Ustica: Valutazione possibilità adottare asini per raccolta differenziata.


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA – COMUNICAZIONE DEL SINDACO

Il Sindaco di Ustica, Aldo Messina ed il Vice Sindaco, Giuseppe Caminita, hanno incontrato martedì scorso a Castelbuono il sindaco, Mario Cicero, per valutare la possibilità di adottare nell’isola alcuni provvedimenti già in vigore nella città Madonita.

“ Particolarmente interessante ci è sembrato – afferma il Vice sindaco Giuseppe Caminita- il sistema di raccolta differenziata dei rifiuti che si basa sull’uso degli asini, presenti in buon numero anche ad Ustica”. “ In realtà- conclude il vice sindaco- a Castelbuono per questo servizio si sono utilizzati i fondi dell’ATO (Ambiti Territoriale Ottimale) Rifiuti. In realtà questi fondi  a noi non vengono erogati ed il nostro servizio di raccolta con asini che ha avuto quest’estate carattere sperimentale, se deve continuare si deve fare affidamento sulle nostre risorse economiche”

A castelbuono per la raccolta dei rifiuti vengono utilizzati circa 35 asini,ognuno costa all’A.T.O. circa 2.000 euro all’anno.

“ Abbiamo esaminato anche le ordinanze con le quali il sindaco di Castelbuono autorizza la cattura e l’abbattimento dei cinghiali in zona di riserva- aggiunge il sindaco di Ustica, Aldo Messina”.

E’ noto che nel parco delle Madonie l’abnorme numero di cinghiali, dovuto alla mancanza di specie competitive, ha creato notevoli problemi all’agricoltura e la stessa difficoltà si ha ad Ustica con i conigli.

“ In questo periodo di incertezza normativa sulla caccia nelle isole minori- conclude Messina- esaminare le ordinanze del sindaco Cicero, che sono ben tre, ci può tornare utile qualora la problematica dei danni dei conigli al nostro habitat naturalistico non dovesse trovare soluzione normativa”.

A conclusione dell’incontro gli amministratori usticesi hanno incontrato il direttore dell’associazione Città del Bio di Grugliasco, in Provincia di Torino.

“ A Castelbuono- ha detto il sindaco Madonita, Mario Cicero, per la refezione scolastica uso solo prodotti biologici”

“ Occorre- conclude Messina- riportare al centro della nostra economia l’agricoltura che non è solo raccolta di alimenti ma anche manutenzione del territorio, fonte di energia rinnovabile e risposta alla richiesta di accoglienza turistica specifica. Ecco perché proporrò alla Giunta di aderire alla Città del Bio”

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.