Ustica sape

Collegamenti marittimi per Ustica, al peggio non c’é mai fine…


Stiamo tornando ad Ustica e l’occasione è propizia per verificare lo stato dei trasporti e della logistica in atto al servizio di quanti debbano recarsi sull’isola a piedi o con un proprio mezzo a motore.

Ebbene la situazione è sconfortante: abbiamo già messo a bilancio negativo i prezzi altissimi del trasporto marittimo che da soli basterebbero a scoraggiare un turista che voglia scoprire l’isola; se ciò non bastasse, computiamo i mezzi indecorosamente non più idonei ad affrontare una tratta difficile come la Palermo-Ustica. Ma non è tutto poiché un’ulteriore difficoltà si è frapposta tra il viaggiatore, inconsapevole ed incolpevole vittima di incredibili soprusi ed il suo imbarco: l’inconcepibile decisione dell’Autorità del porto di inserire nel già complesso iter per l’imbarco dei tornelli a senso unico per accedere alla biglietteria.

Chiunque arrivi da Napoli o da Genova ovviamente con la nave o, comunque debba imbarcarsi da Palermo con il proprio mezzo, deve compiere un lunghissimo e, in quest’ultimo caso, faticoso percorso per accedere allo sportello Barbaro che emette i biglietti dopo aver superato un varco presidiato al servizio del quale è stato assegnato un signore che con sommesso imbarazzo avvisa il passeggero in transito che se transiterà da quel varco non potrà tornare indietro per una precisa disposizione impartita da qualche geniale funzionario presumibilmente dell’Autorità portuale. In poche parole, chi passa per andare a farsi il biglietto, non potendo tornare indietro, se in ritardo perderà la nave o dovrà uscire dal porto, girare per mezza città alla ricerca di un varco che gli consenta di imbarcarsi. Noi siamo riusciti a superare l’ostacolo, avendo violato le disposizioni grazie ad un altro funzionario meno ottuso o più comprensivo che ha consentito, seppur a malincuore e dopo ampio e brusco dibattito, a far ripassare dal tornello noi ed altri sfortunati come noi. 

Non è migliore la situazione per i viaggiatori appiedati ai quali, se non un tornello, si oppone una marcia di ritorno con i bagagli e bambini lunghissima o, laddove una non più verde età abbia ridotto le capacità motorie, addirittura penosa. Siamo oltre i limiti della tollerabilità.

Questa nostra personale esperienza, aldilà dei disagi forse contingenti e auspicabilmente temporanei, è una ulteriore, non necessaria e urticante dimostrazione del disinteresse se non della colpevole pervicacia di chi ha nelle proprie mani leve di potere che penalizzano pesantemente ogni ipotesi o possibilità di incentivo allo sviluppo turistico della nostra isola. Anzi sono proprio una pesantissima remora anche al semplice mantenimento di uno statu quo che rende imperscrutabile il futuro di Ustica la cui attuale economia si basa esclusivamente sui flussi turistici che alimentano i commerci e la proliferazione di alloggi.

Per concludere, non crediamo che di quanto descritto l’amministrazione di Ustica sia all’oscuro, non fosse altro per la comunicazione diretta che esiste tra la titolarità dell’agenzia marittima locale ed il vertice dell’Amministrazione stessa che non ci è dato sapere quali e quante o quanto efficaci rimostranze abbia avviato nei confronti di tutte le possibili controparti di un tale, ormai insopportabile, stato di cose.

Chi potrà sottrarsi alle proprie responsabilità omissive quando questa aleatoria economia dovesse crollare per la mancanza di alimento, quando anche quanti hanno investito del proprio per vivere un mese d’estate a Ustica si saranno stancati dei fastidi loro arrecati e se ne andranno via anch’essi come i tanti che negli ultimi decenni hanno fatto per trovare altrove migliori condizioni di vita?

Ma il popolo in questo momento, forse, non se ne rende conto e supinamente tace

www.usticasape.it la Redazione

 

 

14 risposte

  1. Esistono menti che hanno l’attitudine a complicare la vita. Sono straordinari personaggi adibiti alla pianificazione che invece studiano per ostacolare percorsi che dovrebbero essere semplici, rispettosi e che invece risultano essere incomprensibili, inoltre con le loro disposizioni e regole del nulla, mancano di cortesia ai cittadini fruitori di un servizio che esige semplicità! Forse sono premi Nobel mancati, la fantasia e la creatività sono la loro eterna forza! Congratulazioni! ⚘⚘⚘⚘⚘

  2. Non è facile interpretare come si sia arrivati a tale risultato da parte di un tecnico che ha creato un impedimento inutile e difficolta notevoli a tutti i passeggeri che sbarcano dalle isole minori, sia essi normodotati che portatori di handicap. quello che mi preoccupa fortemente sono gli improbabili artifizi che opporrà ad un eventuale ritorno alla normalità dopo avere speso un sacco di soldi in tornelli inutili. Gli diamo un suggerimento: fare in modo che con il biglietto di viaggio da parte dei passeggeri provenienti dalle piccole isole, si possa passare il varco creato e rendere nuovamente utile il servizio navetta che è abbastanza efficiente.

