Torre dello Spalmatore: disagio e indignazione


 

 

…E da qui che vorrei cominciare….proprio da questa Torre…

Finalmente dopo tanti anni ero riuscita a programmare una breve vacanza ad una mia carissima amica di Torino….ero riuscita a portarla ad Ustica, la terra di mio padre, la mia terra…le mie radici…

Quale profondo senso di disagio e indignazione che ho provato davanti a questa Torre nel vedere quale stato di degrado e di abbandono versa… Calcinacci, bottiglie vuote di birra, un profondo, enorme e pericoloso buco che probabilmente conteneva un faro di illuminazione…..letteralmente strappato, e se Renata, la mia compagna di vacanza usticese, non mi avesse tenuta per un braccio, ci sarei finita dentro…

Anche per mettere semplicemente in sicurezza un luogo così pericoloso per gli usticesi e per i (pochi) turisti si necessita di riunioni e consigli comunali?????

Sbaglio, o questa costruzione è un simbolo storico dell’isola????

Bene, continuiamo….. Ogni mattina cambiavo itinerario per far conoscere alla mia amica le bellezze isolane.

Scendiamo al Faro… bello, suggestivo…. ma… accidenti, cosa sono tutti quei piatti di carta, bottiglie di plastica, pannolini ( inutilmente) nascosti fra gli scogli?

E di nuovo quel senso di rabbia, di pena…. Incuria, inciviltà e poca attenzione— povera isoletta mia… che sgarbo!!!!

Anche per mettere semplicemente dei cestini per la spazzatura affinché le persone vengano “spinte” a gettare i residui alimentari e altro , si necessita di riunioni e consigli comunali???

O forse la presenza di cestini nei punti strategici di maggior affluenza potrebbe “compromettere” la bellezza suggestiva del luogo???? Meglio i cestini e qualche cartello del tipo: ”ATTENZIONE…….L’ISOLA VI GUARDA!!” per scoraggiare l’inciviile , e magari qualche bella sonora multa, piuttosto che la spazzatura, non credete???…UTOPIA???? NO……Attenzione, cura e AMORE per il luogo !!!!!

Andiamo avanti….Strade periferiche completamente al buio…..che per camminare a piedi la sera io e la mia amica usavamo il cellulare acceso ad indicare la nostra presenza agli autoveicoli….

Non parliamo della zona Cimitero , dalla Discoteca Ailanto in poi: i lampioni letteralmente “scippati” delle lampadine… E l’ex Museo archeologico mancante di cartello di cambio sede???

Andiamo a Linea Blu…( mi riferisco a qualche intervento letto alcuni giorni fa…mi pare arrivasse dal pianeta Marte se non erro….) e a fare che??? A pubblicizzare l’isola?? Perché , pensate che l’isola abbia bisogno di pubblicità??? La pubblicità si fa quando si è in grado di offrire i migliori servizi e qualità nell’accoglienza, allora si che si può pensare al turismo , quello vero, d’èlite… come quello degli anni 60-70…..quando Le Terrazze suonavano “Una rotonda sul mare” e mia madre cuciva fino a tarda notte per terminare gli abiti alle turiste e alle mogli di personaggi importanti…..

L’isola ha bisogno di essere “ stravolta” con gente dalle idee innovative, gente con l’entusiamo dei bambini, che non abbia alcun interesse alle poltrone facili o esclusivamente ai propri interessi economici e personali, ma soprattutto gente con un grande amore per l’Isola, proprio come un genitore per i propri figli… E mi spiace dirlo… negli ultimi anni di genitori attenti, a partire da chi amministra, non ne ho visti….

Collaboriamo l’uno con l’altro… Chiunque, anche da fuori, purchè mosso dalle sue radici usticesi, dalla fierezza di dire : “Ssi, sono di Ustica, voglio dare il mio contributo…” – non emarginiamolo … Non disperdiamo energie, collaboriamo gli uni con gli altri per fronteggiare/sopperire a mancanze reciproche. È così che si costruisce una casa: l’architetto la progetta ma senza il muratore non può completare la sua opera, l’uno ha bisogno dell’altro… Si chiama Team Work e ciò porterà naturalmente i risultati economici, senza bisogno di farsi le lotte… Ben vengano, allora, queste persone con forti radici culturali ed un vero Amore per il proprio “scoglio. Radici e Amore che non supportano il forestiero, l’invisibile, lo sconosciuto assessore esterno/esterno al turismo, ai trasporti ecc . (Sindaco… nessuna attenuante … mai scelta è stata così impopolare, inopportuna, sbagliata… )

VERGOGNA!!!!

Perdonate il mio tono e la mia irruenza, è da tempo che volevo intervenire e stavo commettendo anch’io l’errore di stare a guardare e soffrire, ma ho tutto il diritto di indignarmi e di lottare per la terra di cui io sono orgogliosa e fiera….Anch’io ho un sogno per Ustica….

A Josè, Gabriella e tutti coloro che hanno a cuore la rinascita della nostra amata isola dico che sono con voi, sperando vivamente che dalle parole si passi ai fatti…

Mariangela Militello

 

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTI:

Dalla Germania Josè Zagame

Salve a tutti, rieccomi……! Ne approfitto per salutare la Sig.ra Mariangela, BENVENUTA Nell’Ustica Dream Work Team & Company…….!

A Janciulu Sciabbica, visto che sei molto presente su facebook, cerca di stimolare quanto piu’ puoi, i nostri amici non residenti supra o scugghiu a partecipare attivamente sul “nostro” sito, USTICASAPE! Partecipazione, Collaborazione, Indignazione, far capire insomma “ai lor Signori di turno” che e’ arrivato il momento di dare RISPOSTE CONCRETE a chi porge loro domande, semplici domande!!!!! Non scordiamocelo, siamo ad Ustica mica “Nova Yorka”, o mi sbaglio!?

