con ben visibili le montagne siciliane


Ustica, Spalmatore con ben visibili le montagne siciliane

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dal tardo pomeriggio di oggi, sabato 13 marzo 2021, e per le successive 24 – 30 ore, si prevedono venti da forte a burrasca , dai quadranti occidentali , con raffiche di burrasca forte , sulla Valle D’Aosta, in estensione a Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria, interessando in particolar modo i settori costieri e i rilievi Appenninici.

Dal mattino di domani, domenica 14 marzo 2021, e per le successive 18 -24 ore, si prevedono venti da forti a burrasca, dai quadranti Nord – Occidentali e con raffiche di burrasca forte su Lazio, Abruzzo e Campania specie settori costieri e montuosi,

Dal primo pomeriggio di domani, domenica 14 marzo 2012, e per le successive 24 – 30 ore si prevedono venti da forti a burrasca , dai quadranti nord – occidentali, con raffica di burrasca forte, specie sui settori costieri  e montuosi , su Molise, Puglia, Basilicata e Calabria, in estensione alla Sicilia.

 

Creazione di un coordinamento dei pendolari delle Isole Minori Siciliane


Vorrei informarVi che il comitato regionale dei pendolari, che da decenni si occupa di treni, ha “adottato” la causa dei pendolari delle isole minori.

Grazie a questo comitato l’assessore Foti ha convocato l’audizione all’ARS di qualche giorno fa, ma vista la scarsa efficacia di quell’incontro, presto ne convocherà un’altra.

Adesso il comitato si sta occupando di conteggiare il numero dei pendolari di tutte le isole minori, e mi ha chiesto di occuparmi di Ustica.

M.O.

 

Richiesta di intervento per garantire la mobilità e l’utilizzabilità dei trasporti nelle Isole Siciliane


A seguito della recente intervista fatta da Mario Oddo riceviamo dall’ avv. Carmelo Marra e volentieri pubblichiamo”.

Download (PDF, 480KB)

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalla serata di oggi, sabato 06 febbraio 2021, e per le successive 18 – 24 ore, si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte orientale e Lombardia centro occidentale, in estensione a Friuli Venezia Giulia.

Dalle prime ore di domani, domenica 07 febbraio 2021, e per le successive 24 – 36 ore, si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale,  su Toscana settentrionale, Appennino Emiliano, Umbria, Lazio Orientale e Meridionale,  Campania e settori Occidentali di Abruzzo e Molise, in estensione dal pomeriggio a Basilicata Tirrenica e Sicilia Centro Occidentale.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Dalla serata di oggi, sabato 06 febbraio 2021, e per le successive 18 – 24 ore, si prevedono precipitazioni nevose, sui settori Alpini di Piemonte  Settentrionale, Lombardia e Friuli Venezia Giulia, con quota neve inizialmente oltre i 1200 – 1400metri, in calo sino 800 – 100 metri, specie sui settori  Alpini Occidentali, con apporti al suolo da moderati a localmente abbondanti.

Dalle prime ore di domani , domenica 07 febbraio 2021, e per le successive 18 -24, si prevedono venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali con raffiche fino a burrasca forte, su Puglia e settori interni e montuosi di Emilia – Romagna, Toscana, Marche, Umbra, Lazio, Abruzzo, Molise e Sicilia, specie sui settori Settentrionali.

Sicilia: i vini da provare nel 2021

Negli anni Ottanta le grandi famiglie del vino siciliano (Tasca d’Almerita, Planeta e Rallo) diedero vita a quel processo che fu definito rinascimento enologico, grazie al quale oggi la regione può essere annoverata, a buon diritto, tra le migliori aree vinicole del mondo. Nel corso del tempo, accanto ai nomi blasonati si sono affiancati tanti giovani vigneron, LE ETICHETTE SICILIANE DA PROVARE DA GENNAIO A GIUGNO 2021tra cui moltissime donne, impegnati nel recupero e nella valorizzazione delle varietà autoctone (non solo Nero d’Avola) e sempre più attenti alla sostenibilità ambientale, sia in vigna che in cantina. C’è chi, per la vastità e la complessità dei terroir dell’Isola, ha definito la Sicilia come un continente: la viticoltura di mare praticata in prossimità della costa, quella di montagna nell’entroterra e alle pendici dell’Etna, e poi la viticoltura eroica delle Eolie, di Pantelleria e di Ustica. Tante espressioni differenti in una sola regione.

