La Nave da Crociera FTI Berlin Valletta ritorna ad Ustica


 L’Agenzia Militello informa che giorno 21 Maggio p.v.  alle ore 06,00 circa arriverà ad Ustica, proveniente da Stromboli, con circa 370 passeggeri,  la nave da crociera FTI Berlin Valletta.

A seconda delle condizioni meteo marine la nave sosterà  all’ancora o alla banchina ex sirena, sino alle ore 14,00 circa.

nave da crociera FTI Berlin Valletta

La nave FTI Berlin Valletta con 355 passeggeri si ferma ad Ustica


[ id=19913 w=320 h=240 float=left]

[nggallery id=801]
[nggallery id=802]

La Nave da Crociera FTI Berlin Valletta ritorna ad Ustica


[ id=19878 w=320 h=240 float=left] Difficoltoso l’ormeggio a causa del mare leggermente mosso e sbarco  dalla scala, posizionata sottovento, con barche.

La Nave da Crociera FTI BERLIN VALLETTA giorno 20 ottobre ritornerà ad Ustica


[ id=19843 w=320 h=240 float=left] L’agenzia Militello informa che il prossimo 20 Ottobre ritornerà ad Ustica la nave da Crociera FTI Berlin di bandiera maltese. La nave arriva da Siracusa e ripartirà per Livorno. Tempo permettendo si fermerà ad Ustica dalle 08,00 alle 12,00

 

La nave da crociera FTI BERLIN VALLETTA si ferma ad Ustica


[nggallery id=702]

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Agostino Caserta

Grosso passo verso il futuro ( e forse qualche capatina occasionale verso il passato… ). Il Comandante giustamente non ha voluto rischiare di attraccare perche’ si notava anche nella webcam e un po’ di risacca c’era. Ma non ha fatto ne’ il furbo ne’ il lavativo e ha compiuto, anche con l’aiuto degli organizzatori e responsabili locali, la sua missione che era di fare sosta ad Ustica. Bravi ! Come abbiamo visto la Nave era all’ancora ed i passeggeri sono scesi con la scaletta all’antica proprio come si faceva una volta ad Ustica e per come si potrebbe tornare a fare quando i Mezzi odierni non vogliono rischiare l’attracco. Il Comandante ha dimostrato con una Nave di grande stazza, che se si vuole si possono fare scendere i passeggeri nella maniera che abbiamo visto tutti. Quando c’e’ un pochino di risacca come oggi invece di stare nel Porto a Palermo, con gravi conseguenze negative per gli isolani e il turismo, le Navi e i Mezzi Navali che collegano l’isola possono e dovranno fare quello che ha fatto oggi la Berlin e il suo valoroso Comandante ( stile Peppino Pitruzzella ), garantendo cosi i collegamenti. E…come si dice in Francia : ” sta camurria ava finiri ! “.

Sono scesi pochini perche’ la nave era alla fonda, ma va bene, come prima volta e’ ok ed e’ stato un buon successo. Ma ci vuole il Porto. Si dovra’ mettere in sicurezza la Cala S. Maria e rinforzare il frangionde della Banchina Sailem. Salvatore e’ responsabile dell’attuale Commisione per il Porto e il Porto entro 4-5 anni si fara’ con braccio uscente dalla Mezzaluna per come aveva previsto e disegnato in un plastico ancora esistente, l’Amm.ne Lillo Maggiore negli anni 60. Ora abbiamo il nipote Dr. Claudio Jovane, che dai commenti su FB si nota e’ molto attento ai collegamenti e al Porto, il quale, si suppone e si puo’ prevedere, fara’ di tutto per contribuire a completare l’opera ideata dallo zio Lillo.