Jose’

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angela D’Angelo

Ciao Angelo, mi hai letto nel pensiero? T.V.B.

^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

Grazie agli spazi di cui disponiamo nel nostro Sito oggi possiamo ben dire che in effetti il Team Work, anzi io lo chiamerei “Ustica Team Work”, va assumendo una sua composizione; e chissà quanti Mariangela, Josè, Gabriella, Nuccio, Angelo, Giovanni (mi scuso se ne dimentico altri)oggi fisicamente e idealmente ci sono nell’Isola e fuori pronti a venir fuori; per il futuro dell’Isola bisogna che giovani e “meno giovani” affrontino insieme appunto con un “lavoro di squadra” innanzitutto un avversario tosto: si chiama in effetti “rassegnazione”.

^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo D’Angelo (Sciabbica)

Cara Mariangela, anche io, come lei, provo un senso di disgusto nel notare queste “DISATTENZIONI” da parte dell’aministrazione e soprattutto, dai cittadini stessi. A tal riguardo, avrei il piacere di spendere qualche parola verso la cittadinanza. Usticesi: lo sapete qual’è il male peggiore dell’isola? Essere rinnegata da coloro i quali, dichiarano di amare Ustica e nello stesso tempo trarne profitti. Allora, mi viene spontaneo citare un “detto” : “chi è causa dei suoi mali, pianga se stesso” e mi sembra che la maggior parte di noi l’abbia già fatto. Preciso, però, nel ricordare, che tutte queste emozioni negative non devono essere sinonimo di “RASSEGNAZIONE”. Al contrario, dovremmo prendere atto e conscienza di tutto ciò formando dei comitati, associazioni ecc..(sempre a norma di legge), per contrastare il fenomeno dei favoritismi, degli abusi di potere e soprattutto dell’ignoranza….

5 thoughts on “Torre dello Spalmatore: disagio e indignazione

  1. Cara Mariangela, anche io, come lei, provo un senso di disgusto nel notare queste “DISATTENZIONI” da parte dell’aministrazione e soprattutto, dai cittadini stessi. A tal riguardo, avrei il piacere di spendere qualche parola verso la cittadinanza. Usticesi: lo sapete qual’è il male peggiore dell’isola? Essere rinnegata da coloro i quali, dichiarano di amare Ustica e nello stesso tempo trarne profitti. Allora, mi viene spontaneo citare un “detto” : “chi è causa dei suoi mali, pianga se stesso” e mi sembra che la maggior parte di noi l’abbia già fatto. Preciso, però, nel ricordare, che tutte queste emozioni negative non devono essere sinonimo di “RASSEGNAZIONE”. Al contrario, dovremmo prendere atto e conscienza di tutto ciò formando dei comitati, associazioni ecc..(sempre a norma di legge), per contrastare il fenomeno dei favoritismi, degli abusi di potere e soprattutto dell’ignoranza….

  2. Grazie agli spazi di cui disponiamo nel nostro Sito oggi possiamo ben dire che in effetti il Team Work, anzi io lo chiamerei “Ustica Team Work”, va assumendo una sua composizione; e chissà quanti Mariangela, Josè, Gabriella, Nuccio, Angelo, Giovanni (mi scuso se ne dimentico altri)oggi fisicamente e idealmente ci sono nell’Isola e fuori pronti a venir fuori; per il futuro dell’Isola bisogna che giovani e “meno giovani” affrontino insieme appunto con un “lavoro di squadra” innanzitutto un avversario tosto: si chiama in effetti “rassegnazione”.

  3. Apprezzo con grande positività i vostri commenti e sono lieta di essere considerata una fra i tanti che idealmente se pur, ahimè non fisicamente, vogliono “venir fuori”, e verranno fuori…lo so!! Da troppo tempo la nostra amata isola è dormiente, ed il letargo non è da Lei!! Confido negli usticesi di buona volontà, i combattivi che non accettano lo “zuccherino” per tenere la testa bassa…La rassegnazione porta a quel pericoloso e odioso meccanismo di completa confusione nel riconoscere l’abuso di potere, il rispetto delle regole oltre che delle persone stesse, per giungere poi a “sistemarsi” il proprio “giardinetto”, infischiandosene altamente di coloro che stanno peggio….
    Sono anche consapevole che costa molto essere coraggiosi, non aver paura di far parlare la propria coscienza, ma come dice il Sig Mario Oddo ci sono usticesi giovani e meno giovani (mi riferisco anche ai non residenti) cui il sentimento “usticisi” si sta facendo sempre piu’ forte e allora ben vengano anche i comitati, le associazioni….E quale nome migliore di “USTICA TEAM WORK”, dai suggerimenti dei Sig.ri Longo e Oddo!!!

  4. Salve a tutti, rieccomi……! Ne approfitto per salutare la Sig.ra Mariangela, BENVENUTA Nell’Ustica Dream Work Team & Company…….!
    A Janciulu Sciabbica, visto che sei molto presente su facebook, cerca di stimolare quanto piu’ puoi, i nostri amici non residenti supra o scugghiu a partecipare attivamente sul “nostro” sito, USTICASAPE! Partecipazione, Collaborazione, Indignazione, far capire insomma “ai lor Signori di turno” che e’ arrivato il momento di dare RISPOSTE CONCRETE a chi porge loro domande, semplici domande!!!!! Non scordiamocelo, siamo ad Ustica mica “Nova Yorka”, o mi sbaglio!?
    Jose’
    Jose’

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.