Ustica 02 Aprile 2012 – pescatori in stato di agitazione occupazione l’aula consiliare.


Pescatori in stato di agitazione occupazione l’aula consiliare.

Riceviamo e pubblichiamo – Dichiarazione di uno stato di agitazione del personale navigante della Liberty Lines…


Download (PDF, 210KB)

Aliscafo questo pomeriggio, dopo l’arrivo ad Ustica, rientrerà a Palermo


Dall’Agenzia Militello riceviamo comunicazione che l’aliscafo Carmen M. questo pomeriggio, dopo l’arrivo ad Ustica (16,30) ripartirà per Palermo a causa previsioni meteo marine avverse

Riceviamo dall’Agenzia Naviservice  comunicazione che questo pomeriggio non arriveranno passeggeri con l’aliscafo Carmen M.

 

 

Ustica, movimento di passeggeri in entrata


Riceviamo dall’Agenzia Naviservice  comunicazione che questa mattina con la nave sono arrivati ad Ustica due mezzi commerciali e un autista che si è fermata nell’area marittima  e nel pomeriggio arriveranno con l’aliscafo quattro residenti.

Ricordiamo che  chi arriva ad Ustica dovrà mantenere, insieme al proprio nucleo familiare, lo stato di isolamento obbligatorio per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali.

Il COVID-19 non guarda alle differenze sociali né a chi ha problemi psichici e quindi nessuno è immune. Si chiede ad ognuno il rispetto delle disposizioni vigenti e il “pugno duro” a chi le deve far rispettare.

 

Ustica, movimento di passeggeri in entrata


Riceviamo comunicazione che questa mattina con la nave sono arrivati ad Ustica sette mezzi commerciali e due autisti e nel pomeriggio arriveranno con l’aliscafo due residenti.

Ricordiamo che  chi arriva ad Ustica dovrà mantenere, insieme al proprio nucleo familiare, lo stato di isolamento obbligatorio per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali

 

Ustica, movimento di passeggeri in entrata


Veniamo informati che oggi nessun passeggere è arrivato con l’aliscafo mentre con la nave sono arrivati quattro passeggeri a seguito del feretro e qualche trasportatore.

Chi arriverà ad Ustica dovrà mantenere, insieme al proprio nucleo familiare, lo stato di isolamento obbligatorio per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali

 

 

Riceviamo e pubblichiamo – Liberty Lines, l’ORSA ha dichiarato lo stato di agitazione. Le proteste di chi trasporta frutta alle Eolie


di I Nuovi Vespri

21 giugno 2019

Nel dorato mondo dei trasporti marittimi della Sicilia, contrassegnato dalla presenza di monopoli, cresce il malumore. Il sindacato ORSA ha dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori. ‘Maretta’ (è il caso di dirlo) anche tra i trasportatori di frutta verso le isole Eolie, che chiamano in causa la Caronte & Tourist

Proclamato lo stato di agitazione tra della Liberty Lines s.p.a. Lo comunica in una lettera il sindacato ORSA (Organizzazione Sindacati Autonomi di base) con una lettera inviata a ai vertici della stessa società Liberty Lines, a Confitarma, alla Commissione di Garanzia per gli Scioperi Servizi Pubblici Essenziali, all’Osservatorio per gli Scioperi nei Trasporti, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

L’oggetto della lettera sintetizza quello che sta succedendo:

“Visto la richiesta di incontro non accolta del 02/06/2019 prot.750 O.r.s.a Mari e Porti, con la presente si apre uno stato di agitazione dei marittimi della Liberty Lines s.p.a. ai sensi della legge 146/90”.

Si legge nella lettera:

“La scrivente O.S. ORSA Marittimi, con la Continue reading “Riceviamo e pubblichiamo – Liberty Lines, l’ORSA ha dichiarato lo stato di agitazione. Le proteste di chi trasporta frutta alle Eolie”

1515 posti nella Polizia di Stato. Il concorso per allievi agenti


Sono  millecinquecentoquindici i posti per allievi agenti della Polizia di Stato, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale, da coprire con il Concorso pubblico della Polizia di Stato  presso il Ministero dell’Interno. C’è tempo fino al 4 luglio per inviare le domande.

