Coronavirus in Sicilia – 100 milioni per le famiglie in difficoltà

Cento milioni di euro dalla Regione Siciliana per consentire alle famiglie disagiate di accedere all’assistenza alimentare.

Lo ha deciso il governo Musumeci, riunito in mattinata a Palazzo Orleans, in seduta straordinaria e urgente.

Continua a leggere

0

Sicilia minore: Ustica


di Claudia Alongi

Oggi la nostra rubrica fa tappa a Ustica, un’isoletta di quasi 9 km2situata a 70 km a nord-ovest dalle coste del capoluogo siciliano.

Considerata da alcuni studiosi come la dimora della maga Circe citata nell’Odissea di Omero, questa isola brulla e selvaggia offre ai suoi visitatori un caleidoscopio straordinario di grotte naturali. Le sue coste alte e scoscese sono infatti interrotte da cavità millenarie in grado di esercitare un fascino ancestrale grazie ai colori sgargianti dei minerali presenti. Tra le più visitate si annoverano la Grotta Azzurra, dove nel pomeriggio il mare si colora di un intenso colore turchino, la Grotta Verde coi suoi riverberi a tinta smeraldo, la Grotta Pastizza, con le sue antichissime stalattiti, la Grotta delle Barcheche offriva riparo ai pescatori dai venti di burrasca e la Grotta dell’Oro, con le sue pareti policrome e sfavillanti.

Ustica ospita inoltre dal 1986 la prima area marina protetta d’Italia. La presenza di coralli, spugne, rose di mare e di numerose specie di fauna marina che trovano rifugio nelle sue grotte, l’hanno resa negli anni una meta del turismo subacqueo.

E non c’è da stupirsi se durante un’immersione si scorgessero dei reperti archeologici. L’isola è stata da sempre crocevia per i popoli del mediterraneoFenici, Greci, Cartaginesi e Romani vi lasciarono dappertutto i segni del proprio passaggio.

Insomma, un’isola ricca di storia che ospita una flora e fauna marina dalle caratteristiche tropicali e dista solo un’ora in aliscafo da Palermo. Una meta tutta da scoprire

Fonte: Sicilia ON Press
di Claudia Alongi

0

Raccolta differenziata in Sicilia, cinque milioni ai Comuni virtuosi: ecco dove andranno i soldi


di Valentina Grasso 

Cinque milioni di euro per i Comuni siciliani virtuosi in tema di rifiuti solidi urbani. E’ stato firmato  il decreto inter-assessoriale (Economia e Autonomie locali) che assegna un contributo agli Enti locali che nel corso del 2018 hanno superato il 65 per cento della raccolta differenziata. A beneficiarne – in attuazione di una norma contenuta in una legge regionale – sono 79 Comuni di otto province dell’Isola, il cui elenco predisposto dal dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti è stato validato dall’Arpa Sicilia.

«Sono veramente contento e orgoglioso – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci – perché il numero dei Comuni “ricicloni” è cresciuto a dismisura, visto che l’anno scorso erano appena 31. Un aumento che conferma come stia crescendo, sempre di più, la sensibilità ambientale da parte dei siciliani e l’impegno dei sindaci. In poco più di due anni, la percentuale di raccolta differenziata è aumentata del 100 per cento. Una vera e propria battaglia di civiltà che, al di là dei provvedimenti messi in campo dal mio governo nell’opera intensa per recuperare anni di inerzia e omissioni, ha visto e vede, ogni giorno, in prima linea amministratori e i cittadini. Sono fiducioso che, con lo sforzo di tutti, entro un paio d’anni usciremo dall’emergenza rifiuti e non avremo più nulla da invidiare alle altre regioni del Nord».

Questo l’elenco dei Comuni beneficiari del finanziamento, a cui è stata assegnata una somma fissa di 32mila euro e una variabile in base alla popolazione.

Provincia di Agrigento (22): Calamonaci, Cammarata, Castrofilippo, Cattolica Eraclea, Cianciana, Comitini, Grotte, Joppolo Giancaxio, Lucca Sicula, Menfi, Montevago, Raffadali, Realmonte, Ribera, Sambuca di Sicilia, San Giovanni Gemini, Santa Elisabetta, Santa Margherita di Bèlice, Sant’Angelo Muxaro, Santo Stefano di Quisquina, Siculiana e Villafranca Sicula.

Provincia di Caltanissetta (3): Butera, Delia e Villalba.

