Riceviamo e pubblichiamo – Voto di scambio, parla Cordaro:”Procura, che errore grossolano…”


Scritto da Maria Teresa Camarda
il 16 Marzo 2019 – 16:57

L’INCHIESTA

L’assessore, coinvolto nell’inchiesta di Termini Imerese. “Sono estraneo e non sono un pregiudicato: i pm mi hanno confuso con un omonimo”.

PALERMO – “Sono del tutto estraneo alle accuse che mi rivolgono”.

È così che l’assessore Toto Cordaro, coinvolto nell’inchiesta della Procura di Termini Imerese per voto di scambio, ha esordito alla conferenza stampa che ha convocato “con urgenza” questo pomeriggio “per mettere insieme alcuni pezzi del puzzle”. L’assessore regionale al Territorio e Ambiente ha trovato quello che indica come un “macroscopico errore” nell’ordinanza della magistratura: “Mi contestano una recidiva generica, ma la recidiva – spiega – riguarda soltanto i pregiudicati. Io non lo sono”. Cordaro, dopo aver fatto un accesso agli atti, ha scoperto che quella recidiva segnalata dalla Procura di Termini riguarda un suo omonimo, nato lo stesso giorno e lo stesso mese ma di qualche anno più tardi e condannato per lesioni personali e omicidio colposo. “Faccio l’avvocato da 25 anni e una cosa del genere non mi era mai successa. Una tale superficialità desta in me una grandissima preoccupazione”, ha detto Cordaro.

Inoltre, secondo il racconto dell’assessore, in un altro passaggio dell’ordinanza ci sarebbe scritto “Salvatore Cordaro, detto Totò: bene – precisa l’esponente del governo regionale – sanno tutti che io non sono Totò ma Toto, quindi è lecito che io mi domandi se davvero stanno parlando di me in questa inchiesta, anche perché le accuse non riguardano nemmeno le mie elezioni ma le elezioni di Termini Imerese”.

“Sono stupito per l’indagine in corso che riguarda anche me”, ha aggiunto. “Non capisco quale sia il ruolo che mi attribuiscono in questo reato, ma non volendo omettere nulla, parlerò meglio della mia difesa quando avrò le carte. Però se questo è l’approccio c’è una grossolana superficialità che ha già creato un danno grandissimo alla mia immagine e a quella del presidente della Regione Musumeci che avrebbe messo in giunta un pregiudicato. Nonostante abbia fiducia nel lavoro della magistratura, mi riservo di agire per difendere e tutelare la mia immagine”.

Fonte: LiveSicilia

Auguri all’On. Totò Cordaro


         Il Presidente della Regione, On. Nello Musumeci, ha ufficializzato la composizione della propria giunta di governo e con particolare soddisfazione apprendiamo della nomina ad Assessore al Territorio ed Ambiente dell’On. Toto Cordaro, amico della comunità usticese ed in particolare del gruppo politico “L’Isola” che lo ha sostenuto con convinzione ed affetto alle recenti elezioni regionali.

All’Assessore On. Cordaro i nostri sinceri auguri di buon lavoro unitamente a quelli di tutti coloro che hanno contribuito al successo personale, in termini di preferenze, tra gli elettori del Comune di Ustica.

Ustica, 02 Dicembre 2017

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


 

sindacoLo so, dovrei lavorare invece di cercare dei fessi da imbrogliare, ma non posso, perché nella vita ci sono più fessi che datori di lavoro.

Totò (Antonio De Curtis),

 

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Lo so, dovrei lavorare invece di cercare dei fessi da imbrogliare,
ma non posso,
perché nella vita ci sono più fessi che datori di lavoro.

Tototruffa (Totò)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Lo so, dovrei lavorare invece di cercare dei fessi da imbrogliare,
ma non posso,
perché nella vita ci sono più fessi che datori di lavoro.

Tototruffa (Totò)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Da “A livella  è una delle poesie più famose che Totò . L’opera celebra la morte come strumento super partes che annulla le differenze sociali tra gli uomini.

———-

… La morte sai cos’è?… è una livella.

 

Un re, un magistrato, un grand’uomo,

passando questo cancello, ha fatto il punto

che ha perso tutto, la vita e pure il nome:

non ti sei fatto ancora questo conto?

 

Perciò, stammi a sentire… non fare il restio,

sopportami vicino – che t’importa?

Queste pagliacciate le fanno solo i vivi:

noi siamo seri… apparteniamo alla morte!”

 

Dalla California Agostino Caserta


[ id=2584 w=170 h=260 float=left] Dispiaciuto per Toto’ Agnello amico di tutti e persona positiva, riusciva a trasformare anche gli eventi storti o negativi in risate per tutti . Indimenticabile questa : C’era parcheggiata nella banchina Cimitero nella pendenza del tratto finale una macchina . Il freno a mano non funzionò bene, la macchina comincia a muoversi lentamente ….e crolla in mare . Toto’ con altri pescava ed era a circa 50 metri di distanza… e sapendo che la macchina era una delle sue tante Giuliette , diceva : ” Signuri mei ! na stu mumentu vulissi viriri ‘nta facci u patruni di sta machina !! ”

Toto’ sei grande .