I requisiti richiesti ai candidati per partecipare al concorso,   sono  i seguenti:

  •        cittadinanza italiana;
  •       godimento dei diritti civili e politici;
  •       diploma di scuola secondaria di primo grado o  equipollente;
  •  aver compiuto il  diciottesimo  anno  di  eta’  e  non  aver compiuto il  ventiseiesimo  anno  di  eta’. Quest’ultimo  limite  è elevato, fino ad un massimo di tre anni, in  relazione  all’effettivo servizio militare prestato dai candidati;
  •        qualita’ morali e di condotta previste dall’art.  35,  comma 6, del decreto legislativo n. 165/2001;
  •       idoneita’ fisica, psichica ed attitudinale  all’espletamento dei compiti connessi alla qualifica, da accertare in conformita’ alle disposizioni contenute nel decreto ministeriale  n.  198/2003  e  nel decreto del Presidente della Repubblica n. 207/2015.

I requisiti devono  essere  posseduti  alla  data  di scadenza  del  termine  per  la  presentazione   della   domanda   di partecipazione al concorso.
L’amministrazione provvede d’ufficio ad accertare i  requisiti della condotta e  delle  qualita’  morali  e  quelli  dell’efficienza fisica e dell’idoneita’ fisica, psichica e attitudinale al  servizio, le cause di risoluzione di precedenti  rapporti  di  pubblico impiego  e  la  veridicita’  delle   dichiarazioni   rilasciate   dai candidati.

Il concorso prevede le seguenti prove:       1) prova scritta d’esame;       2) accertamento dell’efficienza fisica;       3) accertamenti psico-fisici;       4) accertamenti attitudinali;       5) valutazione dei titoli.

Per tutte le informazioni e per scaricare il bando cliccare qui

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Lo Stato deve fare le cose utili, l’individuo le cose belle

Oscar Wilde

(Inviato da Salvio Foglia da Cosenza)

Riceviamo e pubblichiamo – Stato di agitazione confermato


E’ CONFERMATO PER OGGI ALL’ARRIVO DELL’ALISCAFO DELLE 10 LO STATO DI AGITAZIONE. ATTENDEREMO L’ESITO DELL’INCONTRO DEL SINDACO IN ASSESSORATO E POI SI DECIDERA’ COSA FARE TUTTI INSIEME. CIO’ CHE CHIEDIAMO A GRAN VOCE E’ CHE VENGA RIPORTATO L’ALISCAFO ALLE ORE 17,15 COME E’ SEMPRE STATO. VI ASPETTIAMO

Assessore Vittoria Salerno

Ustica, lo stato di abbandono delle scuole pregiudica il futuro dei nostri ragazzi


f-c-8074-stato-abbandono-scuoleÈ sempre più pressante la richiesta, da parte di alcuni genitori  e non solo, intesa a conoscere:

  • 1) lo stato dei nostri plessi scolastici “distrutti” e  sospesi i lavori;
  • 2) perché i bambini della scuola dell’infanzia sono costretti a condividere locali piccoli e non idonei quando potrebbero usufruire, con maggiore agio, dei locali della ex Caserma dei Carabinieri.

Per quanto concerne il 1° punto  è stata istituita una Commissione Consiliare, presieduta dall’ Avv. Mario Bellavista, che dovrebbe accertare (si spera in poco tempo) la responsabilità della sospensione dei lavori.
È generale convinzione che a dipanare quest’intricata e cupa matassa, in ultima analisi, sarà la Procura della Repubblica competente.

Per quanto concerne le motivazioni richieste al 2° punto, è facile dare una risposta veritiera:

  • – Una parte dei locali dell’ex Caserma dei Carabinieri è stata assegnata, come uffici, alla Forestale – molto probabilmente in cambio di servizi di pulizia del depuratore e di particolari zone, con sfrondatura e potatura  di alberi all’interno e all’esterno del paese;
  • – L’altra parte è riservata per le “vacanze estive” della Legambiente, per avere in “omaggio”, in prospettiva, qualche “vela” in più

Pietro Bertucci

 

Riceviamo e pubblichiamo – Ristrutturazione Scuole, Stato Avanzamento Lavori – “IMMOBILE”!…

Con determinazione del Responsabile del 5° Settore n° 83 del 03-05.2016 è stato deliberato di liquidare e pagare all’Impresa Spallina Lucio il 1° S.A.L (Stato Avanzamento Lavori) di complessivi € 278.346,82 (più di mezzo miliardo di vecchie lire) come “opere di rimozione e demolizione”, inerenti l’intervento di recupero e risanamento conservativo dei plessi scolastici del comune di Ustica.

 Ristrutturazione Scuole

SAL

Download (PDF, 171KB)

 

Scuole Ustica – Genitori in stato di agitazione


 

ScuolaDomani, in concomitanza dell’inizio dell’anno scolastico, i genitori degli alunni della scuola media e del liceo turistico inizieranno uno stato di agitazione per il regime di accorpamento che le autorità competenti vogliono attuare nelle suddette classi: prima e seconda media  e primo e secondo turistico.

