Ustica dall’album dei ricordi Nov, 1966 – Roberto con bambino, chi è?


Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


La nostra reputazione dipende da quello che diciamo non meno che da quello che teniamo nascosto.
(Roberto Gervaso

Letture al Tramonto – Roberto Alajmo presenterà il suo libro “l’arte di annacarsi”

 

Domani giovedì 31 luglio alle 19,00 presso l’ agriturismo Hibiscus  sarà ospite Roberto Alajmo  che presenterà il suo libro” l’ arte di annacarsi” edizioni laterza. Roberto Alajmo è  scrittore e intellettuale siciliano,attualmente direttore al teatro Biondo di Palermo,noto e apprezzato nel panorama letterario nazionale . L’iniziativa chiude il ciclo degli appuntamenti “letture al tramonto” organizzato da Qanat e visitustica che ha visto numerosi scrittori alternarsi sull’isola per presentare le loro opere presso i locali del circuito visitustica .

Domani giovedì 31 luglio alle 19,00 presso l' agriturismo Hibiscus  sarà ospite Roberto Alajmo  che presenterà il suo libro" l' arte di annacarsi" edizioni laterza. Roberto Alajmo è  scrittore e intellettuale siciliano,attualmente direttore al teatro Biondo di Palermo,noto e apprezzato nel panorama letterario nazionale . L'iniziativa chiude il ciclo degli appuntamenti "letture al tramonto" organizzato da Qanat e visitustica che ha visto numerosi scrittori alternarsi sull'isola per presentare le loro opere presso i locali del circuito visitustica .

 

 

Festeggiamenti matrimonio Roberto Patricolo


[ id=20827 w=320 h=240 float=center]

Auguri di compleanno a Gabriele e Roberto Picone

IMG_6002      Immagine 088

I nonnni, papà , mamma, Alessia inviano i migliori auguri ai due futuri ometti di sette anni

A hug

Riceviamo e pubblichiamo

Precisazioni su alcune affermazioni… fantasiose!

(Roberto Rizzuto) Occorre fare chiarezza su alcune affermazioni – rese in buona o in cattiva fede – che si leggono in queste ore su diverse piattaforme digitali a proposito del sottoscritto e di Buongiorno Ustica.

Veniamo allo spunto più recente, ovvero quello offerto dal provvedimento con cui l’AgCom ha ordinato la pubblicazione, sul nostro giornale, della delibera n.405/13/Cons.

Tale provvedimento – lo diciamo a beneficio di quanti non hanno avuto il tempo o la pazienza di leggere l’intero testo – non ha alcuna implicazione di natura penale o pecuniaria, né per il sottoscritto, né per la testata Buongiorno Ustica. In questa vicenda, l’unico obbligo per noi rimane, appunto, la pubblicazione della delibera in questione: ciò dà la misura della consistenza della violazione contestata.

Un’altra precisazione va fatta a beneficio di chi – in cattiva o in buona fede – sostiene che la testata Buongiorno Ustica sia ufficialmente diventata la “voce” dell’Amministrazione comunale. In realtà, particolare che forse è sfuggito ai distratti, un incarico di collaborazione esterna in materia di comunicazione a titolo gratuito è stato conferito dal sindaco Attilio Licciardi al sottoscritto, inteso come persona fisica, e non appunto al giornale, che va avanti con la linea editoriale di sempre, improntata sul dare notizie.

Tanto si doveva per mettere il freno alle numerose affermazioni fantasiose che capita di leggere in giro…

 


 

Maria Errante e Roberto Militello


[ id=16988 w=320 h=240 float=center]

Auguri speciali a Roberto e Gabriele Picone


[ id=10290 w=320 h=240 float=left] A Roberto e Gabriele un augurio speciale per il loro sesto compleanno, di tanta gioia, felicità e fortuna da parte di mamma, papà, nonni, zii ed in particolar modo dalla sorellina Alessia.

Roberto Militello – Sassofono


[ id=11533 w=320 h=240 float=center]

^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Montecosaro Mariangela Militello

Andavo pazza per quelle “onde” sui suoi capelli..

