Ustica: Terrore Cala Santa Maria. Ottobre i996. Claudio La Valle.


Ecco cosa potrebbe accadere se non si mette in sicurezza, quanto prima, la Cala Santa Maria e “qualcuno” potrebbe rispondere per i danni causati a persone e cose… Quella sera, grazie alla sua stazza fisica e alla sua esperienza di bagnino, Felice Caminita (Pispisa), riesce ad uscire indenne nonostante sia stato travolto dalle spaventose onde che hanno distrutto ben 13 barche.

^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Montecosaro Mariangela Militello

Buona domenica a tutti,
il filmato in questione risale al 1996, e ad oggi la realtà non è cambiata.
Concordo pienamente con il Sig. Manzitti ma altrettanto è importante ricordare che il cittadino è chiamato, per dovere civico, a lottare fortemente e in prima persona davanti a chi disattende alla sicurezza di tutta la Comunità.
Solo così si potranno evitare tragedie e lacrime.

^^^^^^^^^^^^^^

Torino Michele Manzitti

Ciao a tutti, ma a me sembra chiara la responsabilità.

Quando i preposti, l’autorità costituita, i regenti della cosa pubblica, sono sollecitati, invitati, nei modi e nelle maniere più opportune, disattendono alla sicurezza della collettività, sono costoro che devono rispondere in primis, solidamente e penalmente.

Non vi sono altre condizioni.

^^^^^^^^^

Da Ustica Angela D’Angelo

A voi ( lettori ) sembra che “qualcuno” risponda dei danni, quando succedono cose brutte ? Tranne in alcuni casi rari, non è piuttosto un gettarsi la colpa addosso uno con l’altro ? Smentitemi, ve ne prego !

2 thoughts on “Ustica: Terrore Cala Santa Maria. Ottobre i996. Claudio La Valle.

  1. A voi ( lettori ) sembra che “qualcuno” risponda dei danni, quando succedono cose brutte ? Tranne in alcuni casi rari, non è piuttosto un gettarsi la colpa addosso uno con l’altro ? Smentitemi, ve ne prego !

  2. Buona domenica a tutti,
    il filmato in questione risale al 1996, e ad oggi la realtà non è cambiata.
    Concordo pienamente con il Sig. Manzitti ma altrettanto è importante ricordare che il cittadino è chiamato, per dovere civico, a lottare fortemente e in prima persona davanti a chi disattende alla sicurezza di tutta la Comunità.
    Solo così si potranno evitare tragedie e lacrime.
    Mariangela Militello

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.