Vicenda SiReMar: L’amministrazione Comunale di Ustica vigila…

Di seguito il pensiero del Sindaco A. Messina in merito all’acquisto della SiReMar.

“A mio parere il 15 marzo, relativamente alla vicenda SI.Re.Mar, non succederà proprio nulla”.
“Ieri infatti è stata definita la ” perizia minimale” con la e si è stabilito il valore di base d’asta per acquisire il gruppo: 55 milioni di Euro. Non è molto considerando il valore dei mezzi navali e degli immobili, ma non credo che nessun privato voglia investire tanto.
A questo punto è di maggiore interesse per noi isolani cercare di capire cosa potrebbe succedere se il 15 marzo l’offerta non troverà acquirenti.
Prima ipotesi: i 55 milioni li mette la Regione (sono in bilancio? Li possiede?) la quale successivamente dovrà comunque mettere all’asta il gruppo SiReMar. La qualcosa non è priva di rischi perché non è detto che troverà poi un acquirente. Come direbbero a Firenze ” c’arresta supra a panza”. E poi ancora nessuno mi ha detto perché la Regione non ha accettato la proposta di un anno fa, di avere la Siremar gratis dallo Stato.
Seconda ipotesi : si rifà il bando a valore inferiore. Ma molto inferiore se no è tempo perso.
Terza ipotesi: si spezzetta il gruppo mettendo a bando singoli pezzi societari. A questo punto faccio due sub ipotesi. La migliore sarebbe spezzettare Siremar navi da Siremar Aliscafi. Possibile e non male. La seconda sub ipotesi potrebbe essere quella di spezzettare le linee mettendole a bando singolarmente. Chi ha seguito i miei interventi sulla vicenda, sa che a questa ipotesi oppongo resistenza poiché è probabile che Ustica, Pantelleria e Lampedusa (ma le ultime due hanno gli aerei) sarebbero in difficoltà. E poi il bando prevede un contributo statale UNICO e GLOBALE, per undici anni e per tutte le linee Siremar. Come suddividerlo a linee spezzettate?
L’amministrazione comunale di Ustica vigila sulla situazione anche se gli interessi sono molto alti.”

^^^^^^^^^

Informazioni dal Comune

Il 16 ( il 17 è festivo)  le scuole e le autorità parteciperanno alla giornata del tricolore:

– alle 10. 30 monumento dei Caduti – interverranno Sindaco, Preside ( Antonino Raffaele) ed autorità militari

– alle 11.00 visita al Nuovo Museo di Ustica

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.