 

Il sito agrodolce ha selezionato 6 etichette siciliane da provare nel 2021, a partire da adesso e fino all’inizio dell’estate e per il mese di GIUGNO

: Zhabib – Hibiscus. Gli aromi fruttati dello Zhabib sono quelli tipici delle uve Moscato, varietà che in Sicilia prende il nome di Zibibbo. Questo vino passito – prodotto in sole 1300 bottiglie all’anno – è una vera chicca nel panorama enologico siciliano, così come le altre etichette dell’azienda agricola Hibiscus, unica realtà vinicola presente a Ustica, la piccola isola di origine vulcanica circondata dal Mar Tirreno e antistante la costa palermitana. A rendere speciale lo Zhabib di Margherita Longo – tra i promotori del riconoscimento Slow Food della lenticchia di Ustica – sono diverse componenti: innanzitutto i fertili terreni lavici dove crescono i filari, poi l’effetto benefico dato dalla vicinanza del mare per il microclima della vigna, e infine l’appassimento al sole e al vento dei grappoli disposti sui graticci all’aperto. Al palato sono evidenti le piacevoli sensazioni di mandorle, fichi secchi e miele, per un vino che già al primo sorso scalda il cuore e ricorda la dolce estate siciliana

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dal primo pomeriggio di domani, domenica 24 gennaio 2011, e per le successive 18 – 24 ore, si prevedono:

  • Precipitazioni, da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Toscana, Lazio, Umbria, settori occidentali di Abruzzo e Molise, in successiva estensione a Campania e settori Tirrenici di Basilicata e Calabria.
    Le precipitazioni saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
  • Venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, si Sardegna, Molise, Campania e Basilicata, in estensione a Puglia, Calabria e Sicilia, con raffiche di burrasca forte, fino a tempesta sui settori tirrenici di Campania, Basilicata e Calabria centro settentrionale.
    Mareggiate lungo le coste esposte, anche volente

Dimensionamento scolastico: per il 2021/22 in Sicilia si recuperano 45 istituzioni scolastiche autonome, ecco dove


Anief  – Si è svolto oggi in videoconferenza il tavolo regionale sul dimensionamento scolastico in Sicilia per l’a.s. 2021/2022 organizzato dall’assessorato regionale all’istruzione e alla formazione. Presenti l’amministrazione regionale, l’USR con i responsabili degli USP e i sindacati. Per ANIEF hanno partecipato il presidente regionale Giovanni Portuesi assieme ai presidenti provinciali della regione. Alla luce della nuova normativa i parametri per il mantenimento o l’acquisizione della autonomia scolastica prevedono 500 alunni come criterio generale che scendono a 300 per le scuole situate nelle isole minori, nei comuni montani nonché nelle aree geografiche contraddistinte da specificità etniche o linguistiche.

L’indicazione di carattere generale pervenuta dall’assessorato regionale, presente con il capo di gabinetto dell’assessore dott. A. Valenti, è stata quella di preservare l’autonomia delle istituzioni scolastiche che rientrano nei nuovi parametri al netto delle diverse ipotesi migliorative che dovessero pervenire dalle conferenze provinciali.

L’USR ha dichiarato che, stante la Continue reading “Dimensionamento scolastico: per il 2021/22 in Sicilia si recuperano 45 istituzioni scolastiche autonome, ecco dove”

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalla tarda serata di oggi , venerdì 22 gennaio 2021, e per le successive 18 – 24 ore, si prevedono venti da forti a burrasca  dai quadranti meridionali, in successiva rotazione da quelli occidentali, su Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, can raffiche sino a burrasca forte sulla Puglia e sui settori Appenninici. Farti mareggiate sulle coste esposte.

Dal mattino di domani, sabato 23 gennaio 2021, e per le successive 12 – 18 ore, si prevede il persistere di venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, si Liguria, Emilia – Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, con raffiche sino a burrasca forte sui settori costieri Liguri e Tirrenici e lungo i crinali appenninici. Violente mareggiate sulle coste esposte.