Splendido zio…Mi manchi tanto…

Mariangela

 

Auguri speciali a Roberto e Gabriele Picone


[ id=10290 w=320 h=240 float=left] A Roberto e Gabriele un augurio speciale per il loro sesto compleanno, di tanta gioia, felicità e fortuna da parte di mamma, papà, nonni, Francesca ed in particolar modo dalla sorellina Alessia.

Matrimonio


[ id=9851 w=320 h=240 float=center]

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Carmelina Caserta

Buongiorno a tutti…..

stò guardando in questo momento la foto, non ero sicura se fosse mia zia Rosa e mio Zio Roberto, ma guardando bene si, sono loro in questa foto e in basso a destra, fra lo sposo e Mario…. la piccolissima damigella… io…,mi risonosco solo dal fatto che ho una foto con quella faccina tonda e paffutella, con quel fiocco in testa e vestita da damigella…emozionante, al mio solito non ricordo, ma guardare questa foto.. che dire… sono emozioni..!!!!! Grazie

 

 

Sull’inquinamento Acustico ad Ustica – riceviamo e pubblichiamo


Sull’inquinamento acustico a Ustica non abbiamo le allucinazioni…

Con riferimento alla nostra inchiesta sull’inquinamento acustico a Ustica, ilsindaco Aldo Messina, nei giorni scorsi, ha diramato alcuni comunicati che, lo diciamo senza voler accendere una polemica e partendo dal presupposto della sua buonafede, forniscono un’interpretazione fuorviante, sotto certi aspetti antitetica, rispetto alla realtà dei fatti. Tali comunicati hanno trovato spazio sul nostro e su altri canali informatici. Questi altri canali, tuttavia, ignorando il punto di partenza della vicenda e le evidenze emerse dai nostri articoli, hanno contribuito a offrire una visione parziale della questione. Al fine di fare chiarezza sulla vicenda, riteniamo utile tornare sull’argomento, accorpando in un unico articolo le informazioni più significative che, a riguardo, abbiamo raccolto fino a oggi.

USTICA, L’INQUINAMENTO ACUSTICO C’È: LO CERTIFICA L’ARPA. In una nota del 4 luglio, il sindaco Messina, commentando un articolo di Frances Barraco sull’inquinamento acustico nel centro abitato di Ustica, scriveva di non avere “nulla di ufficiale relativamente alla rumorosità della strada più volte lamentata”, che “è in corso una misurazione fonometrica ambientale”  e che “quando avremo i dati obiettivi potremo fare affermazioni”. Abbiamo dunque fatto presente al sindaco, e ai lettori, che una rilevazione ufficiale del fenomeno si è conclusa nel settembre scorso. A condurla è stata l’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, dal 27 gennaio al 4 febbraio 2010 e dal 6 agosto all’8 settembre 2010. Il 27 gennaio 2011, sono stati quindi trasmessi i risultati – dai quali emergono valori, sia diurni che notturni,superiori ai limiti di legge – ai cittadini che ne avevano fatto richiesta, allo stesso sindaco di Ustica e ai dipartimenti Urbanistica e Ambiente Arta.
Nella relazione finale dell’Arpa, che proponiamo per intero ai lettori, si afferma, tra l’altro, che il rumore rilevato è prodotto principalmente da traffico veicolare. Il sindaco, per sua stessa ammissione, ci ha quindi risposto che tale documento era sfuggito all’attenzione della sua amministrazione e ha chiesto, in segno di trasparenza, che venisse scannerizzato e pubblicato, cosa che peraltro avremmo fatto comunque.

I LIMITI DI RIFERIMENTO SONO QUELLI PREVISTI PER LA “ZONA A”. Preso atto dell’ esistenza di questa relazione ufficiale, in una nuova nota del 5 luglio, il sindaco Messina ricordava, tra l’altro, che il Dpcm del 1° marzo 1991 fissa in 70 dBa il limite per la rumorosità diurna e in 60 dBa quello per la rumorosità notturna. “Livelli – scrive il sindaco – che non vengono raggiunti a Ustica dalle rilevazioni da voi pubblicate”. L’area monitorata, tuttavia, proprio ai sensi del decreto menzionato dal sindaco, può essere classificata come
“zona A”, i cui limiti sono 65 dBa nel tempo di riferimento diurno e 55 dBa nel tempo di riferimento notturno (come spiega lo stesso Messina nella nota, la differenza in rilevazione fonometrica tra 65 e 70 dBa non è minima, ma sostanziale). La relazione dell’Arpa, quindi, in modo chiaro, afferma che sia i valori notturni che quelli diurni (livello equivalente) relativi al rumore riscontrato sono superiori ai limiti previsti dall’articolo 6 del decreto per la zona A di classificazione del territorio comunale.

