Chi non svolge la carica pubblica con serietà deve essere “licenziato”.


Oggi, senza dubbio, è una giornata positiva. Si è raggiunto un accordo tra sindaci e organi regionali. Le navi Ro.Ro hanno assicurato il loro servizio, almeno per il momento.

Dal comunicato stampa dei sindaci delle isole minori traspare però una certa cautela, e non posso che essere d’accordo con loro.

Attenzione, non bisogna pensare che il problema sia risolto definitivamente. Il servizio continua sulla “fiducia”, le certezze non c’erano ieri e non ci sono oggi. Certezze date solo dalle risorse economiche, soldi che non ci sono (o meglio ci sono ma non vengono utilizzati nella giusta maniera). Sarebbe un errore gravissimo mettere in secondo piano questo argomento proprio ora, e porterebbe nel giro di due mesi ad una situazione uguale se non peggiore a quella vissuta nelle scorse settimane. Per questo condivido la cautela dei sindaci.

Non condivido invece i ringraziamenti che dovremmo rivolgere al nostro Presidente Regionale e all’Assessore. Se avessero svolto il loro ruolo, se si fossero occupati della cosa pubblica, non saremmo arrivati a tanto. L’indifferenza verso le Isole è scandalosa. Leggo che il presidente della regione è venuto a conoscenza solo ieri di questa situazione, e questo è inaccettabile. Noi siamo cittadini Siciliani a tutti gli effetti, come qualunque altro cittadino dell’entroterra. Se oggi non si fosse trovato un accordo saremmo stati catapultati nel Medioevo, senza energia elettrica, con montagne di rifiuti impossibili da smaltire, tra cui rifiuti speciali.

In poche parole: gioire si, ma restare in uno stato d’allerta per non ripetere gli stessi errori del passato e non ringraziare chi, questa situazione, se non l’ha creata, ha certamente contribuito a crearla, con indifferenza e assenza totale di responsabilità civile.

Ripeto e ripeterò sempre: le cariche pubbliche sono un lavoro a tutti gli effetti e vanno svolte con la massima serietà. Chi non le ricopre adeguatamente o, ancor peggio, non è capace, DEVE ESSERE “LICENZIATO”. Non possiamo che farlo attraverso il voto alle regionali.

Le prossime elezioni spero siano una conferma di ciò che ho scritto.

A Presto
Giorgio Tranchina

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.