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

“Dalle prime ore di domani, giovedì 14 gennaio 2021 e per le successive 18 – 24 ore, si prevedono venti da forti a burrasca settentrionali su Veneto, in estensione a Puglia e Calabria, specie sui versanti ionici.

Dalla mattina di domani, giovedì 14 gennaio 2021, e per le successive 18 – 24 ore, si prevede il persistere di venti da forti a burrasca di foehn su Valle d’Aosta e Lombardi, con particolare riguardo alle zone alpine, e venti Nord – Occidentali sulla Sicilia, in particolare sui settori occidentali e costieri. Possibili mareggiate lungo le coste esposte.”

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

DAL POMERIGGIO/SERA DI OGGI, MARTEDÌ 12 GENNAIO 2021, E PER LE SUCCESSIVE 24-
36 ORE, SI PREVEDONO VENTI DA FORTI A BURRASCA DI FOHN SU VALLE D’AOSTA,
PIEMONTE E LOMBARDIA, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLE ZONE ALPINE.
DALLE PRIME ORE DI DOMANI, MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2021, E PER LE SUCCESSIVE 24-
36 ORE, SI PREVEDONO VENTI DI BURRASCA, CON RINFORZI FINO A BURRASCA FORTE,
NORD OCCIDENTALI SU SARDEGNA E SICILIA IN PARTICOLARE SUI SETTORI
OCCIDENTALI E COSTIERI. MAREGGIATE LUNGO LE COSTE ESPOSTE.”

Il 13 febbraio 2020 abbiamo postato quanto segue. Secondo voi è stata attuata la “rivoluzione” promessa?


Pronto un piano quinquennale per rilanciare 43 linee tra i porti siciliani e le isole minori. Entro aprile il bando per le nuove concessioni. Previsto abbattimento dei costi e navi più moderne

Una vera e propria rivoluzione dei trasporti marittimi siciliani. E’ quello sui cui lavora la Regione che punta ad nuovo bando di oltre 300 milioni per rilanciare i collegamenti tra i principali porti metropolitani e le isole minori.

La tematica è stata affrontata oggi a Palermo. Al tavolo, convocato dagli assessori regionali Bernardette Grasso, coordinatrice dei servizi per le Isole minori, e Marco Falcone, delegato ai Trasporti, hanno partecipato tutti i sindaci dei Comuni delle Isole minori e, fra gli altri: l’ammiraglio Salvatore Gravante, segretario generale dell’Autorità di sistema portuale Sicilia occidentale; Roberto Isidori, comandante della Capitaneria di Porto di Palermo; Mario Paolo Mega, presidente dell’Autorità portuale dello Stretto, il dirigente generale Fulvio Bellomo e la dirigente Trasporto marittimo Dora Piazza.

“Il Governo Musumeci – ha spiegato l’assessore Falcone – ha presentato a tutti gli attori interessati la bozza di un piano quinquennale dal valore di oltre 300 milioni di euro che si articolerà su 43 linee fra i principali porti di Sicilia e le isole minori. Il numero di miglia nautiche annualmente percorse supererà il milione e 400mila, grazie a un investimento regionale di oltre 60 milioni per anno. Tra le novità anche una nuova linea, la Cefalù-Lipari”.

L’assessore Falcone stila poi la tabella di marcia dei prossimi mesi: “Entro aprile intendiamo pubblicare il nuovo bando quinquennale per le concessioni del trasporto marittimo, un bando che recepirà la nuova rete dei servizi e che si baserà sul criterio dell’offerta più vantaggiosa. Abbiamo, inoltre, posto come condizioni essenziali l’abbattimento dei costi a carico degli utenti e l’inserimento di criteri che favoriranno l’utilizzo di navi moderne ed efficienti”.

Nelle prossime settimane, come preannunciato da Grasso e Falcone, si terranno ulteriori incontri di consultazione e confronto con le comunità locali, gli attori istituzionali e gli stakeholders del trasporto marittimo siciliano.

