Tania Licciardi: “Un punto di riunione per giovani?”


Continuiamo a preoccuparci degli anziani…cosa giustissima, perchè l’ anziano ha bisogno di luoghi idonei dove passare vuoti e lunghi pomeriggi, soprattutto invernali. Mi rivolgo al sig Sindaco che, nonostante tutto, ha sempre trovato loro una sistemazione. Sono passati circa 8 anni, frequentavo la seconda media, avevo un tema da scegliere tra 3 titolo scelsi quello che mi chiedeva di scrivere una lettere al sindaco della mia isola esponendo delle richieste, o parlandogli di qualcosa che mi interessava. Fui l’ unica a scegliere quel tema, in quei tempi iniziavo ad “annusare” la politica, lei amministrava da meno di un anno…scrissi quel tema, presi il voto più alto di tutta la mia “carriera” scolastica e la mia prof.essa le fece avere quel tema.

Si ricorda? in quel tema io chiedevo un punto di riunione per i giovani, non un bar, una discoteca, un pab, un centro che poi lei definì polifunzionale. le mie richieste (a quell’ età mi esprimevo come meglio potevo) erano un edificio munito di libreria, computer, cineforum…ci incontrammo dopo poche settimane con la mia prof.essa e parlammo di quel tema, la sua risposta fu: “cara sarai e sarete tutti voi giovani accontentati, il centro che mi chiedi sarà realizzato nei pressi dell’isolotto. Io sono aperto al dialogo coi giovani ma voglio che siate voi a chiedermi a cercarmi, quando avete delle richieste, fatemele, parliamone”

Caro sig sindaco quando diceva nei pressi dell’ isolotto si riferiva all’ attuale foresterie, teatro ecc…

Ma oggi lei ricorda quel tema, quell’ idea, quella richiesta? cosa ne è stata di quell idea? ha mentito, era solo un’ idea o era un vero progetto non più realizzato per motivi che solo lei può sapere?

Tania Licciardi

^^^^^^^^^

COMMENTO:

Dalla Germania Josè Zagame

Ciao Tania, e’ bello e gratificante risentire la tua “voce” su questo sito; Bello perche’, dai energia nuova, fresca; Gratificante perche’ generalmente i tuoi coetani prestano poca attenzione (colpa degli amministratori) ad un tema che invece li dovrebbe vedere protagonisti in prima persona!!!

Il problema che tu esponi, in una piccola comunita’ quale la nostra non dovrebbe neppure porsi, eppure…. Eppure si presenta con tutta la sua triste realta’. Prova (provate) a richiedere l’immobile ex-Settebello, con la formula dell’autogestione! Visto che il Sindaco vi chiede a voi giovani di cercarlo, di avanzare proposte, bhe’ penso che questa sia una buona proposta che potreste fare; magari coinvolgendo anche coloro (anziani e meno anziani) che sono alla ricerca di un posto ove trascorrere insieme ore piacevoli!!!

^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Ieri ho comprato, dopo essere stato in fila per dieci minuti , un vaso in ceramica fatto dalla premiata ditta di ceramiche ” La Musa ” di Isola delle femmine, con la quale isola abbiamo il gemellaggio. Una fabbrica di ceramica nella nostra isoletta con i colori di Ustica, ceramica da esportare in tutto il mondo, farebbe pubblicita’ e darebbe lavoro almeno ad una ventina di persone o piu’, e a Palermo c’e’ anche la figlia del Prof. Giovanni Desimone, Susanna, sempre innamorata di Ustica che non si rifiuta mai di aiutare.

Molta gente non e’ favorevole alle imprese messe su con i finanziamenti pubblici, funzionano meglio quando sono in mano ai privati, ma in mancanza di altro si puo’ rimediare con i fondi europei poerche’ non usarli sarebbe un peccato.

Si era parlato in precedenza di un sito web turistico su Ustica che non esiste e che sarebbe un enorme mezzo di informazioni e pubblicita’ su Ustica, a portata di dito, capace di incrementare il turismo.

Di disegnare un murales nella facciata della Caserma Finanza per mimetizzare la costruzione che non imbellisce di sicuro la “vista” per chi entra nel Porto.

E di scrivere (unico in Italia) la parola USTICA in stile Hollywwodiano alla falconiera. Tutte iniziative a basso costo. Se le idee sono ritenute valide ci sono anche li le casse europee ( fino a quando durano …).
 

2 thoughts on “Tania Licciardi: “Un punto di riunione per giovani?”

  1. Ciao Tania, e’ bello e gratificante risentire la tua “voce” su questo sito;
    Bello perche’, dai energia nuova, fresca; Gratificante perche’ generalmente i tuoi coetani prestano poca attenzione (colpa degli amministratori) ad un tema che invece li dovrebbe vedere protagonisti in prima persona!!!
    Il problema che tu esponi, in una piccola comunita’ quale la nostra non dovrebbe neppure porsi, eppure…. Eppure si presenta con tutta la sua triste realta’. Prova (provate) a richiedere l’immobile ex-Settebello, con la formula dell’autogestione! Visto che il Sindaco vi chiede a voi giovani di cercarlo, di avanzare proposte, bhe’ penso che questa sia una buona proposta che potreste fare; magari coinvolgendo anche coloro (anziani e meno anziani) che sono alla ricerca di un posto ove trascorrere insieme ore piacevoli!!!
    Jose’

  2. Grazie josè per ciò che pensi! Non credo che sia tutta colpa dell’ amministrazione il disinteresse politico da parte dei giovani, forse tutto nasce dal luogo in cui cresciamo quale la famiglia e, non in secondo piano, la scuola. Oggi i primi a insegnarci ad abbandonare quest’ isola spesso sono i genitori, forse perché hanno ricevuto molte delusioni dai nostri politici, ma non solo. ma chi meglio degli attuali professori ti convince del fatto che non abbiamo futuro qui? un professore che ti chiede di ringraziarlo di essere qui a insegnarti, perché tanto Ustica è rifiutata da tutti, in realtà cosa può insegnarti di buono se non ad abbandonare le tue radici? un professore che sfrutta i giorni di sciopero per tornarsene a casa piuttosto di restare a protestare e spiegarti le ragioni di questo sciopero, può mai spiegarti la differenza tra destra e sinistra?
    Non voglio fare di tutta l’ erba un fascio perché a dire il vero ho incontrato professori, pochi, forse solo uno, che piuttosto rimproveravano il nostro atteggiamento passivo verso la politica usticese ecc… Ma secondo me inizi a capire e interessarti della politica a scuola, a casa, in piazza perché no… e quando non avviene lì o non te ne interesserai mai o ci impiegherai dai 30 anni in sù.
    Non credo c’entri il sindaco e chi gli sta attorno, perché se lui non fa niente per noi, neanche noi gli chiediamo nulla o gli dimostriamo un forte interesse…
    P.S Il problema è che cittadini che amano realmente Ustica non ce ne sono più, e se ci sono hanno ormai un’età avanzata per imbattersi nella politica, una politica ormai troppo sporca per i nostri nonni.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.