L’agroalimentare siciliano in vetrina sui mezzi di Ustica Lines e Caronte & Tourist


caronte2L’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici firmerà l’accordo di collaborazione assieme agli amministratori dei due gruppi, Vincenzo Franza di Caronte & Tourist ed Ettore Morace di Ustica Lines, a bordo del catamarano della Ustica Lines, ormeggiato nel porto di Palermo

Mercoledì alle 11:15, presso il porto di Palermo, verrà presentata la prima campagna promozionale dei prodotti dell’agroalimentare siciliano a bordo di navi, aliscafi e traghetti che collegano Sicilia e isole minori, promossa dall’assessorato regionale all’Agricoltura in collaborazione con le compagnie Caronte & Tourist e Ustica Lines.

L’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici firmerà l’accordo di collaborazione assieme agli amministratori dei due gruppi, Vincenzo Franza di Caronte & Tourist ed Ettore Morace di Ustica Lines, a bordo del catamarano della Ustica Lines, ormeggiato nel porto di Palermo.

Alla conferenza stampa parteciperanno anche Gaetano Cimò, dirigente generale dell’Assessorato regionale agricoltura, Dario Cartabellotta e Felice Bonanno, dirigenti dei dipartimenti Pesca e Sviluppo Rurale, i sindaci delle isole minori e i rappresentanti dei consorzi di tutela del comparto agroalimentare siciliano.

Fonte: Tempo stretto

Isole Minori: a Ustica Lines collegamenti con Egadi ed Eolie


Compagnia navigazione si aggiudica gara Regione per 120 mln

Giovanni Pistorio

L'aliscafo Ettore Majorana della compagnia Ustica-Lines ha urtato degli scogli dell'isola di Linosa e ha iniziato ad imbarcare acqua, 24 agosto 2011. ANSA/ELIO DESIDERIO
Foto ANSA

(ANSA) – PALERMO, 19 LUG – La Ustica Lines si è aggiudicata questa mattina la gara per l’affidamento del servizio di collegamento marittimo per passeggeri verso le isole Egadi ed Eolie. Il contratto avrà la durata di 53 mesi ed un costo per la Regione Siciliana per complessivi 120 milioni di euro, 41 per le Egadi e 79 per le Eolie.
“Con la definizione della gara abbiamo eliminato i timori per la cessazione del servizio che si sarebbe interrotto il prossimo 21 luglio – ha affermato l’assessore alle Infrastrutture, Giovanni Pistorio – dal 22 infatti la società, la stessa che in atto gestisce i collegamenti, proseguirà il servizio in forza dell’aggiudicazione odierna. Il nuovo contratto prevede l’impiego di 5 navi per le isole Eolie e di 3 per le Egadi”. “In più – prosegue Pistorio – in ognuna delle due destinazioni è prevista una nave di riserva in caso di necessità”.
Il collegamento, per il quale la Regione interviene finanziariamente in misura compensativa come previsto dalla normativa vigente, verrà effettuato con navi veloci e moderne, tra cui alcune del 2013, e verrà potenziato nel periodo estivo.
Per le isole Egadi si partirà da Trapani mentre per le Eolie da Milazzo e Messina e, nel periodo estivo, anche da Palermo.
(ANSA).

Alla Ustica Lines sono stati affidati i collegamenti con le isole minori siciliane.


 

Aliscafo Ustica Lines  (3)E’ con grande piacere ed orgoglio che la USTICA LINES comunica a tutti gli utenti che si è aggiudicata il bando di gara per l’affidamento delle seguenti linee: PORTO EMPEDOCLE / LAMPEDUSA / LINOSA, TRAPANI / PANTELLERIA, PALERMO / USTICA, con validità di cinque anni.

(fonte Ustica Lines)

L’USTICA LINES TAGLIA LE CORSE PER LE EGADI

aliscafo_ustica_lines-fav_2748Nelle Egadi tornano a tenere banco i problemi nei collegamenti. Nell’arcipelago è scattata oggi la riduzione delle corse degli aliscafi dell’Ustica Lines. 