Provincia di Catania (15): Aci Bonaccorsi, Aci Castello, Belpasso, Grammichele, Licodia Eubea, Mazzarrone, Mineo, Mirabella Imbaccari, Raddusa, Ramacca, San Cono, San Michele di Ganzaria, Scordia, Vizzini e Zafferana Etnea.

Provincia di Messina (15): Brolo, Capri Leone, Castel di Lucio, Castroreale, Limina, Longi, Mazzarrà Sant’Andrea, Naso, Rodì Milici, Rometta, San Filippo del Mela, Santa Teresa di Riva, Saponara, Torregrotta e Villafranca Tirrena.

Provincia di Palermo (17): Aliminusa, Altofonte, Balestrate, Bisacquino, Caccamo, Camporeale, Chiusa Sclafani, Cinisi, Giardinello, Giuliana, Montelepre, Pollina, Prizzi, San Cipirello, San Giuseppe Jato, Terrasini e Ventimiglia di Sicilia.

Provincia di Ragusa (1): Monterosso Almo.

Provincia di Siracusa (1): Solarino.

Provincia di Trapani (5): Calatafini-Segesta, Custonaci, Pantelleria, Poggioreale e Salaparuta.

fonte: Giornale di Sicilia
di Valentina Grasso 

 

0

Riceviamo e pubblichiamo – In arrivo il nuovo bando da 300 milioni per le isole siciliane


La Regione e il suo consulente (la genovese TBridge) annunciano la prossima indizione della gara per i trasporti marittimi locali

Scadendo a fine anno i contratti con gli armatori concessionari dal 2016 dei servizi integrativi di trasporto marittimo verso le isole minori, la Regione Siciliana ha avviato la procedura per l’indizione di una nuova gara, l’ultima volta divisa in cinque lotti.

Dettaglio quest’ultimo ancora non svelato dall’assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone, che ieri a Palermo ha tuttavia illustrato le linee generali del bando quinquennale da 300 milioni di euro complessivi (grossomodo corrispondenti alla spesa regionale odierna), tracciate con l’ausilio della società di consulenza genovese TBridge, partner della Regione già dalla giunta precedente a quella Musumeci in materia di trasporti.

“Il governo Musumeci – ha spiegato Falcone – ha Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – In arrivo il nuovo bando da 300 milioni per le isole siciliane”

0

Riceviamo e pubblichiamo – Trasporti marittimi, dalla Regione un bando da oltre 300 milioni: spunta il nuovo collegamento Cefalù-Lipari


Pronto un piano quinquennale per rilanciare 43 linee tra i porti siciliani e le isole minori. Entro aprile il bando per le nuove concessioni. Previsto abbattimento dei costi e navi più moderne

Una vera e propria rivoluzione dei trasporti marittimi siciliani. E’ quello sui cui lavora la Regione che punta ad nuovo bando di oltre 300 milioni per rilanciare i collegamenti tra i principali porti metropolitani e le isole minori.

La tematica è stata affrontata oggi a Palermo. Al tavolo, convocato dagli assessori regionali Bernardette Grasso, coordinatrice dei servizi per le Isole minori, e Marco Falcone, delegato ai Trasporti, hanno partecipato tutti i sindaci dei Comuni delle Isole minori e, fra gli altri: l’ammiraglio Salvatore Gravante, segretario generale dell’Autorità di sistema portuale Sicilia occidentale; Roberto Isidori, comandante della Capitaneria di Porto di Palermo; Mario Paolo Mega, presidente dell’Autorità portuale dello Stretto, il dirigente generale Fulvio Bellomo e la dirigente Trasporto marittimo Dora Piazza.

“Il Governo Musumeci – ha spiegato l’assessore Falcone – ha presentato a tutti gli attori interessati la bozza di un piano quinquennale dal valore di oltre 300 milioni di euro che si articolerà su 43 linee fra i principali porti di Sicilia e le isole minori. Il numero di miglia nautiche annualmente percorse supererà il milione e 400mila, grazie a un investimento regionale di oltre 60 milioni per anno. Tra le novità anche una nuova linea, la Cefalù-Lipari”.

L’assessore Falcone stila poi la tabella di marcia dei prossimi mesi: “Entro aprile intendiamo pubblicare il nuovo bando quinquennale per le concessioni del trasporto marittimo, un bando che recepirà la nuova rete dei servizi e che si baserà sul criterio dell’offerta più vantaggiosa. Abbiamo, inoltre, posto come condizioni essenziali l’abbattimento dei costi a carico degli utenti e l’inserimento di criteri che favoriranno l’utilizzo di navi moderne ed efficienti”.

