Ustica: Grave Caso Di Embolia da Immersione Trattato In Camera Iperbarica


Ieri dopo un’immersione  effettuata alla profondità di – 39 mt e per un tempo di circa 15 minuti, in zona grotta dei gamberi, un turista subacqueo e’ stato colto da un forte malore che lo ha costretto a risalire in superficie, trasportato immediatamente presso la camera iperbarica dell’isola si e’ evitato il peggio. Il sub presentava sintomi evidenti  di  embolia gassosa  ed e’ stato sottoposto a terapia iperbarica per piu’ di 6 ore, secondo gli schemi terapeutici della U.S.Navy. Adesso il sub e’ fuori pericolo. L’ immediata regressione della sintomatologia e’ sicuramente legata alla tempestività dell’intervento, infatti il breve tempo trascorso tra l’ insorgenza dei sintomi e la ricompressione in camera iperbarica è fondamentale, questo permette di poter agire  sulle bolle  senza che queste abbiano  causato danni permanenti.

Questo è il secondo  caso di grave malattia da decompressione in una settimana trattato prontamente dal personale sanitario  delle camere iperbariche  dell’ASP di Palermo coordinato dal Dott.C. Agrò. Qualche giorno prima un’altro trattamento è stato effettuato presso il Centro Iperbarico dell’Isola di Lampedusa (AG).  L’ASP di Palermo gestisce i centri di Partinico, Ustica e Lampedusa,  avvalendosi di personale sanitario esperto in medicina subacquea ed iperbarica , mentre la gestione tecnica e’ garantita dalla ditta Sistemi Iperbarici  Servizi che si avvale di personale Tecnico specializzato.”

Alberto Di Napoli

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.