“Un periodo delicato per la nostra Isola” – che fare?


Cara Angela e cari lettori di Ustica Sape, la nostra comunità è piena di persone capaci che amano l’isola, ma è anche piena di persone che amano solamente destabilizzare e rompere quell’equilibrio che garantirebbe la sana e proficua convivenza in un cosi delicatissimo e precario periodo storico.
Il periodo che stiamo attraversando è molto delicato sia sul profilo economico che sociale, e l’unica arma che può cambiare e migliorare le cose è la comunicazione.
Come scegliere un candidato Sindaco per le prossime amministrative?
A mio avviso basterebbe guardare nel cuore della gente e capire quanto amore per se stessi e per gli altri vi è.
Bisognerebbe far ragionare quanti amano soltanto fare cortile, distruggere l’immagine dell’isola, creare problemi anziché risolverli, chi non fa e chi non fa fare , chi vuol fare tutto lui, chi approfitta della carica per interessi propri, chi ha manie di onnipotenza, chi decoro non ha ne per se ne per rappresentare un Isola come Ustica, chi non ama la propria isola e i suoi abitanti, chi non ha capacità comunicative, chi non ama divertirsi, chi crede che il cittadino è un suddito, chi non ha bene in mente che amministrare significa essere al servizio dei cittadini, chi non crea ricchezza ma invece la sperpera, chi alza i toni anziché placarli, chi non ascolta la sua gente, chi umiltà non ha etc..
Un buon Sindaco dovrebbe amare il suo paese, la sua gente e avere a cuore l’interesse comune e la voglia di coltivare (in un terreno fertile come la nostra isola) i frutti che poi TUTTI raccoglieranno.
Purtroppo come è noto molti hanno dimenticato che l’unica e vera ricchezza è proprio la terra e i frutti che riesce a dare!!

Ciao
Vincenzo Pizzurro

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.