Ustica sape

Caro-carburanti, ecco dove costano di più


Da Redazione ANSA

Codacons analizza i prezzi del servito comunicati al Ministero

I prezzi della benzina e del diesel in un distributore a Roma, 10 gennaio 2023. ANSA/ETTORE FERRARI

Ecco in base ai dati sui carburanti comunicati dai gestori per la data di martedì 10 gennaio la situazione alle ore 14 sulla rete italiana.
La ‘mappa’ è realizzata dal Codacons ed è sul prezzo ‘servito’.
L’associazione ha estrapolato, regione per regione, i prezzi più alti tra quelli comunicati al ministero.

—————————————————————-
* ABRUZZO – Autostrada A14 Bologna-Bari-Taranto, Morro d’oro (TE), benzina 2,344 euro gasolio 2,431 euro
* BASILICATA – Lauria (PZ), benzina 2,139, gasolio 2,189 euro
* CALABRIA – Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, benzina 2,344, gasolio 2,431 euro
* CAMPANIA – Ariano Irpino (AV), benzina 2,372, gasolio 2,402
* EMILIA ROMAGNA – Autostrada A14 Bologna-Bari-Taranto, Castel San Pietro Terme (BO), benzina 2,444, gasolio 2,531 euro
* FRIULI VENEZIA GIULIA – Pordenone, benzina 2,300 euro, gasolio 2.387 euro
* LAZIO – A1 Milano-Napoli, Castrocielo (FR), benzina 2,367 euro gasolio 2,454 euro
* LIGURIA – Autostrada A12 Genova-Sestri (GE), benzina 2,387 euro, gasolio 2,474 euro
* LOMBARDIA – Autostrada A21 Piacenza-Brescia, Cremona (CR) benzina 2,449 euro, gasolio 2,499 euro
* MARCHE – Autostrada A14 Bologna-Bari-Taranto, Mondolfo (PU) benzina 2,387 euro, gasolio 2,474 euro
* MOLISE – LARINO (CB), benzina 2,294, gasolio 2,381
* PIEMONTE – Autostrada A7 Serravalle-Genova, Arquata Scrivia (AL), A26 Voltri-Gravellona, Raccordo con A7 Novi Ligure (AL), benzina 2,366 euro, gasolio 2,453 euro
* PUGLIA – Taranto, benzina 2,399, gasolio 2,499
* SARDEGNA – Poltu Quatu – Arzachena (OT), benzina 2,199 euro, gasolio 2,299 euro
* SICILIA – Ustica (PA), benzina 2,497 euro, gasolio 2,497 euro e Strada Statale Lentini (SR), benzina benzina 2,354 euro, gasolio 2,441 euro
* TOSCANA – CAMAIORE (LU), benzina 2,334 euro, gasolio 2,421
* TRENTINO ALTO ADIGE – A22 Brennero-modena, Lavis (TN), benzina 2,298 euro, gasolio 2,299 euro
* UMBRIA – Statale E/45 Deruta (PG), benzina 2,294 euro, gasolio 2,381 euro
* VALLE D’AOSTA – A5 Aosta-Quincinetto, Chatillon (AO), benzina 2,214 euro, gasolio 2,284 euro
* VENETO – Statale Mira (VE), benzina 2,294 euro, gasolio 2,381

Fonte: Redazione ANSA

 

AD USTICA  I PPEZZI DELLA BENINA E DEL DIESEL PIU’ CARI D’ITALIA

2 risposte

  1. Salve,
    E credo anche l’unico caso in Italia, dove il Comune ha (s)Venduto l’UNICO distributore di benzina presente sul territorio.
    L’attuale Vice sindaco anni fa fece una relazione, pubblicata anche in questa testata giornalistica; dove era chiaro che il distributore rappresentava una risorsa.
    Lo stesso fece il Sig. Gaetano Caserta, gia’ Consigliere comunale.

    Insomma, cose che solo ad Ustica possono accadere.

    Speriamo che le prossime generazioni, iniziando da chi, gia’ quest’anno andra’ a votare, siano piu’ attente alla “Cosa pubblica”, scelga secondo coscienza a chi dare il proprio voto.

    Da compendere se il Comune di Ustica abbia le possibilita’ per riappropiarsene, oppure di offrirne uno di suo;
    un luogo che si potrebbe prestare per tale scopo, sarebbe l’ex Mattatoio.

    Per quest’ultimo edificio, e’ pensabile ad un “esproprio per pubblica utilita’ ” o altre iniziative dell’amministrazione?
    Se non ricordo male, ci sono impedimenti di carattere burocratico, che non permettono alcuno suo utilizzo.

    Chi puo’ fornire maggiori infomazioni, per quanto attenzionato :
    – Il Comune potrebbe “riappropriarsi” del distributore di benzina?
    – Potrebbe averne uno di suo ?
    – Ex Mattatoio.

    Grazie.
    Con Spirito collaborativo,
    Jose’ Zagame usticese non residente.

  2. Se possibile vorrei aggiungere un doveroso ringraziamento a Felice Badagliacco e Giovanni Palmisano che ebbero il coraggio di chiedere delle spiegazioni al Sindaco.

    Altro merito va dato anche ai Consiglieri della opposizione del passato (Gruppo consiliare L’Isola) che in data 09.01.2014, presentarono una Interrogazione (come previsto dall’Art.18 comma 3 dello Statuto comunale);
    probabile che alcuni Consiglieri della opposizione di allora, oggi siano delle maggioranza.

    Altre furono le prese di posizione contro quella scelta politica, come quella del Com.te Calogero Pitruzzella durante uno dei Consigli comunali.

    Saluti,
    Jose’

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com