Ustica, richiesta convocazione Consiglio Comunale straordinario e urgente


Download (DOCX, 43KB)

Nuovo assetto dei collegamenti marittimi del servizio nave che penalizza Ustica – la protesta del Sindaco


LA PROTESTA DEL SINDACO DI USTICA MILITELLO: “E’ INACCETTABILE IL NUOVO ASSETTO DEI COLLEGAMENTI MARITTIMI DEL SERVIZIO NAVE CHE PENALIZZA L’ISOLA”. NAVE OBSOLETA, RIDUZIONE DELLE NAVI (DA 2 A 1) GIOVEDI’ E DA NOVEMBRE, LA DOMENICA, NESSUNA NAVE. SI PROFILA UNA MOBILITAZIONE GENERALE PER RIVENDICARE IL DIRITTO AD UNA MOBILITA’ DELLE PERSONE E MEZZI TUTTI I GIORNI

“È inaccettabile il nuovo assetto dei collegamenti marittimi del servizio nave che penalizza Ustica. Non è consono, né tantomeno accettabile – tuona il Sindaco di Ustica Salvatore Militello – che in una società civile si viaggi con una nave che è senza stabilizzazione, con una velocità max attorno a 9 mg/ora (impiega 4 ore per coprire la tratta, lunga 36 miglia), a garage aperto, adatta ed adibita principalmente al trasporto merci, anche quelle pericolose ed infettanti ed ha, oltremodo, orari di partenza dai porti scomodi per un servizio passeggeri (ore 07,15 da Palermo ed ore 13,00 da Ustica). Mentre sino al 31 dicembre il servizio mezzi veloci è stato prorogato con i consueti assetti, al momento – invece – nulla è cambiato rispetto alla rimodulazione del servizio effettuata dalla Regione Siciliana, in merito al collegamento delle navi”. “Praticamente – sottolinea Militello – durante il mese di ottobre, il giovedì, non avremo più due navi ma solamente una, il servizio regionale (M/T Helga), e da novembre anche il fermo totale delle navi la domenica. Inoltre, spesso, vengono impiegati mezzi di riserva non adeguati e non previsti dalla convenzione, e mezzi che raggiungono una velocità inferiore ai parametri stabiliti”.

Ho appena scritto all’Assessore regionale della Mobilità Marco Falcone – aggiunge Militello – chiedendo un suo intervento considerato che alle mie email pec inviate il 18/9, il 28/9 ed il 02/10/2022 all’Assessorato Regionale Trasporti, al Ministero Infrastrutture e Trasporti, alla Prefettura di Palermo, alla Caronte & Tourist, al momento non si ha alcun riscontro da parte di nessuno. Inoltre, quasi quotidianamente, mi sono sentito con un Funzionario dell’Assessorato regionale della Mobilità, ma anche questi non ha saputo darmi assicurazioni. Ho già informato la Prefettura di Palermo della situazione che si verrà a creare per i disagi che subiranno gli eventuali passeggeri; l’ho già informata dello stato di preoccupazione – conclude il Sindaco Militello – non escludendo la possibilità di uno stato di agitazione che potrà scaturire anche in azioni di sciopero da parte della popolazione, con in testa questa Amministrazione, per far valere quei diritti sacrosanti della mobilità delle persone e mezzi, tutti i giorni e con mezzi adeguati”.           

NIENTE NAVE DOPO 40 ANNI.


Da un comunicato del sindaco apprendiamo che a partite da:

GIOVEDÌ 6 OTTOBRE e per TUTTI i GIOVEDÌ di OTTOBRE NON ci sarà la NAVE Palermo/Ustica e viceversa. 

Che a partire da:

NOVEMBRE NON ci sarà la NAVE Palermo/Ustica e viceversa TUTTI i GIOVEDÌ e ANCHE TUTTE le DOMENICHE. 

Anzi TUTTE le DOMENICHE NON ci sarà ALCUN COLLEGAMENTO affidato alla NAVE e/o TRAGHETTINO. 

Già in consiglio comunale il 29 novembre 2021 avevamo posto il problema e in quel caso il sindaco aveva addirittura glissato l’argomento bollandoci per ALLARMISTI. Caro sindaco AVERE la NAVE 7 GIORNI SU 7 E’ un DIRITTO degli isolani. 

Avresti dovuto informare la popolazione fin da subito, a maggior ragione vista la totale assenza di riscontro da parte degli organi competenti. 

E NON scendiamoi a COMPROMESSI.

NON RINUNCIAMO a un DIRITTO che abbiamo acquisito da PIÙ di 40 ANNI, fin dal 1982. 

NOI siamo pronti alle proteste e agli scioperi con te in prima fila con la fascia a rappresentare la comunità perché soltanto UNITI possiamo raggiungere l’obiettivo. 

Speriamo che non sia troppo tardi.

I consiglieri comunali del gruppo Ustica Domani.

