Ustica, zona faro Punta Cavazzi


Ailanto Park, Ustica


Ustica anni ’60 – foto ricordo matrimonio Giardino – Petrossi


Ustica, foto, ricordo, matrimonio, Giardino

^^^^^^^^^^^^^^

Da Milano Ninarello Zanca

Grazie.. guardando le foto che pubblichi, capisco quanto sia stato importante il Cottage come luogo scelto per festeggiare tanti eventi e soprattutto i matrimoni.. grazie mille

Ustica anni ’80 – giocatore di baseball


Ustica, giocatore di Baseball

A Ustica vaccini di massa dal 13 maggio e lo sguardo all’estate: “Regole incerte non aiutano”


Riceveranno la dose i circa 400 abitanti ancora non vaccinati. Come hub sarà riadattata una palestra scolastica, da poco ristrutturata dopo 15 anni di abbandono. Il sindaco Salvatore Militello pensa al turismo: “Il coprifuoco alle 22? Da noi a quell’ora si fa ancora l’aperitivo… Il rischio è che i turisti scelgano di andare all’estero”

Redazione PalermoToday

05 maggio 2021 07:54

A Ustica la vaccinazione di massa contro il Covid inizierà il prossimo 13 maggio, quando riceveranno la dose i circa 400 abitanti ancora non vaccinati. Il via libera alle inoculazioni nelle isole minori, indipendentemente dalle categorie di appartenenza, è arrivato ufficialmente ieri con un annuncio ufficiale del presidente della Regione, Nello Musumeci. “Un’ottima notizia. Anzi, direi che siamo in ritardo”, commenta con l’Adnkronos il sindaco di Ustica, Salvatore Militello.

Nel weekend la vaccinazione di massa inizierà a Lampedusa e Linosa, poi toccherà a tutti gli altri arcipelaghi dell’Isola. A Ustica questo momento è atteso da tempo. Una settimana fa il primo cittadino aveva scritto al commissario Francesco Figliuolo. “Nella lettera spiegavo che per avere l’immunità di gregge nella mia isola sarebbero bastati poco più di 350 vaccini, ossia un condominio di una grande città”.

Per effettuare le somministrazioni sarà allestita una palestra scolastica, da poco ristrutturata dopo 15 anni di abbandono. “Abbiamo fatto un sopralluogo, accanto c’è una postazione dell’Usca che servirà come presidio di emergenza”.  Quella delle vaccinazioni di massa era “una notizia attesa con ansia – aggiunge il primo cittadino -. Speriamo non ci sia un nuovo stop, sarebbe insensato. E’ uno spreco tenere le dosi nelle celle frigorifere piuttosto che somministrarle alla popolazione”. Anche perché, ribadisce il sindaco, “noi siamo stati forse la prima isola italiana a raggiungere il target del 98 per cento di anziani e fragili già vaccinati intorno al 15 aprile”.

Di fatto la piccola isola del Palermitano è già Covid free. “Nessun caso da tempo, ieri un pre-allarme per un bambino che frequenta la scuola a Palermo. Un suo compagno è risultato positivo ma il tampone sul piccolo ha dato esito negativo”. Lo sguardo adesso è puntato alla stagione turistica. “Qualche prenotazione c’è – spiega Militello -, ma l’incertezza sulle regole non aiuta. Molti aspettano”. Ad aggravare la situazione anche il coprifuoco alle 22. “Da noi a quell’ora si fa ancora l’aperitivo… Il rischio è che i turisti scelgano di andare all’estero. Sarebbe stato meglio dire subito che era una misura a tempo, da prorogare eventualmente in base ai dati sui contagi. Il danno è stato fatto”, conclude.

Fonte AdnKronos
PalermoToday

Ustica aprile 1965 – militari in partenza con nave


Ustica, militari in partenza

Ustica, Spalmatore solarium, tramonto


Spalmatore solarium, tramonto

Avaria per la nave Antonello da Messina: sulla tratta Palermo-Ustica arriva la Filippo Lippi


Per una settimana le corse statali sono state effettuate dal traghetto Ulisse, che di solito trasporta merci ed ha una velocità inferiore ai parametri stabiliti in convenzione. Ora il nuovo cambio annunciato da Caronte&Tourist, dopo il “pressing” di sindacati e Regione

Da PalermoToday

Daniele Ditta

Martedì scorso l’Antonello da Messina, il traghetto che effettua le corse statali da e per Ustica, ha avuto un’avaria al motore. Dopo una settimana di navigazione con l’Ulisse, nave che normalmente trasporta merci, benzina e rifiuti, il gruppo Caronte&Tourist annuncia che a partire da domattina la tratta sarà coperta dalla Filippo Lippi.

La Lippi, che finora ha fatto la spola tra Milazzo e le Eolie, partirà a mezzanotte alla volta di Palermo, dove arriverà alle 7,30 di domani. Per poi mettersi in viaggio per Ustica alle 8,30. Con l’Ulisse, destinato alle linee regionali, Caronte&Tourist ha messo la classica pezza ad una situazione di complessiva difficoltà della flotta. L’Ulisse, tra l’altro, il 10 gennaio 2020 era stato sequestrato dalla guardia di finanza – assieme alla Pace e alla Caronte – perché ritenuto non idoneo al trasporto in sicurezza di persone con disabilità. Il traghetto è stato rimesso in navigazione dopo il dissequestro e alcuni interventi di adeguamento eseguiti a bordo dall’armatore.