Nelle prossime settimane, come preannunciato da Grasso e Falcone, si terranno ulteriori incontri di consultazione e confronto con le comunità locali, gli attori istituzionali e gli stakeholders del trasporto marittimo siciliano.

Fonte: MessinaToday
Redazione
13 febbraio 2020 18:30“

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dal pomeriggio/ sera di oggi, mercoledì 05 febbraio 2020, e per le successive 18 – 24 ore si prevede il persistere di venti forti  o di burrasca  dai quadranti settentrionali, su Umbria meridionale, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con raffiche di burrasca forte o locale tempesta sui settori costieri e sui crinali appenninici .
Si prevedono inoltre forti mareggiate su tutte le coste esposte.

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalla tarda mattinata di domani, domenica 05 gennaio 2020,e per le successive 24 – 30 ore, si prevedono venti forti o di burrasca nord – orientali su Abruzzo, specie settori costieri e meridionali, Molise, Campania, Puglia, Basilicata Calabria e Sicilia, con possibili raffiche di burrasca forte, si Puglia meridionale esttori Ionici. Mareggiate lungo le coste esposte

0

Riceviamo e pubblichiamo – Disastro dei trasporti in Sicilia: biglietti aerei alle stelle, strade a pezzi e sulle navi affari & monopoli


 “Tutti li cosi vannu a lu pindinu,
Ed a lu peju si c’inclina ogn’unu,
A cui leva, a cui duna lu distinu
e non ci pari mai lu nostru dunu
nun curri paru lu nostru caminu…”
(tratto da una poesia di Antonino Veneziano)

Trasporti in Sicilia, tutto va a rotoli: aerei, strade, autostrade, treni, navi. Nemmeno sulle navi che collegano la nostra Isola con gli arcipelaghi siciliani “curri pari lu nostru caminu”. Un comunicato del sindacato ORSA marittimi ci racconta che…

In Sicilia si parla di tutto: della Regione siciliana sempre senza soldi, dei fondi europei sempre in bilico, dei Comuni che non erogano servizi ai cittadini però pretendono che gli stessi cittadini paghino tasse e imposte, dei rifiuti che marciscono nelle strade, del Governo Conte bis che ha tassato tutto ma dice di non essere il Governo della tasse, del calcio che dovrebbe servire da “oppio dei popoli” per far dimenticare il MES alle persone, dei teatri siciliani in difficoltà, persino degli 007 del ‘sistema Montante’. C’è, però un argomento quasi dimenticato: i trasporti marittimi da e per la Sicilia.

Certo, c’è stata un’inchiesta appena appena rumorosa. Ma niente più. Si sa che gli abitanti degli arcipelaghi siciliani si lamentano dei trasporti marittimi, che con le eccezioni di Pantelleria e Lampedusa, dove ci sono gli aeroporti, sono gli unici trasporti disponibili.

La Sicilia non è fortunata con i trasporti. Lo scorso Giugno Cosimo Gioia ha denunciato il prezzo esorbitante dei biglietti aerei per i siciliani che debbono partire in emergenza: da 500 a 800 euro!

Dopo mesi di indifferenza, a Novembre, si è scoperto che i Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – Disastro dei trasporti in Sicilia: biglietti aerei alle stelle, strade a pezzi e sulle navi affari & monopoli”

0

Ustica, vista montagne Sicilia


0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dal mattino di domani, lunedì 25 novembre 2019, e per le successive 9 – 12 ore si prevede il persistere di:

  • Precipitazioni sparse, anche a carattere temporalesco, si Abruzzo, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, specie sui settori settentrionali di quest’ultima. Le precipitazioni saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento;
  • Venti da forte a burrasca dai quadranti occidentali sulla Sicilia.
    Mareggiate lungo le coste esposte.
0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

 


Download (DOCX, 769KB)

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

 


Download (DOCX, 993KB)

 

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalle prime ore di oggi, venerdì 15 novembre2019e per le successive 24 – 36 ore, si prevedono:

  • Venti di burrasca, con raffica di burrasca forte, dai quadranti meridionali su Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzi, Molise, e Sicilia, con mareggiate lungo le coste esposte.
  • Precipitazioni sa sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana, Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise.

Le precipitazioni saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

 

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalla tarda mattinata di oggi sabato 09 novembre, e per le successive 18 – 24 ore, si prevedono venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia meridionale. Possibili mareggiate lungo le coste esposte.

