Teresa Nicoletti canta “Mia Ustica” in lingua araba negli Emirati


[ id=15335 w=320 h=240 float=left]  Continuano i debutti internazionali del mezzosoprano e compositrice di fama mondiale Teresa Nicoletti (nella foto), la quale il 27 novembre è attesissima dal pubblico e dalla stampa nella leggendaria location dell’Emirates Palace di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, per un concerto dal titolo “Opera Arias and New Compositions”, accompagnata al pianoforte dall’ucraina Viktoriya Solyana.

L’evento, di portata internazionale, è stato realizzato in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri italiano e con l’Ambasciata d’Italia negli Emirati Arabi.

Il mezzosoprano Nicoletti canterà nella prima parte del concerto alcune delle più famose arie d’opera : “Sgombra è la sacra selva” dalla Norma di Vincenzo Bellini, “Oh dischiuso è il firmamento!” dal Nabucco di Giuseppe Verdi, “Voi lo sapete, o mamma” dalla Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e “Habanera” dalla Carmen di Georges Bizet.

Nella seconda parte del concerto, il mezzosoprano canterà alcune romanze da lei composte, dedicate alla Sicilia. Innanzitutto “Mia Ustica”, l’inno ufficiale dell’isola, che verrà eseguita per la terza volta in lingua araba. Ricordiamo, infatti, che nel 2010 “Mia Ustica” fu cantata in arabo, con un enorme successo di pubblico, prima in Algeria, ad Annaba, al Teatro “Azzedine Medjoubi”, il più grande teatro dell’Africa, e poi in Tunisia, all’Acropolium di Cartagine, di fronte alla stampa internazionale. Alla fine di questi due concerti alla Nicoletti è stata tributata una lunga standing ovation con lancio di rose rosse. “Mia Ustica” è già stata eseguita in tutti i continenti della Terra : dal Nord America al Sudamerica, dall’Asia all’Australia, dall’Europa all’Africa.

In programma anche la composizione musicale di Teresa Nicoletti “Cantu d’amuri”, su testo in dialetto siciliano del regista teatrale dottor Mariano Scalisi. Il testo, per l’occasione, è stato tradotto in arabo e verrà messo a disposizione del pubblico durante l’esecuzione per una migliore fruizione dei contenuti.

In prima esecuzione assoluta mondiale un’altra composizione originale della Nicoletti “Pantelleria, la figlia del vento”, musicata su testo del poeta romano Fausto Desideri.

Infine “La mia città: Monreale”, su testo del poeta monrealese Salvatore Autovino, che ricordiamo è stata eseguita dalla pianista giapponese Toyoko Azaiez, in prima mondiale assoluta, all’Acropolium di Cartagine, in Tunisia, con uno straordinario successo di pubblico e di critica.

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.