  3. Se il popolo tace e’ perche’, purtroppo, continua a mancare una voce AUTOREVOLE che li rappresenti e li incoraggi ad organizzarsi con manifestazioni di proteste.
    Si sperava in alcuni “Giovani”…. aspettiamo che maturi in loro la consapevolezza che bisogna cambiare atteggiamento.
    Certamente gli stessi usticesi ai quali dicerto non manca il coraggio di (mettersi e) mettere in discussione l’attuale Sindaco, amministrazione e chi preposto ad assumersi le proprie responsabilità.
    Che il 2024 sia l’anno della svolta sotto ogni punto di vista.

    Spero presto si trovi la soluzione a questa assurda situazione.

  4. Secondo me provvedimento molto infelice delle autorità portuali. Credo che se il Sindaco con un gruppetto di cittadini e di proprietari seconda casa vanno in persona a discutere con le autorità portuali secondo me porterà dei frutti concreti perché non è’ la fantasia che genera lamentele e disagi ma fatti. Cio’ che hanno fatto è assurdo e sbagliato e dovrebbe essere corretto.

  5. “Sicuramente”, il Sindaco del Comune di Ustica, appena trovato il “gruppetto di cittadini e di proprietari di seconde case” si rechera’ a Palermo per andare a discutere (e risolvere?) con l’autorita’ portuale del problema attenzionato da questa testata giornalistica…. accogliendo difatto l’invito di Mr. Caserta.
    Con trepidazione attendiamo questo evento storico.

  6. Beh… Tutte le isole minori sono bersaglio dell’indifferenza, degli interessi e della… inettitudine ed incapacità di alcuni… anzi, di troppi individui… Volevo andare a Pantelleria, isola che amo… Traghetto 868,00 euro per tre persone, cabina ed auto, Qubo, al seguito… Più del soggiorno, ad agosto, per 1 settimana… Follia pura… Non c’è il minimo concetto di un turismo onesto ed equilibrato… Abbiamo delle perle ma non sappiamo che “farcene”…

  7. Dato per scontato l’immobilismo in cui versa l’attuale Amministrazione, quello che maggiormente preoccupa è l’assordante silenzio, l’assuefazione, la rassegnazione degli operatori turistici e del commercio a subire insensate, vessatorie imposizioni.

  8. Non abbiamo parlato dei residenti che da anni pagano il pass per l’accesso in porto che ora non serve più a nulla. Oltre il disaggio di questi tornelli assurdi chi ci rimborserà il prezzo pagato per i pass??

  9. In molti pensano di continuare a mettere i singoli problemi sotto il tappeto, nella speranza di non averne a sua volta. Un po’ come la rana di Noam Chomsky, si avvalgono della possibilità di stare tranquilli. E intanto la temperatura continua a salire. Mi auguro che quando ci si accorgerà che i problemi dei singoli avranno creato problemi a loro stessi, ci sia la possibilità per la rana di saltare via dalla pentola. Vedremo.

  10. Incredile, ad oggi nessun comunicato del Sindaco, cosi come nessuna richiesta, nessuna iniziativa viene fatta da parte di chi, come giustamente ricorda il Sig. Pietro (operatori turistici, del commercio), avrebbe tutto l’interesse a porre rimedio a questa assurda decisione presa da parte dell’autorita’ portuale.
    Tutto cio’ non fa altro che confermare il fatto che ad Ustica manca una voce autorevole, credibile, un leader capace di coinvolgere la nostra comunita’, mettere i suoi interessi al disopra di ogni ogni cosa.

  11. Viene da piangere! Mi rendo sin d’ora disponibile per la delegazione da Pasqualino Monti

  12. Perdonami Roberta ma la delegazione da Pasqualino Monti, proprio perche interpellato “Pasqualino “, temo che sortirebbe forse e soltanto una magnanima accondiscendenza verso la valutazione caso per caso nelle occasioni di transito. Propendo -e lo faro’- per investire l’autorita’ del Prefetto quale rappresentante governativo e quindi del Ministero delle Infrastrutture cui compete la vigilanza sui porti. Ventilando, nell’occasione, che i tornelli rappresentano una violazione del diritto di libera circolazione in un luogo publico in mancanza di una tangibile necessita’ di sicurezza. Tralascio volutamente ogni possibile commento sull’INTERO perimetro della vicenda.

  13. Bene Signor Vittorio, queste azioni, subito dopo l’emanazione dell’ordinanza, avrebbe dovuto farle il sindaco dell’Isola che sistematicamente subisce le prepotenze di tutti e da tempo anche delle autorità portuali.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Buon Compleanno

a  Mario D’Angelo a   Evelina Pettkus a   Emiliana Salerno i Migliori Auguri di Buon Compleanno ^^^^^^^^^^^^^ Oggi si festeggia S. Ettore Martire .

Read More »
  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Giugno 2024
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
  • ASD Ustica

    ASD Ustica