Ustica anni ’60 – bambini festeggiano il secondo compleanno, chi sono?


bambini festeggiano il secondo compleanno

Ustica, foto ricordo con il vescovo


Ustica, foto ricordo con il vescovo

collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Credersi il proprietario di una donna è puerile: una donna non appartiene a nessuno.
Frédéric Dard,

Ustica, Faro Punta Cavazzi, tramonto


Ustica, faro Punta Cavazzi, tramonto

Lutto

Questo pomeriggio a Palermo è passata ad altra vita all’età di 58 anni Patrizia alba

Ad Attilio, alla figlia Giulia e ai tanti che Le volevano bene le più sentite condoglianze 

^^^^^^^^^^^

CONDOGLIANZE

Da Milano Costantino Tranchina 

CIAO PATRIZIA  ALBA LICCIARDI, la tua tenacia ci aveva convinti che la tua forza era imbattibile regalando gioia e allegria ogni volta che ci rivedevamo nella nostra USTICA . ti ricorderemo sempre Patrizia ad Ad ATTILIO E GIULIA un grande abbraccio ,sentite condoglianze, la ricorderemo sempre come nella sua ultima foto Costantino ,Natalina , Patrizia e Pietro e tutti i nipoti.

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Domani 

Cara Patrizia,

la tua forza e la tua tenacia nell’affrontare questa lunga malattia ci ha illusi che avresti superato anche questi momenti duri. Così non è stato, ma vogliamo dirti grazie perché la tua presenza costante e discreta è stata importante per noi. Siamo più tristi, ma vogliamo far tesoro del tuo sorriso, della tua dolcezza e determinazione nell’andare avanti nonostante tutto.

Ci stringiamo ad Attilio che ti ha sempre protetto e accudito e a Giulia che, seppur è cresciuta nella paura, siamo certi che andrà avanti con lo spirito indomabile che le hai trasmesso.

Renato, Tania, Vittoria

^^^^^^^^^^^^^^^

Da Roma Massimo Maggiore

Costernati, partecipiamo al grave lutto di Attilio, Giulia e della loro intera famiglia per la prematura perdita di Patrizia, con sincero dolore ed un fraterno abbraccio. Massimo Maggiore e famiglia.

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Giovanni Martucci

Carissimo Attilio, come sai anch’ io alcuni anni fa’ ho perso la compagna della vita e so cosa significa rimanere soli. Mi dispiace tanto e condivido in pieno il tuo dolore. Ti invio le mie piu’ sentite condoglianze, unitamente a tua figlia.

Ustica, scenario insolito con una marea così bassa

scenario insolito con una marea così bassa

 

Tornano in funzione le camere iperbariche di Ustica e Lampedusa


di Ignazio Marchese
BlogSicilia.it

Ustica, camera, iperbarica

Tornano in funzione le camere iperbariche di Ustica e Lampedusa. Un po’ in ritardo rispetto agli anni pre covid, quando le strutture erano operative dal primo maggio, ma in anticipo rispetto allo scorso anno quando in piena pandemia camere iperbariche furono operative solo a luglio.

“E’ il segno che a poco a poco si torna alla normalità – dice Calogero Agrò responsabile delle camere iperbariche dell’Asp di Palermo – Del resto a Ustica e a Lampedusa sono già tornati i sub e le strutture devono essere pronte in caso di necessità.

Oggi stesso ho già fatto un sopralluogo nell’isola di Ustica e conto in questi giorni di andare a verificare anche la camera iperbarica di Lampedusa. Questi reparti in passato hanno salvato la vita a tante persone che hanno avuto problemi in mare, ma anche a quanti sono rimasti intossicati a causa di incendi o da monossido di carbonio”.

Fonte: BlogSicilia.it

Ustica anni ’60 – festeggiamenti al comune premio Isola di Ustica


Ustica vista dalla nave arrivando da Palermo


Ustica vista dalla nave arrivando da Palermo

Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


“Nulla al mondo è più pericoloso che un’ignoranza sincera ed una stupidità coscienziosa.”
MARTIN LUTHER KING

Buon Compleanno

 


A Maurizio Carsani
a  Giuseppe Maraventano
a  Gilda Pisa
a Vitaliano Fusco
a  Alfonso Iovane i Migliori
Auguri di Buon Compleanno

 

 

 

Ustica agosto 2013 – a seguito della processione di san Bartolo.


a seguito della processione di san Bartolo 2013.