La compagnia di navigazione ha ridotto le corse per le Isole Egadi e per le Eolie. Il taglio è scattato in esecuzione del bando – manifestazione d’interesse emesso dalla Regione Siciliana, nelle more della definizione e pubblicazione dei nuovi bandi di gara. Il che ha portato l’Ustica Lines a procedere con la riduzione delle corse per Favignana, Levanzo e Marettimo: sono saltate le corse, da Trapani per le Egadi, delle 10.45, 14.20 e 15.45. Un taglio che inevitabilmente si tradurrà in disagi per residenti e pendolari. L’amministrazione egadina, col sindaco Peppe Pagoto, da tempo si oppone al qualsiasi riduzione del numero delle corse, chiedendo quanto meno il mantenimento degli attuali standard, considerati il minimo al di sotto del quale il servizio non può scendere. E nell’arcipelago il mondo politico è in fermento. I militanti del Movimento cinque stelle delle Egadi hanno fatto sapere di avere investito del problema i deputati grillini all’Ars, oltre che il presidente del Consiglio comunale Ignazio Galuppo, sollecitando la proclamazione dello stato di agitazione. Galuppo ha convocato in queste ore la conferenza dei capigruppo per organizzare una apposita seduta straordinaria del Consiglio comunale, schierandosi contro il taglio delle risorse per i collegamenti, parlando di una situazione insostenibile sia per i residenti che per i pendolari, ed in prospettiva, per tutto l’indotto turistico.

Mario Torrente
Fonte: TELESUD news

 

L’Ustica Lines, a partire dal 22 Dicembre, riduce le corse per le Isole Egadi ed Eolie

L’Ustica Lines comunica che a partire dal 22 Dicembre le corse per le Isole Egadi ed Eolie subiranno una riduzione, in esecuzione del bando – manifestazione d’interesse emesso dalla Regione Siciliana, nelle more della definizione e pubblicazione dei nuovi bandi di gara.

(comunicato stampa Ustica Lines

L'Ustica Lines riduce le corse

 

Intesa Ustica Lines-Regione “Nessun licenziamento”


 

Aliscafo Ustica Lines  (3)PALERMO – L’Ustica Lines non interromperà i collegamenti con le isole minori nel periodo natalizio e non licenzierà il personale. È il risultato di una intesa tra la società di navigazione e la Regione Siciliana raggiunta nel corso di un tavolo tecnico convocato dall’assessore Giovanni Pistorio. Ai lavori che si sono svolti nel pomeriggio hanno preso parte tra gli altri: oltre a Pistorio, i sindaci di Favigana, Giuseppe Pagoto, e di Lipari, Marco Giorgianni, i deputati regionali Girolamo Fazio e Girolamo Turano, il direttore del dipartimento Infrastrutture e Trasporti, Fulvio Bellomo, la responsabile del servizio, Dorotea Piazza. L’accordo raggiunto prevede il pagamento delle somme arretrate relative al bando annullato fino all’85% delle soldi dovuti condizionato alla presentazione di spese sostenute per il servizio (analiticamente specificate per ciascuna tratta e che non siano inferiori alla percentuale sopra indicata).

“È un percorso che vede ancora una volta Ustica Lines dare la piena disponibilità ed accollarsi le spese per le corse degli aliscafi senza alcun utile per tutti i giorni necessari fino alla individuazione del soggetto che assicurerà il collegamenti per i prossimi sette mesi”. “Si tratta di un risultato importante che è frutto dell’apporto di tutti”, dice Pagoto. “Si apprezza l’operato dell’assessore Pistorio – afferma Giorgianni – che ha accettato la nostra scelta di non dare corso alle gare per i servizi integrativi sino alla definizione della questione Siremar-Compagnia delle Isole, e di operare nel frattempo affinché nel prossimo bilancio regionale vengano ripristinate il più possibile le risorse”. L’assessorato regionale, nei prossimi giorni, provvederà alla pubblicazione di una manifestazione di interesse che consenta di mantenere i servizi marittimi integrativi in attesa della prossima gara che sarà espletata nei prossimi sei mesi.ù”Siamo soddisfatti, soprattutto per la consapevolezza mostrata dalla Regione della necessità di individuare un percorso per non penalizzare gli abitanti delle Isole – afferma l’Amministratore delegato dell’Ustica Lines Ettore Morace -. Faremo come sempre la nostra parte, affinché i cittadini delle Isole non subiscano alcun disagio e per questo, nelle more della definizione delle soluzioni enunciate dall’Assessore, non ci tireremo certo indietro se la Regione ci chiederà di proseguire i collegamenti per il tempo ragionevolmente necessario alla conclusione dei procedimenti amministrativi”. “Un ringraziamento va, oltre che all’Assessore Pistorio, ai Sindaci delle Isole Egadi ed Eolie, – conclude – che hanno rivendicato con forza e al tempo stesso rispetto istituzionale il diritto alla mobilità dei propri cittadini, ed ai deputati regionali Fazio e Turano che hanno seguito e dato il loro importante contributo per individuare una possibile soluzione della vicenda”.