LA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO USTICESE. Il sindaco Messina, con un terzo comunicato, ammette: “La nota dell’Arpa recita in effetti che, non avendo il Comune (nel 1991, epoca della legge) suddiviso in zone il territorio, ci si comporta in tutto il territorio come se fosse zona A. A parte che non sapevo come si fosse comportato il Comune nel 1991, continuo a dire che è folle! L’area A è quella delle zone particolarmente storiche e artistiche, per capirci la Valle dei templi, attorno alla quale c’è silenzio.
Ma non ha senso cercare quel silenzio in un centro urbano. Dovrei proibire a tutti, anche ai bar, di mettere musica. Ma credete sia una scelta saggia? Riflettiamo sulle cose non vedendole come singole, ma nella loro globalità. Ricordate quando vi dicevo dei problemi visti come isole nelle isole? Per capirci in termini semplici: la voce umana è 65 dB; un concerto 100 dB; un aereo che decolla 120 dB; e del dissalatore e della Centrale elettrica? Più facile valutare la possibilità postuma di suddividere in zone il territorio.
In realtà non so neanche se è delibera di Giunta o di Consiglio. Ma secondo voi gli altri Comuni cosa hanno fatto?”.
Anche su queste affermazioni va fatta una puntualizzazione sostanziale. Stando ai riferimenti temporali riportati dalla relazione dell’Arpa, la mancata classificazione acustica del territorio da parte del Comune di Ustica (che fa dei limiti individuati nel 1991 quelli applicabili sull’isola) sembrerebbe essere addebitabile proprio alla gestione Messina. Scrive l’Arpa: “Il Comune di Ustica non ha effettuato la classificazione acustica del territorio secondo le linee guida emanate dalla Regione Sicilia (pubblicate su Gurs parte I n.50 del 19 ottobre 2007) e pertanto, ai sensi dell’articolo 8 del Dpcm 14 novembre 1997, i limiti applicabili sono quelli previsti dall’articolo 6, comma 1, del Dpcm 1° marzo 1991”. Dunque, leggendo quanto scrive l’Arpa, emerge che, nell’ ottobre del 2007, la Regione ha emanato le linee guida sulla classificazione acustica del territorio. Non avendo il Comune proceduto alla classificazione stessa, per individuare oggi i limiti validi per Ustica, si deve risalire, per l’appunto, alle prescrizioni del 1991.

Roberto Rizzuto

Buongiorno Ustica

^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Palermo il Sindaco Aldo Messina

Corretta la ricostruzione del problema rumore ad Ustica riportata sopra.

Non mi risulta che qualcuno abbia informato il Camune della emanazione di linee guida né che altri Camuni abbiano ottemperato a tale obbligo. Probabilmente siamo ancora in tempo a farlo e lo faremo.

Confermo che a mio parere limitare la rumorosità in tutto il territorio come se fosse “A” è pericoloso per lo sviluppo economico dell’isola. Ma a tal proposito vorrei sapere cosa ne pensano gli altri cittadini. Non vi è dubbio che mi stia assumendo delle responsabilità ( ma questo è normale per chi ricopre delle cariche) e questo ha un senso se l’azione è condivisa dai cittadini. Viceversa non capisco perché dovrei.

In ogni caso , essendo che il problema è sorto da considerazioni di tipo sanitario, non mi risulta alcun danno dimostrabile per esposizioni a rumore inferiori agli 80-85 dB Leq ( ad esempio sotto gli 80 dB non è fatto obbligo per i lavoratori di indossare le cuffie).
Ciò premesso a questo punto mi sembra pertanto utile sentire altri pareri sul tema.
Ritenete che l’amministrazione debba chiudere il centro dell’isola e limitare l’emissione anche degli spettacoli musicali a 65dB?
quali gli interventi da intraprendere qualora dissalatore e centrale elettrica superassero questi limiti?
ovvero pensate sia meglio innalzare i livelli di rumorosità consentiti a 70 dB ( come previsto dalla legge per tutto il territorio nazionale)?
Desidero ricordare che la mia abitazione ad Ustica è sita su un bar che spesso ( anche i inverno) usa intrattenere con della musica anche la notte. Mai richiesti controlli. Mi metto a letto e dormo.
Anche il traffico veicolare non mi riguarda: non uso l’auto.
Sentire il parere di tutti è democrazia, sentire l’opinione di pochi può essere fuorviante.