Fonte: MessinaToday
Redazione
13 febbraio 2020 18:30“

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

da Palermo Angelo Giuseppe Troja

Appena un anno fa era stato dato un annuncio simile a quello di oggi. Vorrei sperare che sia stato prodotto un minimo di lavoro per avviare la gara, anche se l’annuncio di oggi riprende dallo stesso punto di un anno fa. Questo comporterà sicuramente una serie di inutili incontri con annunci roboanti e poca sostanza, che porterà ad un nuovo rinnovo della proroga di contratto a parità di condizioni, con grande sofferenza per gli abitanti delle isole minori. Speriamo che finalmente venga pubblicato un bando ove sia previsto quanto detto dall’Assessore al ramo: “Abbiamo, inoltre, posto come condizioni essenziali l’abbattimento dei costi a carico degli utenti e l’inserimento di criteri che favoriranno l’utilizzo di navi moderne ed efficienti”.

Covid: ordinanza di Musumeci, cosa cambia per feste natalizie


Nuove disposizioni per chi arriverà in Sicilia

(ANSA) – PALERMO, 10 DIC – Nuove disposizioni per chi arriverà in Sicilia durante le festività natalizie. Le prevede l’ordinanza appena firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci, dopo un confronto con il comitato tecnico scientifico, i medici di base e il presidente dell’Anci Sicilia.

Ecco le novità, in vigore da lunedì 14 dicembre a giovedì 7 gennaio, per limitare il contagio da Coronavirus. Chiunque arrivi in Sicilia dovrà registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it ed essere in possesso dell’esito negativo del tampone molecolare rino-faringeo effettuato nelle ultime 48 ore. Sono esclusi i pendolari e coloro che si siano allontanati dall’Isola, nei giorni immediatamente antecedenti, per recarsi nel territorio nazionale per un periodo inferiore a quattro giorni.
Qualora la persona che fa rientro non abbia potuto sottoporsi al tampone molecolare ha diverse opzioni. Può recarsi presso un drive-in appositamente dedicato per sottoporsi al tampone rapido antigenico. In caso di esito positivo, si seguono le procedure previste per i soggetti Covid-19 positivi, con ripetizione del tampone molecolare e presa in carico da parte del Sistema sanitario regionale. Se negativo, potrà recarsi al domicilio, con la raccomandazione di mantenere i dispositivi di protezione individuale, evitare i contatti con soggetti terzi e sottoporsi nuovamente a tampone antigenico dopo cinque giorni. In alternativa, si può andare presso un laboratorio autorizzato e sottoporsi al tampone molecolare, a proprie spese, con l’obbligo per la struttura stessa di darne comunicazione al dipartimento di Prevenzione dell’Asp.
Chi non segue nessuna delle precedenti procedure, come ultima ipotesi, ha l’obbligo di porsi in isolamento fiduciario per 10 giorni, presso il proprio domicilio, dandone comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta ovvero all’Asp di pertinenza.
Previste ulteriori misure limitative e finalizzate alla verifica del rispetto delle misure contenitive del contagio da Covid-19.
Durante l’orario di apertura degli esercizi pubblici, con particolare riferimento al settore commerciale, fermo restando l’obbligo di garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro, il ricambio d’aria nonché la ventilazione dei locali, i titolari degli esercizi sono tenuti a comunicare all’Asp il numero massimo dei clienti ospitabili, secondo le Linee guida nazionali vigenti, esponendo il cartello con tale limitazione all’esterno del locale. I Centri commerciali pluri-negozio dovranno munirsi di strumenti “contapersone” agli ingressi, limitando e scaglionando gli accessi dei clienti. I titolari di ristoranti e pizzerie hanno anche l’obbligo di conservare l’elenco dei clienti serviti ai tavoli per un periodo di almeno due settimane, nel rispetto della normativa vigente sulla tutela dei dati personali, così da garantirne la disponibilità per le autorità sanitarie.
I sindaci potranno consentire agli esercizi pubblici l’orario continuato e adottare, altresì, misure limitative di accesso alle aree comunali (come zone pedonali e luoghi pubblici di aggregazione) per evitare assembramenti e stazionamenti prolungati, anche mediante l’utilizzo di transennamenti o regolatori di flusso di entrata e uscita. Per questi compiti potranno attivare anche personale delle associazioni di volontariato.
Previsto anche il coinvolgimento dei medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta, che supporteranno le Asp per tutta la durata del periodo emergenziale, nella gestione dei pazienti Covid-19 positivi o sospetti tali, effettuando i tamponi antigenici rapidi o di altro test. ANSA).