Fonte: livesicilia.it
07-12-2015

Ustica Lines, stop a corse con isole


 

Aliscafo Ustica lines per Eolie. ANSA/FRANCESCO CARBONE
Aliscafo Ustica lines per Eolie. ANSA/FRANCESCO CARBONE

(ANSA) – PALERMO, 5 DIC – “La Regione Siciliana ha comunicato di avere proceduto all’annullamento dei bandi delle gare espletate nel febbraio 2014 ed aggiudicate in via definitiva all’Ustica Lines”. Lo comunica la compagnia di navigazione. E annuncia: “La società è costretta, suo malgrado, ad interrompere i collegamenti con le Isole Egadi ed Eolie”. Da lunedì mattina nessun collegamento sarà essere effettuato.

Ustica lines, ripartono i collegamenti Accordo con la Regione siciliana


 

ustica-lines-940-400x215Ripartono i collegamenti con le isole minori che erano stati interrotti a causa di un contenzioso fra la Regione siciliana e la Ustica Lines. Al termine di un vertice conclusosi intorno alle 15,30 è stato trovato un accordo transattivo fra l’amministrazione e la compagnia che permetterà la ripresa dei collegamenti.

La Regione pagherà soltanto l’80% delle somme in questione rinviando la valutazione sul restante 20% ad un successivo tavolo tecnico per la verifica dei requisiti. Il tavolo sarà istituto fra compagnia di navigazione, regione siciliana, Ministero dei Trasporti e registro navale nelle prossime settimane.

L’accordo permette, nell’immediatezza, di far ripartire i collegamenti e di scongiurare guai ben peggiori per le isole nell’approssimarsi della stagione estiva.

“Siamo molto soddisfatti della soluzione raggiunta – dice l’assessore regionale ad infrastrutture e Trasporti Giovanni Pizzo – sia perchè si garantiscono i collegamenti veloci alle Eolie ed alle Egadi fin da subito e nell’approssimarsi della stagione estiva, che per il prossimo futuro che appare, adesso, sgombero da nuvole. Soddisfazione anche perché l’accordo raggiunto scongiura eventuali conseguenze occupazionali per i personale marittimo e di terra impegnato dalla compagnia.

Resta aperta, invece, la questione collegamenti con le altre isole ovvero Lampedusa, Linosa e Ustica. La gara d’appalto per i collegamenti è, infatti, andata deserta. Per affrontare questo elemento di criticità l’assessorato sta avviando una procedura negoziata da svolgersi entro qualche qualche giorno per avviare ulteriori collegamenti necessari per tali isole.

“A spingere la Regione a sciogliere il nodo è stata la determinazione di Forza Italia – sostiene Vincenzo Gibiino, capogruppo di Forza Italia in commissione Trasporti e coordinatore regionale in Sicilia – che ha portato la questione sino a Roma, in Parlamento. I fatti testimoniano come il governo regionale abbia bisogno di un tutoraggio, in quanto totalmente irresponsabile se lasciato a se stesso” .
Fonte: Blog Sicilia
La Redazione

Ustica Lines e Regione, si complica il dialogo. A rischio il turismo nelle isole minori


 

Ustica Lines ComplicazioniIl nodo della questione, sollevato dall’Ustica Lines, resta ad ogni modo, oltre la mancata erogazione del corrispettivo, “l’inesistenza del contratto” comunicato dall’assessorato Trasporti