Aldo Messina

^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Marco Daricello

Non direi che Ustica sia un posto rumoroso… Gli spettacoli: vorrei sapere chi andrebbe ad un concerto dei Pink Floyd sapendo che il volume sarà ridotto a 65dB… praticamente il volume dello stereo di una macchina…

E poi, il rumore prodotto dalle vetture… Anche a me piace il silenzio, la tranquillità…. però non esageriamo, le vetture passano una alla volta, viste le dimensioni della carreggiata, il traffico (tranne all’arrivo della nave) non è mai esagerato…. insomma, danni da inquinamento acustico…. allora chi abita nelle metropoli che dovrebbe dire?

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Maria Teresa Giordano

Condivido pienamente l’opinione del sindaco:limitare la rumorosità in tutto il territorio sarebbe certamente deleterio per lo sviluppo economico dell’isola!

Consentire spettacoli serali, lasciare che i locali possano intrattenere i propri clienti con un sottofondo musicale giova al benessere dell’isola:quale miglior modo di concludere una piacevole giornata estiva?

E poi credo che ad Ustica nessuno abbia mai lamentato “danni da inquinamento acustico” semmai qualche piccolo problema di intolleranza ed insonnia…

^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Secondo il mio parere si parla troppo e questi dibattiti non offrono purtroppo nessuna soluzione. Anche se emerge che i rumori sono piu’ elevati del limite consentito dalla legge cosa in effetti ci puo fare il Sindaco ? Bloccare il traffico non si puo fare…pero’ chiudere il traffico dalle 9:00pm alle 6:00 e’ normale come si e’ sempre fatto. Ci vorrebbe una bacchetta magica e fare diventare tutti i mezzi elettrici e le marmitte renderle silenziose a decibel zero. Molto improbabile. Si puo’ in effetti dimezzare il traffico con circolazione alternata a seconda delle targhe pari o dispari e i genitori potrebbero dire ai ragazzini di limitare l’uso dei motorini almeno in estate e gli adulti potrebbero anche un po’ autodisciplinarsi…..Se sbaglio o qualcuno ha altre idee si faccia avanti.

La soluzione vera a lungo termine e’ lo “SVINCOLO ” lasciamo lavorare e concentrare il Sindaco sullo svincolo, sperando che si faccia presto, altrimenti fra cinque anni saremo ancora qui a dibatterci.

 

 

 

 

 

Lutto


Questa mattina ad Ustica è morto, all’età di 78 anni, Roberto Militello. I Funerali si svolgeranno  nella Parrocchia San Ferdinando Re di Ustica alle ore 09,00 di lunedì prossimo e saranno celebrati da Padre Lauro Vattuone. Alla moglie Maria ed ai figli Salvatore, Angela Rita e Serena che Amorevolmente, specie in questo ultimo periodo, Gli sono stati vicini, le più sentite condoglianze.

 

^^^^^^^^^^^

 

COMMENTI:

Da Montecosaro (MC) Mariangela Militello

Caro Salvatore,

inutile esprimere il mio dispiacere per non avere avuto la possibilità di dare l’ultimo saluto a tuo padre, ma credimi ho veramente rivissuto un altro distacco….

Anche mio padre, nel suo piccolo, ha dato a qualcuno la possibilità di “mangiarsi” un pezzo di pane e nell’ultimo saluto, si è annullato il sentimento che fa di un uomo un essere vero e leale: la riconoscenza, il rispetto….

Ne ho un po’ sofferto, ma oggi, leggendo la tua nota di ringraziamento, ho capito che tale assenza ha evitato non solo alla mia famiglia ma anche a mio padre, di assistere ad un falso cordoglio…….e ringrazio per non aver presenziato….

