USTICA – Your hope for tumorrow


Marlene Robershaw Flowers for Mother's Day 008USTICA – YOUR HOPE FOR TOMORROW
SALVATORE MILITELLO SINDACO

Your election will soon be here. How I wish I were there to vote. Even though I am a citizen of Palermo, for this type of election, you must be there in person.
I am so concerned for Ustica, your Island and the beloved Island of my ancestors.

You must think of the next generation. Your children, grandchildren, the little children that are your neighbors. If your Island never improves or solves the numerous problems to help employment, transportation, school structures , improved Cala Santa Maria, Island promotion to the world; you will lose the next generation of Usticesi. They will be forced to move off the Island in order to find employment and make a life for themselves.

I really believe that unless Salvatore Militello is elected as your next Mayor, you will remain in limbo. The same old stories of needing things done, and no one to lead ahead. Salvatore is young enough to have energy and perseverance to attack your numerous problems head-on. He has business experience and “lives on the Island of Ustica.”

HELP YOURSELF AND YOUR ISLAND – VOTE MILITELLO

Marlene Robershaw, MANFRE

___________

USTICA – LA SPERANZA PER DOMANI
SINDACO SALVATORE MILITELLO

L’elezione sarà presto qui. Come vorrei essere lì a votare. Anche se io sono un cittadino di Palermo, per questo tipo di elezione, deve essere lì in persona.
Sono così preoccupata per Ustica, la vostra Isola e l’amata isola dei miei antenati.

Si deve pensare alla prossima generazione. I vostri figli, nipoti, i bambini che sono i tuoi vicini. Se la vostra isola mai migliora o risolve i numerosi problemi per aiutare l’occupazione, trasporti, strutture scuola, migliore Cala Santa Maria, promozione dell’isola nel mondo; perderai la prossima generazione di Usticesi. Essi saranno costretti a spostarsi fuori dall’isola per trovare lavoro e fare una vita per se stessi.

Credo davvero che, a meno che il vostro prossimo sindaco non viene eletto Salvatore Militello, si rimane in un limbo. Le stesse vecchie storie di aver bisogno di cose fatte e nessuno le porta avanti. Salvatore è abbastanza giovane per avere energia e perseveranza per attaccare frontalmente i numerosi problemi. Ha esperienza di affari e “vive sull’isola di Ustica”.

AIUTARE SE STESSI E LA VOSTRA ISOLA – VOTARE

MILITELLO

Marlene Robershaw, MANFRE

^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfre

Dear Stefano; good to hear from you. I see you live in Palermo, where there is alot of opportunities for school and work. I do have a full understanding of Ustica, from being there 2 times, from studying the history of Ustica extensively, and reading Usticasape every day and reading all the news and comments from the people of Ustica.

I now can visit Ustica because found cousins there, so I know the “ropes”. But for a stranger to come to Ustica, very, very, hard. Almost impossible. In Palermo the hotels don’t have information about the Island. At the Port, no information about the boats to Ustica. Even the ticket office one street over from the boats at the port is almost a “secret.”

The first time I came to Ustica, went to the main Port office by the ocean, they didn’t even know where the boat for Ustica would dock ??

If Ustica doesn’t want to remain a secret, secluded Island, it needs help !!! From what I read, tourism is the goal there to create jobs. Much needs to been done !!!!!!!!!!!!!

 

Marlene Robershaw, Manfre

————-

Caro Stefano, bello sentire da te. Vedo che vive a Palermo, dove c’è un sacco di opportunità per la scuola e il lavoro. Ho piena conoscenza di Ustica, sono stata lì 2 volte, studiando ampiamente la storia di Ustica , e leggendo Usticasape ogni giorno e leggendo tutte le notizie e i commenti della gente di Ustica.

Ora posso visitare Ustica perché trovato cugini lì, quindi so le “corde”. Ma per uno straniero venire a Ustica e molto, molto, difficile. Quasi impossibile. A Palermo gli alberghi non hanno informazioni dell’isola. Al Port, nessuna informazione circa le navi per Ustica. Anche la biglietteria una strada più distante dal porto è quasi un “segreto”.

La prima volta che sono venuto a Ustica, andato al porto dall’ingresso principale, nemmeno sapeva dove era approdata la nave per Ustica??

Se Ustica non vuole rimanere un segreto,isolata, ha bisogno di aiuto! Da quello che ho letto, il turismo è l’obiettivo per creare posti di lavoro. Molto deve essere fatto!!!!!

 

Marlene Robershaw, Manfre

 

Dalla California Agostino Caserta

Con l’internet e’ cambiato tutto. La Sig.ra Manfre’ che e’ stata ad Ustica due volte e ha conosciuto Salvatore, con cui ha instaurato un rapporto di amicizia, oggi di Ustica conosce molti aspetti, proprio come me nonostante la lontananza. Penso Non ci sia bisogno di suggeritori per capire la situazione attuale dell’isola ed e’ facilissimo capire, dopo tutto quello che e’ stato scritto e letto negli ultimi mesi sia nei blog che su facebook, chi negli ultimi 20 anni ha causato questa situazione di disastro.