La costernazione dei genitori è stata  segnalata, con lettera allegata, al Provveditorato agli studi di Palermo e per conoscenza al Ministero della Pubblica Istruzione MIUR  Roma – precisando che “nella malaugurata ipotesi le autorità competenti decidessero di mantenere l’accorpamento delle due classi tutti i genitori degli alunni dell’Istituto di Ustica sono concordi ad attuare delle forme di protesta ad oltranza… “

PB

Lettera al Provveditore 1lettera al Provveditore 2a

^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Angelo Tranchina

Numerosa e quasi totale la partecipazione dei genitori, sia della scuola media, sia del liceo. Si è deciso di entrare lunedì se si hanno notizie dal Preside che domani dovrà incontrasi alla Direzione Regionale scolastica col Dirigente…… Vedremo……

^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Tranchina

E semplicemente vergognoso pensare di accorpare bambini di diverse età con apprendimento diverso secondo lo stadio evolutivo dei ragazzi. Politici Italiani vergognatevi, tagliate i vostri stipendi e date la giusta importanza alla crescita psichica, psicologica ed evolutiva appropriata all’età.

 

 

Cartolina per il Sindaco – riceviamo e pubblichiamo – punto balneazione acquario, brutto a vedersi

 

 

Brutta presentazione acquario

 

COMMENTO

Da Ustica Salvatore Tranchina

Giusto per non fare confusione!!! La raccolta dei sacchi nelle zone di balneazione è stata fatta tutta l’estate dall’associazione visitustica con in prima fila gli imprenditori che lasciando il proprio lavoro per mezz’oretta dedicavano questo servizio alla propria isola. Probabilmente il giorno precedente a questa foto chi di dovere non ci sia riuscito. Adesso di qua a farne un dramma mi sembra un po esagerato !!! Vero è che l’amministrazione non se ne è occupata ma neanche si può subito fare una polemica per un solo turno saltato……

?
?

Cerimonia – Sindaco legge messaggio Capo dello Stato


Cerimonia - Sindaco legge messaggio Capo dello Stato

Ustica in attesa dell’aliscafo in ritardo… – “lo stato di agitazione continua ad oltranza”

Stato di agitazione ad oltranza

^^^^^^^^^^^^^

Collegamenti marittimi a singhiozzo a Ustica
Protesta abitanti: «Non siamo cittadini di serie C»

CRONACA – Stamani una cinquantina di persone ha occupato pacificamente il Comune. Nel pomeriggio una piccola delegazione sposterà la protesta a Palermo. Giorgio Tranchina: «Ignorati da politica e istituzioni. Ci vengono negati diritti essenziali. A rischio c’è la sopravvivenza della nostra comunità»

Un’occupazione pacifica per manifestare tutto il loro dissenso. Perché, spiegano, sono stufi di essere ignorati. Dalle istituzioni e dalla politica. A dare vita alla protesta una cinquantina di abitanti di Ustica, che oggi hanno manifestato, occupando la sede del Comune. Cartelloni e slogan per ribadire che «l’isola è in ginocchio» a causa della precarietà dei collegamenti marittimi. Dito puntato contro lo stop al servizio integrativo, assicurato per cinque anni dalla Ustica Lines, e che rischia di mettere a repentaglio la stagione turistica.

«Siamo vittime di un braccio di ferro tra la Regione e la compagnia di navigazione – dice a MeridioNews Giorgio Tranchina, uno dei manifestanti -. Da ottobre non abbiamo più il servizio integrativo, una sospensione che nega il nostro diritto alla continuità territoriale, ma anche quello allo studio dei nostri ragazzi e alla salute». Il servizio era stato assicurato dalla Ustica Lines sino al 31 ottobre, dopo un’ulteriore proroga al 30 novembre, la Regione ha emanato quattro bandi, andati tutti deserti. «Non ha partecipato nessuno – spiega ancora Tranchina – perché non sono stati ritenuti convenienti».

Oggi il collegamento tra Palermo e Ustica è assicurato dalla Compagnia delle Isole, con una nave, che parte la mattina dal capoluogo siciliano, e un aliscafo, che fa due corse al giorno durante la settimana e tre nel week-end. «Per due giorni siamo rimasti isolati, perché l’aliscafo aveva un guasto al motore – dice ancora Tranchina -. Il servizio che ci viene offerto non è efficiente e viene messa a rischio persino la salute dei nostri concittadini. Quella di oggi non è solo una lotta condotta a difesa del turismo, ma per la sopravvivenza stessa della nostra comunità. Il servizio integrativo consente a medici, infermieri e insegnanti di raggiungere Ustica e di assicurare cure e istruzione. Siamo stanchi di essere trattati come cittadini di serie C».