Ti sono grata per questa piccola lezione di vita….

Con affetto. Mariangela

^^^^^^^^^^

Da Palermo Gaetano Nava

Caro Salvo, ho letto la tua risposta ai vari ringraziamenti,che hanno accompagnato il “Vostro dolore” per la perdita del caro Roberto,ti ricordo solo una cosa, che “LA MAMMA DEGLI IPOCRITI E’ SEMPRE INCINTA” Un caro saluto a te e tutti i tuoi
Gaetano

^^^^^^^^^

Da Ustica Salvatore Militello – Ringraziamenti –

Caro Pietro,
a nome mio e di tutta la mia famiglia desidero ringraziare te e tutti coloro che si sono uniti sinceramente al nostro dolore per la perdita del nostro Caro.
Proprio tutti, anche quelli che grazie a mio Papà oggi continuano a “mangiarsi” un pezzo di pane e che hanno avuto il coraggio di non dare l’ultimo saluto a colui che gli ha consentito ciò e ci hanno evitato ipocrisia.
Non credevamo che Papà avesse tanti Amici veri e così pochi “amici ipocriti”.
Io che ho vissuto quotidianamente con Papà, sia come figlio sia come collaboratore nel Suo lavoro per più di 40 anni, posso sicuramente affermare che davvero un’altro pezzo di Storia dell’Isola ci ha lasciati.
Non ci sono parole per ringraziare tutti coloro che ci sono stati vicini in un momento così difficile.

Salvatore e Famiglia

^^^^^^^^^^^

Da Franco D’Angelo detto Scjabbica

unito al vostro dolore per la scomparsa del grande ( zu’ roberto),faccio le piu’ sentite condoglianze ai figli, Salvatore e Angela Rita e alla moglie Maria.

^^^^^^^^^^

Da Verona Giuseppe Giacino

Vi siamo vicini in questo doloroso momento.
Un abbraccio sentito da tutta la famiglia Giacino

^^^^^^^^^

Da Cerignola Rosalba Longo

Ciao Roberto, sincero e caro amico per tutta la nostra famiglia. A Maria, Salvatore, Angela Rita, e tutti i nipoti giungano le nostre piu’ affettuose condoglianze .

Rosalba Longo e famiglia

^^^^^^^^^^^

Da New Orleans Maria Compagno Bertucci

A Te Maria ed ai tuoi figli giungano le mie più sentite condoglianze per la morte del caro amico Roberto
Maria

^^^^^^^^^^

Da Taormina Carlo Natale

La notizia della scomparsa di Roberto mi ha molto rattristato, anche perché giunta inaspettata malgrado le sue cagionevoli condizioni di salute degli ultimi tempi. Roberto lo ricorderò sempre con affetto e simpatia in quanto, da giovani, eravamo molto vicini e abbiamo trascorso insieme periodi molto belli. Fino all’ultima volta che ci siamo incontrati (l’estate scorsa a Ustica) abbiamo parlato dei bei tempi, del comm. Gargano, che a noi riservava qualche privilegio, della pesca a totani, di notte, con Gigi Corvisieri, e degli scherzi e risate che ci siamo fatti in determinate occasioni.
Ma oltre a questo Roberto lo ricorderò per la sua serietà, correttezza e umanità. Con lui se n’è andato un’altro personaggio dell’Isola!!! Purtroppo questa è la vita!!!
A Maria, Salvatore, Angela Rita, Serena, e ai nipoti giungano le più sentite condoglianze da parte mia e di Marion.

^^^^^^^^^

da Carmela Patrizia Gioè

La notizia della perdita di mio padrino mi addolora molto. A mia madrina e ai Figli giungano il mio pensiero e il mio cordoglio.
Con affetto tua figlioccia Carmela e dai miei genitori Maria Falanga e Salvatore Gioé

^^^^^^^^^^^

Da Pagani Gaetano Calderaro

Roberto Militello, un altro amico che se ne va. Alla famiglia la mia vicinanza e le più sentite condoglianze.
Gaetano

^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Un pensiero particolare alla carissima Maria Errante per la perdita del marito, al figlio Salvatore, alla figlia Angela Rita e al nipote Roberto che porta lo stesso nome “pesante” del Nonno e a tutti i Familiari” .

