Il sindaco anti-Stato non fa pagare le tasse e finisce “sotto tutela”

«Siamo virtuosi: con la raccolta differenziata risparmiamo e non dobbiamo chiedere altri soldi ai residenti»

Il sindaco Camiciottoli (con il megafono) durante una protesta

Sindaco anti Stato

MASSIMO PICONE
PONTINVREA (SAVONA)

Una rivolta fiscale capeggiata dal sindaco, Matteo Camiciottoli, primo cittadino di Pontinvrea, 850 anime nell’entroterra di Savona. Qui i residenti non pagano né Imu o Tasi sulla prima casa, né Tari. Tra qualche settimana arriverà un commissario prefettizio ad acta perché sindaco e Consiglio comunale non hanno obbedito entro il 30 dicembre (ieri) al decreto Delrio che impone ai piccoli centri di unirsi o almeno associare le funzioni amministrative, dall’anagrafe alla ragioneria. «E’ un falso risparmio, l’obiettivo vero è creare Comuni di 15 mila abitanti che invece di essere amministrati da liste civiche finiranno sotto il “cappello” della politica. Piuttosto consorziamoci per offrire servizi meno cari, come mense o scuolabus» dichiara il sindaco-rivoluzionario. Il quale, tanto per non farsi mancare nulla, con il suo Comune ha aderito a una causa contro la presidenza del Consiglio e il ministero degli Interni per far dichiarare l’incostituzionalità («con violazione degli articoli 2, 3, 42, 47 e 53 della Carta») della tassazione sulla prima casa. A marzo la prima udienza davanti al tribunale civile di Genova.

Elezione plebiscitaria

Camiciottoli, 44 anni, contitolare di Continue reading “Il sindaco anti-Stato non fa pagare le tasse e finisce “sotto tutela””

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


sindacoUna Nazione che si tassa nella speranza di diventare prospera è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico.

“Basta tasse – Servono spunti per nuove proposte”


Ieri il Signor DRAGHI ha detto a chiare lettere al signor MONTI….”BASTA TASSE” : se intende far ripartire L’ECONOMIA di un paese,se si desidera attirare nuovi investimenti anzichè farli fuggire,se cioè l’obiettivo è aumentare il numero di nuove aziende e,di riflesso anche quello degli occupati,esiste una sola strada e consiste nella riduzione delle tasse.Serve uno STATO che non bruci la RICCHEZZA delle imprese e delle famiglie,ma la RISPETTI e la PROTEGGA.Questo era quello che diceva DRAGHI.

IL contrario cioè di quanto si fa’ in ITALIA.Difronte a bilanci dello STATO che facevano acqua da tutte le parti,il Presidente del Consiglio invece di METTERE A DIETA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,costringendola a spendere MENO e farsi bastare quel che aveva,ha deciso di foraggiarla con altre imposte prelevate dai portafogli degli italiani,che è sotto gli occhi di tutti.

Sono i politici,i cattivi amministratori,che Continue reading ““Basta tasse – Servono spunti per nuove proposte””

Il Sindaco Informa

Sarà di circa 40.000 euro la manovra correttiva necessaria per potere sopperire ai minori trasferimenti di risorse che la Regione Siciliana ha destinato al Comune di Ustica. E’quanto è emerso stamane dalla conferenza di servizio indetta dal Sindaco ed alla quale sono stati invitati il Presidente del Consiglio comunale ed i capi area.

” Volenti o nolenti occorrerà ulteriormente ridurre da qui a settembre le spese generali e di economato al fine di evitare di trovarci con una scopertura di bilancio. A settembre si dovrà provvedere con la manovra di riequilibrio. Non sappiamo ancora se i minori trasferimenti statali incideranno negativamente sin da quest’anno. quello che è certo è che anche in futuro la situazione non sarà rosea”