Lupus in fabula : non c’e’ neanche bisogno di consultare gli archivi, perche’ I nomi e cognomi di chi ha causato il ” limbo ” li ha appena, e di nuovo, forniti gia’ qualche ora fa Nini’ Caserta in un articolo di oggi qui sopra.

P.S. La Signora Robershaw Manfre’ e’ orgogliosa di essere usticese e al riguardo e’ appassionata di tutte le notizie ed informazioni possibili e disponibili, usa http://www.googletranslate per tradurre dall’italiano in inglese, e’ frequentemente in contatti email con altri usticesi e con me, e continua a frequentare classi di italiano.

Saluti.

^^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Stefano Coco

Sarebbe interessante sapere da chi ha appreso informazioni sull’attuale situazione usticese la signora Robershaw.
Chi le ha descritto “il limbo” in cui Ustica vive (come lei stessa lo definisce), e soprattutto, le ha anche detto chi l’ha creato questo limbo?

 

 

 

 

 

4 thoughts on “USTICA – Your hope for tumorrow

  1. Sarebbe interessante sapere da chi ha appreso informazioni sull’attuale situazione usticese la signora Robershaw.
    Chi le ha descritto “il limbo” in cui Ustica vive (come lei stessa lo definisce), e soprattutto, le ha anche detto chi l’ha creato questo limbo?

  2. Con l’internet e’ cambiato tutto. La Sig.ra Manfre’ che e’ stata ad Ustica due volte e ha conosciuto Salvatore, con cui ha instaurato un rapporto di amicizia, oggi di Ustica conosce molti aspetti, proprio come me nonostante la lontananza. Penso Non ci sia bisogno di suggeritori per capire la situazione attuale dell’isola ed e’ facilissimo capire, dopo tutto quello che e’ stato scritto e letto negli ultimi mesi sia nei blog che su facebook, chi negli ultimi 20 anni ha causato questa situazione di disastro.
    Lupus in fabula : non c’e’ neanche bisogno di consultare gli archivi, perche’ I nomi e cognomi di chi ha causato il ” limbo ” li ha appena, e di nuovo, forniti gia’ qualche ora fa Nini’ Caserta in un articolo di oggi qui sopra.

    P.S. La Signora Robershaw Manfre’ e’ orgogliosa di essere usticese e al riguardo e’ appassionata di tutte le notizie ed informazioni possibili e disponibili, usa http://www.googletranslate per tradurre dall’italiano in inglese, e’ frequentemente in contatti email con altri usticesi e con me, e continua a frequentare classi di italiano.
    Saluti.

  3. Dear Stefano; good to hear from you. I see you live in Palermo, where there is alot of opportunities for school and work. I do have a full understanding of Ustica, from being there 2 times, from studying the history of Ustica extensively, and reading Usticasape every day and reading all the news and comments from the people of Ustica.
    I now can visit Ustica because found cousins there, so I know the “ropes”. But for a stranger to come to Ustica, very, very, hard. Almost impossible. In Palermo the hotels don’t have information about the Island. At the Port, no information about the boats to Ustica. Even the ticket office one street over from the boats at the port is almost a “secret.”
    The first time I came to Ustica, went to the main Port office by the ocean, they didn’t even know where the boat for Ustica would dock ??
    If Ustica doesn’t want to remain a secret, secluded Island, it needs help !!! From what I read, tourism is the goal there to create jobs. Much needs to been done !!!!!!!!!!!!!

    Marlene Robershaw, Manfre
    ————-
    Caro Stefano, bello sentire da te. Vedo che vive a Palermo, dove c’è un sacco di opportunità per la scuola e il lavoro. Ho piena conoscenza di Ustica, sono stata lì 2 volte, studiando anpiamente la storia di Ustica , e leggendo Usticasape ogni giorno e leggendo tutte le notizie ei commenti della gente di Ustica.
    Ora posso visitare Ustica perché trovato cugini lì, quindi so le “corde”. Ma per uno straniero venire a Ustica e molto, molto, difficile. Quasi impossibile. A Palermo gli alberghi non hanno informazioni dell’isola. Al Port, nessuna informazione circa le navi per Ustica. Anche la biglietteria una strada più distante dal porto è quasi un “segreto”.
    La prima volta che sono venuto a Ustica, andato al porto dall’ingresso principale, nemmeno sapeva dove era approdata la nave per Ustica??
    Se Ustica non vuole rimanere un segreto,isolata, ha bisogno di aiuto! Da quello che ho letto, il turismo è l’obiettivo per creare posti di lavoro. Molto deve essere fatto!!!!!

    Marlene Robershaw, Manfre

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.