Uniti per Ustica


           Cinque anni fa, poco prima del rinnovo del Consiglio comunale, dal Sindaco uscente Licciardi era partita la proposta, forse un po’ tardiva ma certamente innovativa, di una intesa tra le parti in lizza che portasse gli Usticesi al voto con un programma di lavoro condiviso sui problemi ritenuti più urgenti e cogenti, rappresentativo delle istanze reali dell’intero elettorato traducibile, in buona sostanza, in una ipotesi di lista unica.

           La proposta cadde nel vuoto; la controparte politica la ritenne un inopportuno tentativo di salire sul treno in corsa per la vittoria e non se ne fece nulla malgrado molte voci indipendenti avessero accolto positivamente l’iniziativa e ravvisato in quella proposta, la sola via da percorrere per consentire alla comunità usticese di uscire dalla grave impasse in cui da troppi anni versava.

           Oggi quelle impasse non soltanto non si sono attenuate ma anzi si sono nutrite del tempo trascorso in assenza di significative azioni in grado di invertire la tendenza negativa e della drammatica congiuntura in cui tutti viviamo. Questa volta, in tempo assolutamente adeguato e utile per un proficuo lavoro comune, i Consiglieri di minoranza al Comune rilanciano quella proposta corredandola di una concisa ma realistica individuazione di macro-problemi della cui perniciosa azione è vittima la nostra comunità.

           Qualcuno maliziosamente potrebbe ricordarmi che Virgilio nell’Eneide fece dire profeticamente a Laocoonte la frase tìmeo Danaos et dona ferentes” (“temo i Greci anche quando portano doni”) per indurre i Troiani a non accettare in dono il cavallo greco che consentì con l’inganno la conquista della loro città. Il veggente aveva visto giusto, ma qui non ci sono due popoli nemici in guerra tra loro, ci sono Usticesi che offrono concordia e nuove prospettive per il presente e per il futuro ad altri Usticesi, un’unica comunità ed è cosa ben diversa. 

           Come tante altre volte ho avuto modo di affermare, Ustica non può permettersi sterili contrapposizioni politiche, né vincitori o vinti; il suo destino è più che mai legato ad un tipo di amministrazione solidale che, con occhio attento alla quotidianità della vita di tutti i suoi abitanti, guardi al loro futuro, rifugga dai particolarismi che la politica immancabilmente determina, metta ordine dove sia divenuto necessario, guardi con lungimiranza al futuro e si applichi con spassionata ed appassionata dedizione ai veri, concreti ed ineludibili interessi comuni riconducibili, in ultima analisi, ad una economia stabile e strutturalmente legata ad un turismo di qualità che riporti Ustica ai fasti di un tempo.

            E’ la proposta di una collaborazione attiva e immediatamente visibile ad una pace sociale che unica può consentire una nuova, diversa e finalmente corretta visione di quegli interessi comuni. Credo che questa volta non sia facile eluderla sull’altare di pregiudizi ideologici o di velleità elettoralistiche che non dovessero tener conto della dura realtà del presente o di quella ancor più drammaticamente dura del futuro.

            E’ questo il momento delle prese di coscienza responsabili e coraggiose su come sia possibile perseguire veramente il bene di Ustica e dei suoi abitanti cui far seguire scelte altrettanto responsabili e coraggiose; opporsi a ciò e con ciò indurre una parte della comunità a rifiutare la mano tesa di un’altra parte della stessa comunità potrebbe risultare oggi ed ancor più domani un errore fatale le cui conseguenze  ricadrebbero sulle spalle di chi se ne fosse assunta, seppur in buona fede, la responsabilità ma, soprattutto, sulla testa degli Usticesi.

            Pertanto, dico anch’io: CORAGGIO! PROVIAMOCI.

Sergio Fisco

Collegamenti marittimi regolarioggi da e per Ustica


Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


La prima legge dell’amicizia è di chiedere agli amici cose oneste, e di fare per gli amici cose oneste.

(Marco Tullio Cicerone)

Buon Compleanno


A Salvatore Badagliacco
a  Daniela Licciardi
a  Alessandro Malizia
 i Migliori
Auguri di Buon Compleanno

^^^^^^^^^^^^^

Oggi si festeggia S. Placido.
Auguri a tutti coloro che festeggiano
il loro Onomastico sotto questo Nome.

 

Ustica, COMUNICATO TRASPORTI NAVI


Download (PDF, 781KB)

Ustica, Prima Comunione


SULLO STAGNO DI USTICA (FINALMENTE) E’ STATO GETTATO UN PRIMO SASSO.


Quanto postato dal gruppo consiliare “Ustica Domani” non può che suonare come piacevole musica per le mie orecchie in quanto da tempo immemorabile chi ha avuto bontà e pazienza di leggermi su questo spazio avrà sicuramente memoria di miei ripetuti appelli rivolti agli usticesi a sedersi ad un “tavolo della pace”; riunione in sintonia preparatoria ad una auspicabile  “conversione” ad una <lista unica> in imminenza di locale elezione comunale comprendente qualificate risorse umane disponibili (che non mancano) e  che in loco soprattutto spazzi via una volta per tutte interminabili quanto anacronistici conflitti interni ideologici e spesso anche personali; mai saputo, almeno io, con quanti e quali vantaggi per la comunità isolana.

Ora ho immensamente piacere che qualcosa si muove in questa direzione e per quel pochissimo che possa valere il mio appoggio da oggi sarò al fianco dei componenti del citato Gruppo consiliare con la speranza che Altri (non casuale la “A” maiuscola)  la condivideranno senza pregiudizio alcuno a stretto giro in modo che già fin da subito si possano gettare le basi affinché nel  (presumibilmente) Giugno del ’23 dalla Casa comunale di Via Petriera possano essere messi fuori uso le etichette “maggioranza” e “opposizione” per far posto nei fatti alla parola nuova <UNITA‘>.

Rilevo con gran piacere che, evento mai registrato finora, nell’isola su questo importante tema si è già aperto un costruttivo confronto con appassionati interventi dai contenuti interessanti e misurati che sicuramente nei giorni a venire non mancheranno di moltiplicarsi. Sarebbe da parte di usticesi ed esterni, comunque, un bel e nuovo segnale di sentita partecipazione. A fine dicembre, a “sondaggio” concluso, si tireranno le somme, c’è da augurarsi col risultato nella direzione auspicata. Del resto, continuare a dividersi in un minuscolo contesto territoriale qual è l’isola di Ustica, per giunta in tempi difficilissimi quali quelli che stiamo vivendo e dovremo più avanti affrontare, avrebbe più senso?

Mario Oddo
odmar@libero.it                                                                                                                                                                                          

Ustica, giovani e anziani ed il piacere di stare insieme


Giovani e anziani, il piacere di stare insieme

Uniamoci… le divisioni sono un macigno frenante per lo sviluppo dell’Isola.


Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente il gruppo consiliare di minoranza per aver compreso e accolto il mio appello dello scorso 24 agosto, convinti che le divisioni, specie nel nostro piccolo comune, aggravato dall’essere isola, sono un macigno frenante per lo sviluppo.
Per essere forti, lotteremo per questo, bisogna superare vecchie e sciocche rivalità per poter portare avanti idee e progetti condivisi, per rilanciare il turismo che è il motore intorno al quale si muove l’intera economia dell’Isola.
Gli intenti comuni vertono principalmente su pochi punti quali la vita sociale, il decoro urbano e l’accoglienza, i trasporti marittimi, la sanità, la scuola.
Se il progetto è fattibile cominciamo a meditare.
Giovanni Palmisano talebano

Buon Compleanno


A Eduardo Pereposti
a   Michele Bertacci
a   Rosalia Amoroso
a    Ercole Gargano
a    Alessandra Giuffria i Migliori
Auguri di Buon Compleanno

^^^^^^^^^^^^^

Oggi si festeggia S. Francesco d’Assisi.
Auguri a tutti coloro che festeggiano
il loro Onomastico sotto questo Nome.

 

Aforisma, Citazione, Proverbio del giorno


Tutti per uno e uno per tutti, uniti noi resistiamo divisi noi cadiamo.
(Alexandre Dumas)

Ustica, tramonto


Ustica, tramonto

USTICA: unità e comunità d’intenti. PROVIAMOCI


Stiamo attraversando un periodo di incertezza economica e sociale e questo stato di cose ci impone, a nostro avviso, di pensare che soltanto con uno spirito unitario si possa guardare al futuro di Ustica. 

Tutti sappiamo quali sono i settori cruciali:

  • Vita Sociale 
  • Trasporti  
  • Sanità
  • Scuola

Proviamo, senza pregiudizio alcuno, a incontrarci e a impegnarci per il futuro amministrativo di Ustica costruendo un PROGRAMMA CHIARO, FATTIBILE e CONDIVISO. 

Troviamo le forze migliori per attuarlo. 

È certamente una sfida, ma siamo una comunità forte e siamo certi che ne valga la pena.

Il gruppo consiliare Ustica Domani.

Variazioni orari sulla linea Ministeriale Ustica/Palermo (ALD/1)


  1. Per i mesi di Ottobre/Novembre/Dicembre 2022 il lunedì si anticipa la partenza da Ustica per Palermo alle ore 6.30
  2. Per i mesi di Novembre/Dicembre 2022 si postica la partenza da Palermo per Ustica solo il Venerdì alle ore 15.30

Download (PDF, 152KB)

Ustica, meritato riposo di Padre Carmelo durante i duri e faticosi scavi e la ricerca di reperti archeologici al Villaggio Preistorico dei Faraglioni


Ustica, Meritato riposo di Padre Carmelo durante i duri e faticosi scavi e la ricerca di reperti archeologici al Villaggio Preistorico dei Faraglioni

Intervento elisoccorso


Questa mattina è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso

A nonna G.S.  i migliori auguri di pronta guarigione

 

 

 

Ustica trivellazione contrada Tramontana sopravia, trovata acqua salmastra


Ustica trivellazione contrada Tramontana sopravia, trovata acqua salmastra