Si complica la questione tra Ustica Lines e la Regione. Adesso tra le parti non è più un confronto ma uno scontro che ancora non porta ad alcuna soluzione se non quella, annunciata dall’azienda nei giorni scorsi, di annullare i collegamenti per le isole minori.
Ieri in una lunga riunione davanti la IV Commissione all’Ars, con i protagonisti della vertenza Regione – Ustica Lines, i toni sono stati duri. Da un lato la società di navigazione, resta nella posizione di revocare la decisione di sospendere i collegamenti con le isole minori, e dall’altra l’assessorato regionale ai Trasportiafferma di aver accreditato parte delle somme dovute per effetto del servizio prestato.
Il nodo della questione, sollevato dall’Ustica Lines, resta ad ogni modo, oltre la mancata erogazione del corrispettivo, “l’inesistenza del contratto” comunicato dall’assessorato Trasporti, attraverso l’avvio del procedimento di annullamento notificato alla Società, facendo venire meno, in questo modo, l’obbligo del servizio da parte della Ustica Lines. E le somme che la Regione ha trasferito finora all’Ustica vengono considerate dallo stesso assessorato un “acconto a titolo di indennità”, per i collegamenti ad oggi assicurati e non come il corrispettivo del servizio reso come da contratto.
Insomma la storia diventa più complica del previsto e al momento la soluzione, nonostante la riunione, non sembra essere a portata di mano. Una cosa però è certa. A subire i disagi maggiori saranno i residenti delle isole e i lavoratori della società. I sindaci presenti alla riunione hanno sollevato diverse questioni; il turismo per esempio subirà una ricaduta negativa.
L’Ustica Lines è nata nel 1993 ed oggi conta ventiquattro unità veloci con le quali copre i collegamenti con le Isole Egadi, Eolie e Pelagie, e Reggio Calabria dalla Sicilia, con Trieste e la costa croata, attraverso Trieste Lines. E’ un’azienda in crescita e l’ultima scommessa si chiama “Cantiere Navale Unità Veloci”, con sede a Trapani, che, oltre a realizzare i mezzi per l’Ustica Lines, si propone come punto di riferimento per le aziende del settore. Nel “Cantiere Navale Unità Veloci” è nato il “Super Admiral”, aliscafo unico al mondo, per capienza, oltre 350 passeggeri, velocità, qualità e dotazione tecnologica.
La Società, che da 21 anni garantisce il servizio di collegamento con le Isole minori, è consapevole dei gravi disagi che subiranno le comunità isolane e l’utenza in generale e delle pesantissime ripercussioni sul piano occupazionale, determinate dalle scellerate iniziative della Regione Siciliana. Ma di fronte alle difficoltà finanziarie determinate dai consistenti debiti contratti ed all’assoluta incertezza dovuta all’annullamento del bando, benché assolutamente infondato e illegittimo, disposto dalla Regione la Società si trova oggi nell’impossibilità di proseguire i collegamenti.
All’incontro di ieri erano presenti i deputati regionali componenti la IV Commissione: Giampiero Trizzino, Giorgio Assenza, Maria Cirone, Girolamo Fazio, Angela Foti, Valentina Palmeri, Concetta Raia, Valeria Sudano, Nino Oddo (anche se non componente la commissione). Ed ancora: il dottor Mario La Rocca, capo di gabinetto dell’assessore ai Trasporti Pizzo; il sindaco di Favignana, Giuseppe Pagoto; il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni; Riccardo Gullo, sindaco di Leni; Domenico Arabia, vice sindaco di Salina, Per Ustica Lines erano presenti gli avvocati Carlo Morace e Franco Campo, delegati del presidente Vittorio Morace.
Fonte: ResaPubblica – di Cetty Mannino
La storia di ogni notizia

VIDEO – MORACE: “SENZA CERTEZZE DALLA REGIONE, LE BANCHE SMETTONO DI APPOGGIARCI E FALLIAMO”

Clicca sulla freccetta (triangolino) in basso a sinistra per ascoltare il video.

A parte le giuste considerazioni rappresentate dalla Ustica Lines, tramite l’avvocato e Morace,  è interessante sentire le dichiarazioni del Sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto: – “Noi siamo in prima linea a fianco della Ustica Lines… Non possiamo perdere, oltre al danno di’immagine, il  servizio ai cittadini e ai turisti…  non dobbiamo soltanto recuperare ma rilanciare… Da Quando abbiamo ricevuto la comunicazione siamo in agitazione tutte le 24 ore”.

Il nostro sindaco e tutta l’amministrazione, invece, si sono chiusi in un “religioso Silenzio…

PB

Fonte: TVio.it

La Regione annulla il bando, Ustica Lines taglia collegamenti per Egadi ed Eolie


 

Ustica LinesLa compagnia marittima fa sapere che dal 12 aprile non garantirà più traghetti e aliscafi

Dal 12 aprile Ustica Lines sospenderà i collegamenti via mare con le isole Egadi ed Eolie. Lo fa sapere la stessa compagnia, motivando la scelta con “continue e gravissime inadempienze della Regione Siciliana, che non solo da oltre un anno non onora gli impegni economici assunti, ma, pur di non pagare quanto dovuto, ha addirittura deciso illegittimamente di avviare le procedure di annullamento del bando di gara emanato un anno fa ed aggiudicato definitivamente all’Ustica Lines”.

La società, che da 21 anni garantisce il collegamento con le isole minori, dice di essere “consapevole dei gravi disagi che subiranno le comunità isolane” e parla di “pesantissime ripercussioni sul piano occupazionale”. E in una nota sottolinea che “da oltre un anno assicura i servizi di collegamento con le Egadi e le Eolie su richiesta della Regione Siciliana, che, a seguito dell’indizione di bando di gara, ha affidato il servizio con ordinanze di esecuzione anticipata, nelle more della stipula del contratto”.

Ma “la Regione, anziché onorare gli impegni assunti, ha comunicato di voler annullare la gara esperita nel 2014 per i servizi in questione, aggiudicata in via definitiva all’Ustica

Lines”. In poche parole, continua la nota, “la Regione ha per un anno usufruito dei servizi dell’Ustica Lines a costo zero, non sostenendo spese e, nel momento in cui la società ha avanzato le proprie legittime richieste, non potendo più accumulare debiti a causa dei mancati pagamenti, pur di non assolvere ai propri impegni ha deciso, in maniera del tutto illegittima, di annullare il bando con cui aveva affidato i servizi”.

Fonte: R.it  Palermo

Ustica, slitta il bando per la corsa del catamarano


 

La Regione aveva annunciato per aprile il via al collegamento veloce, ma il direttore competente è stato trasferito: tempi più lunghi e operatori turistici furiosi.

slitta il  bando per il catamaranoUSTICA. Ustica rischia un’estate con notevoli disagi per i collegamenti. Tutti, Regione, Comune, avevano garantito che dal primo aprile sarebbe stato realizzato il nuovo collegamento con il mezzo veloce, il catamarano, grazie a un bando europeo che doveva garantire un nuovo servizio di collegamenti da Palermo all’isola per fare salire almeno a tre le corse. Invece gli stessi usticesi arrivati all’assessorato regionale ai Trasporti e si sono sentiti dire che il direttore Giovanni Arnone era stato trasferito a un altro dipartimento e che al suo posto è arrivato Fulvio Bellomo. Quest’ultimo prima di dare corso al bando dovrà rendersi conto di quello che era stato fatto.

Un ulteriore ritardo che ha mandato su tutte le furie imprenditori turistici e commercianti, che sperano già in primavera e poi in estate di tornare a creare movimento sull’isola. «Mi sono recato il 2 marzo all’assessorato ai Trasporti – dice Salvo Tranchina in rappresentanza degli albergatori – dove ho incontrato il dirigente generale Giovanni Arnone, il quale nel rassicurarmi riguardo la tempistica mi garantiva che tutto ormai era pronto da giorni e che attendeva soltanto l’ok dal direttore del dipartimento Bilancio, Salvatore Sammartano».

Ignazio Marchese

Fonte Giornale di Sicilia

Tre mezzi veloci delle Ustica Lines nel porto… solo nei nostri ricordi?…


Tre mezzi veloci delle Ustica Lines nel porto

Marinai della Ustica Lines – tratta Napoli / Ustica

Marinai della Ustica Lines - tratta Napoli / Ustica

Dilettanti allo sbaraglio


 