A Palazzo d’Orleans i manifestanti chiedono di ripristinare subito i servizi e dismetterla con «gli esperimenti condotti sulla nostra pelle». Una piccola delegazione in serata sarà a Palermo. «Ci stiamo imbarcando. Decideremo dopo che tipo di protesta mettere in campo» assicura Tranchina. E promettono di andare avanti ad oltranza. Perché «i cittadini sono stremati. Non è una battaglia ideologica, ma per diritti essenziali».

Fonte: www.meridionews
di Rossana Lo Castro
15-06-2015

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Collegamenti precari, Ustica protesta

PALERMO. Sono arrivati al porto di Palermo sulla nave della Compagnia delle Isole Antonello da Messina gli usticesi che questa notte occuperanno la nave in segno di protesta per il mancato avvio dei collegamenti veloci tra il capoluogo e la loro isola. “Basta esperimenti sulla pelle degli Usticesi”, “Ustica collegamenti con mezzi efficienti” questi gli striscione che sono stati esposti sulla nave. I manifestanti sono stati accolti al porto da un consistente numero di agenti di polizia.

Fonte: Giornale di Sicilia
Ignazio Marchese
15-06-2015

Ustica, arrivo generi di prima necessità con elicottero della Polizia di Stato

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

I enjoy watching all the supplies being delivered to Ustica !! And surprise, I see the picture of the MARLENE MELE (Marlene apples). I love the apples named after me !!!!!!!!!!!!!!

Marlene Robershaw, Manfre

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Un dito maligno mostra lo stato attuale di Ustica visto dalla colonnina “guida” della piazza


Stato attuale dell'Isola

Riceviamo e pubblichiamo – Grave stato degrado strada

 


CON LA PRESENTE PER RENDERLA EDOTTO, AFFINCHE’ POSSA ESSERE FATTA OPERA DI SENSIBILIZZAZIONE, DEL GRAVE STATO DI DEGRADO DELLA STRADA CHE COSTEGGIA IL VILLAGGIO VERSO LA TORRE ED ARRIVA A CALA SANTARO.

LA SEDE STRADALE E’ DISSEMINATA DI ROVI E CESPUGLI TALI DA RENDERLA PERCORRIBILE AD UNA SOLA AUTO E LIMITANDO LA VISIBILITA’ IN CURVA.

QUESTO CREA GRAVE SITUAZIONE DI PERICOLO PER LE PERSONE E LE COSE.

FORSE OCCORREREBBE UN INTERVENTO STRAORDINARIO?

GRAZIE PER LA PREZIOSA OPERA DA LEI SVOLTA, PORGO  DISTINTI SALUTI.

PIETRO POMILIA

———————-

NdR – Sig. Pomila Lei suggerisce un lavoro “straordinario” che, credo,  l’amministrazione provvederà a risolvere quanto prima  in considerazione  che il punto segnalato si trova vicino una delle più affollate zone di balneazione.  Io, comunque, sono dell’avviso che questi lavori, per buona parte dell’anno, dovrebbero essere affidati  ad alcuni nostri anziani disponibili e capaci con la formula: “Lavori Socialmente Utili per Anziani” e non affidarsi solamente sull’apprezzabile, riconosciuta  e meritevole iniziativa di alcuni volontari, che qualche volta abbiamo anche seguito.

Grazie a Lei per la puntuale segnalazione

Pietro Bertucci

manutenzione stradaleIMG_9209IMG_9212IMG_9215

 

Cimitero Ustica: Abbattimento loculi – decisione non sufficientemente ponderata…


[ id=21618 w=320 h=240 float=left]Guardando i vecchi loculi, dove è stata fatta l’estumulazione, noto che un’altra parte della storia della nostra isola rimarrà un semplice ricordo… Ritengo, a guardar bene le nicchie, visto il buon stato di mantenimento, che sarebbe stato sufficiente, dopo una attenta verifica di idoneità/stabilità, rifare l’impermeabilizzazione del tetto e poterle riutilizzare di nuovo, così, velocemente, avremmo risolto l’attuale emergenza. ho Chiesto a Carmelo Palmisano (u baruni) perchè non cedere un pezzo di terreno limitrofo al cimitero, visto che quel terreno rientra nella “fascia di rispetto”o la fascia di mt…..?[ id=21617 w=320 h=240 float=right] La risposta è stata subito positiva. Naturalmente l’amministrazione doveva provvedere a fare il frazionamento e cedere qualche loculo . Di tutto questo nessuno si è fatto avanti. Oggi assistiamo alla distruzione di loculi che potevano realmente essere utilizzati.

Angelo Tranchina