Ustica 1934 – foto ricordo


Ustica, foto ricordo 1934

Dove si trova in Sicilia “Il Mare più bello 2021”: tra isolette e coste a Cinque (e Quattro) Vele


L’isola si colloca tra i comprensori più belli del nostro Paese. La guida, annuale, è curata da Legambiente e Touring Club Italiano. Quali sono In Sicilia le “regine”, per il 2021

da Balarm.it
La redazione

Il tanto atteso report, stilato ogni anno da Legambiente e Touring Club Italiano, relativo al “Mare più bello” svela, ancora una volta, i comprensori balneari più belli e sostenibili della Penisola.

La ventunesima edizione della guida sottolinea, ancor di più quest’anno, i temi della sostenibilità che, da sempre, sono tra i principi ordinatori della Guida.

Il Mare più bello 2021 propone il racconto di 45 tra le più belle zone balneari del nostro Paese, selezionate fra un centinaio di comprensori turistici.

La Sardegna è risultata quest’anno la regione più premiata con ben sei comprensori a Cinque Vele; importanti anche i riconoscimenti ottenuti da Sicilia,Toscana, Puglia e Campania.

In Sicilia le regine, per il 2021, con Cinque Vele sono le isole di Pantelleria (17esimo posto) e Salina (7° posto)

Nel complesso sono 98 i comprensori turistici messi in classifica da Legambiente e Touring Club Italiano e valutati in base ai dati sulla gestione dei servizi da parte delle amministrazioni locali e la qualità del territorio (presenza di aree protette marine o terrestri) e integrando queste informazioni con le valutazioni espresse dai Circoli locali dell’associazione e dall’equipaggio della Goletta Verde.

Il giudizio attribuito a ciascun comprensorio va dalle Cinque Vele, assegnate ai migliori, fino a Una Vela per i territori che comunque raggiungono la sufficienza dei voti. I parametri sono divisi in due principali categorie: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi.

La scelta degli indicatori e la loro attribuzione a differenti macroaree ha tenuto conto di requisiti chiave, definiti in ambito europeo con il contributo della rete delle ecolabel che seguono i criteri del progetto Life “VISIT”.

Sempre in Sicilia, però, molte Quattro Vele (altrettanto prestigioso come riconoscimento) sono state assegnate a diversi comprensori in grado di coniugare un territorio di qualità con gestione dei servizi di buon livello.

Le Quattro Vele sventolano, in Sicilia, nell’arcipelago delle Egadi, nel Golfo di Noto e sul litorale a nord di Trapani.

In particolare nel litorale Trapanese sono stati individuati: San Vito lo Capo, Custonaci ed Erice; e poi le isole Egadi.
Nel golfo di, invece, Noto e Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano.

Seguono, con Tre Vele, le Isole Pelagie, Lampedusa e Linosa, nel Messinese; Ustica (Pa), Lipari (Me). Nella costa agrigentina
Menfi, Realmonte, Sciacca e Siculiana.

Con Due Vele sono stati individuati i comprensori di: Cefalù e Pollina (Pa), Castellammare del Golfo e Balestrate (Pa)
Mazara del Vallo, Campobello di Mazara del Vallo, Marsala e Selinunte (Tp).

Chiudono, con Una Vela, Brolo, Capo d’Orlando, Gioiosa Marea, Patti, Sant’Agata Militello, Piraino (Me); Ragusa, Modica, Scicli, Ispica e Pozzallo (Rg); Cinisi e Isola delle Femmine (Pa); Taormina e Acireale (Ct e Me).

Fonte: Balarm.it

 

Ricordo di un carissimo indimenticabile Amico


E così te ne sei andato. Te ne sei andato anche tu.

Oggi sto rivivendo lo stesso stato d’animo di 35 anni fa, quando a lasciarmi fu mio padre.

La stessa sensazione di vuoto, di consapevolezza che domani sarà diverso.

Ma anche oggi, come allora, non sono triste, sono molto addolorato certo ma non triste.

Non sono triste perché so di avere mille e mille aneddoti, situazioni, frasi che mi ricorderanno sempre la tua allegria, il tuo umorismo e i bellissimi momenti trascorsi in compagnia dei nostri amici.

Sarà dura non sentire più la tua voce chiamare…Paluu… Quando mi chiamavi ti sentivano fino a Tramontana!