“L’impiego del traghetto Ulisse sulla Palermo-Ustica – dice Tiziano Minuti, responsabile Personale e Comunicazione di Caronte&Tourist – è stata una soluzione d’emergenza, il tempo tecnico di verificare l’entità dell’avaria al motore dell’Antonello da Messina. Quando abbiamo capito che il guasto era cosa complicata da riparare in tempi brevi, abbiamo provveduto a mettere in linea la Filippo Lippi, nave che per caratteristiche e prestazioni è simile alla Antonello da Messina”.

Con la Ulisse invece la differenza è sostanziale. A parte i dieci anni in più sul groppone (è stata costruita nel 1978), l’Antonello da Messina ha una velocità di crociera di circa 14 nodi; mentre l’Ulisse non arriva nemmeno a 10 nodi. Ben al di sotto del parametro stabilito dalla convenzione statale per l’esercizio dei servizi di collegamento marittimo con le isole minori siciliane, quantificato in 17 nodi. Tanto che il sindacato Orsa ha chiesto l’intervento della Regione, titolata a vigilare anche sul rispetto della convenzione con lo Stato, affinché  “venga ripristinato il servizio attualmente impiegato nella linea Palermo-Ustica con un mezzo idoneo”.

Secondo quanto si apprende, la Regione ha sollevato il problema all’armatore. “Allo stato però – prosegue Minuti – non ci risulta l’applicazione di penali”. Resta il fatto che la flotta impiegata nei collegamenti marittimi (statali e regionali) con le isole minori sia al momento ridotta all’osso. Sono in totale quattro le navi ferme: ultima in ordine di tempo è la Pietro Novelli, bloccata a Trapani per controlli dalla Capitaneria di porto. L’Isola di Stromboli è invece uscita dal cantiere e andrà a rimpiazzare la Filippo Lippi nella rotta per le Eolie.

Stiamo parlando di traghetti vetusti, con un’età media di circa 40 anni, spesso soggetti a guasti e che comunque necessitano di una manutenzione frequente. Un naviglio, in parte proveniente dal compendio ex Siremar, che il gruppo Caronte&Tourist – in caso di guasti – fa “ruotare” tra corse statali e regionali. Il che non sarebbe possibile. “L’assessore ai Trasporti Marco Falcone – sottolinea Orsa – si attivi nei confronti delle compagnie di navigazione che gestiscono i collegamenti tra le isole minori delle Sicilia, ed in particolare di Caronte&Tourist, affinché desistano da ogni altra violazione della convenzione”.

Fonte: Palermo Today

 

Ustica maggio 1963 – famiglia Martello festeggia il secondo compleanno del figlio


Ustica anni ’80 – mostra quadri bassorilievo in rame


Ustica, quadri, bassorilievo, rame

TERMINATI I LAVORI DI RICOGNIZIONE E BRILLAMENTO DI ORDIGNI BELLICI AD USTICA


Download (PDF, 237KB)

 

Ustica anni ’60 – Bottega d’Arte Nino Bertucci, mostra fotografica


Ustica, mostra fotografica

45 Rassegna internazionale delle attività subacquee di Ustica – 26 giugno 2004 – prelibato piatto di Maria Cristina


45 Rassegna internazionale delle attività subacquee di Ustica – 26 giugno 2004

Ustica, piazza prima domenica di maggio


Piazza, prima domenica di maggio

Sostituzione nave Antonello Da Messina


Veniamo informati da fonti attendibili che un’altra nave,  dicono più veloce, dal prossimo mercoledì  dovrebbe entrare  in linea nella tratta Palermo Ustica e viceversa, in sostituzione dell’attuale Antonello da Messina.

Ustica, “isola Covid Free”


Carissimo Sindaco, mi sembra di avere compreso che volendo fortemente che Ustica risulti “isola Covid Free” sarà necessario esibire le attestazioni di vaccinazione o di tampone delle ultime 48h. È una validissima idea che mette al riparo sia i residenti che tutti coloro che mettono piede nella perla nera del Mediterraneo da alti rischi di contagio. Inoltre Ustica, in tal modo, tornerà a essere meta turistica ancor di più degli ultimi anni, perché chi verrà per la prima volta non potrà che innamorarsene e tornare ancora, ancora e poi ancora. Pertanto, desidero esprimerle tutta la mia ammirazione e soddisfazione auspicando che si faccia in modo, ovviamente anche con il suo intervento, che al porto di Palermo, oltre che a quello di Ustica, vengano rigorosamente eseguiti tutti i controlli anzidetti al fine di tutelare l’intera isola.
Cordialmente
Vincenzo Maria Maniaci

Ustica anni ’80 – bambini, chi sono?


Ustica anni ’60 – sposi in partenza per il viaggio di nozze


Ustica, piscina naturale


Ustica, piscina naturale

45 Rassegna internazionale delle attività subacquee di Ustica – 26 giugno 2004 – premiazione chef preparazione miglior piatto tipico locale