Ustica, convocazione Consiglio Comunale – richiesta revoca ordinanza sindacale n.13 che vieta il transito dei velocipedi nelle ore serali


Venerdì 13 agosto alle 10 si terrà il consiglio comunale, da noi richiesto il 3 agosto, per confrontarci sull’ordinanza sindacale n.13 che vieta il transito dei velocipedi nelle ore serali. Ustica non può fare un passo indietro vietando il transito a mezzi NON RUMOROSI e NON INQUINANTI e paradossalmente consentire il transito a mezzi di certo più inquinanti, più rumorosi e più pericolosi. Per questo in consiglio chiederemo che venga votata, come atto di indirizzo, la modifica in tal senso consentendo il transito dei velocipedi

Download (DOCX, 43KB)

3 thoughts on “Ustica, convocazione Consiglio Comunale – richiesta revoca ordinanza sindacale n.13 che vieta il transito dei velocipedi nelle ore serali

  1. Giusto vietare traffico anche alle Bici E ( perlomeno nella parte alta Piazza con eccezione persona con ” certificato medico ” per problemi motori ). Sono velocipedi e ciclomotori ( vedi link : https://www.touringclub.it/notizie-di-viaggio/che-differenze-ci-sono-tra-e-bike-bicicletta-elettrica-e-bicicletta-a-pedalata?fbclid=IwAR3vCDFX65gjfYqFYcTZ6Miu_-sTXyQraI5dvY3CE3v63MiWca2tZk5gpoA Per alcuni di questi velocipedi e’ oblligatorio casco, targa, limite di eta’ assicurazione.
    In Piazza c’e’ passeggio di famiglie con carrozzelle-bambini e bambini che giocano + Ristoranti, Bar etc….Molto Giusto autorizzare circolazione TAXI PRIVATI per garantire liberta’ di spostamento per migliaia in una isola turistica, in mancanza di sufficienti BUS causa DISSESTO FINANZIARIO ! ! !

    La Piazza dovrebbe essere pedonale dal 1 luglio al 15 settembre. Punto. Abolire circolazione traffico per lo stesso periodo dal Centro Abitato realizzando UNO SVINCOLO con tunnel dalla zona Porto alla Zona bivio Tramontana-Oliastrello, ( forse unica opzione rimasta visto che negli ultimi 50 anni di lotte cittadini-Istituzioni, tutte le altre a livello stradale non sono state rese piu’ possibili )

    Un grande parcheggio da almeno 100 posti si puo’ realizzare in CENTRO ACCANTO LA PIAZZA nella zona Borgo S. Francesco, abbandonata, piena di erbacce, Proprieta’ Comunale adiacente la Rotonda – Se non bastano si ricavano altri posti parcheggio scavando sotto casa Maggiordomo, Terrazze fino a di fronte le Scuole. In un fronte di circa 130 metri profondo 30 si ricavano altri 150 POSTI PARCHEGGIO IN pieno CENTRO ABITATO A PAGAMENTO. Consultati sia per SVINCOLO che PARCHEGGI 2 Ingegneri, che conoscono Ustica molto bene, uno dei quali ex compagno di Scuola. Grazie per l’attenzione.

  2. Salve,
    e dell’Ordinanza n.64 della Capitaneria di Porto di Palermo chi se ne deve occupare!?
    Se l’Ordinanza n.60 ne Vietava la fruizione, la n.64 ne permette la fruizione salvo rispettare la distanza di sicurezza (2-3metri) dal Costone; la cartellonnistica che Informa i fruitori e’ stata posizionata all’ingresso della Caletta!?
    Cordiali Saluti,
    Jose’ Zagame Usticese non residente

  3. (in risposta al Sig. Agostino Caserta, che Saluto);

    90,000 mila euro nel 2017; questa e’ la somma incassata dal Comune di Ustica grazie alla Ticket d’ingresso; nel 2020 invece!?
    Come vengono investiti/spesi questi soldi!? Quali sono le cause del dissesto finanziario e quando e’ previsto un “pareggio” dei Conti!?
    Il servizio navetta (costo 2 euro a persona per una sola corsa) sarebbe potuto essere pagato con questi soldi; in alternativa, il costo dell’autista se lo sarebbero dovuto accollare chi gestisce i locali, in primis quelli giu’ al porto; ogni tanto mostrarsi Umani puo’ solo fare piacere ai Turisti e non solo.
    Piu’ volte, credo, l’AMP abbia comprato dei minibus; che fine abbiano fatto, cosi’ come la centrale fotovoltaica, le stesse colonnine di ricarica credo anche che lo sappia chiunque; quindi forse a volte basterebbe gestire meglio quanto di nuovo messo a disposizione del Comune.
    Per quanto riguarda il tunnel/traforo/galleria/”svincolo” concordo con Lei; una soluzione andrebbe trovata cosi’ come fatto a Favignana (galleria).
    In questo caso i fondi europei, della stessa regione Sicilia (che ci sono) andrebbero utilizzati per Investimenti utili e di necessita’ e non invece come previsto in occasione del posizionamento dei cannocchiali lungo i sentieri e altri interventi sul territorio di non priorita’ (fondi europei : 4Mln circa)!!!
    Per quanto riguarda il parcheggio andrebbe valorizzato quello comunale (navetta e/o incentivare le persone a parcheggiare fuori dal centro); “svuotare” la piazza dai mezzi privati di trasporto dovrebbe essere priorita’ di ogni amministrazione;
    Ustica in questo caso dovrebbe “omologarsi” alle distanze e tempi della terra ferma; ovvero non per forza si deve arrivare con i mezzi di trasporto fin davanti i negozi, la farmacia, il tabacchino etc etc
    Per il resto ci si dovrebbe solo sbracciare ed iniziare;
    Come Comunita’, Isola; siamo rimasti FERMI agli anni ’90, con l’eccezione che Oggi 2021 la nostra Comunita’ e’ piu’ divisa che mai.

    Cordiali Saluti e grazie per l’Ospitalita’,
    Jose’ Zagame Usticese non residente

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.