Nuccio

^^^^^^^^^^

Da Ustica Giuseppe Ailara

apprendo con grande dolore la scomparsa dell’amico Roberto,avere chiesto informazione delle condizioni di salute il giorno 7 giugno al figlio Salvatore, mi confermava il cattivo stato di salute. Desidero esprime il mio affetto e vicinanza alla Moglie Maria e Figli. Sentite condoglianze da parte Mia e della mia famiglia.

Pino

^^^^^^^^^^

Da Palermo Giovanni Martucci

La notizia della perdita del caro Roberto mi rattrista e mi addolora molto. Quando si perde un vero amico di famiglia, con il quale si sono trascorsi assieme molti momenti della vita, anche una parte di noi viene a mancare. Roberto un grande abbraccio ed un affettuoso ” CIAO “. Ai familiari, con i quali condivido moralmente il dolore di questo triste momento, giungano un abbraccio di affettuoso conforto e le mie più sincere condoglianze. Giovanni  e famiglia.

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Gaetano Nava

leggendo “Ustica sape” questa mattina ho appreso con molto dispiacere della morte dell'”AMICO ROBERTO”.E’ stato il mio primo maestro di lavoro, ho mosso i primi passi alla sua agenzia, insegnandomi a scrivere a macchina, nel lontano 1964, pochi mesi dopo sono partito per arruolarmi in Aeronautica.Rivolgo anche a nome di mia moglie le più sentire condoglianze a Maria, Salvatore e Angela Rita,
Gaetano

^^^^^^^^^^^

Dalla Germania Giovanni Picone

Le nostre piu sentite condoglianze alla Signora Maria e Figli .

^^^^^^^^^^^

Da Montecosaro (MC)  Mariangela Militello

A mia zia Maria, ai miei cugini Salvatore, Angela Rita e Serenella giungano il mio pensiero e il mio cordoglio.

Con affetto…..

Mariangela

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Il Sindaco

Il senso della storia lo si conquista facendone un po’.

Ed è quello che ha fatto Roberto Militello nei suoi settantotto anni trascorsi con e per la Comunità Usticese.

Sposato con Maria, padre di Angela Rita e Salvatore, impegnato nella vita politica dell’Isola di Ustica, delegato a fare le funzioni ad Ustica della Delegazione di Spiaggia e pertanto della Capitaneria di Porto quando questa non aveva una sede nell’isola, fu in quel periodo particolarmente vicino alla locale marineria ed in quell’occasione, siamo intorno al 1985, si fece promotore dell’acquisto della statua della Madonna e della organizzazione della festività della Madonna del Mare, “Stella Maris”, che ancora oggi viene celebrata l’ultima Domenica di Maggio. Molti lo ricordano anche in quanto gestore dell’unica biglietteria – viaggi di Ustica.

Oggi Roberto ci ha lasciati, dopo un ultimo periodo di grave ed irreversibile malattia.
Ed un po’ della storia fatta per Ustica va via, lasciandoci, seppur preparati, tristi, amareggiati e sgomenti.
Il cordoglio dell’amministrazione, della cittadinanza e mio personale va alla moglie Maria , ai figli Angela Rita e Salvatore, consapevoli che questo non sarà sufficiente a lenire una grave perdita.

IL SINDACO
Aldo Messina

^^^^^^^^^^^

Da Ustica il Presidente del Consiglio

Il Consiglio Comunale di Ustica, esprime le più sentite condoglianze alla Famiglia Militello per la perdita del caro Roberto. Sono personalmente vicino al figlio Salvatore ed al nipote Roberto, in un momento di particolare sofferenza.

Leonardo Cannilla-Presidente del Consiglio Comunale

Auguri a Roberto Militello

Roberto MilitelloTanti Auguri a Roberto Militello che oggi compie 76 anni portati bene, con l’aiuto del bastone e accompagnato sempre dal suo fedele Amico.

Roberto Militello ed il suo fedele amico

(Siamo venuti a conoscenza che in effetti Roberto festeggia gli anni il 22 settembre giorno in cui è realmente nato; il 26 è la data in cui è stato rilevato).

Comunque il 22 o il 26 ancora Auguri