Le risate a crepapelle per i nomi che storpiavi… Ricordo una volta, pranzando assieme davanti alla televisione, stavano trasmettendo una pubblicità ma non feci subito caso di cosa si trattava. Ad un certo punto mi chiedesti: Palu, dimmi un po’, ma che sapore ha stu Yoigis… io non mai l’ho assaggiato. Mi resi poi conto che lo Yoigis era lo yogurt. YOGURT, “Zio Angelo…si dice YOGURT!”

“Ecco, con te non si può sbagliare di una sillaba!”

Mi mancherà da morire il non vederti apparire nel mio giardino, dall’ingresso che dà verso casa tua quando, rientrando dal paese verso le 11.00 e sentendo vociare, entravi e ti sedevi con noi e i nostri ospiti per un caffè o un grappino. Dopo solo dieci minuti eri tu che tenevi banco. Non importa se c’erano italiani, francesi tedeschi o giapponesi, eri tu l’anfitrione!

Sono sicuro che ora, seduto a tavola con San Pietro, gli angeli e i santi, sarai sempre tu a dominare la scena e a farli ridere tutti come matti.

Dolore, certo ma non tristezza. Penso che sia lo stesso stato d’animo che provano tutti quelli che oggi sono qui per darti l’ultimo saluto. Tutti ricorderanno con grande serenità e grande affetto la tua voce e la tua presenza in piazza.

Ci sono uomini che vivono tutta la loro esistenza senza dare importanza all’amicizia, al piacere di stare assieme, al piacere di donare. Vogliono stare soli e pensano che l’unica cosa per cui valga la pena vivere è il successo e l’accumulare ricchezza. Spesso non sono mai contenti e vogliono sempre ottenere di più. Quando poi arriva il loro momento e lasciano questa terra, muoiono, semplicemente muoiono. E molte volte, con il tempo, muore anche il loro ricordo.

Altri invece vivono con la serenità e la pace nell’animo. Non hanno grandi aspirazioni, anche se lavorano duramente per migliorare il loro tenore di vita e quella dei loro figli. Amano il loro lavoro e la loro terra e sono felici di quello che riescono a realizzare. Sono generosi, donano senza necessariamente chiedere qualcosa in cambio. Anche per loro giunge la fine, ma con una grande differenza: loro non muoiono. Sono immortali.

Angelo, tu sei uno di questi uomini.

Ci sarà sempre qualcuno che guardando un viso sorridente e felice penserà a quello tuo.

Ci sarà sempre qualcuno in piazza che, sentendo una voce squillante e allegra, penserò a quella tua e ti cercherà con lo sguardo tra la gente.

Ci sarà sempre qualcuno che, guardando una pubblicità dello yogurt, ti sorriderà.

Ciao Angelo, ti voglio bene.

Paulo Piumatti (Paluzzu)

Ustica, nasce bene la nuova Pro Loco


Con ben 25 fondatori e decine di “promessi soci”, nasce bene la nuova Pro Loco Ustica, che ieri, nella piazza del paese, si è presentata alla cittadinanza dopo tre mesi di preparazione sul web. Metà di loro sono residenti a Ustica ed alcuni sono anche nativi, benché oggi si nasca prevalentemente a Palermo, in mancanza di un punto nascita sull’isola. Non mancano gli amanti della Perla Nera del Mediterraneo, da Roma, Milano e Palermo.

Ora, dopo le registrazioni di legge e l’iscrizione all’unione nazionale delle pro loco, l’associazione lancia le sue idee ed attività: per cominciare, prolocoustica.com, per raccogliere sotto un unico ombrello le decine di iniziative estive e le mille bellezze dell’isola. Un flusso di informazioni continuo per soci e per i visitatori. Una campagna per associare tutta l’isola. La sinergia con altre associazioni ed istituzioni per moltiplicare i risultati: dal movimento Pro Liberty per la battaglia su tariffe e sconti sui trasporti, alla DonneDiMare per iniziative sulla pesca sostenibile, l’ambiente e la valorizzazione del lavoro femminile. Rapporti continui con le istituzioni: dal Comune con una funzione di stimolo e sostegno, alla AMP. E si vogliono mettere in rete tutte le realtà associative ed imprenditoriali dell’isola. Mai da soli per la crescita di Ustica. Tra i consiglieri, anche due giovanissimi imprenditori usticesi, che rappresentano un futuro che vogliamo: restare nel proprio paese e farlo prosperare.

Per maggiori  info: 329 2175127

Ustica, gli sposi Antonio e Grazia in una foto ricordi con i genitori


gli sposi Antonio e Grazia in una foto ricordi con i genitori

Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica