Ustica dall’album dei ricordi 1963 – erano tempi, allora, di aggregazione e socializzazione…


Ustica sciopero per i trasporti di altri tempi – i “politici” lavoravano per unire…


Calcio d’altri tempi, quando bastava poco per divertirsi…


Altri tempi, quando bastava poco per divertirsi...
Altri tempi, quando bastava poco per divertirsi…

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

In politica i tempi del sole e della pioggia sono rapidamente cangianti.

GIULIO ANDREOTTI

Altri tempi!… bastava poco per divertirsi

Altri tempi!... bastava poco per divertirsi
Altri tempi!… bastava poco per divertirsi

Foto d’altri “tempi”


foto altri tempi

Ricordi di tempi passati! Zona faraglioni


Ricordi! zona faraglioni

Dalla California: Ricordi di tempi passati di Agostino Caserta


Fino a tanti anni fa ad Ustica le diatribe fra le fazioni politiche locali e i disaccordi fra gli Organi Collegiali e Monocratici Comunali ( Giunta, Consiglio, Sindaco ) anche se a quei tempi non c’erano i veloci mezzi di comunicazione odierni, non esisteva l’esposizione mediatica ecc…, venivano assimilati dalla popolazione con il famoso infallibile ed arcaico passa-parola, proprio come oggi, e tutti, in un paese piccolo come la nostra isola, venivano ugualmente a conoscenza di tutto anche nei minimi particolari, infatti a meta’ anni ’60 l’Amm.ne Comunale di allora venne a trovarsi in una situazione di completo stallo, gli Organi Comunali non facevano altro che litigare fra di loro, cosa che genero’ una paralisi amministrativa che ormai non garantiva piu’ neanche i servizi di prima necessita’ che un’isola turistica dovrebbe fornire. Alcuni in seno all’Amm.ne provavano di aggiustare le cose anche con l’aiuto disinteressato esterno di qualche persona locale influente e qualche altro provava a sfasciare. Il tutto duro’, pero’, fino a quando la popolazione usticese notoriamente silenziosa e paziente decise di intervenire con uomini e donne che uscirono di casa con ” i falara ” e ” occupo’ “di forza la Sala Consiliare del vecchio Municipio per 36 ore. Mi ricordo il cartello davanti la porta recitava : ” ‘U pisci puzza ra’ testa “. Due giorni piu’ tardi il Prefetto invio’ ad Ustica un Commissario Regionale che si sostitui’ di fatto all’ Amm.ne ed il resto e’ storia.

Al Comune a quei tempi c’erano solo 5 impiegati ( 2 applicati, 1 tecnico, segretario e due esterni). La prima mossa del Commissario Dr. Verdiani fu di indire concorsi ed assumere 12 nuovi impiegati ( 1 ragioniere, 4 applicati, 2 vigili urbani e 4 impiegati esterni ) che completarono l’organico necessario per un’isola che economicamente e territorialmente si espandeva. La presenza del Commissario fu come una “purga” necessaria che purifico’ l’ambiente politico, lo bonifico’ e lo preparo’ per le regolari elezioni che furono tenute dopo il suo mandato. Il Commissario risolvette in breve tempo tutti i problemi che avevano bloccato l’Amm.ne e devastato l’isola ed essendo un Funzionario Governativo riusciva ad ottenere tutto cio’ che chiedeva, inizio’ quindi opere importantissime per l’isola come il condotto della fognatura sotto la Falconiera e depuratore, miglioramento dei sevizi di collegamento con aliscafi, costruzione del Nuovo Municipio, Completamento Banchina Sailem, Banchina Barrese, Circonvallazione, e tante altre opere che furono portate a termine dall’Amm.ne seguente Vassallo-Ailara che oggi viene considerata un’ Amm.ne che ha fatto bene e di tutto rispetto.

AC

^^^^^^^^^^^^

Dalla Germania Josè Zagame

Hallo Mister Agostino,

Continuo a rimanere del parere che Lei dall’alto della sua saggezza e lucidita’ di giudizio sarebbe un’ottimo Sindaco……!!!!

Tantissimi Saluti dalla Germania,

Jose’ “Crozza Jr” Zagame

 

Il Bum dell’edilizia… Tempi d’oro?


[ id=11104 w=320 h=240 float=center]

Il Sindaco informa – Tempi duri…

Ridotti di 50.000 euro i finanziamenti per il trasporti dei rifiuti via mare nell’isola di Ustica.

E’ solo uno dei problemi affrontati oggi durante l’incontro dei sindaci delle isole minori che ha avuto luogo a Palermo. Presente il sindaco di Ustica, Aldo Messina.

L’ennesima riduzione nei finanziamenti è prevista dal DDG 685 Assessorato enti locali. del 03.10..11.

“Grazie” a questo atto si è ridotto del 15% il contributo ( state attenti è un contributo e non un finanziamento!!!) per il servizio trasporto rifiuti via mare e per il Comune di Ustica da 271.000 euro si è passati a 228.617. Ovviamente in proporzione sono stati ridotti i contributi anche alle altre isole minori.

Vibrata la protesta dei sindaci anche per la chiusura dei centri nascita di Lipari e Pantelleria. Durante l’incontro è giunta “in diretta” la notizia( da confermare) che la commissione ARS avrebbe previsto una deroga per queste due realtà. In ogni caso l’assessore alla Sanità, On. Russo, può decidere diversamente.

Analogamente disastrosa la situazione scolastica delle isole minori, con la chiusura “ per mancanza di numero” di molte scuole delle isole più piccole , tra cui Ustica. Se ne parlerà in uno specifico incontro a Favignana il 24 prossimo ed in un incontro nazionale a Roma ai quali lo scrivente intende partecipare.

Infine si è esaminato il “ divieto di combustione per fuochi controllati in agricoltura” di cui all’art 185 del DL 3.4.2006 n. 152 poi modificato dall’art 13 del dl.vo 3.12.10 n. 205. Da un lato si riducono i finanziamenti sullo smaltimento dei rifiuti e dall’altro si aumenta il volume degli stessi!

Peraltro a maggio scade il contratto per il trasporto con nave RoRo ( detto traghettino)Ustica-Palermo. Al momento non ci sono soldi per rinnovarlo. Vuoi vedere che ancora una volta la Regione, come per il dissalatore, costringerà il sindaco a prorogare con propria ordinanza, quindi sotto la propria responsabilità patrimoniale, il contratto ?

Incontro molto partecipato con spunti di notevole interesse e che ha creato in tutti una depressine di fondo: perderemo la nostra identità fuggendo dalle isole?

 

 

 

Eleganza di altri tempi


[ id=7752 w=320 h=240 float=center]

Carnevale


[ id=6018 w=320 h=240 float=center]