Da domenica 29 novembre la Sicilia sarà zona gialla


Ecco i divieti da rispettare e quali restrizioni non avremo più

Consentiti spostamenti fra comuni diversi

consentite le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) con possibilità di consumo all’interno del locale dalle 05.00 alle 18.00. Dalle 18.00 alle 22.00 consentita ristorazione con asporto.

ristorazione con consegna a domicilio sempre consentita

Chiusura per musei, mostre e luoghi di cultura

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole

Didattica a distanza al 100% per le superiori. I corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo con modalità a distanza

Riduzione al 50% del limite di capienza dei mezzi pubblici, con esclusione del trasporto scolastico dedicato

Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute

Chiudono i corner per le scommesse e giochi ovunque siano (bar, tabacchi ecc)

Sospensione dello svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica.

Nella pubblica amministrazione vanno assicurate le percentuali più elevate possibili di lavoro agile

 

 

Sicilia e le sue isole. Cinque posti da visitare tra mare, prodotti tipici e cultura

Viaggi del gusto parla di Ustica con queste parole:
Piccola e tranquilla,Ustica è una delle isole che non fa parte di nessun arcipelago. Snorkelingdivingbirdwatching e trekking sono le attività più amate dai turisti sull’isola, che arrivano fin qui anche per godere della tranquillità delle spiagge e del museo sottomarino. Le passeggiate in asinello, i sentieri nel bosco, il percorso archeologico sono solo alcune delle attrazioni di Ustica insieme alle sue piccole lenticchie. Si tratta delle più piccole lenticchie d’Italia, del diametro di pochissimi millimetri. Coltivata fin dai tempi più antichi, è particolarmente famosa per il suo gusto, la sua tenerezza ed il profumo che emana.

Potete leggere l’intero articolo qui.

 

 

[Sicilia] Covid. Procedura urgente per DDL su banca dati plasma


Un disegno di legge per istituire, in Sicilia, “una banca dati regionale per le sacche di plasma anti-Covid” e criteri “per velocizzare l’iter di assegnazione delle strutture già in grado di procedere da un lato alla raccolta e alla conservazione, dall’altro alla sperimentazione della cura come è stato fatto in altre regioni”. E’ la proposta avanzata all’Ars dal capogruppo della Lega, Antonio Catalfamo che oggi all’Ars incassa il via libera alla procedura d’urgenza secondo l’art. 135.

“Con questa procedura speciale si accorciano i tempi di esame del ddl – dichiara il deputato barcellonese – pensato per farci trovare pronti in una eventuale ricaduta. Non bisogna infatti abbassare la guardia e la Sicilia potrebbe diventare la prima Regione Covid-Free anche grazie a quello che predisporremo da ora alle prossime settimane. Siamo consapevoli che questo disegno di legge tocca un argomento molto delicato ma se fino a ora si è fatto bene dobbiamo continuare a tenere i nostri standard elevati. Sappiamo dai primi dati che il plasma dei guariti dalla Sars-Covid 19 è uno strumento in grado di dare risposte ai soggetti più debilitati dal virus. Il nostro disegno di legge punta a istituire una banca dati regionale per le sacche di plasma anti-Covid e istituisce dei criteri per velocizzare l’iter di assegnazione delle strutture già in grado di procedere da un lato alla raccolta e alla conservazione, dall’altro alla sperimentazione della cura come è stato fatto in altre regioni”.

Il ddl porta la firma degli altri deputati regionali della Lega Sicilia: Maria Anna Caronia e Orazio Ragusa.

Gp

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Si prevede dalla tarda mattinata di oggi, mercoledì 13 maggio, venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con locali raffiche fino a burrasca forte sulla Sicilia, in estensione dalla tarda serata di oggi alla Calabria e alla Puglia. Possibili mareggiate sulle coste esposte”.