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Download (DOCX, 100KB)

0

Il 6 Novembre parte la campagna vaccinale anti-influenzale in Sicilia. Scopri le novità!


  • a cura di Mario Palermo (1), Francesco Scarpitta (2), Claudio Costantino (2)
  • 1. Servizio 4 – Dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico dell’Assessorato Regionale della Salute della Regione Sicilia
  1. Sezione di Igiene – Dipartimento PROMISE – Università degli Studi di Palermo

Tra poco più di un mese (6 Novembre) partirà in Sicilia la campagna vaccinale contro l’influenza. La circolare per la vaccinazione è stata firmata il 20 Settembre scorso dall’Assessore alla Salute e mai come in questa stagione presenta delle novità interessanti nella lotta a questa patologia spesso sottovalutata, ma che rappresenta un serio problema di Salute Pubblica. Come ogni anno la vaccinazione è fortemente raccomandata ai soggetti a rischio, tra cui le persone di età maggiore a 65 anni, coloro che hanno patologie croniche (dalle cardiopatie, al diabete, dall’ipertensione alle malattie autoimmuni, dai tumori alle immunodeficienze), le donne in gravidanza, i bambini con età superiore a 6 mesi che frequentano comunità scolastiche quali asili nido o scuole materne, i loro familiari e, naturalmente, gli operatori sanitari che se ne prendono cura.

Il Decreto Assessoriale n.1829 del 20 settembre 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, n. 45 del 4 ottobre 2019 illustra le principali caratteristiche della campagna di vaccinazione antinfluenzale stagionale che inizierà il 06 novembre 2019 e avrà termine il 28 febbraio 2020 [in Allegato 1 il Decreto Assessoriale e in Allegato 2 gli allegati dello stesso].

Come negli anni precedenti, sono state individuate le categorie a rischio per le quali è fortemente raccomandata la vaccinazione antinfluenzale che sono sovrapponibili a quelle degli anni passati ovvero:

  • Soggetti di età ≥65 anni;
  • Soggetti immunocompromessi;
  • Soggetti con patologie cardiovascolari/respiratorie/dismetaboliche;
  • Donne in stato di gravidanza all’inizio e/o durante la stagione influenzale.
  • Operatori sanitari e operatori di pubblica utilità (forze dell’ordine, insegnanti, autisti di mezzi di trasporton pubblici, etc…)

Al fine, inoltre, di tutelare i bambini sotto i 6 mesi di vita, che non possono vaccinarsi a causa del sistema immunitario ancora immaturo, è raccomandato vaccinare tutti i membri della famiglia in contatto con questi soggetti durante i primi mesi di vita del nascituro, se questi saranno coincidenti con la stagione influenzale (“strategia cocoon”)

A tutte queste categorie la vaccinazione verrà offerta in forma gratuita presso gli ambulatori dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta ovvero presso gli Ambulatori Vaccinali delle Aziende Sanitarie Provinciali di appartenenza.

Tre le principali novità contenute nel decreto di quest’anno:

  1. La vaccinazione delle donne in gravidanza potrà avvenire a qualsiasi trimestre e non sarà limitata soltanto al secondo e terzo trimestre come in passato. Difatti, recenti studi hanno determinato il forte rischio di contrarre tale patologia nel primo trimestre di gravidanza e il consistente rischio di aborti e gravi malformazioni fetali proprio a causa della stessa. Di contro, il vaccino antinfluenzale inattivato è assolutamente sicuro ed in grado di prevenire efficacemente la trasmissione della patologia influenzale;
  2. All’offerta classica del vaccino quadrivalente e del vaccino trivalente adiuvato, quest’anno di aggiunge anche quella del nuovo vaccino quadrivalente prodotto su coltura cellulare, che risulta, da evidenze scientifiche, molto performante. Il Tavolo tecnico Regionale Vaccini ha quindi ritenuto necessario che lo stesso venga utilizzato, secondo le indicazioni della scheda tecnica, preferibilmente nei soggetti immunocompromessi, i degenti durante il ricovero o alla dimissione. Inoltre, poichè secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il personale sanitario risulta tra le maggiori categorie a rischio di contrarre e trasmettere l’influenza (ai propri pazienti spesso debilitati), si è scelto anche di offrirlo a parte del personale sanitario operante nella Regione Siciliana;
  3. Infine, da quest’anno, tutti i medici che decideranno di non vaccinarsi contro l’influenza, oltre alla compilazione del dissenso-informato, saranno allo stesso tempo obbligati ad indossare i Dispositivi di Protezione Individuale previsti dal D.A. n.1829 del 20/09/2019 (mascherina) durante tutto il periodo di circolazione del microrganismo (dal 6/11/2019 al 30/03/2020), allo scopo di tutelare i pazienti fragili con cui entreranno in contatto.
0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dall’agenzia naviservice riceviamo comunicazione che L’aliscafo Tiziano delle ore 09.00 da Palermo sospende la corsa per condizioni meteo marine avverse