L'isola 1Preoccupa non poco la superficialità con cui è stata affrontata da parte del Sindaco e della sua variegata maggioranza la questione relativa al collegamento veloce garantita fino a poco tempo fa dalla Ustica Lines. Per nulla preoccupati dall’esito della gara per l’affidamento temporaneo, andata deserta, anziché adoperarsi affinché possano essere rimosse le cause che hanno scoraggiato tutte le compagnie, operanti nel settore, a presentare una offerta per aggiudicarsi il servizio, si è preferito dare corpo ad una articolata quanto fantasiosa evocazione di accordi disonesti tra le diverse compagnie finalizzati ad ottenere una maggiorazione della base d’asta e quindi maggiori ingiustificati costi per la Regione Siciliana.  Viene difficile comprendere sulla base di quali dati o di quali certezze si possa essere formato un simile convincimento certo è che la prima compagnia che è stata messa sul banco degli imputati, da parte della Amministrazione, è stata proprio la Ustica Lines che ad onore del vero negli anni in cui ha avuto assegnato il servizio di trasporto veloce ha garantito lo stesso con serietà, puntualità, professionalità e cortesia difficilmente riscontrabili in altri vettori impegnati nel medesimo servizio. Bisogna davvero essere introdotti nelle segrete cose per potere, con la sicurezza dimostrata, asserire che la mancata presentazione di offerte è pretestuosa senza essere attraversati dal dubbio che le condizioni, poste alla base dell’offerta, rendono oggettivamente le compagnie nella impossibilità di potere partecipare al bando.

La mozione presentata, dai Consiglieri di minoranza, volta a sensibilizzare L’Assessore Regionale ai Trasporti, il Presidente della Commissione Trasporti nonché il Governo Regionale affinché la politica intervenga superando le rigidità tecniche che apparentemente bloccano la soluzione del problema, è stata bocciata dalla maggioranza e di più, interpretata come una forzatura a vantaggio della compagnia Ustica Lines  se non addirittura come una indebita interferenza nelle procedure della gara in corso senza considerare che, di fatto, il servizio è sospeso e che, come sempre, chi ne paga le conseguenze sono i cittadini di Ustica.

Però, l’Amministrazione, con il voto dei Consiglieri di maggioranza, non ha perso l’occasione per rivolgere il proprio apprezzamento nei confronti della Regione Siciliana e dei suoi funzionari per l’ottimo risultato ottenuto: interruzione del servizio, arretramento sul piano dei collegamenti, riduzione dei servizi ai cittadini, peraltro già in gran parte negati, ed infine anche l’aumento del biglietto del 30% per residenti e non.

Complimenti e avanti tutta verso la decrescita felice.

Ustica 04-12-2014

Il gruppo “L’ Isola”

Ustica Lines, stop a collegamenti isole


 

Ustica Lines collegamenti, siciliaDa lunedì scade proroga servizio Regione per Pelagie ed Ustica

“Dal 1° Dicembre prossimo sarà interrotto il collegamento marittimo effettuato dall’Ustica Lines con le Isole Pelagie e Ustica. Il 30 novembre infatti scadrà la proroga del servizio, disposta dalla Regione il 27 ottobre scorso, e ad oggi nessuna comunicazione è stata trasmessa dallo stesso Assessorato alla Società su un’eventuale prosecuzione dell’attività”. Lo rende noto con un comunicato la compagnia di navigazione che gestisce i collegamenti con le isole minori.
Fonte ANSA.it Sicilia

Prorogato il servizio Reggio-Messina andata e ritorno, dal lunedì al venerdì, con Ustica Lines

 

LA SVOLTA IERI POMERIGGIO DURANTE LA RIUNIONE AL MINISTERO COMPETENTE

Raggiunto nel pomeriggio presso il Ministero dei Trasporti l’accordo per evitare la sospensione del trasporto veloce nell’area dello Stretto, a seguito dell’interruzione del servizio Metromare. Opereranno in regime di proroga Blueferries, tra Villa San Giovanni e Messina e viceversa, e Ustica Lines per la tratta Reggio Calabria – Messina e viceversa. Quest’ultima solo dal lunedì al venerdì. La proroga ha la durata di sei mesi e già oggi il bando per i successivi sei mesi. Intanto i segretari Generali delle Camere del Lavoro di Messina e Reggio Calabria avanzano al Governo nazionale la ferma richiesta di un“Immediato bando di gara per il ripristino integrale e definitivo dei servizi di collegamento veloce nello Stretto di Messina mantenuti fino a giugno 2013 e garanzia dell’immediata continuità delle linee”. Dello stesso avviso è la Regione Calabria. “Questo non è un collegamento da poco. Chiediamo al governo Renzi – ha dichiarato ai nostri microfoni l’assessore ai Trasporti Luigi Fedele – un impegno maggiore affinchè la gestione di questo trasporto, che particolarmente d’estate ha un valore turistico notevole, sia affidata ad un bando triennale, e non semestrale, che possa essere appetibile anche in ambito europeo. Pur riconoscendo l’importanza del servizio prorogato da domani, per i pendolari (studenti, lavoratori) non siamo soddisfatti della copertura solo fino al venerdì e siamo pronti a sollecitare un impegno che l’area dello Stretto certamente merita”.

