Ustica sape

Comune di Ustica, Interrogazione al Sindaco tariffe servizio idrico

3 risposte

  1. Ieri mattina, con nota prot. n. 2317/2024, abbiamo depositato un’interrogazione al Sindaco, riguardante le tariffe del servizio idrico. Dal 1996, e fino ad oggi, il Comune ha imposto agli utenti, il pagamento di un minimo contrattuale di mc 60, anche se l’utente consumava meno. Nel 2015 l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), ha vietato l’applicazione di un consumo minimo, imponendo agli Enti la modifica dei corrispettivi.
    L’attuale obbligo di far pagare mc 60, anche se non consumati, è chiaramente contra legem. Attendiamo di ricevere notizie da parte del Sindaco.

    I Consiglieri Comunali del Comune di Ustica,
    Gruppo Consiliare “Tutti insieme per Ustica”
    Diego Altezza, Martina Natale, Maria Ailara

  2. Mi accingevo a porre la stessa domanda all’Amministrazione ma, lodevolmente, il Gruppo di minoranza mi ha preceduto. Pensate veramente che le Amministrazioni che si sono succedute dal 2015 in poi siano venute a conoscenza o abbiano avuto sentore di ciò che ha stabilito l’ARERA? Ma mi faccia il piacere usava dire il principe della risata, Totò! semplicemente non c’è stato mai nessuno in grado di recepire una decisione di tale portata. O forse si ma ne dubito. E quand’anche se fossero venuti a conoscenza era meglio tacere per ovvie ragioni. L’altro aspetto su cui occorre decisamente puntare è – mi risulta così – che i non residenti sono chiamati a pagare forse l’80% in più dei residenti, ma di ciò non ne sono sicuro. Comunque sia se questo fosse vero, perché? Non trovo alcun motivo logico su questa decisione e la ritengo inutilmente vessatoria nei confronti di chi eventualmente la subisce. Sembra quasi una ritorsione: tu hai una capacità economica superiore di pagare ed io ti punisco! Riguardo invece la TARI i residenti sono costretti a pagare la tariffa intera anche se producono rifiuti per un solo mese all’anno! Forse questo aspetto mi sfugge qualcosa e sto indagando sia con una verifica di legge, sia confrontandomi con ex Colleghi titolari di Studi Fiscali ben strutturati e qualora emergessero criticità a scapito dei non residenti ne chiederò conto a chi di dovere. Intanto invito Diego Altezza a verificare se in effetti esiste o no la maggiorazione che ho segnalato e se ciò corrispondesse al vero a iniziare a studiare l’ipotesi di porvi rimedio. Certo è che la mancanza di un tecnico nella compagine Consiliare si sente:
    sono convinto che la presenza di un Assessore al Bilancio avrebbe evitato la situazione debitoria attuale anche se questa Amministrazione l’ha ereditata. Un esperto dunque del Conto Economico perché le altre due figure apicali del Comune esistono e sono il Sindaco ed il Segretario Comunale sui quali gravano le maggiori responsabilità del corretto funzionamento della macchina comunale.
    Ma dove trovare questa figura? Purtroppo non ad Ustica, occorre rivolgersi altrove ingaggiando un tecnico perché fino a quando mancherà i conti rimarranno sempre fuori controllo e stupisce che nessuno ne abbia compreso l’importanza. D’altra parte la definizione di Amministrazione è emblematica e caratterizza la bontà o no del buon governo del Comune nell’arco del quinquennio.
    Giuseppe Giuffria

  3. Salve,
    Alcune considerazioni dettate dall’attualita’ , dalla Interrogazione presentata dai Consiglieri della opposizione e non ultimo in risposta all’amico (Sig.) Pino Giuffria.

    Di recente, fine Marzo inizi Aprile, sono stato ad Ustica.
    In generale, ho notato che rispetto all’anno scorso nulla e’ stato fatto, ne per il decoro urbano ne per le strade.
    Alcune transenne le ho viste 2 anni fa (e gia’ c’erano da prima) e alcune strade le ho viste peggiorate, specie tratto Piano Cardoni – Oliastrello.
    Forse i Consiglieri della opposizione avrebbero potuto presentare molto prima una Interrogazione per chiedere cosa si intenda fare per le strade di Ustica, comprese quelle non di competenza del Comune di Ustica, oppure presentarne una seconda.
    Con l’occasione suggerisco ai Consiglieri della opposizione di farsi un giro dell’Isola, “in lungo e in largo”, per i sentieri e le COSTE e OSSERVARE attentamente, con lo scopo di attenzionare alle autorita’ competenti eventuali casi di illeciti, ma anche per prendere nota e proporre delle iniziative con l’intenzione di migliorare cio’ che puo’ essere fatto, come per es. l’accesso a Cala Sidoti, le fermate dell’autobus, mettere a disposizione di turisti e frequentatori di Ustica dei bagni pubblici etc etc

    All’amico Pino faccio solo sapere che le sue competenze, conoscenze e attaccamento per la nostra Isola andrebbero premiate con un posto al Comune…. vuoi per ricoprire una carica politica, vuoi per fare il consulente.

    Saluti dalla Germania.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • CONTATTAMI


  • WEBCAM - USTICA PORTO

  • WEBCAM SPALMATORE


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM USTICA PORTO


  • WEBCAM PORTO PALERMO


  • VENTI


  • VENTI


  • NAVI


  • Privacy

    Licenza Creative Commons
    Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported. DMCA.com
  • TRADUTTORE

  • COME RAGGIUNGERE USTICA

  • Il Libro per tutti i genitori!

  • Hanno detto sul blog

  • Maggio 2024
    L M M G V S D
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • ASD Ustica

    ASD Ustica