 

Dalla tarda mattinata di oggi, venerdì 25 ottobre 2019, e per le successive 24- 36 ore si prevede il persistere delle precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, in successiva estensione alla Calabria.Sui settori Centro – Orientali della Sicilia la fenomenologia potrà localmente assumere anche carattere di persistenza.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento. Localmente le cumulate di precipitazioni potranno risultare abbondanti.

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalla sera notte di oggi, mercoledì 23 ottobre 2019, e per le successive 24 – 30 ore, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, dapprima su Liguria, Piemonte, Valle D’Aosta, Lombardia ed Emilia-Romagna occidentale, in estensione dalla mattina di domani, giovedì 24 ottobre 2019, a Toscana, Lazio e Umbria.

Inoltre dal  pomeriggio di domani, giovedì 24 ottobre 2019, e per le successive 24 – 30 ore, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, sulla Sicilia, specie sui settori centro – occidentali.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità elettrica, forti raffiche di vento. Localmente le cumulate di precipitazioni potranno risultare abbondanti.

0

Sicilia] SCUOLA. 50 mln per gli studenti bloccati “per mancanza di personale”. Caronia “Incredibile. Musumeci sblocchi procedure”


Le borse di studio ferme al 2014

50 milioni di euro per gli studenti siciliani fermi nei cassetti dell’Assessorato regionale e borse di studio non erogate dal 2014, con tanti beneficiari che nel frattempo hanno pure terminato gli studi.Di questa sitauzione si è discusso stamattina, su richiesta di Marianna Caronia, in V Commissione all’ARS, dove sono stati ascoltati i dirigenti dell’Assessorato regionale.

“Siamo rimasti esterrefatti – ha detto Caronia – nell’apprendere che la Regione non ha personale per il disbrigo di queste pratiche. Si, proprio così, la mastodontica Regione Siciliana non ha qualche dipendente che possa materialmente preparare pochi atti formali, perché il grosso del lavoro lo fanno i comuni che raccolgono tutte le istanze.
I dirigenti regionali si sono letteralmente arrampicati sugli specchi per trovare giustificazioni all’ingiustificabile.”

La legge regionale 62 del 2000 ha previsto infatti che la Regione eroghi le borse a tutti gli studenti delle scuole primarie (ex elementari) e primarie di primo e secondo grado (ex scuole medie e superiori) ripartendo i fondi in base al numero di richiedenti ed alla rispettiva situazione economica in base all’ISEE.

Si va quindi da poche decine di euro fino ad oltre 1.000 euro per singolo studente.

Per Caronia, “una legge nata per sostenere gli studi per ragazzi e ragazze meritevoli e in condizioni economiche svantaggiate si è trasformata nell’ennesima beffa e presa in giro con la Regione che incassa i soldi dallo Stato e poi li tiene nei propri cassetti. Nel frattempo ci sono studenti che hanno pure finito il proprio percorso scolastico.”

“Mi aspetto dal Presidente Musumeci e dall’Assessore Lagalla – ha concluso la parlamentare – che non tollerino ulteriormente questa situazione, imponendo ai propri dirigenti di procedere all’erogazione delle somme in tempi brevissimi.”

Pietro Galluccio
366.2385651


Servizio diffusione comunicati stampa ufficistampa.eu
Per informazioni: info@ufficistampa.eu

0

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalle prime ore di domani, lunedì 07 ottobre 2019, e per le successive 12 – 18 ore, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori costieri di Toscana, Lazio, Campana e Basilicata;

Dalla tarda mattinata di domani, lunedì 07 ottobre 2019, e per le successive 24 – 36 ore, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Calabria e Sicilia.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento,

Dalle prime ore di domani, lunedì 07 ottobre 2019, e per le successive 12 – 18 ore, si prevedono venti settentrionali forti o di burrasca, su Liguria, Emilia – Romagna occidentale e suo settori costieri e insulari di Toscana, Lazio e Campania, con possibili mareggiate sulle coste esposte.

0