Fonte Reggio TV
 Anna Foti

 

Nuovissimo HF-1 ADMIRAL “CARLO MORACE” della Ustica Lines


[ id=21218 w=320 h=240 float=left][ id=21217 w=320 h=240 float=right]

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Salvatore Tranchina

L’imprenditore più stimato in assoluto per me. Innovazione e investimenti hanno fatto del Comandante Morace il leader nazionale della navigazione veloce. Lo ringrazio per avere dato questo glorioso nome (USTICALINES) alla sua compagnia di navigazione.

^^^^^^^^

Da San Diego California Marlene Robershaw Manfrè

Aliscafo molto bello !!!! quando sarà pronto per Ustica !!!

 

A rischio varo nuovo aliscafo Ustica Lines.


MoraceA rischio varo nuovo aliscafo Ustica Lines. Morace: ´Atteggiamento incomprensibile della Capitaneria´

“Un atteggiamento incomprensibile e dannoso”. E´ il commento del comandante Vittorio Morace, presidente dell´Ustica Lines, alle prese con il varo di una nuova unità navale che rischia di saltare per alcuni ostacoli di natura burocratica posti dalla Capitaneria di porto di Trapani.

L’Ustica Lines, in vista del varo della nuova imbarcazione, a dicembre scorso ha richiesto alla Capitaneria l’autorizzazione al transito nella darsena adiacente al proprio cantiere del travel lift per il tempo strettamente necessario alle operazioni di varo ed alaggio del mezzo navale.

Dopo un silenzio durato due mesi ed a seguito di un sollecito della stessa Società, la Capitaneria, con nota dello scorso 14 febbraio, ha sostenuto che, sebbene l’area oggetto della richiesta, in attesa della conclusione dell’iter per il rilascio della concessione, potesse essere gestita dall’Autorità Marittima, la stessa non ne avrebbe la disponibilità, poich´ in atto è occupata dalla curatela del fallimento della Società Cantiere Navale di Trapani, “nei confronti della quale è stato avviato il procedimento teso allo sgombero”. La Capitaneria ha aggiunto che, anche qualora rientrasse nella disponibilità dell’area, dovrebbero essere “preventivamente valutate le condizioni di esercizio (ampiezza della carreggiata, presenza di eventuali ostacoli fisici e di eventuali vincoli giuridici).

Così il varo del nuovo aliscafo, previsto per il 23 febbraio, potrebbe slittare ad altra data. Secondo il comamndante Morace l´atteggiamento della capitaneria “sta penalizzando ingiustificatamente un’attività economica rilevante nell’area portuale, con immediate ricadute anche in termini occupazionali e sociali. Non si riescono a capire i motivi che abbiano indotto la Capitaneria di Porto ad assumere una tale presa di posizione, impedendo alla nostra società di potere svolgere la propria attività, che consente, in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, di garantire un posto di lavoro a tantissime persone, se si considerano coloro che lavorano presso l’Ustica Lines e l’indotto. Abbiamo sollecitato ancora una volta il permesso al passaggio del travel lift – conclude – per poter varare l’imbarcazione”.

Michele Caltagirone
Fonte: TrapaniOK.it

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Com.te Giuseppe Bertolini

Caro Pietro,

ti comunico che in questo preciso momento, nonostante i divieti e le difficoltà burocratiche delle quali esponevi i contenuti nel post sopra quotato, i nostri ragazzi con un’operazione altamente tecnica e mai tentata prima, stanno effettuando il varo del nuovo aliscafo.

L’operazione è estremamente complessa e prevede un delicatissimo passaggio dal travel lift al pontone Hercules che successivamente calerà in acqua il mezzo. Siamo fiduciosi che tra questa notte e domani mattina le operazioni saranno concluse……Alla faccia di chi ci mette i bastoni tra le ruote e gioca con il pane della gente che lavora onestamente.

Arrivo ad Ustica con Catamarano della Ustica Lines


[ id=17879 w=320 h=240 float=center]